Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Olimpiadi. Tocci e Marsaglia sesti dal sincro trampolino

Tuffi
images/00_foto_2021/small/small/large/20210728_GSca_OG02175.JPG

Un sesto posto che qualifica alle World Series, ma lascia una coda di rammarico. Giovanni Tocci e Lorenzo Marsaglia, alla loro prima finale olimpica nel trampolino sincro, sono protagonisti di una gara sempre a ridosso delle prime posizioni, ma peccano di esperienza nei momenti decisivi e chiudono con 388.05 punti. Tanti errorini, quello più grande nel quadruplo e mezzo, non macchiano la buona degli azzurri che eguagliano la prestazione deio Giochi di Rio con Tocci insieme ad Andrea Chiarabini (395 punti).
Alla fine il terzo posto va ai tedeschi Patrick Hausding e Lars Rudiger, quarti a Rio e campioni europei in carica, che azzeccano proprio il quadruplo e mezzo (85.50) e superano all'ultima curva gli azzurri e soprattutto i messicani Castillo Huerta e Celaya Hernandez (404.14), sin lì meritatamente terzi. Vincono i campioni iridati cinesi Wang Zongyuan e Xie Siyi con 467.82, davanti alla coppia statunitense Andrew Capobianco/Michael Hixson, che confermano l'argento di Rio con 444.36 punti. "Il sincro è sempre una gara particolare. Lo sapevamo e avevamo sempre pensato in grande nei giorni precedenti - sottolinea Tocci, 25enne cosentino, bronzo europeo dal metro, seguito dal direttore tecnico Oscar Bertone e da Lyubov Barsukova - è sempre difficile mantenere i nervi saldi dal trampolino olimpico. L'errore nel quinto tuffo ci ha penalizzati e siamo a sedici punti dalla medaglia che volevamo. Questo sport ha tante variabili, tecniche e psicologiche. Putroppo il quadruplo e mezzo ci viene bene in allenamento mentre in gara, con la tensione, è difficile metterlo a puntino. Nella coppa del mondo ci ha regalato la qualificazione, però il sesto posto davanti ai britannici vicecampioni olimpici e ai russi vicecampioni europei ci rende comunque felici".
Emozionato anche Lorenzo Marasaglia "Prima Olimpiade e subito prima finale - sottolinea il tuffatore, tesserato per Marina Militare e CC Aniene, allenato da Benedetta Molaioli che disputerà la gara individuale dal trampolino - La tensione c'era, ma il mio compagno più esperto ha cercato di tranquillizzarmi. La medaglia era vicina e sarebbe stato un sogno immenso. Ora proverò a portare questa esperienza nella gara individuale. In ogni prova c'è sempre una variabile inaspettata. I giochi per il podio erano aperti, hanno perfino sbagliato i campioni olimpici in carica. Non vedevo la classifica parziale perché poteva aumentare la tensione. Ora proverò a centrare l'ingresso in finale nella gara singola".

LA GARA. Gli azzurri partono quinti come ordine di salto e quinti restano a pari merito con gli Usa (Capobianco/Hixon) con l'ordinario indietro carpiato da 49.20 punti. Cinesi campioni iridati subito al top: Wang Zongyuan e Xie Siyi salgono in cielo e già si staccano con 55 punti. Incredibile invece la Gran Bretagna, campione uscente e argento iridato, che con l'errore proprio dell'esperto Laugher gira ultima con 47.40. Gli obbligatori si chiudono con il rovesciato carpiato che in fotocopia ripete il punteggio del primo 49.20. Davanti sempre i cinesi con 113.40; poi i sorprendenti giapponesi Sho Sakai/Ten Terauchi (40 anni e sesta Olimpiade), settimi ai mondiali, eleganti e tecnici con 103.20. Si passa ai liberi: il  triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato non è pulitissimo, la sincronia difetta di figura unica e gli azzurri chiudono con 73.47 girando settimi; vengono superati anche dai messicani Castillo Huerta e Celaya Hernandez (176.94). Davanti gli statunitensi alzano i giri e piazzano due tuffi sopra gli ottanta punti (doppio e mezzo con due avvitamenti e rovesciato con tre avvitamenti e mezzo) portandosi al secondo posto (268.74). I giapponesi perdono posizioni per i bassi coefficenti e allora i russi Evgenii Kuznestov e Nikita Shleikher salgono in zona podio (259.68). Serve un exploit: doppio salto mortale e mezzo avanti con 2due avvitamenti carpiato e finalmente la figura è unica. I due spariscono sotto il pelo dell'acqua e allora arrivano 80.58 e siamo a nove punti dal podio dei russi, terzi. Gli inglesi escono definitivamente con un triplo e mezzo horror da 60 punti e lontani 35 punti dai nostri. I cinesi eseguono lo stesso tuffo degli azzurri e con 90 punti se ne vanno a +22 sugli Stati Uniti. Sbagliano anche i campioni europei Patrick Hausding e Lars Rudiger, che scendono al sesto posto a causa dell'errore del fenomeno Patrick alla quarta Olimpiade che apre prima ed entra scarso. Il quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato deciderà tutto: Marsaglia parte dietro, il sincro ne risente e il tuffo è un po' abbondante. Sono 67.26 i punti che, dopo l'errore dei russi, adesso a quattordici lunghezze, sa di beffa e rammarico. Italia quinta a 319 punti mentre il Messico sale al terzo posto con 334 punti. Davanti per la medaglia gli Usa, argento uscente, piazzano un quadruplo e mezzo da urlo (88.92 punti), record di punteggio e trono dei cinesi che traballa. Tocca ai russi che combinano un disastro con un tuffo nullo (sbaglia Nikita Shleikher nel presalto) che apre le porte a qualcosa di impensabile. Dopo i Giapponesi ecco i messicani. Quadruplo e mezzo da 3.8. Castillo sbaglia, entra abbondante e si aprono definitivamente le porte del podio. Il  triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato diventa decisivo. Marsaglia perde un po' i piedi nel salto, la sincronia è buona, ma i giudici non si impressionano. Si chiude con 388.05 punti. Incredibilmente invece la Germania azzecca il quadruplo e mezzo (85.50), frutto di tecnica ed esperienza, e si prendono il bronzo, per quattro punti. Davanti su tutti la Cina che chiude con 467.82 punti, ventitre più della coppia statunitense. Campioni olimpici inglesi e vicecampioni europei russi però sono dietro agli azzurri e fuori dalle World Series.

I tuffi di Lorenzo Marsaglia e Giovanni Tocci
201B ordinario indietro carpiato 49.20 (5)
301B rovesciato carpiato 49.20 (6)
107B triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato 73.47 (7)
5154B doppio salto mortale e mezzo avanti con duo avvitamenti carpiato 80.58 (4)
109C quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato 67.26 (5)
407C triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato 68.34 (6)  388.05 punti

Calendario gara con gli Azzurri e finali senza
Tokyo Aquatics Centre

Domenica 25 luglio
Finale trampolino 3m sincro fem
1. Shi Tingmao e Wang Han (Chn) 326,40
2. Jennifer Abel e Melissa Citrini Beaulieu (Can) 300.78
3. Lena Hentschel e Tina Puntzel (Ger) 284.97
7. Elena Bertocchi e Chiara Pellacani 267.48

Lunedì 26 luglio
Finale piattaforma sincro mas
1. Thomas Daley e Matty Lee (Gbr) 471.81
2. Cao Yuan e Chen Aisen (Chn) 470.58
3. Aleksandr Bondar e Viktor Minibaev (Rus) 439.92
Nessun italiano in gara

Martedì 27 luglio
Finale piattaforma sincro fem
1. Chen Yuxi e Zhang Jiaqi (Chn) 363.78
2. Jessica Parratto e Delaney Schnell (Usa) 310.80
3. Gabriela Agundez Garcia e Alejandra Orozco Loza (Mex) 299.70
Nessuna italiana in gara

Mercoledì 28 luglio
Finale trampolino 3m sincro mas
1. Wang Zongyuan e Xie Siyi (Chn) 467.82
2. Andrew Capobianco e Michael Hixon (Usa) 444.36
3. Patrick Hausding e Lars Rudiger 404.73
6. Lorenzo Marsaglia e Giovanni Tocci 388.05

Domenica 1 agosto
15:00 locali, le 8:00 italiane
Finale trampolino 3 metri fem
Nessuna italiana in gara

Lunedì 2 agosto
15:00 locali, le 8:00 italiane
Eliminatorie trampolino 3 metri mas
con Lorenzo Marsaglia

Martedì 3 agosto
10:00 locali, le 3:00 italiane
Semifinali trampolino 3 metri mas
15:00 locali, le 8:00 italiane
Finale trampolino 3 metri mas

Mercoledì 4 agosto
15:00 locali, le 8:00 italiane
Eliminatorie piattaforma fem
con Sarah Jodoin di Maria e Noemi Batki

Giovedì 5 agosto
10:00 locali, le 3:00 italiane
Semifinali piattaforma fem
15:00 locali, le 8:00 italiane
Finali piattaforma fem

Sabato 7 agosto
15:00 locali, le 8:00 italiane
Finale piattaforma mas

Vai ai risultati finali

foto di Giorgio Scala - DBM / L'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.