Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa del Mondo. Jodoin di Maria alle Olimpiadi, avanza Marsaglia

Tuffi
images/large/05052021_tokyo_dimaria.jpg

L'Italia sarà rappresentata da due azzurre dalla piattaforma alle Olimpiadi. Oltre a Noemi Batki, già qualificata dopo la finale iridata di Gwangju 2019, ci sarà anche Sarah Jodoin di Maria che compie l'impresa e chiude al quinto posto la finale della Coppa del mondo in svolgimento fino al 6 maggio proprio a Tokyo. La 21enne italocanadese - tesserata per Marina Militare e MR Sport Fratelli Marconi, allenata dal tecnico federale Domenico Rinaldi e da Tommaso Marconi - conduce una gara di altissimo livello: il doppio salto mortale e mezzo ritoranto carpiato (58.80) e il triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato (63.00) sono solidi, il doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato (65.25) d'autore, la verticale con doppio salto mortale indietro con un avvitamento e mezzo (70.40) e il doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo (67.20) pulitissimi, e chiude con 324.65 punti, primato personale e la consapevolezza che il futuro è tutto dalla sua parte. Il primo posto va alla malesiana e vice campionessa olimpica Pandelela Pamg con 355.70 punti; con lei sul podio la giapponese Matsuri Arai con 342.00 e la canadese Caeli MCkay con 338.55 punti.
Rinaldi DiMaria 05 05 2021.jpg

La scheda di Sarah Jodoin di Maria. Nata a Montreal il 3 gennaio del 2000 da padre calabrese e madre di Toronto, è tesserata per Marina Militare ed MR Sport F.lli Marconi ed è seguita dal tecnico federale Domenico Rinaldi e da Tommaso Marconi. Carattere timido ed introverso, diplomata al liceo scientifico,  si scatena quando sale sulla piattaforma. E' stata ottava agli Europei di Kiev 2019 dai dieci metri e settima con la squadra nel Team Event.

Le parole e la commozione di Sarah Jodoin di Maria. "Sono fiera ed orgogliosa di rappresentare l'Italia alle Olimpiadi di Tokyo. Spero di aver dato una piccola soddisfazione ai tanti italiani che vivono in Canada. Voglio ringraziare le mie società che mi consentono di allenarmi al meglio a Roma e tutto il gruppo azzurro, con cui ho legato moltissimo e che mi fa sentire a casa: ci toglieremo ancora tante soddisfazioni".

I tuffi di Sarah Jodoin di Maria quinta in finale - 324.65 punti
405B doppio salto mortale e mezzo ritoranto carpiato 58.80
107B triplo salto mortale e mezoo avanti carpiato 63.00
205B doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato 65.25
6243D Verticale con doppio salto mortale indietro con un avvitamento e mezzo 70.40
5253B doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo 67.20

I tuffi di Sarah Jodoin di Maria in semfinale - 297.90 punti (undicesima)
405B doppio salto mortale e mezzo ritoranto carpiato 58.80
107B triplo salto mortale e mezoo avanti carpiato 52.50
205B doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato 25.20
6243D Verticale con doppio salto mortale indietro con un avvitamento e mezzo 67.20
5253B doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo 67.20

Marsaglia in semifinale dai 3 metri. Nella mattinata nipponica Lorenzo Marsaglia, al termine di una gara in crescendo, strappa la qualificazione per la semifinale dal trampolino 3 metri con il diciottesimo posto, niente da fare invece per il compagno dal sincro 3 metri, con cui domenica ha conquistato il pass per Tokyo, Giovanni Tocci che finisce ventiduesimo. Il ventiquattrenne romano - tesserato per Marina Militare e CC Aniene, allenato da Benedetta Molaioli, bronzo continentale dal metro a Kiev 2019 e laureato in fisioterapia - parte malissimo con il triplo salto mortale e mezzo ritornato raggruppato (39.10), poi cresce di livello, scala di posizioni, piazzando uno strepitoso quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato (85.50) e un buon doppio salto mortale e mezzo avanti con due avvitamenti carpiato (71.40), chiudendo con 389.50 e la possibilità di giocarsi giovedì l'accesso in finale che gli garantirebbe la qualificazione olimpica diretta anche nella gara individuale. Niente da fare, invece, per Tocci (Esercito/Cosenza Nuoto) che paga una sbavatura con il doppio salto mortale e mezzo rovesciato carpiato (54.00) e un grave errore, proprio in chiusura di programma, con il triplo e mezzo ritornato raggruppato (37.40) che l'ha trascinato fuori dalla semifinale, concludendo con 370.55 punti. Davanti a tutti il britannico Daniel Goodfellow con 487.50 punti.

Vai ai risultati ufficiali