Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa del mondo 27m. De Rose nono

Tuffi
images/joomlart/article/a408622d16f362772052fb1e9c5ed2ac.jpg

Davvero bravo Alessandro De Rose (ASD Trieste Tuffi) che riesce a completare l'intero percorso della terza edizione della coppa del mondo di tuffi dalle grandi altezze, ad Abu Dhabi.
Il 23enne cosentino, che si allena a Trieste, si piazza al nono posto con 503,20 punti dopo aver superato entrambi i tagli (passano i migliori 18 dopo 3 tuffi - un obbligatorio, un intermedio e un libero - ed i migliori 12 dopo il quarto tuffo, un obbligatorio).
Per l'azzurro si tratta del miglior risultato della carriera dopo il 16esimo posto ai campionati mondiali di Kazan; stesso piazzamento raggiunto alla seconda edizione della coppa del mondo, a Kozumel, in Messico, nel maggio scorso, e al 15esimo posto nella prima edizione della competizione disputata a Kazan, nell'agosto 2014.
Sui gradini più alti del podio il britannico campione mondiale Gary Hunt con 639,30 punti e il messicano vice campione iridato Jonathan Paredes, secondo con 578,70 punti. Al terzo posto il colombiano Orlando Duque (572,15), pioniere della disciplina e campione del mondo nella prima edizione iridata, a Barcellona 2013. Il russo Artem Silchenko, bronzo mondiale in carica, finisce settimo (529,65).
De Rose aveva concluso la prima giornata di sabato al 17esimo posto, ottenendo 62,70 punti nel doppio indietro con mezzo avvitamento (obbligatorio con coef. 3,8) e 94,60 punti nel triplo avanti con mezzo avvitamento (intermedio con coef. 4,3) per un totale di 157,30 punti. Dopo il rest day di domenica dedicato alla prova femminile, lunedì raggiunge il primo taglio con il decimo punteggio generale di 289,90 grazie al quinto posto del terzo del round con una valutazione da 97 per il triplo avanti con due avvitamenti e mezzo (libero con coef. 5,3). Entrato nei 18, De Rose sfonda il muro dei 12 con 91,20 punti per il doppio avanti con un avvitamento e mezzo (obbligatorio con coef. 3,8); poi scala un posto con l'ultimo libero (coef. 5,2), la verticale con doppio salto mortale e mezzo indietro con due avvitamenti, da 122,20 punti.


consulta i risultati ufficiali


consulta la scheda di Alessandro De Rose


foto deepbluemedia.eu