Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Da venerdì i tuffi con Tocci, Marsaglia, Bertocchi

Tuffi
images/large/tocci_5_7_19.JPG

Il jet lag è assimilato. La nazionale di tuffi è a Gwangju da quattro giorni e si stà allenando sul campo gara, presso il Nambu University Municipal Aquatics Centre, dove il 12 luglio inizierà la 18esima edizione dei campionati mondiali. Il programma della prima giornata prevede subito l'entrata in acqua di Giovanni Tocci e Elena Bertocchi, bronzo dal metro a Budapest 2017. Il direttore tecnico Oscar Bertone, ex piattaformista e trampolinista azzurro, allievo di Giorgio Cagnotto dal quale ha ereditato la guida della squadra Nazionale, traccia gli obiettivi senza trascurare le insidie del mondiale che ci apprestiamo a vivere. “Stiamo iniziando ad inserire in prima squadra nuovi giovani - spiega - Lo stiamo facendo ai mondiali e continueremo a farlo ancora di più agli europei che sarà la gara successiva. Quì abbiamo portato comunque una squadra esperta, di sette atleti, che hanno tutti, chi più e chi meno, già una certa attitudine con le gare di alto livello. L’obiettivo è quello di arrivare più vicino possibile alla finale, che significherebbe carta olimpica. Un risultato difficile da raggiungere, ma non impossibile. Il panorama generale è molto nutrito e agguerrito. Si contano 60 atleti iscritti nei tre metri uomini, 53 tra le donne. Saranno gare lunghe e completamente diverse dal solito, che dureranno dalle tre alle quattro ore, alle quali non si è abituati e dove molto farà la testa di ciascun tuffatore”.
A livello individuale la carta olimpica si acquisisce entrando in finale e quindi nei primi 12. “Però per entrare nei primi dodici – continua Bertone – bisogna passare attraverso le eliminatorie che sono le gare peggiori di tutte quante visto l’alto numero e l’alto livello degli avversari e subito dopo ci sono le semifinali a 18, in cui bisogna scalare altre sei posizioni. Più semplice sarà, invece, in Coppa del mondo a Tokyo ad aprile 2020 dove presumibilmente ci saranno più posti. Nella gara sincro bisogna addirittura salire sul podio per qualificarsi di diritto ai Giochi Olimpici".
Si comincia con i medagliati di Budapest. “Iniziamo con gare da un metro dove abbiamo conquistato due medaglie di bronzo due anni fa con Tocci e Bertocchi e anche per loro non sarà facile entrare in finale. Anche la coppia sincro Bertocchi-Pellacani, campione d’Europa a Edimburgo, è attesa da un preliminare lungo e faticoso con 24 coppie al via per 12 posti in finale. Stanno abbastanza bene; non hanno saltato moltissimo insieme perché Elena ha avuto dei problemi prima alla schiena che l’hanno costretta a fermarsi due settimane e poi a un tallone avendo sbattuto sul trampolino durante l’esecuzione di un tuffo, per cui si può dire che abbiano lavorato più che altro quì. Dal trampolino da un metro sarà la prima ad entrare in gara senza Chiara che viene dai campionati europei giovanili; ha saltato tantissimo durante l’anno e abbiamo preferito farla riposare un po’. Il mondiale è lungo per lei e vedremo come gestirla al meglio nel corso della competizione. Per adesso è stata cancellata dal trampolino da un metro. Le coppie miste sono le solite: Verzotto-Bertocchi dai tre metri e Verzotto-Batki dalla piattaforma. Entrambe con delle buone chances”. Il team event lo fanno i più giovani del gruppo Riccardo Giovannini e Chiara Pelllacani: roimani, 16 anni compiuti lui, 17 da compiere il 12 settembre lei.  

Convocati: Noemi Batki (Esercito / Triestina Nuoto) piattaforma, sincro piattaforma e sincro mixed piattaforma; Elena Bertocchi (Esercito / Can. Milano) trampolino 1m e 3m, sincro trampolino 3m e sincro mixed trampolino 3m; Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi) trampolino 1m e 3m, sincro trampolino 3m e sincro piattaforma; Lorenzo Marsaglia (Marina Militare / CC Aniene) trampolino 1m e 3m e sincro trampolino 3m; Riccardo Giovannini (Fiamme Oro) piattaforma e team event; Giovanni Tocci (Esercito / Cosenza Nuoto) trampolino 1m e 3m e sincro trampolino 3m; Maicol Verzotto (Fiamme Oro / Bolzano Nuoto) sincro mixed piattaforma e sincro mixed trampolino 3m; Alessandro De Rose (Trieste Tuffi) per grandi altezze.

Staff: direttore tecnico Oscar Bertone, tecnico federale responsabile selezioni giovanili Domenico Rinaldi, tecnico federale Dario Vittorio Scola, tecnici Lyubov Barsukova e Benedetta Molaioli, tecnico grandi altezze Nicole Belsasso, fisioterapista Valentina Tisci, giudici Marco Zampieri e Marco Valerio Polazzo (grandi altezze).

Calendario (orario locale, in Italia -7h)

Venerdì 12 luglio: preliminari trampolino 1m M (Tocci e Marsaglia) alle 11:00 e trampolino 1m F (Bertocchi) alle 15:30

Sabato 13 luglio: preliminari sincro trampolino 3m M (Tocci e Marsaglia) alle 10:00, finali sincro mixed piattaforma (Verzotto e Batki) alle 13:00, trampolino 1m F alle 15:30, sincro trampolino 3m M alle 20:45

Domenica 14 luglio: preliminari sincro piattaforma F (Batki e Pellacani) alle 10:00, finali trampolino 1m M alle 15:30 e sincro piattaforma F alle 20:45

Lunedì 15 luglio: preliminari sincro trampolino 3m F (Bertocchi e Pellacani) alle 10:00 e sincro piattaforma M (coppia italiana non iscritta) alle 13:00, finali sincro trampolino 3m F alle 15:30 e sincro piattaforma M alle 20:45

Martedì 16 luglio: preliminari piattaforma F (Batki) alle 10:00, semifinali piattaforma F alle 15:30, finale team event (3m/10m; Giovannini e Pellacani) alle 20:45

Mercoledì 17 luglio: preliminari trampolino 3m M (Tocci e Marsaglia) alle 10:00, semifinali trampolino 3m M alle 15:30, finale piattaforma F alle 20:45

Giovedì 18 luglio: preliminari trampolino 3m F (Bertocchi e Pellacani) alle 10:00, semifinali trampolino 3m F alle 15:30, finale trampolino 3m M alle 20:45

Venerdì 19 luglio: preliminari piattaforma M (Giovannini) alle 10:00, semifinali piattaforma M alle 15:30, finale trampolino 3m F alle 20:45

Sabato 20 luglio: finali sincro mixed trampolino 3m (Verzotto e Bertocchi) alle 15:30 e piattaforma M alle 20:45

Lunedì 22 luglio (grandi altezze): Men rounds 1-2 (De Rose) alle 14:00

Mercoledì 24 luglio (grandi altezze): Men rounds 3-4 alle 12:00

foto deepbluemedia.eu

LE MEDAGLIE ITALIANE DEI TUFFI AI MONDIALI

Ori 3
Belgrado 1973 / Klaus Dibiasi dalla piattaforma
Cali 1975 / Klaus Dibiasi dalla piattaforma
Kazan 2015 / Tania Cagnotto dal trampolino 1m

Argenti 5
Belgrado 1973 / Klaus Dibiasi dal trampolino 3m
Cali 1975 / Klaus Dibiasi dal trampolino 3m
Roma 2009 / Tania Cagnotto e Francesca Dallapè dal trampolino 3m sincro
Barcellona 2013 / Tania Cagnotto e Francesca Dallapè dal trampolino 3m sincro e Tania Cagnotto dal trampolino 1m

Bronzi 11*
Berlino 1978 / Giorgio Cagnotto dal trampolino 3m
Montreal 2005 / Tania Cagnotto dal trampolino 3m
Melbourne 2007 / Christopher Sacchin dal trampolino 1m e Tania Cagnotto dal trampolino 3m
Roma 2009 / Tania Cagnotto dal trampolino 3m
Shanghai 2011 / 2011 Tania Cagnotto dal trampolino 1m
Kazan 2015 / Tania Cagnotto dal trampolino 3m e Tania Cagnotto e Maicol Verzotto dal trampolino 3m mixed
Budapest 2017 / Elena Bertocchi dal trampolino 1m, Giovanni Tocci dal trampolino 1m e Alessandro De Rose dalle grandi altezze

* considerato anche il bronzo di Alessandro De Rose conquistato a Budapest dalle grandi altezze

consulta il sito ufficiale