Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Indoor. Eliminatorie 2^ giornata

Tuffi
images/joomlart/article/a9bf54f5691a23426d80ef7d72e1cc6e.jpg

Terza sessione di tuffi alla Monumentale di Torino, dove sono in svolgimento fino a domenica gli assoluti open. Gare invertite rispetto alla giornata precedente: le donne saltano da un metro, gli uomini da tre. Le finali dalle ore 17 di nuovo in diretta su Rai Sport + HD: telecronaca di Stefano Bizzotto e commento tecnico di Giorgio Cagnotto.
Grande attesa per Francesca Dallapè, che dopo l'argento di Rio in coppia con Tania Cagnotto e la nascita di Ludovica, che il 4 maggio compirà un anno, ha deciso di proseguire da sola, in attesa e nella speranza che Tania, mamma di Maya, possa ripensarci e riunirsi a lei in un futuro prossimo. E' la passione per i tuffi che spinge Francesca  a proseguire e dividersi tra la famiglia, i suoi cani che le portano via molto tempo e la piscina, dove è seguita dagli occhi attenti ed esperti di Giuliana Aor. Anche Tania, che a maggio scorso prorpio a Torino diede l'addio alle gare, ha la sua stessa passione ma la piccola Maya ha ancora tre mesi. Intanto Francesca è quarta nel preliminare del metro con 219.60 e guadagna la finale con una gara IN controllo. I tuffi che le sono riusciti meglio, il primo e il quarto:  49.20 nell'uno e mezzo ritornato carpiato e 48.10 nel doppio e mezzo avanti carpiato.I punteggi migliori sono quelli di Elena Bertocchi (Esercito/Canottieri Milano), che venerdì ha vinto da tre, davanti a tutte con 265.30; Maria Marconi (Fiamme Gialle/MR Sport F.lli Marconi), che alla soglia dei 34 anni è un mix di tecnica e abnegazione, segue con 229; Laura Bilotta (Fiamme Oro Roma/Cosenza Nuoto), che prova il bis dopo l'argento dai tre, per il momento è terza con 223.30. Al fianco di queste pluricampionesse c'è la 13enne Elisa Pizzini, unica esordiente tra le finaliste, talento e grandi potenzialità; è allenata da Riccardo Giacometti alla Fondazione Bentegodi, 201.40 punti per lei, di cui 49.90 con il doppio e mezzo avanti carpiato (coefficente di difficoltà 2.6).  Entrano In finale anche Chiara Pellacani, Elettra Neroni e Giulia Rogantini.
Grande entusiasmo per Lorenzo Marsaglia, portacolori di Marina Militare e Aniene, che supera abbondantemente quota 400 ed è primo nella classifica provvisoria del trampolino da tre. L'azzurro, allenato da Benedetta Molaioli, esordiente l'anno scorso con la Nazionale maggiore agli europei di specialità a Kiev e ai mondiali a Budapest, guarda tutti dall'alto dei suoi 412.85 punti. Buonissimo il penultimo salto (triplo e mezzo ritornato con 3.4 di coefficente) che lo fa balzare al comando con 331.15 e superlativo l'ultimo (quadruplo e mezzo avanti, anche questo carpiato, coefficente 3.8) dove vola e con 81.70 mette il primo posto in ghiaccio: è terzo in ordine di salto e non c'è più bisogno di aspettare gli altri 23.  Esulta a bordo vasca la sua allenatrice, si abbracciano in tribuna i suoi familiari.  Finale a nove, perchè c'è anche lo spagnolo Nicolas Garcia Boissier che ha il secondo punteggio generale di 385.05; dietro di lui e secondo degli azzurri Andrea Chiarabini (Fiamme Oro Roma/Aniene) con 361.60. Raggiungono la finale anche Gabriele Auber, Francesco Porco, Giovanni Tocci, Adriano Cristofori, Tommaso Rinaldi e Antonio Volpe. Due fratelli, anche in questa gara: Gesu Kay (15 anni del Centro Sportivo Carabinieri) e Leonardo Torres Garcia (13 anni del Bolzano Nuoto). 

Risultati completi

Foto Giorgio Perottino/Deepbluemedia.eu