Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Indoor. Tris Bertocchi, bis Tocci

Tuffi
images/joomlart/article/9790ebbd4babfdce971bce546d3f901e.jpg

Il terzo titolo italiano di Elena Bertocchi e l'argento-bis di Laura Bilotta, prima e seconda anche dal metro, la vittoria di Giovanni Tocci e il sorriso di Lorenzo Marsaglia dai tre, la coppia europea della piattaforma sincro Placidi-Barbu e il pubblico che torna a farsi vedere in tribuna. La seconda giornata degli open indoor di Torino si tinge d'azzurro.
Cinque regine di fiori nella finale del metro, con storie e ambizioni diverse; cinque per tre posti sul podio: Bertocchi, Bilotta, Marconi, Pellecani e Dallapè (alla prima gara ufficiale post maternità). Successo di Elena Bertocchi (Esercito/CC Milano), campionessa europe in carica e bronzo mondiale a Budapest, che già venerdì aveva vinto i tre metri. L'allieva del tecnico federale Dario Scola conduce una gara sicura e controllata, in cui il punteggio più basso è il 46.80 dell'uno e mezzo rovesciato, chiudendo con 273.75, meglio del 269.39 con cui l'anno scorso si era classificata seconda dietro a Tania Cagnotto, al salto d'addio (283.40). "Contenta per la terza medaglia in due giorni. Adesso ho finito. Oggi ho gareggiato con molta tranquillità sapendo di poter ambire al podio". Nuova medaglia d'argento, la seconda in due giorni, e nuova soddisfazione per Laura Bilotta (Fiamme Oro Roma/Cosenza Nuoto) e il suo staff. Ingaggia il testa a testa con Maria Marconi (Fiamme Gialle/MR Sport F.lli Marconi) e la supera nel rush finale. La cosentina, che da quest'anno si allena a Roma con Dell'Uomo e De Angelis, guadagna punti preziosi col primo, terzo e quarto salto (l'uno e mezzo indietro le frutta 48.30) e totalizza 241.80. "E' andata abbastanza bene – dice – mi  dispiace soltanto per due piccoli errori nel secondo tuffo. Senza quelli probabilmente avrei fatto un punteggio maggiore. Adesso cercerò di lavorare per mighliorare ancora qualcosa". La romana de Roma, 34 anni con lo spirito e il fisico da ventenne, allenata dal tecnico responsabile delle giovanili Domenico Rinaldi, è terza come agli assoluti di maggio scorso, con una manciata di punti in meno: 233.90 contro i 237.55 del 2017. Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi) è quarta con 228.65 e Francesca Dallapè (Esercito/Buonconsiglio) sesta con 210.55.
La finale dei tre metri uomini è a nove, perchè c'è anche lo spagnolo Nicolas Garcia Boissier che si conferma secondo nella classifica open con 414.30. Vince il favorito, Giovanni Tocci, bronzo da uno al mondiale di Budapest, sesto da tre agli europei di Londra 2016 e Kiev 2017. L'azzurro di Esercito e Cosenza Nuoto, allenato da Lyubov Basukova, chiude la serie di sei tuffi con 432.10 punti, sporcando l'ultimo, il quadrulo e mezzo avanti, sul quale lui stesso ammette di dover lavorare ancora molto. "La giornata è andata bene, anche se questa mattina non ho fatto delle grandi eliminatorie. Pomeriggio, invece, decisamente meglio anche se per lottare per il podio europeo sicuramente devo migliorare l'ultimo tuffo. Domenica spero di vincere la terza medaglia d'oro in coppia con Andrea Chiarabini". Sullo spagnolo Garcia Boissier, Tocci ha aggiunto: "conoscevo già la sua bravura, secondo me è più forte nel trampolino da tre metri e oggi mi ha dato filo da torcere fino alla fine". Terzo nella open e secondo nella classifica dei campionati assoluti Lorenzo Marsaglia (Marina Militare e Aniene) con 402.55. L'allievo di Benedetta Molaioli, 21 anni e mezzo, sebbene si presetasse col miglior punteggio del preliminare, è soddisfatto. Quasi incredulo del risultato, accetta col sorriso l'errore al primo tuffo (triplo e mezzo avanti) che ha pesato sulla sua gara. "Mi riesce molto meglio il quadriplo e mezzo avanti – commenta – dove oggi ho ottenuto oltre 71 punti, ma devo applicarmi di più sull'altro. Non so ancora se sarò convocato alla coppa del mondo in Cina, ma oggi sono contento della mia gara".Finale di giornata con la piattaforma sincro. Mattia Placidi (Fiamme Rosse/Carlo Dibiasi) e Vladimir Barbu (Carabinieri/Bolzano), ottavi agli europei di Londra 2016, chiudono con 374.61. Maia Biginelli Fiamme Oro Roma) e Elettra Neroni (Carlo Dibiasi, quinta nella finale da un metro con 224.05) ottengono 255.54.

I podi della 2^ giornata

Trampolino 1 metro F
1. Elena Bertocchi (Esercito/CC Milano) 273.05
2. Laura Bilotta (Fiamme Oro Roma/Cosenza N) 241.80
3. Maria Marconi (Fiamme Gialle/MR Sport F.lli Marconi) 233.90

Trampolino 3 metri M
1. Giovanni Tocci (Esercito/Cosenza N) 432.10
2. Lorenzo Marsaglia (Marina Militare/CC Aniene) 402.55
3. Gabriele Auber (Marina Militare/Trieste Tuffi) 387.90

Risultati completi

Foto Giorgio Perottino/Deepbluemedia.eu