Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Adelizzi a Mosca Esibizione DOC

News Sincro precedenti
images/joomlart/article/c0fb0c36691152558feab27ad84a341e.jpg

L'ex azzurra, medaglia di bronzo ai Mondiali di Roma 2009, è stata invitata al 5° World Fina Trophy, fuori gara. Presenterà un esercizio nuovo. Con lei il DT della Nazionale di nuoto sincronizzato De Renzis

ROMA
Beatrice Adelizzi torna in acqua. Dodici mesi dopo il ritiro dalle competizioni (era il 4 gennaio). L’ex azzurra, medaglia di bronzo nel singolo ai Mondiali di Roma 2009, argento nel duo e bronzo nel solo agli Europei di Eindhoven 2008, interverrà con una esibizione alla prossima Coppa del mondo di nuoto sincronizzato.
La rivedremo all'opera sabato 4 dicembre a Mosca con un esercizio nuovo su musica dei Metallica (Nothing Else Matters), nell’ambito del 5° World Fina Trophy, che si svolgerà dal 3 al 5 dicembre. La Adelizzi, 22 anni compiuti l’11 novembre, nata a Monza, sarà accompagnata in Russia dal direttore tecnico della Nazionale di nuoto sincronizzato Laura De Renzis. Si riforma così, per un giorno, la coppia tecnico-atleta che dal 2006 al 2009 ha conquistato cinque medaglie internazionali (la prima è stata quella d’oro nel duo nella Coppa Europa di Roma 2007) e che soprattutto il 23 luglio del 2009 al Foro Italico di Roma ha ottenuto lo storico bronzo mondiale: terza dietro la russa Natalia Ishchenko (oro) e la spagnola Gemma Mengual (argento).
La De Renzis raggiungerà Beatrice Adelizzi domani mattina a Milano per un primo allenamento e insieme partiranno per Mosca giovedì. La presenza della Adelizzi alla Coppa del mondo di nuoto sincronizzato è stata resa possibile dall’invito della Fina e dalla compatibilità con i suoi impegni universitari: è iscritta al terzo anno del corso di laurea in Chimica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca.
 
La scheda di Beatrice Adelizzi