Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali di Shanghai Settime anche nel free

News Sincro precedenti
images/joomlart/article/511ff2d96f1497499e4e3a8f1d56f5ac.jpg

Nella finale del duo libero Giulia Lapi e Mariangela Perrupato confermano la posizione del tecnco. Vince la Russia, seguita da Cina e Spagna. Domani la chiusura del sincronizzato con la finale della squadra

SHANGHAI
Il duo d'Italia si conferma settimo al mondo. Questa sera, nella finale del libero, Giulia Lapi e Mariangela Perrupato, hanno mantenuto la stessa posizione di classifica che avevano conquistato lunedì 18 luglio nella finale del tecnico. Anche in questa occasione Giulia e Mariangela hanno fatto meglio che nelle eliminatorie, ricevendo però un punteggio inferiore rispetto a quello ottenuto allora: 89.800 contro i 90.860 di martedì 19 luglio. “In finale i punteggi si abbassano un po' per tutte – fa notare il Direttore Tecnico della Nazionale Laura De Renzis – però la nostra prestazione rimane migliore rispetto alla precedente e di questo sono molto soddisfatta”. Le due azzurre si sono esibite sulle note di X Ray Dog, studio musicale californiano che produce principalmente high-end orchestrali e corali per trailers e brani di Le Rev. “La nostra è una coreografia molto veloce, piena di figure e difficile da eseguire – continua De Renzis – che abbiamo scelto per rendere più competitivo il doppio. La stessa cosa la stiamo facendo con gli altri esercizi perché stiamo lavorando anche in prospettiva futura. Rischiamo di più ma quando ci muoviamo correttamente guadagnamo di più”. Anche le ucraine hanno perso quasi un punto rispetto al preliminare, restando davanti all'Italia con 91.580.
Hanno vinto ancora le russe, accompagnate sul podio sempre dalle cinesi e dalle spagnole. Natalia Ishchenko e  Svetlana Romaschina hanno totalizzato 98.410, Tingting Jiang e Wenwen Jiang 96.810 e Ona Carbonell e Andrea Fuentes 96.500. La Spagna si è avvicinata alla Cina ma le novità principali si sono registrate nella parte bassa della classifica, dove la Gran Bretagna ha superato la Francia e la Grecia gli Stati Uniti. “E' la conferma che i metri di giudizio stanno cambiando – commenta il Dt azzurro – e per noi è un'ottima notizia. Vuol dire che continuando a lavorare come stiamo facendo abbiamo buone possibilità di salire altre posizioni di classifica a livello europeo e mondiale”.
Domani, 23 luglio, si conclude il torneo di sincronizzato dei XIV campionati del mondo. L'Italia è impegnata nella finale della squadra libera in programma dalle 19 alle 20.40 circa.
“L'obiettivo continua ad essere quello di migliorarci rispetto alle eliminatorie – conclude Laura De Renzis – ma con la tendenza di riconoscere punteggi più bassi in finale sarà ancora più difficile. L'ideale sarebbe andare a prendere l'Ucraina e comunque restare oltre i 91.000 punti. Domani mattina ci alleniamo a Pudong, nella piscina dove avevamo iniziato ad allenarci quando siamo arrivate a Shanghai”.
La composizione della squadra: Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Benedetta Re e Sara Sgarzi. Nel preliminare del 20 luglio era settima con 91.090.




Massimo Cicerchia
Nostro inviato