Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. L'Italia fa festa col duo

Sincro
images/joomlart/article/c07b83e06fa873800bd1cf7f2f1d36d4.jpg

Seste al mondo e felici. Linda Cerruti e Costanza Ferro sorridono. Il loro mundial è terminato alla grande. Quattro finali per Linda, due per Costanza. Il massimo bottino. Questa sera nella finale del duo free hanno centrato il sesto posto con 89.170 (44.430 di merito tecnico e 44.740 di impressione artistica) andando forse oltre le loro stesse aspettative. Hanno stabilito il loro record di punti in finale migliorando il precedente di 88.950 con il quale hanno vinto la medaglia di bronzo alle Universiadi a Kazan. Un risultato che le ripaga di qualche piccola delusione; Linda era arrabbiata per come era andato il singolo di ieri, entrambe non erano molto soddisfatte della prova finale del doppio tecnico. “Sappiamo fare meglio”, avevano detto in coro. Lo hanno dimostrato in questa finale del libero dove in un colpo solo sono state davanti alle greche Evangella Platanioti e Despoina Solomou, soprattutto quest'ultima puntata da Linda come obiettivo nel singolo, davanti alle canadesi Emilia Kopcik e Stephanie Leclair e alle britanniche Olivia Federici e Jenna Randall (che ieri, immeritatamente, era finita ex aequo con la Cerruti). Sono felicissima – commenta il ct Patrizia Giallombardo - con il doppio più giovane che presentiamo al mondiale siamo seste! L'obbiettivo era quello di eguagliare la poszione dell'anno scorso alle Olimpiadi e lo abbiamo raggiunto. Inoltre le ragazze hanno un buon margine di miglioramento. Ma dobbiamo restare con i piedi a terra. Adesso molto umilmente continuare a lavorare per Rio 2016, dove possiamo avvicinarci al quinto posto”.
Il podio è stato il medesimo del tech. Cambiano solo i punti. Oro e titolo alle russe Svetlana Kolesnichenko e Svetlana Romashina con 97.680, seconde le cinesi Jiang Tingting e Jiang Wenwen con 95.350 e terze le spagnole Carbonell Ballestero e Margarida Crespi Jaume con 94.990.