Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World Trophy. Da sabato si danza a Shaoxing

Sincro
images/joomlart/article/379f5dde609e05828141e6feebff7b07.jpg

Sabato prende il via la decima edizione del World Trophy di nuoto sincronizzato. Si nuoterà a Shaoxing, in Cina, nella provincia di Zhejiang, con 14 selezioni in concorso: Australia, Cina, Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Italia, Giappone, Kazakistan, Russia, Slovacchia, Spagna, Turchia, Ucraina e Stati Uniti. L'Italia è rappresentata da 10 atleti: Elisa Bozzo (Marina Militare / Aurelia), Beatrice Callegari (Marina Militare / Montebelluna), Camilla Cattaneo (Fiamme Oro Roma / Carisa Savona), Linda Cerruti (Marina Militare / Carisa Savona), Francesca Deidda (Fiamme Oro Roma / Promogest), Costanza Ferro (Marina Militare / Carisa Savona), Manila Flamini (Fiamme Oro Roma / Aurelia), Giorgio Minisini (Aurelia), Mariangela Perrupato (Fiamme Oro Roma / Aurelia), Sara Sgarzi (Fiamme Oro Roma / Uisp Bologna). Con loro i tecnici federali Roberta Farinelli Yumiko Tomomatsu.
Le gare saranno visibili in streaming su FINATV. Segue il calendario.

Sabato 12 dicembre
(orario italiano, in Cina +7 ore)


12:00 Synchro Highlight Routine
12:50 Mixed Duet
13:35 Thematic Duet


Domenica 13 dicembre
12:00 Free Team Routine
13:00 Solo Exhibition
13:30 China Show
13:40 Free Combination


Podi delle precedenti edizioni:
2006 a Mosca: 1. Russia, 2. Spagna, 3. Giappone
2007 a Rio de Janeiro: 1. Russia, 2. Spagna, 3. USA
2008 a Madrid: 1. Spagna, 2. Cina, 3. Russia
2009 a Montreal: 1. Canada, 2. Russia, 3. Spagna
2010 a Mosca: 1. Spagna, 2. Russia, 3. Ucraina
2011 a Pechino: 1. Spagna, 2. Cina, 3. Canada
2012 a Città del Messico: 1. Cina, 2. Giappone, 3. Ucraina
2013 a Città del Messico: 1. Cina, 2. Ucraina, 3. Spagna
2014 a Pechino: 1. Cina, 2. Russia, 3. Canada