Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Olimpiadi. Martedì, alle 12:30, Cerruti e Ferro nel libero del duo

Sincro
images/00_foto_2021/large/large/sincro_1_8_21_800_450.jpg

Il nuoto lascia spazio al sincronizzato. Lunedì alle 19:30 locali, le 12:30 italiane, Linda Cerruti e Costanza Ferro debuttano alle Olimpiadi di Tokyo esibendosi nei preliminari della routine libera del sincro, che precede il tecnico di martedì e la finale di mercoledì. Esercizi di squadra in programma venerdì col tecnico e sabato col libero sempre agli stessi orari. La coppia azzurra fu sesta ai Giochi di Rio de Janeiro; la squadra viene dal quinto posto.
"Dopo un anno e mezzo di incertezze, il torneo di qualificazione spostato per ben tre volte, infortuni vari, è arrivato il grande momento - racconta il direttore tecnico Patrizia Giallombardo - La bellissima gara disputata a Barcellona, dove abbiamo ottenuto il pass olimpico, ha portato maggiore entusiasmo e autostima nel team. Con il duo Cerruti-Ferro abbiamo dovuto lavorare con più intensità del previsto in queste ultime 5 settimane per recuperare i due mesi persi dopo l’infortunio di Linda. Con la squadra presenteremo la nuova routine tecnica; abbiamo cominciato a prepararla a gennaio. Avremmo voluto portarla alle qualificazioni, ma poi l'abbiamo accantonata perché è molto difficile e complessa e per questo ha richiesto più tempo per rifinirla. Dopo cinque settimane di allenamento in bolla a Roma presso il centro Federale di Pietralata siamo arrivati martedì 27 all'Olympic Village ed è stato bellissimo vedere gli occhi delle ragazze brillare - continua Giallombardo - Le ragazze “Ringhio Team” sono molto premurose e attente nel rispettare le regole e molto entusiaste di iniziare a gareggiare. Anche nello staff c'è sinergia e positività. Dal 28 luglio abbiamo cominciato ad allenarci nella vasca di fronte all'Olympic Centre. Ieri abbiamo testato la vasca di gara ed è stata una grande emozione per tutti. Il nostro sogno è di confermare i risultati ottenuti a Barcellona per permetterci di avvicinarci il più possibile al Giappone; sappiamo che il nostro obiettivo è ambizioso, ma continuiamo a sognare. Mai dire mai. Volevo ringraziare la federazione per averci permesso di realizzare questo percorso in un momento così difficile, il centro di Pietralata e Savona che ci hanno permesso di allenarci in sicurezza, il mio numeroso staff tecnico-sanitario composto da Mirco Ferrari, Adolfo Lampronti, Annabella Cinti, Nicola Marconi, Valentina Rovetta, Nicole Cirillo, Giovanna Burlando, Anastasia Ermakova, Davide Torreggiani, Gianfranco Colombo, Sara Lupo, Joey Paccagnella, che sono rimasti a casa e faranno il tifo per noi".

Programma del nuoto sincronizzato

Lunedì alle 19:30 locali, le 12:30 italiane
Linda Cerruti e Costanza Ferro nei preliminari della routine libera
“La ripartenza”
Musica tribale: Fear Dont Know My Name di X Ray Dog e Tulimanu di Te Vaka
Tema: Dopo questo periodo di "stop and go" c'è tanta voglia di tornare ad abbracciarsi e ballare

Martedì alle 19:30 locali, le 12:30 italiane
Linda Cerruti e Costanza Ferro nei preliminari della routine tecnica
“Women Human Machines”
Musica: Concerto "A song from humans and machines" di Michele Braga
Coreografia: dt Patrizia Giallombardo
Tema: Il duo rappresenta la perdita dei valori umani. La nostra società sta cambiando rapidamente la vita, rendendola frenetica; ciò ci rende spesso delle macchine.

Mercoledì alle 19:30 locali, le 12:30 italiane
Linda Cerruti e Costanza Ferro nei preliminari della routine libera

Venerdì alle 19:30 locali, le 12:30 italiane
Squadra nella routine tecnica
Musica: We can be superheroes di Antongiulio Frulio
Coreografia: staff Italia
Tema: L'idea nasce l'indomani del rinvio di un anno delle Olimpiadi. Lo smarrimento dura un attimo. Poi capisci che il dramma è altrove. C’è chi ci ha lasciato, chi lotta in ospedale, chi non sa se domani avrà ancora un lavoro. Lo sport, per quanto sia importante, non è la parte più importante della vita. Il momento è drammatico per tante persone. Le azzurre si sentono di supportare i supereroi che continuano a lottare con tutte le loro forze difendendo, proteggendo e rassicurando il mondo e nel frattempo sognano le Olimpiadi, un anno più in là.

Sabato alle 19:30 locali, le 12:30 italiane
Squadra nella routine libera
“Le Guerriere”
Musica: Final Fight di Antongiulio Frulio
Coreografia di Anastasia Ermakova
Tema: dopo 18 mesi di pandemia che ha messo in ginocchio il mondo intero, l'esibizione intende rappresentare la forza che ha unito il mondo per rialzarsi, combattere il Covid, affrontare e superare insieme i problemi, dare un segnale di speranza, così come avvenuto per coronare il sogno olimpico di ogni atleta presente a Tokyo

Le azzurre
Beatrice Callegari (Marina Militare / Montebelluna Nuoto)
Domiziana Cavanna (Fiamme Oro / RN Savona)
Linda Cerruti (RN Savona / Marina Militare)
Francesca Deidda (Fiamme Oro / Promogest)
Costanza Di Camillo (Marina Militare / RN Savona)
Costanza Ferro (RN Savona / Marina Militare)
Gemma Galli (Marina Militare / Busto Nuoto)
Enrica Piccoli (Fiamme Oro / Montebelluna Nuoto)
Federica Sala (RN Savona)

Lo staff è composto dal direttore tecnico Patrizia Giallombardo, dai tecnici Roberta Farinelli e Rossella Pibiri; giudice aggregato Pierangela Lupi.