Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Murru nona nel libero del solo

Sincro
images/00_foto_2021/large/21510STA_AS01642.jpg

La rabbia e la delusione per l'errore nella routine tecnica sono alle spalle. Marta Murru ritrova sorriso, eleganza e raffinatezza ed è nona nella finale del solo libero che apre alla Duna Arena il programma della terza giornata degli Europei di Budapest.
La 21enne di Recco, seconda ad esibirsi, nuota con disinvoltura, eleganza e sensualità; le verticali sono slanciate, alte e ben tenute; lei torna a giocare con la sua mimica facciale, alternando sorrisi naturali a sguardi ammiccanti e profondi. Il ritmo è lento al suono del pianoforte, per poi impennarsi sotto il crescere delle percussioni e delle chitarre. La sua esibizione, sulle note di "Prelude" di Havasi, con la coreografia del direttore tecnico Patrizia Giallombardo,  è un costante crescendo di emozioni e belle sensazioni. L'azzurra esce finalmente dall'acqua soddisfatta e raggiante, con la consapevolezza che il futuro non può che essere dalla sua parte. L'esercizio viene valutato 84.5333 punti (25.1000 esecuzione, 34.1333 impressione artistica, 25.3000 difficoltà) e avrebbe meritato qualcosa in più ma va bene così. "Forse l'errore di ieri nel tecnico ha condizionato un po' il giudizio finale - spiega Marta Murru - Sono comunque contenta e serena perché ho fatto quello che dovevo. E' stata fin qui una bellissima esperienza ma ancora non è finità, poiché venerdì c'è la finale del doppio con Veronica (Gallo, ndr) e ci teniamo a chiudere nel migliore dei modi". L'oro, strameritato, va alla russa Varvara Subbotina con 96.4333 punti, l'argento all'ucraina Marta Fiedina con 93.7000 e il bronzo alla greca Evangelia Platanioti con 90.8000.

La scheda di Marta Murru. Nata a Genova il 28 aprile del 2000, di Recco. E' iscritta alla Facolta di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Genova. Tesserata per Marina Miliare e RN Savona, è allenata da Benedetta Parisella ed Anastasia Ermakova che da sempre la segue. Nel 2018 è stata tra le finaliste di Miss Italia. Il suo sorriso e la sua bellezza sono alla luce del sole, ma come lei ha sostenuto più volte: "Il nuoto sincro mi interessa di più della moda".

Vai ai risultati ufficiali

Foto di Giorgio Perottino / DBM. In caso di riproduzione è necessario citare i credit. Vietati ridistribuzione e vendita.