Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Cerruti, bronzo col brivido

Sincro
images/joomlart/article/c340b856a833c070daefa63208107344.jpg

Linda Cerruti (Marina Militare / Carisa Savona) balla sul primo bronzo individuale europeo della carriera, col brivido finale. Prima domina con dolcezza le note di Philip Glass, si piega elegantemente alla coreografia di Gana Maximova e ottiene 90.4333 punti all'Aquatics Centre di Londra (27.2000 esecuzione, 361333 impressione artistica, 27.2000 elementi), punteggio che sarebbe stato record, più in là dei 90.1000 ottenuto nei preliminari; poi il finale thrilling con l'azzurra che incappa in una penalità di un punto per avere effettuato la camminata di presentazione 17 centesimi oltre i 30" consentiti dal regolamento. Dunque il totale che appare sul tabellone recita 89.4333, con 0.2222 punti di vantaggio sulla spagnola Cristina Salvador, necessari per scongiurare un'incredibile beffa che si stava consumando davanti ai suoi occhi inondati dalle lacrime e a quelli increduli delle compagne e del pubblico.  
La ventitreenne savonese - che nuoterà tutte le specialità femminili in programma sino a venerdì - è preceduta dalla trentenne russa Natalia Ischenko, tre ori olimpici e 19 mondiali, che incanta sulle note del violinista tedesco-statunitense David Garrett e vince il suo quinto oro individuale europeo con 96.4000 punti a dodici anni dalla prima rassegna continentale a Madrid 2004. Seconda l'ucraina Anna Voloshyna, già bronzo europeo a Berlino, che chiude con punti 93.4000 punti. "Prima della gara era un po' agitata - dichiara l'azzurra - con il cittì Patrizia Giallombardo abbiamo cambiato qualche figura perchè volevamo evidenziare le differenze che ci sono tra il nostro esercizio e quello della Spagna. Mentre arrivavo in zona mista mi era arrivata la comunicazione della penalità; ho visto che mi avevano tolto due punti, poi corretti in uno, e temevo di perdere il bronzo per un errore stupido. Mai potevo immaginare di poter incorrere in questo problema; perdere una medaglia così sarebbe stata una beffa".
Per l'Italia è il secondo bronzo in altrettante finali con sette prove ancora tutte da vivere da protagonista. Mai tante aspettative avevano preceduto le 23 medaglie conquistate da Atene 1991 in poi; figurarsi nelle cinque edizioni precedenti finite in bianco. "Non  so come spiegare il valore di questa medaglia - spiega ancora Linda - Questo bronzo ripaga tanti sacrifici e mi dà la forza per andare avanti e cercare di dimostrare quello che posso fare. A volte uno si dà per vinto, ma poi arrivano questi risultati a dimostrazione che il lavoro paga e non bisogna mai mollare. Un grazie particolare a Gana Maximova con cui abbiamo ricominciato a collaborare da un anno. Il suo supporto è stato importante e ha arricchito il lavoro dello staff tecnico rendendo l'esercizio ancora più curato".
La bella Linda diventa la terza italiana a salire sul podio europeo dopo Giovanna Burlando (bronzo tra il 1997 e il 1999 a Siviglia e Istanbul) e Beatrice Adelizzi (bronzo a Eindhoven 2008), cui è legata anche l'unica medaglia iridata della storia italiana conquistata a Roma 2009 tra gli applausi delle statue dei Marmi. Sesta al debutto europeo non ancora 17enne sulle rive magiare del Danubio; quinta a Eindhoven e quarta a Berlino, la crescita di Cerruti è stata graduale e costante, fino ad esplodere insieme alla squadra nazionale con la qualificazione olimpica di duo e squadra: enplein che non riusciva da 12 anni.
Commossa e felice Patrizia Giallombardo: "Nonostante la penalità Linda è riuscita a conquistare la medaglia che merita. Erano anni che non la vedevo così determinata. Ha nuotato molto bene: tecnica perfetta, cuore e grinta. Grande Linda! C'è tanto entusiasmo. La squadra è galvanizzata e stiamo raccogliendo i risultati del lavoro svolto. Ne siamo orgogliosi". 


consulta i risultati ufficiali


foto di Giorgio Perottino e Andrea Staccioli / deepbluemedia.eu