Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa Europa. Mixed d'oro, doppio d'argento

Sincro
images/joomlart/article/f370a7a63bf1d318fbbd24e993761a6c.jpg

Subito un oro e un argento per l'Italia in apertura della prima giornata della Coppa Europa, in programma allo Stadio del Nuoto di Cuneo dal 5 al 7 maggio. Linda Cerruti e Costanza Ferro (Marina Militare/RN Savona) salgono sul secondo gradino del podio nella finale della routine tecnica del duo. Per le azzurre un totale di 87.7924 punti (26.6000 esecuzione, 27.2000 impressione artistica, 33.9924 elementi) ottenuto sulle note di un classico come "L'Estate" di Antonio Vivaldi, arrangiato e messo in scena, con la solita classe e sapienza, dalla coreografa Gana Maximova, ex sincronette russa che ha ereditato dal padre l'arte del "Teatr na Vode", il teatro nell'acqua. Davanti alle azzurre le spagnole Ona Carbonell e Paula Ramirez con 88.5519 punti, terze le elleniche Evangelia Papazoglou e Evangelia Platanioti con 85.2285 punti.
Entrambe liguri e ventritreenni, savonese Linda e genovese Costanza, alla loro prima olimpiade a Rio de Janeiro si sono piazzate seste. Al Maria Lenk Aquatics Centre, nuotarono sulle note di "Sweet dreams" degli Eurythmics e con la coreografa di Maximova. Agli europei di maggio a Londra hanno conquistato 6 medaglie Linda (un argento con il libero di squadra e 5 bronzi con combo, duo tecnico e libero, solo tecnico e libero) e 4 Costanza (tutte di bronzo con combo, squadra tecnica, duo tecnico e libero). Nel 2015 ai mondiali di Kazan (ma non da esordienti, perchè hanno partecipato anche a Barcellona 2013) si classificarono seste nel libero e settime nel tecnico. "Sono molto soddisfatta dell'esercizio - spiega Linda Cerrutti - perchè in acqua le sensazioni sono state migliori rispetto alle ultime gare e agli allenamenti. E' chiaro che il nostro obiettivo sono i Mondiali dove puntiamo ad avvicinare ulteriormente la Spagna e le altre nazioni che ancora ci precedono in classifica". Contenta e rilassata come sempre anche Costanza Ferro: "Per il momento va bene così, forse il punteggio è leggermente più basso rispetto alle aspettative. In questi mesi non possiamo che crescere e sistemare la routine tecnica: da qui a Budapest abbiamo ancora due mesi di tempo".
Il primo oro arriva da Giorgio Minisini e Manila Flamini (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto). Il duo azzurro si impone nella routine tecnica del sincro misto. Il 21enne di Ladispoli e la 28enne di Velletri, capitano della nazionale dal 2009 e quinta alle Olimpiadi di Rio dello scorso anno con la squadra, incantano il pubblico dello Stadio del Nuoto di Cuneo sulle note di "A scream from Lampedusa" di Michele Braga - con la coreografia ideata da Anastasiya Yermakova (quattro volte campionessa olimpica e sette volte campionessa mondiale tra il 2001 e il 2007) – e ottengono 85.6144 punti (26.0000 esecuzione, 26.5000 impressione artistica, 33.5144 elementi). Manila e Giorgio nuotano conniugando forza, elasticità e armonia accompagnati da una musica struggente e mai così attuale: un omaggio alle migliaia di morti nel Mediterraneo.
Alle spalle della coppia italiana, argento ai campionati europei di Londra nel 2016 e bronzo ai mondiali di Kazan nel 2015, gli spagnoli Berta Ferreras e Pau Ribes con 80.3819 punti e i greci Olga Kourgiantaki e Vasileios Gkortsilas con 67.3786 punti. "Sono felice che l'esercizio sia piaciuto, ma continuiamo a ricevere una valutazione troppo bassa - sottolinea Giorgio Minisini, allenato dal tecnico federale Rossella Pibiri e con alle spalle una famiglia di sportivi: mamma Susanna De Angelis ex atleta e tecnico, papà Roberto giudice internazionale, il fratello Marco, di due anni più grande, ex sincronetto con minore talento che poi ha scelto la pallanuoto - I complimenti fanno piacere ma non ci bastano. L'esercizio è sicuramente più difficile e più ricco rispetto a quello del 2016, per questo ci aspettiamo che venga valutato di più". "Non smetteremo di perferzionarci con la speranza di ottenere giudizi sempre migliori e di arrivare il più in alto possibile a Budapest - spiega Manila Flamini, seguita dal tecnico federale Roberta Farinelli, che ha partecipato a sei campionati mondiali e altrettanti europei, conquistando quattro argenti e sette bronzi - La giuria però deve compiere un cambio di mentalità. Siamo contenti di poter gareggiare a Cuneo, davanti al nostro pubblico: la Coppa Europa è un ottimo spot per il sincro". 
Nel pomeriggio la finale della routine libera dell'esercizio a squadre, preceduto dalla cerimonia d'apertura.


Podi, programma gare e azzurri al via


1^ giornata - venerdì 5 maggio
Finale Duo tecnico
1. Ona Carbonell-Paula Ramirez (SPA) 88.5512
2. Linda Cerruti-Costanza Ferro (ITA) 87.7924
3. Evangelia Papazoglou-Evangelia Platanioti (GRE) 85.2285


Finale Duo misto tecnico
1. Manila Flamini-Giorgio Minisini (ITA) 85.6144
2. Berta Ferreras-Pau Ribes (SPA) 80.3819
3. Olga Kourgiantaki-Vasileios Gkortsilas (GRE) 67.3786

Ore 17.20 Cerimonia d'apertura
Ore 18.00 Finale Team libero
(musica "An experiment with time" di Michele Braga - coreografia Burlando, Farinelli, Tomomatsu, Giallombardo)


2^ giornata - sabato 6 maggio
Ore 11.00 Finale Team tecnico
(musica "The Interstellar" di Michele Braga - coreografia Burlando, Farinelli, Tomomatsu, Giallombardo)
Ore 17.00 Eliminatorie Duo libero con Linda Cerruti e Costanza Ferro
(musica "Divenire" di Ludovico Einaudi - coreografa Maximova)
Ore 19.45 Finale Highlight Routine
(musica " mix Michael Jackson's" - coreografia Burlando, Farinelli, Tomomatsu, Giallombardo)


3^ giornata - domenica 7 maggio
Ore 11.00 Finale libero Combinato
(musica "Il lago dei cigni" di Petr Cajkovskij - coreografa Ermakova)
Ore 16.00 Finale Duo libero
a seguire Duo misto libero con Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato
(musica "Romeo e Giulietta" - coreografa Ermakova)


I convocati azzurri. Prima Squadra. Beatrice Callegari (Marina Militare/Montebelluna Nuoto), Domiziana Cavanna (Fiamme Oro/RN Savona), Linda Cerruti (Marina Militare/RN Savona), Francesca Deidda (Fiamme Oro/Promogest), Costanza Di Camillo (Marina Militare/RN Savona), Costanza Ferro (Marina Militare/RN Savona), Manila Flamini (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto), Gemma Galli (Marina Militare/Busto Nuoto), M. Elena Gandini (Plebiscito Padova), Giorgio Minisini (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto), Viola Musso (RN Savona), Mariangela Perrupato (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto), Alessia Pezone (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto), Enrica Piccoli (Montebelluna Nuoto), Federica Sala (RN Savona). Lo staff è composto dal consigliere federale Antonio De Pascale, dal commissario tecnico Patrizia Giallombardo, dai tecnici federali Roberta Farinelli, Giovanna Burlando e Yumiko Tomomatsu, dal medico Gianfranco Colombo, dal preparatore atletico Annabella Cinti, dalla fisioterapista Sara Lupo.


Seconda Squadra in gara solo nel Combo e negli Highlight. Beatrice Amadei, Alice Bortolus e Costanza Brogioli (Busto Nuoto), Raffaella Baldi (All Round Sport & Wellness), Elisa Barbiani, Ester Benedetti, Marta Murru, Aurora Savi, Micol Trombone e Francesca Zunino (RN Savona), Veronica Gallo (Plebiscito Padova), Marta Iacoacci, Lucrezia Ruggiero, Isotta Sportelli (Unicusano Aurelia Nuoto), Claudia Modaelli (RN Legnano), Angelica Morellato (Montebelluna Nuoto), Paola Trombacco (Sincro Mogliano Veneto) e Silvia Vismara (SIncro Seregno). Le atlete saranno seguite dal tecnico federale Rossella Pibiri. dai tecnici Benedetta Parisella e Rossana Rocci e dal preparatore atletico Mirco Ferrari.


Consulta i risultati ufficiali


Vai al sito ufficiale


Foto Giorgio Scala e Giorgio Perottino / deepblumedia.eu