Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Fondo e Superquark. Carica master

Master
images/joomlart/article/e230301f642617f34df7213cdd96e04e.jpg

Lo scorso week end nell’incantevole lago di Scanno ha fatto da cornice al Campionato Italiano Master in acque libere di fondo e mezzofondo. Location già ampiamente collaudata in passato, ha visto quest’anno una novità nel percorso della 5 chilometri: un lungo giro, costeggiando quasi completamente il lago, con un’incursione al centro a formare una “M”. La temperatura dell’acqua è stata ideale, intorno ai 24 gradi, contrariamente a tante pessimistiche previsioni dei giorni precedenti. Dal punto di vista organizzativo, la corretta ripartizione delle ondate alla partenza (3 per il fondo e 5 per il mezzofondo) ha consentito che le gare si svolgessero regolarmente e celermente. La competizione di sabato, sui 5.000 metri, ha registrato la presenza di 182 atleti. Ben più numerosa la partecipazione alla gara dei 2,5 chilometri di domenica con 332 nuotatori. Da evidenziare una presenza significativa di atleti e atlete over 65 anche nella dura prova di 5 chilometri. 103 le squadre rappresentate, provenienti da tutta Italia, a testimonianza di una specialità diffusa sull’intero territorio nazionale.
Nella classifica di società netto successo della Due Ponti che conferma una lunga tradizione di successi nei Campionati Italiani, seguita dal CC Aniene e, in terza posizione, dal Flaminio SC.


icon Risultati


SUPERQUARK. Nella puntata in onda giovedì 1 agosto alle 21.20 su Raiuno, Piero Angela si occuperà di "Supernonni". Il servizio di Barbara Bernardini e Marco Visalberghi che, sono andati in California all’UC Irvine ad intervistare un gruppo di ricercatori che studia un gruppo di “supernonni” che hanno parametri fisiologici pari a quelli di persone di 40 anni, avrà come protagonisti tre nuotatori master come Gwendolen Kaspar (1929), Sergio Ferri (1933), Renate Marting (1936) ripresi mentre si allenavano alla piscina del Foro Italico.


ha collaborato Claudio Tomasi