Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Campionati Herbalife. Report day two

Master
images/joomlart/article/0ef3b614ee69bf6e79be5d9c8d51a9ef.jpg

Quasi cinquecento atleti in acqua al mattino e altrettanti nel pomeriggio. La seconda giornata dei campionati italiani Helbalife di nuoto a Riccione si distingue per i grandi numeri e le prestazioni tecniche. Al mattino sessione ricca di performance. Luca Vigneri e Maurizio Tersar la illuminano subito con due record mondiali nei 200 dorso: Luca Vigneri (M50) ferma il cronometro dopo 2'16"79 e Luca Tersar (M40) fissa un eccellente 2'10"57. Sicuramente la gara dei 200 dorso è quella dai contenuti tecnici più importanti. In campo femminile arrivano puntuali i record italiani di Susanna Sordelli (M60) con 2'57"55 e Valentina Lucconi (M25) con 2'26"26, alle quali si accompagna la prestazione di Silvia Parocchi con i suoi 1033, 2 punti quadagnati. Nelle altre specialità spiccano i primati italiani nei 400 misti di Roberto Ruggeri (M70) con 6'47"44 e Laura Faucci Losito (M75) con 9'04"05.
Pomeriggio dedicato ai 400 stile libero che si apre con la sfida tutta europea nella categoria M60 tra la detentrice del record continentale Cristina Tarantino e la pretendente al titolo Susanna Sordelli. Prevalere quest'ultima che con il nuovo primato europeo di 5'22"83 merita gli applausi del pubblico e i complimenti dell'avversaria. Al record della Sordelli segue il primato nazionale di Jane Ann Hoag, categoria M50, con 4'15"97. Poi 281 uomini in acqua a contendersi i titoli nazionali. Samuele Pampana stabilisce il record europeo M40, che già gli apparteneva, abbassandolo a 4'11"04. Anche Nicola Nisato migliora il suo primato nazionale della categoria M35, stabilito appena un mese fa, con il nuovo record di 4'07"53. Da segnalare infine la notevole prestazione di Marco Bravi, per la categoria M60, che vale 1013,78 punti.


Vai ai risultati completi