Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

100 km no stop. L'impresa di Fratini

Master
images/large/20201011_214840-1-720x445.jpg

Di professione gastoenterologo, recordman per passione. Marco Fratini, 46 anni, medico e nuotatore master, ha compiuto l’impresa nuotando per 100 chilometri in 34 ore 56 minuti e 22 secondi nella piscina comunale Pellini a Perugia. Dopo essersi tuffato in acqua sabato alle 7.00 ha smesso di nuotare 35 ore più tardi, percorrendo 100 chilometri ovvero ben 4000 vasche da 25 metri, fermandosi ogni 5 chilometri per brevi recuperi. Un’impresa sportiva storica che come finalità ultima ha avuto quella della solidarietà, ovvero il sostegno ad AISM (l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla). 
Insieme alle squadre di amatori e Master giunte da molte parti dell’Umbria per nuotare al suo fianco, anche durante le ore notturne, si sono tuffati il campione master triestino Dino Schorn, il dorsista azzurro Matteo Milli, il talento umbro Giulio Brugnoni e il compagno di squadra Alessandro Fortini. Non solo nuoto però, perché dal “maratoneta del ciclismo” Mario Panichi al padrino dell’Umbria Crossing Luca Brustenghi, sono stati tanti gli sportivi che hanno voluto far sentire la loro presenza a bordo vasca. Marco Fratini (Amatori Nuoto Libertas Umbria) aveva già programmato per la metà di marzo questa impresa ma era stato costretto a rimandarla a causa dell’emergenza Covid.