Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa del mondo. Grimaldi 2^ a Hong Kong

Fondo
images/joomlart/article/e41c2026e4ee8975f304142041f36ad1.jpg

Martina Grimaldi ancora protagonista. La campionessa mondiale della 25 km è seconda ad Hong Kong, nell'ultima tappa della Fina Marathon sulla 10 km ed è seconda nella classifica generale della coppa del mondo, con due punti di vantaggio sulla brasiliana Ana Cunha, ma dietro all'americana Emily Brunemann, che si aggiudica il trofeo.
L'azzurra ha chiuso in 2h02'57"8, nella gara vinta dalla brasiliana Poliana Okimoto (doppietta insieme alla precedente tappa di Shantou) che ha vinto in 2h02'48"5. Terza la cinese Lei Shan. Quarta Cuhna. Decima Brunemann. 
Bene le altre azzurre con Alice Franco ottava in 2h03'01"2 nonostante i problemi di salute sofferti in settimana, Aurora Ponselè, dodicesima in 2h03'03"1, e Rachele Bruni quindicesima in 2h03'08"7, arrivate comunque nel gruppo delle prime. La gara si è chiusa con l'arrivo in solitario della campionessa mondiale sulla 10 km Okimoto, che vince per distacco.


Niente medaglia in campo maschile, ma ottime prestazioni con gli azzurri sempre nel vivo della gara. Matteo Furlan e Federico Vanelli rompono gli indugi al terzo passaggio, saltano il rifornimento e partono a testa bassa portandosi dietro il francese Beraud e lasciando ad oltre 10 metri il gruppo che è costretto ad inseguire. Guida l'inseguimento il tricampione mondiale di Barcellona Thomas Lurz, che pagherà dazio nel finale proprio per lo sforzo profuso col settimo posto in 1h53"38"7. Il tedesco si aggiudica comunque la classifica generale. Il gruppo si ripresenta compatto con Vanelli in testa all'inizio dell'ultimo giro e con Ruffini (anche lui vittima di problemi di salute in settimana), che inizia a recuperare posizioni.
Il finale è tutto del brasiliano Samuel De Bona che entra per primo nell'imbuto d'arrivo e vince in 1h53'34"0; dietro a lui è battaglia con Ruffini che chiude al sesto posto, a meno di 2"dal podio (sesto 1h53'37"4), poi Furlan è ottavo (1h53'39"9) e Vanelli dodicesimo 1h54'20"4. Più indietro Nicola Bolzonello - a riposo forzato per tutta la settimana per un virus influenzale - che si piazza diciannovesimo in 1h59'21"8.


Vai alla pagina ufficiale