Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Settebello a Ostia. Match di lusso col Montenegro

Pallanuoto
images/00_foto_2021/medium/medium/medium/large/20190129_GSca_PAL1799.jpg

Si ntorna al Centro Federale di Ostia. Dopo il lungo collegiale a Siracusa, il Settebello campione del mondo e bronzo olimpico, sbarca al Polo Acquatico sul litorale romano per rifinire fino al 24 giugno la preparazione verso la fase finale di World League, peraltro unico trofeo mai vinto dalla nazionale azzurra. Dal gruppo di 21 azzurri in raduno verrà scelto il roster che prenderà parte alla Super Final in programma a Tbilisi, in Georgia, dal 26 giugno al 1° luglio. In programma due amichevoli ufficiali contro il Montenegro domenica 20 giugno alle 20:30 e martedì 22 giugno alle 19:00. La prima sfida sarà trasmessa da Waterpolo Channel con telecronaca di Ettore Miraglia e commento tecnico di Francesco Postiglione e sarà arbitrata da Attilio Paoletti e Bruno Navarra. La seconda sfida sarà diretta da Paoletti e Filippo Gomez. "Abbiamo lavorato abbastanza bene insieme quando il gruppo si è riunito definitivamente il 9 giugno - sottolinea il Cittì azzurro. Ora stiamo forzando allenamenti ed intensità. In questa quattro giorni che ci aspetta col Montenegro, due match ufficiali e due come sparring partner, cerchiamo di trovare anche minutaggio in acqua, dopo il duro lavoro fisico fatto a secco. Ora è il momento di valutare il gioco e a queste partite si aggiungeranno le sei consecutive di World League. Dopo questo mini periodo valuteremo tutte le fasi, compreso l'arbitraggio, per poter arrivare a Tokyo con le idee chiare. Ora siamo in pieno processo di preparazione e il miglioramento del gioco dovrà avvenire gradualmente. Voglio concentrazione e grande predisposizione da parte di tutti. Alla fine valuterò e farò le scelte migliori sia tecniche che tattiche".
La nazionale balcanica, bronzo europeo in carica e quarta a Rio 2016, è un po' la nostra bestia nera per averci battuto nelle ultime due occasioni ufficiali: da campioni del mondo ai quarti europei di Budapest (10-8), e lo scorso 9 gennaio nelle semifinali europee di World League a Debrecen quando vinsero 14-10. Alla fine Italia terza e Montenegro secondo dietro la Grecia.  

Azzurri in collegiale: Jacopo Alesiani, Giacomo Cannella, Edoardo Di Somma, Vincenzo Dolce, Vincenzo Renzuto Iodice (AN Brescia), Marco Del Lungo (Esercito/AN Brescia), Matteo Aicardi, Francesco Di Fulvio, Nicholas Presciutti, Alessandro Velotto (Esercito/Pro Recco), Gonzalo Echenique, Nicolò Figari, Pietro Figlioli, Stefano Luongo (Pro Recco), Lorenzo Bruni, Andrea Fondelli (RN Savona), Luca Damonte, Gianmarco Nicosia (Telimar Palermo), Francesco De Michelis (Roma Nuoto), Christian Napolitano (CC Ortigia), Michael Bodegas (Barceloneta). 
Lo staff è composto, oltre che dal CT Campagna, dall’assistente tecnico Amedeo Pomilio, dal team manager Alessandro Duspiva, dal medico Vincenzo Ciaccio, dalla psicologa Bruna Rossi, dai fisioterapisti Riccardo Cipolat ed Eithan Cousin, dal preparatore atletico Alessandro Amato, dal preparatore dei portieri Goran Volarevic e dal videoanalista Francesco Scannicchio.

foto DBM /  In caso di riproduzione è necessario citare i credit. Vietati ridistribuzione e vendita.