Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

02
Apr
2019
Campionato Italiano Assoluto UnipolSai - (vasca 50m)





07
Apr
2019
Campionato Nazionale a Squadre - "Coppa Caduti di Brema" (finali) - (vasca 25m)





08
Giu
2019
Memorial "Alberto Castagnetti" - (vasca 50m)





09
Giu
2019
Campionato Nazionale a Squadre - Cat. Ragazzi - (vasca 50m)





Sabato, 15 Dicembre 2018

Mondiali. Manita azzurra. Cinque record!

E' l'Italia dei record. Quelli di Martina Carraro quarta nei 100 rana come la 4x50 mista maschile, di Ilaria Cusinato quinta nei 200 misti e della 4x200 stile libero femminile sesta, mentre Elena Di Liddo passa il turno nei 100 farfalla col secondo tempo e va in finale insieme a Ilaria Bianchi. La quinta giornata dei 14esimi mondiali in vasca corta, in svolgimento ad Hangzhou, riserva super prestazioni che allargano gli orizzonti internazionali.
A cinque centesimi dal podio. S'inizia con una strana sensazione di rammarico e compiacimento. La staffetta mista porta il record sull' 1'31"54 e sfiora il podio completato dal Brasile, che in terza frazione schiera il 39enne Nicholas Santos, in 1'31"49. Simone Sabbioni (23"40), Fabio Scozzoli (25"51), Marco Orsi (22"23) e Santo Condorelli (20"40) buttano giù il precedente primato di 1'31"71 che valse l'oro agli europei di Netanya nel 2015 quando il dorsista di Riccione aprì la staffetta in 23"29, centesimi che sarebbero valsi la medaglia. La Russia vince in 1'30"54, sfiorando di un decimo il record europeo e precedendo gli Stati Uniti, secondi in 1'30"90. 
Successivamente Ilaria Cusinato, indomita e battagliera come nel suo dna, si arrampica fino al quinto posto nei 200 misti con il record italiano di 2'06"17 (frazioni 27''35, 31''58, 36''32, 30''92), quasi un secondo in meno del 2'07"11 nuotato in batteria per la migliore prestazione italiana in tessuto che già aveva abbassato il personale di 2'07"28. Ciao ciao record italiano gommato di 2'06"21 con cui Francesca Segat conquistò l'argento agli europei di Istanbul nel 2009. Continua a crescere la 19enne di Cittadella che si allena al centro federale di Ostia da un paio di stagioni seguita da Stefano Morini. L'azzurra, già quarta nei 400 misti, ritocca tutti i personali dei misti (migliori prestazioni in tessuto in 4'28"02 e 4'27"88 nei 400 e 59"75 nei 100 misti) e punta il gotha della specialità guidato Iron Lady Katinka Hosszu, primatista mondiale, che vince il quarto oro individuale della rassegna in 2'03"25 avanti alle statunitensi Melanie Margalis (2'04"62) e Kathleen Baker (2'05"54).
Cresce senza limiti apparenti Martina Carraro, quarta nei 100 rana in 1'04''73, con il quinto record italiano dopo il bronzo nei 50 rana e il progressivo miglioramento del primato (30"00, 29"79, 29"59); il podio è lontano appena dodici centesimi: è di bronzo l'australiana Jessica Hansen in 1'04''61, preceduta dalla giamaicana e primatista del mondo Alia Atkinson, già d'oro nei 50 rana, prima in 1'03''51 e dalla statunitense Kaite Meili, seconda in 1'03''63.  La 25enne genovese, che venerdì in batteria aveva portato il personale dall' 1'05"41 all' 1'05"06, toglie altri quattordici centesimi all'1'04''87 nuotato in semifinale, che a sua volta aveva cancellato l'1'05''00 griffato da Arianna Castiglioni agli Europei di Copenaghen 2017.
In chiusura di programma il sesto posto della 4x200 stile libero che ritocca ulteriormente il record italiano. Margherita Panziera (1'56''71 primato personale), Erica Musso (1'56''65), Federica Pellegrini (1'52''66) e Simona Quadarella (1'57''16) nuotano in 7'43''18, limando il 7'44''82 siglato in mattina che aveva sbriciolato il precedente del 2012 stabilito in terra turca quando Alice Mizzau, Alice Nesti, Diletta Carli e Federica Pellegrini chiusero in 7'46"01. Oro alle padrone di casa della Cina in 7'34''08, argento agli Stati Uniti in 7'35''30 e bronzo all'Australia in 7'36''40.
SEMIFINALI. Si prendono, volando, la finale dei 100 farfalla Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi rispettivamente con il secondo e settimo tempo, aprendo prospettive inaspettate per domenica. La 25enne di Bisceglie - bronzo continentale in vasca lunga - vince la propria semifinale in 56''06 (26''14 ai 50), record italiano che toglie sette centesimi al 56''13 siglato nel 2012 a Istanbul per l'oro iridato da Ilaria Bianchi che tocca in 56''79. Davanti a tutte, ed unica a scendere sotto i 56'', la statunitense Kelsi Dahlia, oro con la 4x50 mista, argento nei 200 e sul gradino più basso del podio nei 50 farfalla, in 55''09.
Manca l'accesso alla finale dei 100 stile libero Alessandro Miressi con il decimo tempo. Il campione europeo in vasca lunga eguaglia il primato personale e chiude in 46''84. Il più veloce è il sudarfricano Chad Le Clos, già d'oro nei 100 e d'argento nei 200 farfalla, in 45''89.
Semaforo rosso per Nicolò Martinenghi e Fabio Scozzoli che non strappano il pass per l'atto conclusivo dei 50 rana. Ma l'enfant prodige di Varese - campione del mondo  juniores a Indianapolis 2017 nei 50 e 100 rana - butta definitivamente alle spalle un'annata travagliata dagli infortuni e chiude con il nono crono in 26''03, primato personale che cancella il 26''29 siglato a inizio novembre al Nico Sapio e che lo proietta al secondo posto tra i performer italiani. Il 30enne imolese e primatista italiano (25''62) - ventisei medaglie tra mondiali ed europei - è decimo in 26''04. Il più veloce è il sudafricano e primatista del mondo Cameron Van der Burgh che tocca in 25''76.

IL DIARIO DELLE FINALI
Pronti, via e la 4x50 mista stabilisce il record italiano di 1'31"54 ma si ferma a 5/100 dal podio. Simone Sabbioni nuota la sua frazione a dorso in 23"40, lontano dal proprio record italiano stabilito un anno fa a Copenaghen (23"05) ed è sesto quando dà il cambio a Fabio Scozzoli che con 25"51 guadagna una posizione; Marco Orsi nuota la farfalla da 22"23 e passa il testimone all'italo canadese Santo Condorelli, che negli ulitmi 50 metri risale due posizioni e manca il podio per una manciata di centesimi. Esaltanti i suoi 50 stile libero da 20"40, in cui è dietro soltanto al russo Evgeny Rylov (20"22) ed allo statunitense Ryan Helo (22"31). "The time is ok" dice col fiatone all'arrivo. "Ho fatto quattro centesimi più dell'altro giorno - commenta Fabio - e il campio è buono ma non riesco mai a spingermi bene con la partenza così. Non abbiamo avuto molto tempo per provarla. Ci speravamo e cinque centesimi sono davvero pochi". "Mannaggia ai centesimi - prosegue Marco - cinque a stile e cinque qui. Peccato, perchè comunque abbiamo fatto una bella staffetta, con tutti i cambi buoni, e abbiamo ottenuto il record italiano. Certo, potevamo limare ancora qualcosa". "Il miglior cinquanta del mondiale - conclude Simone - peccato averlo fatto così tardi". Il precedente record italiano era 1'31"71 del 6 dicembre 2015 a Netanya con gli stessi protagonisti e Rivolta al posto di Condorelli.
           
E' record italiano anche quello di Ilaria Cusinato nei 200 misti, dov'è quinta con 2'06"17 davanti alle australiane Seebohm e Harkin, nella finale vinta dalla Iron Lady Katinka Hosszu che con questo arriva al quarto successo individuale, dopo quelli nei 200 frafalla, 100 misti e 400 misti. Oggi l'ungherese chiude in 2'03"25 davanti alle statunitensi Margalis e Baker. Quarta è la cinese Shiwen Yi che precede l'azzurra con 2'05"79. "Sono contentissima perchè questo è un tempo fantastico - afferma la 19enne di Fiamme Oro e Team Veneto che si allena con Stefano Morini al Centro Federale di Ostia e cancella il gommato di nove anni fa - lo sapevo già che loro avrebbero tirato molto di più il pomeriggio e che il podio sarebbe stato difficilissimo. Ho fatto una gara perfetta, a un certo punto mi sono vista anche terza. C'è ancora da limare, perchè alcune virate sono state un po' lente, quello non lo nego, però mi sono concentrata. Forse sono arrivata un po' lunga ma un'altra bracciata ancora e scoppiavo. Sono veramente soddistatta. Volevo fare bene questa gara dopo i 400 in cui avevo migliorato ma non come mi aspettavo. Venire qui con tre mesi di allenamento, al mio primo anno da professionista si può dire, ed ottenere questi risultati è fantastico. Adesso però punto alla vasca lungha perchè è quella in cui mi esprimo meglio". Il record italiano precedente era di Francesca Segat con 2'26"21 del 10 dicembre 2009 a Istanbul.

Martina Carraro si regala un'altra gemma. E' quarta nei 100 rana col record italiano di 1'04"73, il quinto complessivo in questa rassegna iridata, dopo i tre consecutivi nei 50 e il precedente stabilito in semifinale nei 100 (1'04"87). Il terzo posto è a 12 cenetsimi: l'australiana Jessica Hansen tocca in 1'04"61. Oro alla giamaicana Alia Atkinson con 1'03"51 e argento alla statunitense Katie Meili con 1'03"63. La 25enne genovese, tesserata con Fiamme Azzurre e Azzurra '91 - allenata da Cesare Casella, insieme al compagno Fabio Scozzoli - è contenta a metà. "Il record italiano va bene, però queste opportunità non capitano mai un'altra volta. Mi meraviglio di essere così arrabbiata per un quarto posto mondiale, però quando sei lì non ci pensi e stare dietro per un decimo ti scoccia molto. Ne rifarei subito un'altra. Invece sono soddisfatta di aver migliorato di nuovo, nonostante la vasca corta non sia ancora la mia vasca, perchè rispetto a tutte le altre commetto degli errori di forza enormi. Però me la gioco con le più grandi e sono contenta. Mi porto avanti questa carica per la staffetta di domani e per tutto l'anno spero".

La 4x200 stile libero femminile torna in finale mondiale di vasca corta dopo sei anni (l'ultima volta fu a Istanbul 2012) e lo fa alla grande, con due record italiani a distana di poche ore. Dopo il 7'44"82 in batteria (che cancellava il precedente del 2012 stabilito da Alice Mizzau, Alice Nesti, Diletta Carli e Federica Pellegrini con 7'46"01) si migliora in finale con 7'43"18 che vale il sesto posto. Il podio è irraggiungibile: la Cina vince con 7'34"08, le statunitensi sono seconde con 7'35"30 e la australiane terze con 7'36"40. Brave comunque Margherita Panziera (1'56"71), Erica Musso (1'56"65), Federica Pellegrini (1'52"66) e Simona Quadarella (1'57"16). "Il dato più significativo è aver buttato giù di un bel po' il record italiano e siamo contentissime - spiega Pellegrini - Ora il nostro obiettivo è di fare il tempo di questa mattina in lunga, poi siamo contente per tutta la vita. Tirare i 200 al mattino e ritirarli il pomeriggio è difficile. Serve anche più esperienza. Abbiamo provato i cambi oggi. E' stata una bella stafetta e ci siamo divertite. La Cina mi ha sorpreso. Pensavo che Australia e USA fossero davanti facilmente. Sognando in grande pensavamo di giocarcela con la Cina e la Russia, invece la Cina ha dimostrato di essere nettamente più forte di tutte le altre". "Ho fatto il doppio della fatica di questa mattina - continua Panziera - però sono contenta di essermi ripetuta. Questo era il mio obiettivo ed è stato divertente riuscirci. Io e Simona non abbiamo esperienza in staffetta, ma se abbiamo buttato giù il record italiano significa che siamo state brave". "Io invece potevo fare meglio. Ho nuotato cinque decimi in più della batteria - si rimporvera Musso - Si è visto anche nei 400 che sto meglio la mattina rispetto al pomeriggio. Devo lavorare su questa cosa". "Mi sono divertita tanto - conclude Simona Quadarella -  Sono contenta di aver fatto parte di questa staffetta. Mi piace nuotare le staffette e lo trovo anche un modo per svagarmi dalle mie gare. Sono riuscita a nuotare meglio di questa mattina, mi sto velocizzando sempre più e speriamo di portare avanti questo progetto anche in futuro. Come ha detto Margherita, ci serve esperienza e tanto allenamento".

Doppietta e record italiano nelle semifinali dei 100 farfalla. Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi vanno in finale con il secondo e settimo tempo. Elena Di Liddo con 56"06 (26"14 al passaggio dei 50 metri) timbra il primato italiano assoluto togliendolo proprio a Ilaria Bianchi (56"13 del 16 dicembre 2012 a Istanbul) che chiude in 56"79 (26"59 ai 50 metri). Velocissima la statunitense Kelsi Dahlia con 55"09. "Quest'anno è il miglior tempo nuotato - dice la 28enne di Fiamme Azzurre e Azzurra '91, allenata da Fabrizio Bastelli -  e in linea con i 200.  Era importante guadagnare la finale".
"Mi dispiace dirlo davanti a lei, però il record lo avevo puntato - sorride la portacolori dei Carabinieri e del Circolo Canottieri Aniene, allenata da Raffaele Girardi, che agli Europei di Glasgow ha conquistato il bronzo nei 100 farfalla e con la staffetta 4x100 mista - Ci sta nello sport. Ci divertiamo a punzecchiarci e la concorrenza ci stimola tantissimo. Gareggiare insieme in Italia, ad alti livelli, fa bene ad entrambe. Non mi aspettavo di fare una gara così: sono entrata dicendomi viene quel che viene. Mi sentivo bene, al passaggio mi sono accorta che ero in una buona posizione. Vediamo domani se arriverò morta come oggi, o addirittura peggio. Spero che l'americana non mi faccia troppe onde; c'ho fatto una gara insieme ed è stato devastante".
 
foto di Andrea Staccioli / deepblumedia.eu - insidefoto.com
 
Sabato 15 dicembre - semifinali e FINALI 
 
4X50 MISTA M
prec. RI 1'31"71 (Sabbioni, Scozzoli, Rivolta, Orsi) il 6/12/2015 agli europei di Netanya
1. Russia 1'30"54
2. Stati Uniti 1'30"90
3. Brasile 1'31"49
4. Italia 1'31"54 RI 
Simone Sabbioni 23"40, Fabio Scozzoli 25"51, Marco Orsi 22"23, Santo Condorelli 20"40
 
200 MISTI F
prec. RI 2'06"21 di Francesca Segat il 10/12/2009 agli europei di Istanbul
prec. migliore prestazione in tessuto 2'07"11 di Ilaria Cusinato in batteria 
1. Katinka Hosszu (Hun) 2'03"25
2. Melanie Margalis (Usa) 2'04"62
3. Kathleen Baker (Usa) 2'05"54
5. Ilaria Cusinato 2'06"17 RI
 
100 sl M
RI 46"04 di Marco Orsi il 19/04/2015 a Riccione
10. Alessandro Miressi 46"84 =pp (pers. 46"84 del 2017) eliminato
14. Lorenzo Zazzeri 46"98 eliminato
  
100 farfalla F
prec. RI 56"13 di Ilaria Bianchi del 16/12/2012 ai mondiali di Istanbul
1. Kelsi Dahlia (Usa) 55"09 
2. Elena Di Liddo 56"06 RI (prec. pp 56"62 in batteria; prec. 57"01 del 2018) qualificata alla finale
7. Ilaria Bianchi 56"79 qualificata alla finale
  
50 FARFALLA M - nessun italiano qualificato
1. Nicholas Santos (Bra) 21"81 CR
2. Chad Le Clos (Rsa) 21"97
3. Dylan Carter (Tto) 22"38
  
50 sl F - nessun'italiana iscritta
 
50 rana M
RI 25"62 di Fabio Scozzoli il 13/12/2017 agli europei di Copenaghen
9. Nicolò Martinenghi 26"03 pp (prec. 26"29 del 2018) eliminato
10. Fabio Scozzoli 26"04 eliminato
  
50 DORSO F - nessun'italiana qualificata
1. Olivia Smoliga (Usa) 25"88
2. Caroline Pilhatsch (Aut) 25"99
3. Holly Barratt (Aus) 26"04
  
400 MISTI M - nessun italiano iscritto
1. Daiya Seto (Jpn) 3'56"43
2. Thomas Fraser-Holmes (Aus) 4'02"74
3. Brandonn Almeida (Bra) 4'03"71 
  
100 RANA F - Carraro
RI 1'04"87 di Martina Carraro in semifinale
prec. RI 1'05"00 Ariannna Castiglioni il 16/12/2017 agli europei di Copenhagen
1. Alia Atkinson (Jam) 1'03"51
2. Katie Meili (Usa) 1'03"63
3. Jessica Hansen (Aus) 1'04"61
4. Martina Carraro 1'04"73 RI
    
4X200 SL F - Italia
prec. RI Italia 7'44"82 in batteria con Panziera 1'56"78 pp, Musso 1'56"13, Pellegrini 1'54"09, Quadarella 1'57"82
prec. RI 7'46"01 (Mizzau, Nesti, Carli e Pellegrini) il 12/12/2012 ai mondiali di Istanbul
1. Cina 7'34"08
2. Stati Uniti 7'35"30
3. Australia 7'36"40
6. Italia 7'43"18 RI
Margherita Panziera 1'56"71 pp, Erica Musso 1'56"65, Federica Pellegrini 1'52"66, Simona Quadarella 1'57"16
 
MEDAGLIERE (0 - 2 - 3)
   
ARGENTO
Simona Quadarella negli 800 stile libero in 8'08"03 mpt
Marco Orsi nei 100 misti in 51"03 RI
   
BRONZI
Gabriele Detti nei 400 stile libero in 3'37"54
Martina Carraro nei 50 rana in 29"59 RI
4x50 stile libero M in 1'22"90 RI
Santo Condorelli 21"27, Andrea Vergani 20"44, Lorenzo Zazzeri 20"57, Alessandro Miressi 20"62
    
RECORD ITALIANI (14)
 
50 rana F
Martina Carraro 30"00 in batteria
Martina Carraro 29"79 in semifinale
Martina Carraro 29"59 in finale
  
100 misti M
Marco Orsi 51"42 in semifinale 
Marco Orsi 51"03 in finale
  
4x50 stile libero M in 1'22"90
Santo Condorelli 21"27, Andrea Vergani 20"44, Lorenzo Zazzeri 20"57, Alessandro Miressi 20"62
 
50 farfala M
Piero Codia 22"76 in semifinale
 
100 rana F
Martina Carraro 1'04"87 in semifinale
Martina Carraro 1'04"73 in finale
 
4x50 mista M in 1'31"54 
Simone Sabbioni 23"40, Fabio Scozzoli 25"51, Marco Orsi 22"23, Santo Condorelli 20"40
 
100 farfalla F
Elena Di Liddo 56"06 in semifinale
  
200 misti F
Ilaria Cusinato 2'06"17 in finale
  
4x200 stile libero F in 7'44"82 in batteria
Margherita Panziera 1'56"78 pp, Erica Musso 1'56"13, Federica Pellegrini 1'54"09, Simona Quadarella 1'57"82
 
4x200 stile libero F in 7'43"18 in finale
Margherita Panziera 1'56"71 pp, Erica Musso 1'56"65, Federica Pellegrini 1'52"66, Simona Quadarella 1'57"16
      
MIGLIORI PRESTAZIONI ITALIANE IN TESSUTO (5)
 
400 misti F
Ilaria Cusinato 4'28"02 in batteria
Ilaria Cusinato 4'27"88 in finale
  
100 misti F
Ilaria Cusinato 59"75 in batteria
 
800 stile libero F
Simona Quadarella 8'08"03 in finale
 
200 misti F
Ilaria Cusinato 2'07"11 in batteria
   
PRIMATI PERSONALI (33)
 
200 farfalla M
Federico Burdisso 1'54"10 in batteria
   
400 misti F
Ilaria Cusinato 4'28"02 mpt in batteria
Ilaria Cusinato 4'27"88 mpt in finale
   
100 rana M
Nicolò Martinenghi 57"27 pp eguagliato in batteria
  
100 dorso F
Margherita Panziera 58"14 in batteria
 
100 stile libero M
Santo Condorelli 47"23 nella prima frazione della 4x100 sl in batteria 
Santo Condorelli 46"76 nella prima frazione della 4x100 sl in finale
    
50 rana F
Martina Carraro 30"00 RI in batteria
Martina Carraro 29"79 RI in semifinale
Martina Carraro 29"59 RI in finale
  
200 stile libero M
Filippo Megli 1'43"16 in batteria
Filippo Megli 1'42"62 nella 1^ frazione della 4x200 in finale
 
100 misti F
Ilaria Cusinato 59"75 mpt in batteria
 
100 misti M
Marco Orsi 51"42 RI in semifinale 
Marco Orsi 51"03 RI in finale
 
50 stile libero M
Lorenzo Zazzeri 21"32 in semifinale
Santo Condorelli =21"32 nella 1^ frazione della 4x50 sl in batteria
Santo Condorelli 21"27 nella 1^ frazione della 4x50 sl in finale
 
50 farfalla F
Elena Di Liddo 25"66 in semifinale
  
800 stile libero F
Simona Quadarella 8'08"03 mpt in finale
  
50 farfalla M
Piero Codia 22"76 RI in semifinale
  
100 rana F
Martina Carraro 1'05"06 in batteria
Martina Carraro 1'04"87 in semifinale RI
Martina Carraro 1'04"73 in finale RI
  
200 misti F
Ilaria Cusinato 2'07"11 mpt in batteria
Ilaria Cusinato 2'06"17 RI in finale
  
100 farfalla F
Elena Di Liddo 56"62 in batteria
Elena Di Liddo 56"06 RI in semifinale
 
200 stile libero F
Margherita Panziera 1'56"78 nella 1^ frazione della 4x200 in batteria
Margherita Panziera 1'56"71 nella 1^ frazione della 4x200 in finale
  
1500 stile libero M
Domenico Acerenza 14'33"89 in batteria
 
100 stile libero M
Alessandro Miressi 46"84 =pp in semifinale
 
50 rana M   
Nicolò Martinenghi 26"03 in semifinale
 
MEDAGLIATI INDIVIDUALI - 19
  
Medaglie d'oro (4)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2012)
Ilaria BIANCHI - 100 farfalla (2012)
Gregorio PALTRINIERI - 1500 sl (2014)
Federica PELLEGRINI - 200 sl (2016)
  
Medaglie d'argento (20)
Luca BIANCHIN - 200 dorso (1993)
Simone ERCOLI - 1500 sl (2004)
Domenico FIORAVANTI - 100 rana (1999)
Massimiliano ROSOLINO - 200 sl (2000) e 400 sl (2008) 
Filippo MAGNINI - 100 sl (2006 e 2008) e 200 sl (2006)
Luca MARIN - 400 misti (2006)
Alessandro TERRIN - 50 rana (2006)
Francesca SEGAT - 200 farfalla (2006)
Alessia FILIPPI - 400 misti (2006)
Federica PELLEGRINI - 200 sl (2006)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2010)
Gregorio PALTRINIERI - 1500 sl (2012 e 2016)
Marco ORSI - 50 sl (2014) e 100 misti (2018)
Silvia DI PIETRO - 50 sl (2016)
Simona QUADARELLA - 800 sl (2018)
       
Medaglie di bronzo (12)
Christian MINOTTI - 1500 sl (2002)
Massimiliano ROSOLINO - 400 sl (1999, 2000, 2006), 200 misti (2000), 200 sl (2006 e 2008)
Federica PELLEGRINI - 400 sl (2006 e 2010)
Fabio SCOZZOLI - 100 rana (2016)
Gabriele DETTI - 400 sl (2018)
Martina CARRARO - 50 rana (2018)
  
MEDAGLIE CON STAFFETTE (2 - 4 - 6)
  
Medaglie d'oro (2) entrambe a Shanghai 2006
- 4x100 sl maschile
Calvi, Lanzarini, Galenda, Magnini
 
- 4x200 sl maschile
Rosolino, Pelliciari, Cassio, Magnini
 
Medaglie d'argento (4)
 
Istanbul 2012
- 4x100 sl maschile
Dotto, Orsi, Santucci, Magnini
  
Doha 2014
- 4x200 sl maschile
D'Arrigo, Belotti, Di Fabio, Magnini
  
Windsor 2016
- 4x100 sl femminile
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini
 
Windsor 2016
- 4x50 mista femminile
Scalia, Carraro, Di Pietro, Ferraioli
 
Medaglie di bronzo (6)
 
Manchester 2008
- 4x200 sl maschile
Brembilla, Rosolino, Cassio e Magnini
 
Doha 2014
4x50 mixed mista
- Bonacchi, Scozzoli, Di Pietro, Ferraioli
 
4x100 sl femminile 
Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini
 
4x50 stile libero maschile
- Dotto, Orsi, Magnini, Belotti
 
Windsor 2016
4x50 stile libero femminile
- Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Pellegrini
 
Hanzhou 2018
4x50 stile libero maschile
- Condorelli, Vergani, Zazzeri, Miressi
 

Ultimi 4 articoli NUOTO