Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Sabato, 17 Febbraio 2018

Europa Cup. Italia-Montenegro 9-5. E' finale

Sold out alla comunale di Palermo per il Settebello che vince 9-5 con il Montenegro nel secondo turno del girone preliminare e si qualifca alla Final Eight di Europa Cup, in programma dal 5 all'8 aprile. Dopo i mille spettatori all'esordio vittorioso con la Germania 16-4, i ragazzi di Alessandro Campagna continuano a scaldare i cuori dei palermitani e accendere l'entusiasmo dei tifosi azzurri. Tribune stracolme e 1300 persone ad abbracciare la squadra. Nella partita precedente, seguita da oltre 400 spettatori, pareggio 11-11 tra Russia e Germania. Domenica gran finale alle 19.30 con Italia-Russia.

Cronaca di Montenegro-Italia 5-9. Nel Settebello c'è Casasola al posto di Damonte con il numero 7. Unico cambio rispetto ai tredici di venerdì con la Germania. Fischio d'inizio e la prima palla è azzurra; prima superiorità e vantaggio con Velotto dopo 31 secondi. Il Montenegro piazza l'uno-due di rigore: Ivovic prima e Ale Radovic poi battono Del Lungo dai cinque metri. L'Italia gioca meglio, ringhia, pressa e riparte. Sbaglia due volte l'uomo in più ma alla fine pareggia con Dolce che lascia partire un missile acqua-aria da quasi otto metri; Del Lungo si supera sul tiro velenoso del solito Radovic e il primo tempo si chiude in parità. Secondo tempo da standing ovation. L'Italia lotta su tutti i palloni: avanti di due gol (Figlioli e Molina), Montenegro pareggia in due minuti, poi nuovo doppio vantaggio con la magia di Fondelli e un'altra conclusione dalla distanza di Velotto. Del Lungo para tutto, anche con l'uomo in meno e Fondelli va vicino al +3. Si arriva a metà gara con il Settebello avanti 6-4. Entrano le sincronette per lo spettacolo dell'intervallo lungo. Nel terzo tempo il punto di forza è la difesa, perchè in avanti con l'uomo in più si fa un po' fatica. Il Montenegro perde Draskovic e Ivovic per limite di falli, accorcia con Vidovic al quale risponde subito Casasola, al primo gol in Europa Cup. Del Lungo dice di no anche a  Murisic che rovescia dal centro, nell'azione successiva Echeniche chiude il match in doppia superiorità e gli ultimi minuti sfilano via tra gli applausi del pubblico. C'è il tempo per Bodegas di segnare l'ultimo gol.

Il commento di Alessandro Campagna. "Sono molto soddisfatto perchè è stata la partita che volevo. Risultato a parte, che poteva anche essere diverso, sono contento della prestazione che è stata di alto livello e queste sono le partite che ci fanno crescere. Nel terzo tempo abbiamo prodotto molto ma concretizzato poco chiudendo il parziale 1-1, quando invece potevamo già allargare la forbice. C'è mancata qualcosa al tiro ma ci sta che con questa aggressività la qualità cali un po'. Ci aspetta la Russia e un'altra partita molto fisica che dovremo affrontare con la solita concentrazione".

Cronaca di Russia-Germania 11-11. Tedeschi subito aggressivi; tengono la palla fino al limite dei 30 secondi, realizzano la prima superiorità numerica con Van Der Bosch dopo 56" (poi ne falliranno 5 di seguito) e raddoppiano a metà primo tempo con Restovic. La Russia entra in gara e pareggia con Lisunov e Bychkov. Nel secondo tempo la Germania torna avanti di due e soprattutto torna a segnare con l'uomo in più (5-3); la Russia paga qualche indecisione del suo portiere, richiamato a maggiore attenzione dal tecnico Evstigneev nell'intervallo di metà gara, poi Dereviankin segna il -1 e Kholod fa 5-5 al minuto 17'10". Nel terzo tempo Germania di nuovo avanti di due gol ma stavolta alla squadra di Evstigneev riesce il controsorpasso: il braccio alzato è di Kharkov a festeggiare il 9-8. Ultimo tempo: pareggio tedesco con il capiatno Stamm, poi si goca punto a punto fino alla fine. Non si risparmia nessuno. Entrambe le squadre provano a superarsi ma la partita si chiude in parità. E' il risultato più giusto per quanto si è visto in acqua.

Gli azzurri per Palermo. Il commissario tecnico Alessandro Campagna ha convocato 15 atleti: Zeno Bertoli, Marco Del Lungo, Nicholas Presciutti (AN Brescia), Pietro Figlioli, Andrea Fondelli, Gianmarco Nicosia (Banco BPM Sport Management), Vincenzo Dolce e Alessandro Velotto (Can Napoli), Michael Bodegas, Guillermo Molina, Oscar Echenique (Pro Recco), Luca Damonte (RN Savona), Giacomo Cannella (Lazio Nuoto), Vincenzo Renzuto Iodice (Jug Dubrovnik), Giacomo Casasola (CC Ortigia). Nello staff, con Campagna, l'assistente Amedeo Pomilio, il team manager Alessandro Duspiva, il prepararore atletico Alessandro Amato, il fisioterapista Luca Manprin, il medico Giovanni Melchiorri, la psicologa Bruna Rossi, il videoanalista Francesco Scannicchio.  

Regolamento. Si comincia con due gironi da cinque e uno da quattro squadre. Primo turno dal 15 al 18 febbraio con la formula del concentramento unico e incontri di sola andata; final eight dal 5 all'8 aprile 2018 in sede da stabilire, cui accedono le migliori tre dei gironi da cinque e le prime due del girone da quattro. Per ciascuna squadra sono consentiti 15 giocatori a disposizione e 13 a referto.  

Final eight. Si disputerà dal 5 all'8 aprile. Vi parteciperanno 8 squadre che saranno divise in due gironi da 4. Round robin nei primi tre giorni con turni da 4 partite e finali dirette tra le prime, le seconde, le terze e le quarte classificate dei rispettivi concentramenti. Sei squadre su otto hanno già ottenuto la qualificazione ad una giornata dal termine della fase eliminatoria. L'Italia nel girone C, col Montenegro che deve almeno pareggiare con la Germania per non rischiare; la Serbia, la Grecia e la Croazia dal girone B, in svolgimento a Spalato; l'Ungheria e la Francia dal girone C di Kecskemet, dove Spagna e Romania si giocheranno il passaggio del turno nello scontro diretto.

Calendario girone C - tutte le partite trasmesse live su Waterpolo Channel

1^ giornata - venerdì 16 febbraio
Montenegro-Russia 9-8
Italia-Germania 16-4

2^ giornata - sabato 17 febbraio
Russia-Germania 11-11
Montenegro-Italia 5-9

3^ giornata - domenica 16 febbraio
18.00 Germania-Montenegro
19.30 Italia-Russia

Classifica: Italia 6, Montenegro 3, Russia e Germania 1

Calendario completo

Vai al sito ufficiale della LEN

Foto Mesiano/Deepbluemedia.eu