Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Sincro, lavori forzati per sbarcare ad Atene

News Sincro precedenti
images/joomlart/article/large/bbf783575f075335b73ed0ad1215f77e.jpg

La Nazionale è in raduno a Roma. Il Commissario Tecnico, Laura De Renzis, è soddisfatta: "Sto notando grandi progressi tecnici e atletici e un buon inserimento delle juniores". Resta il problema degli impianti

ROMA
Sono riunite a Roma le atlete per il secondo allenamento collegiale della stagione olimpica, fittissima di appuntamenti.
 
L'obbiettivo principale sono i Giochi Olimpici, ovviamente. Per arrivarci, è necessario passare per le le durissime qualificazioni, in programma ad Atene, nello stesso impianto che ospiterà i Giochi, dal 15 al 18 aprile.
 
Per quanto riguarda il duo, la qualificazione è quasi scontata, visto che andranno ai Giochi le prime 24 coppie.
 
Per la squadra, la situazione è molto più delicata.
La selezione sarà terribile: solo le prime 7 squadre nazionali, più la nazione ospitante, cioè la Grecia, verranno ammesse alle Olimpiadi.
L'Italia parte dall'ottimo settimo posto di Barcellona. Che sarebbe anche l'ultimo buono per qualificarsi, visto che nella capitale catalana la Grecia è terminata alle nostre spalle.
 
Il rischio è quindi alto; esaminando la classifica, vediamo che i distacchi sono minimi:
6)  Cina   95.167
7)  Italia   94.333
8)  Ucraina 92.667
9)  Corea   92.333
 
L'Italia è a meno di un punto dalla Cina e 1.6 punti avanti all'Ucraina. Il margine è buono, ma non tale da farci dormire sonni tranquilli. Per questo c'è bisogno di lavorare.
Abbiamo chiesto a Laura De Renzis, C.T. della nazionale, come procede la preparazione per questo esame così delicato.
"Nel primo collegiale di quattro settimane abbiamo messo l'accento sulla resistenza, per poter avere una buona base aerobica, necessaria per innestare il riequilibrio delle capacità tecniche di tutte le ragazze.
Oggi parlano tutte lo stesso "linguaggio" motorio, e questo facilita l'apprendimento di nuovi gesti e situazioni. Grazie al lavoro dei preparatori Maria Novella Pavesi e Marco Lancissi, oggi le nostre ragazze hanno nuove possibilità tecniche e, soprattutto, acrobatiche.
Sto riscontrando
- continua Laura - un grande miglioramento generale, mentre deve ancora essere centrato quello specifico, durante l'esecuzione degli esercizi. L'inserimento delle Juniores non ha procurato problemi, solo qualche attimo di smarrimento dovuto alle lunghe assenze da casa e ai carichi di lavoro maggiori. Peccato che Giulia Lapi abbia dovuto essere operata alla spalla. La aspettiamo tra un paio di mesi per un recupero attento e completo. Sara Savoia, Federica Stefanelli, Francesca Gangemi e Laura Caceffo hanno invece assorbito bene l'impatto con la nazionale maggiore e stanno lavorando tantissimo per essere al livello delle "grandi".
In vista della qualificazione olimpica
- specifica la De Renzis - e degli Europei di Madrid, abbiamo ipotizzato la partecipazione ad un campionato regionale in gennaio che, insieme con il collegiale previsto nello stesso periodo, consentirà la dolorosa ma necessaria selezione.
Dieci infatti saranno le atlete prescelte per la qualificazione olimpica e, con tutta probabilità, le stesse dieci svolgeranno un periodo di mantenimento per arrivare agli Europei, previsti appena un mese più tardi. Per quanto riguarda gli esercizi, abbiamo individuato e ritoccato, con il prezioso aiuto di Giovanna Burlando (appena tornata da una trasferta a Broadway nell'ambito dei suoi studi al DAMS) l'esercizio tecnico, mentra abbiamo identificato il tema del libero. Diciamo che sarà molto legato alla Grecia classica. Il duo non vedrà particolari cambiamenti, solo ritocchi".

"Oggi - chiude la De Renzis - abbiamo un solo problema: gli impianti.
Gli spazi disponibili sono pochi e mal tenuti, ce li dobbiamo disputare con tante altre discipline e sono in condizioni pietose. La voglia di migliorare delle ragazze è tanta, ma dopo tre ore di acqua gelata, anche le migliori hanno dei problemi a resistere. Ci vorrebbe un amante del sincro che ci mettesse a disposizione un bell'impianto con foresteria tutto per noi. Ma rimaniamo con i piedi per terra e puntiamo dritti ad Atene".


Le azzurre a disposizione di Laura De Renzis
Laura CACEFFO Syncro 95 Fomane
Sara SAVOIA Syncro 95 Fumane
Monica CIRULLI Aurelia Nuoto
Costanza FIORENTINI Aurelia Nuoto
Elisa PLAISANT Aurelia Nuoto
Beatrice SPAZIANI Aurelia Nuoto
Lorena ZAFFALON Aurelia Nuoto
Francesca GANGEMI Catania Sincro
Joey PACCAGNELLA Plebiscito Padova
Federica STEFANELLI Como Nuoto
Laura ZANAZZA Busto Nuoto

Giorgio Scala