Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Madrid Primi podi, prima medaglia

News Sincro precedenti
images/joomlart/article/large/86aa5f1b59a813f962b0e3852623b37e.jpg

L'Italsincro difende il bronzo nella prova a squadre conquistato a Berlino 2002. Quarta la Zaffalon nel Solo. Quinti Cagnotto-Marconi nel sincro trampolino tre metri e Benedetti-Dell'Uomo nel sincro piattaforma. Domani tre finali

MADRID
Prime finali, prima medaglia dell'Italia ai Campionati Europei di tuffi, sincro, nuoto e fondo in svolgimento a Madrid.
E' il bronzo conquistato dal Sincro nella prova a squadre ad aprire il medagliere azzurro. L'ottavo podio continentale consecutivo per le nostre sincronette da Atene 1991, per un totale di sette bronzi e un argento. "Sono contentissima - afferma Laura de Renzis, commissario tecnico della Nazionale - Questo risultato ci ripaga del duro lavoro che abbiamo svolto in collegiale da settembre a oggi. La ragazze si sono allenate nove ore al giorno per tre settimane al mese. Collaboro con la Nazionale ormai dal 1991 e dal 2000 ne sono il Ct. Dalla prima medaglia ne abbiamo fatta di strada e vogliamo continuare a migliorare. Speriamo che il bronzo di oggi sia di buono auspicio per le Olimpiadi e per il libero combinato di domani".
L' Italia ha presentato un esercizio in omaggio ai Giochi di Atene. Si intitola "La storia di Ulisse" ed e' composto su musiche di Verdi, Beethoven e Deboussy. "Le ragazze hanno eseguito il migliore esercizio che ricordi - continua la De Renzis - Del resto quando si lavora con allegria e con un gruppo affiatato e' piu' facile raccogliere applausi e ottenere risultati prestigiosi".
Nella prova a squadre l'Italia, settima ai Mondiali di Barcellona e alle qualificazioni olimpiche di Atene, ha ottenuto 96.400 punti ed e' stata preceduta solo da Russia (99.300) e Spagna (97.900). Irraggiungibili. "Per il momento si' - conclude la De Renzis - ma noi tendiamo al massimo. Alle Olimpiadi vorrei guadagnare qualche posizione rispetto al settimo posto mondiale dello scorso anno. I nostri avversari sono Cina e Corea. Arrivare ad Atene come terze in Europa e' un biglietto da visita autorevole".
La mattina era stata aperta da Lorena Zaffalon che, nella prima finale della rassegna continentale, aveva mantenuto il quarto posto delle eliminatorie esibendosi in un tango acquatico premiato con 94.800 punti, 47.200 di merito tecnico e 47.600 di impressione artistica. Il primo oro della giornata e' stato della francese Virginie Dedieu, campionessa mondiale ed europea uscente, con 99.600 punti; argento alla russa Natalia Ichtchenko con 97.800 punti; bronzo alla spagnola Gemma Mengual con 97.300 punti. "Sono contentissima - aveva dichiarato la Zaffalon a fine gara - Ho ottenuto i risultati piu' alti della mia carriera, il miglior piazzamento agli Europei dopo il sesto posto di Berlino e il quarto posto europeo dei Mondiali di Barcellona. Sono molto soddisfatta: l'esercizio e' ben riuscito e spero abbia trasmesso belle emozioni".
Quinte, invece, le coppie di tuffatori che hanno chiuso il programma giornaliero. Tania Cagnotto e Maria Marconi non sono riuscite a difendere il bronzo conquistato due anni fa a Berlino nel sincro trampolino 3 metri ottenendo 282.30 punti. Oro alle russe Vera Ilyna e Yulia Pakhalina (337.38), argento alle tedesche Ditte Kotzian e Conny Schmalfuss (302.64), bronzo alle ucraine Kristina Ishchenko e Olena Fedorova (289.59). Per le ambizioni da podio delle azzurre decisivo in negativo l'ultimo tuffo col terzo posto ancora possibile. "Purtroppo - hanno spiegato le ragazze a fine gara - abbiamo commesso l'errore nel momento sbagliato. Confermare il terzo posto di due anni fa era possibile. Resta un pizzico di rammarico", soprattutto considerando che Tania ha gareggiato con un problema alla caviglia e al braccio destro, mentre Maria sta ancora recuperando dall'operazione subita al menisco del ginocchio destro. In queste condizioni un bronzo sarebbe valso molto di piu'. Simile il percorso in gara di Francesco Dell'Uomo e Michele Benedetti nel sincro piattaforma. Secondi fino al terzo giro, i ragazzi hanno sbagliato l'entrata in acqua del penultimo tuffo. "Un vero peccato - ha sottolineato Dell'Uomo - La medaglia era possibile. Forse abbiamo pagato un pizzico di tensione". Per gli azzurri 312.30 punti. Sul podio gli ucraini Roman Volodkov e Anton Zakharov (354.72) hanno preceduto i tedeschi Tony Adam ed Heiko Meyer (345.78) e i russi Oleg Vikoulov e Constantin Khanbekov (345.78).
Intanto crescono le aspettative per domani. In gara nel trampolino 3 metri i fratelli Tommaso e Nicola Marconi. Nicola, campione europeo da 1 metro, e bronzo uscente con Tommaso nel sincro 3 metri, provera' a migliorare il nono posto di due anni fa. Per Tommaso e' l'esordio europeo. Nel sincro, invece, Lorena Zaffalon e Beatrice Spaziani cercheranno di confermare il quarto posto delle eliminatorie, mentre la squadra punta chiaramente alla medaglia nel libero combinato.
Le nazionali di nuoto e fondo continuano allenamenti e conto alla rovescia. Per le prime medaglie in piscina mancano ormai due giorni; la 10 Km maschile e 5 Km femminile di fondo sono invece in calendario mercoledi' temperatura del Pantano de San Juan permettendo.

Per consultare i risultati clicca qui


PROGRAMMA GARE DI DOMANI CON ITALIANI
RIEPILOGO MEDAGLIE DEGLI AZZURRI
TUFFI - TRAMPOLINO 3 METRI UOMINI
con Tommaso e Nicola Marconi
alle 11.30 preliminari
alle 15.30 semifinali
alle 19.30 finale

NUOTO SINCRONIZZATO -
alle 11
finale del DUO
con Lorena Zaffalon e Beatrice Spaziani
alle 16.30
finale del LIBERO COMBINATO
(quinte in ordine di apparizione)
La squadra: Monica Cirulli, Costanza
Fiorentini, Francesca Gangemi, Joey
Paccagnella, Elisa Plaisant, Sara
Savoia, Beatrice Spaziani, Federica
Stefanelli, Laura Zanazza,
Lorena Zaffalon

Francesco Passariello
Nostro inviato