Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Stepanova e Adelizzi Duello nel Solo

News Sincro precedenti
images/joomlart/article/104c5b3c21c2f4610773e7980ba8c480.jpg

Secondo giorno di gare a Loano con le soliste protagoniste. Russia, Italia e Grecia calano gli assi. Sorpresa Ucraina e Spagna. Domani Obbligatori, Eliminatorie e Libero Combinato

LOANO (SV)
La seconda giornata di gare dei Campionati Europei Juniores di Sincro ha visto in gara le soliste. Ventuno atlete hanno disputato questa mattina, nella vasca scoperta di Loano, la prova riservata alle punte di diamante di ciscuna nazione.
Ci si aspettava, come ormai da copione consueto l'affermazione di un'atleta russa e così è stato. Ma Elizaveta Stepanova (RUS - p.92.900) ha dovuto preoccuparsi fino alla fine delle sue più agguerrite rivali.
Solo un punto e 800 centesimi la hanno separata dall'ottima Beatrice Adelizzi (ITA - p.91.300, foto Deepblueye.com - Scala), stellina azzurra in continua crescita. Leggermente maggiore il margine nei confronti della ellenica Natalia Anthopoulou (GRE - p.90.600).
Tre atlete molto forti, con caratteristiche diverse ma con prospettive ottime. A loro vanno affiancate l'Ucraina Kondrahova (4a - p.89.400) e la spagnola Prieto (5a - p.88.000), a completare il "gotha" delle migliori nel nostro continente.
La nostra Bea è decisamente la più potente ed è molto brava nell'interpretazione drammatica. Deve stare attenta a tenersi in perfetta forma perchè una struttura fisica come la sua rischia di appesantirsi. Ma è facile indircarla come erede delle nostri migliori soliste del passato: Burlando, Celli, Della Bella.
Elizaveta Stepanova va a riempire il vuoto lasciato nelle fila russe da Natalia Ichtchenko.
Quest'ultima, molto vicina ad essere la numero mondiale (se la dovrà vedere, ai ferri corti, si presume, con la francese fuoriclasse Virginie Dedieu ai prossimi mondiali di Montreal) ha lasciato un vuoto "importante" da colmare. La Stepanova, diversa fisicamente e nelle movenze, è decisa a rimpiazzarla utilizzando le proprie armi migliori, lunghe leve e tecnica. Ancora non ci è sembrata matura per l'arduo compito.
Lunghe gambe e braccia sono il punto forte anche della greca Anthopoulou, mentre l'Ucraina ha rotto una tradizione, presentando la Kondrahova, un 'atleta "normotipo", lontana dalle gambe della Yushko e delle atlre conterranee del passato.
Domani mattina gli esercizi obbligatori, che, insieme con le eliminatorie terminate oggi, daranno le classifiche combinate valide per l'accesso alle finali, in programma sabato e domenica. 
Nel pomeriggio in programma l'eliminatoria del Libero Combinato, la cui classifica viene stilata senza gli obbligatori.
 
Cliccare qui per i risultati





Giorgio Scala