Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Team tech, Italy good

Sincro
images/joomlart/article/63d3ae84d17a0bd3e76b16e734a3caf2.jpg

Le luci del Palau Saint Jordi si sono accese sul team tech. Dopo le finali del singolo e del duo, via alle dodici squadre finaliste e alle azzurre Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Camilla Cattaneo, Manila Flamini, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro e Sara Sgarzi (riserve Francesca Deidda e Alessia Pezone), tutte accompagnate da genitori, fidanzati, amici, supporters. Al tavolo della commissione tecnica c'è l'italiana Cicci Tudini, chairman FINA TSSC.
L'Italia è sesta, ha salito un gradino rispetto a due anni fa, ma voleva superare anche il Canada e l'avrebbe meritato. “Sono state brevissime in tutto – commenta il consigliere federale delegato al nuoto sincronizzato Antonio De Pascale – nel sincro, nella danza, nella tecnica”. Manila Flamini e compagne hanno ricevuto 89.900 (44.800 per l'esecuzione e 45.100 per l'impressione), tre centesimi di punti più del preliminare. Il Canada è davanti con 90.300 (45.000 e 45.300). “Il punteggio è relativo – commenta capitan Manili – in questi ultimi anni criteri e parametri si sono abbassati. Conta di più il piazzamento, anche se noi puntavamo al quinto posto, ed è importante esserci avvicinate alle canadesi. Entrare in acqua sapendo che non ci sono più quei tre/quattro punti di differenza è tutta un'altra cosa, anche a livello psicologico. Nel libero presentiamo due esercizi con i quali non ci siamo mai affrontate. Confidiamo anche in questo per superarle”. Medaglia d'oro e titolo mondiale alla Russia con 96.600, argento alla Spagna con 94.400 e bronzo all'Ucraina con 93.300.
La competizione. Le squadre cominciano con un salto doppio (esercizio obbligato) e ciascuna sceglie quale. La Francia va davanti alla Grecia con un eserizio che supera i 3 minuti e dura 5 secondi più dell'altro: 87.200 per le francesi contro gli 86.400 delle greche. L'esercizio più breve è quello delle olandesi (2'48”) che chiudono all'ultimo posto. Le azzurre sono ottave in ordine di apparizione e in tre minuti di esercizio ricevono 89.900 punti e sono dietro soltanto all'Ucraina (93.300). Entrano in acqua le russe e scattano avanti a tutte con 96.600. Il Canada riceve 90.300 (per finre quinto) e la Spagna si piazza alle spalle della Russia con 94.400. Il Giappone è ultimo in ordine di apparizione e con 92.200 si piazza ai piedi del podio.
Le nostre ragazze partivano dal sesto posto dei preliminari di due giorni fa, con 89.600 (44.500 e 45.100) e i complimenti del commissario tecnico Patrizia Giallombardo che le guidicava avanti al Canada. Anche in finale avrebbero meritato di più ma il gap con le canadesi è stato ridotto notevolmente: a Shanghai c'erano 3.700 punti di differenza, a Barcellona sono 0.400. “Mi sono piaciute molto”, conferma il ct. Ai mondali di Shanghai, il 19 luglio 2011, sono state settime con 90.700 (45.400 e 45.300). Per 6/8 la squadra è rimasta la stessa, le novità sono Lapi e Schiesaro al posto di Fiorentini e Re.


Nel team tech rispetto al free la differenza principale sono gli esercizi obbligati: salti, barracuda con piroetta, nova con spirale, boost e braccia, una sequenza con cambi e il rocket split (scambi di spaccate, avvitamenti, discesa verticale).


Domani pomeriggio alle 18 c'è il team free e venerdì 26 la finale. Alle 9 di domani mattina torna in gara anche il duo Linda Cerruti-Costanza Ferro con i preliminari del libero. La finale a dodici c'è giovedì 25 luglio.


La squadra è allenata dai tecnici federali Roberta Farinelli e Giovanna Burlando, che cura anche le coreografie. Entrambe ex atlete di livello, Roberta ha partecipato ad una Olimpiade e Giovanna a tre. La Farinelli è nello staff della Nazionale assoluta dal 2006 e prima era alla giovanile; la Burlando collabora con lo staff azzurro dal 2004 e dal 2011 ne fa parte stabilmente. “Abbiamo cambiato la musica del combo – spiega Giovanna – e mantenuto quelle della squadra con alcuni arrangiamenti”. Per il libero combinato è stato scelto Pinocchio di Comencini e Piovani, la squadra tecnica si esibisce sulle note di Bidibidop del Club des Belugas e la squadra libera sulla musica originale Mac Shake, ideata da Hidden Parts per la Nazionale italiana di nuoto sincronizzato in occasione degli Europei di Eindhoven 2012. Il team azzurro è guidato dal consigliere federale delegato al sincronizzato Antonio De Pascale. Il commissario tecnico è Patrizia Giallombardo e completano lo staff il tecnico federale Yumiko Tomomatsu e il fisioterapista Alessandro Capacchione.