Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Combo, gran finale

Sincro
images/joomlart/article/397aa357dcde2a3151a3bd7b66759f11.jpg

L'Italia è sesta nel libero combinato. E soddisfatta dei suoi progressi. L'esercizio azzurro è stato l'ultimo in ordine di apparizione. Le 10 ragazze, che da ieri sono entrate nella storia del sincro italiano con il quinto posto nel team free, questa sera si sono congedate da Barcellona 2013 muovendosi sulle note di Pinocchio. Una prova con due doppi, un trio, tre singoli e varie coreografie. Tutto concentrato in 4'37”6. 
Hanno totalizzato 89.550 punti, 44.580 di merito tecnico e 44.970 di impressione artistica. Le canadesi sono quinte ma vicine con 90.410 punti. Il capitano Manila Flamini parla a nome della squadra. “Abbiamo ridotto il gap dal Canada, adesso gli stiamo a nove decimi. Dobbiamo rivedere le spinte, possiamo farle più alte. Siamo contente di questo mondiale e vogliamo salutare Federica Sala che si è allenata con noi tutto l'anno. Siamo in 13 e una doveva restare in Italia”.
Costumi differenti per raccontare la storia di Pinocchio. C'è Mangiafuoco Camilla Cattaneo, c'è la fata Giulia Lapi, ci sono il Gatto Sara Sgarzi e la Volpe Elisa Bozzo, c'è Geppetto Mariangela Perrupato e c'è Pinocchio Manila Flamini. “I costumi li ho disegnati insieme a mia mamma Daniela Pecci – dice Manila – con l'aiuto della sarta Susanna De Angelis. Oggi è il compleanno di mia madre e le faccio tanti auguri”. I due doppi erano Pinocchio e Geppetto e il Gatto e la Volpe; i tre singoli li ha fatti tutti la Fata; il trio era composto da Pinoccho, il Gatto e la Volpe. Le altre a fare coreografia. 
Ha vinto la Russia con 97.060 (48.650 di merito tecnico e 48.410 di impressione artistica), seconda la Spagna con 94.620 e terza l'Ucraina con 93.350. Quarto posto al Giappone (92.020) che non ci sembra più così irraggiungibile.
Dopo otto giorni di gare si è concluso il mundial di nuoto sincronizzato. Le sincronette rientrano. Da domani mattina il Palau Saint Jordi riceve il nuoto in corsia fino al 4 agosto.

Il bilancio del consigliere federale delegato al sincro Antonio De Pascale. “Un bilancio decisamente positivo. È il miglior mondale e la migliore manifestazione internazionale da quattro anni a questa parte, sotto tutti i punti di vista. Brillano il quinto posto del team free e i sesti posti del team tech, del combo e del duo libero. Una nota particolare la meritano il quinto posto della squadra libera che migliora sensibilmente il piazzamento di Shanghai 2011 e il sesto del duo libero, giovane, che è stato rinnovato. In tutti e due questi esercizi un altro dato importante è il sorpasso sul Canada che è una Nazione tradizionalmente ai vertici del nuoto sincronizzato e che negli anni è stata sempre davanti a noi. Buon rendimento anche di Linda Cerruti che nel solo tecnico guadagna una posizione rispetto al mondiale 2011 e nel solo libero è incappata in una giornata contraria. L'attendiamo il prossimo anno per vederla esprimere tutte le sue potenzialità”. “Non bisonga sedersi sugli allori – continua De Pascale - C'è ancora molto da migliorare in tutti i campi, tecnica, preparazione fisica, coreografie, musiche, per cercare di matenere questo trend, che è in miglioramento deciso rispetto agli anni passati. Abbiamo anche cercato di presentare musiche italiane che sicuramente non hanno nulla da invidiare a nessun'altra Nazione, in particolare le musiche ispirate al Macbeth di Verdi, quelle del Barbiere di Siviglia del duo libero e quelle di Piovani tratte dalla Vita è bella di Benigni e dal Pinocchio di Comencini che hanno tutte suscitato, in particolare quest'ultima per la sua originalità, i consensi del pubblico e delle giurie. Voglio ringraziare e complimentarmi con tutta la squadra, atlete in primis, con il comissario tecnico, con gli allenatori, i preparatori atletici, i fisioterapisti, e tutti quelli che hanno collaborato in questo anno sportivo. Ora ci prepariamo alla prossima stagione che vedrà come manifestazione principale gli Eurpoei di Berlino con grande fiducia, con ottimismo, con forte voglia di lavorare e anche con sufficiente spirito critico per individuare e correggere eventuali punti di debolezza”.

Le azzurre del combo. Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Camilla Cattaneo, Francesca Deidda, Manila Flamini, Giulia Lapi, Mariangela Perrupato, Alessia Pezone, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi; riserve Linda Cerruti e Costanza Ferro.