instagram

Mondiali. Team tech di bronzo e nella storia. Nuovo free di Cerruti-Ferro.

Sincro
images/large/20220621_AMas_ITALYAM0_1362.JPG

Un’altra finale e un’altra bella sorpresa. Storica come le due precedenti di lunedì. Il team tech delle nostre “supereroine” è di bronzo con 91.0191 punti (27.3000 per l’esecuzione, 27.5000 per l’impressione artistica e 36.2191 per gli elementi) dietro soltanto alla Cina, già vice campionessa mondiale in Corea, e al Giappone, che a Gwangju era finito quarto. L’oro cinese è stato stimato 94.7202 (nello specifico 28.7000, 28.6000 e 37.4202), l’argento giapponese 92.2261 con quasi due punti e mezzo di ritardo. Le ragazze della Repubblica cinese catturano il pubblico già con l’ingresso e il primo salto. Il rosso dei costumi, delle bandiere e t-shirt dei supporters colora acqua e tribune.
E’ la medaglia numero 11 dell’Italia del sincro ai campionati del mondo, la prima con la squadra, e va ad eguagliare il numero di metalli pregiati conquistati nell’edizione precedente. Restano ancora quattro giornate di gare per migliorare anche questo record.
Le nostre Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, il capitano Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru ed Enrica Piccoli - guidate dal direttore tecnico Patrizia Giallombardo e dal tecnico responsabile degli esercizi di squadra Roberta Farinelli - si presentavano già con il terzo punteggio dopo il preliminare (89.5775). Si migliorano di un punto e mezzo mentre la Grecia rimane a distanza siderale (quinta con 87.2261) superata anche dalla Francia (quarta con 88.3558). “Ma non c’era da preoccuparsene questa volta - sono tutte d’accordo nel dirlo – la differenza è stata subito evidente”.

LE DICHIARAZIONI DELLE PROTAGONISTE. “Una medaglia che pesa tanto e che porteremo nel cuore per tutta la vita – dice Linda Cerruti con gli occhi ancora lucidi per la gioia – Questo Mondiale ci sta regalando delle emozioni profonde e indescrivibili. La seconda soddisfazione dopo quella con il libero combinato che ci ripaga delle tante ore di lavoro e che meritiamo veramente”.
“Linda ed io oggi avevamo due gare e siamo arrivate alla finale un po’ più calde – continua l’altra doppista Costanza Ferro – E’ stata un’altra giornata intensa ed è stato bellissimo averla vissuta. Siamo felici e non vogliamo fermarci fino alla fine del Mondiale”.
“Siamo super soddisfatte e possiamo fare anche meglio – afferma il capitano Gemma Galli – e lavoreremo per affinare quelle cose che non facciamo ancora alla perfezione. Quando finiamo, saliamo sulla pedana e vediamo il punteggio l’emozione è grande. La gara ce la godiamo ma facciamo anche tanta fatica”. Come nelle gambe finali dove rimangono a testa in giù per tanto tempo, secondi interminabili, offrendo uno spettacolo straordinario a chi le guarda. “Tutta testa e cuore”.

IL TEMA E LE MUSICHE DEL TEAM TECH ITALY. “Ci sentiamo vicini ai supereroi quando lottano con tutte le loro forze difendendo, proteggendo e rassicurando. D’istinto è sembrata un’onda anomala. Un istante dopo arrivava la ragione. Lo smarrimento è durato un secondo, poi ci siamo guardate attorno e abbiamo pensato che, certo, vedere le Olimpiadi rinviate non era il massimo, ma lo sport, per quanto sia importante, non è la parte più importante della vita. Il momento è stato e resta drammatico per tante persone. C’è chi muore, chi è in ospedale, chi vede andar via i propri cari, chi non sa se domani avrà ancora un lavoro e allora capisci subito che il dramma è altrove”.
La nostra squadra Nazionale sceglie sempre temi importanti per comunicare le proprie idee. Lo sport è un’arte e come tale rappresenta, scandisce e influenza da sempre la vita quotidiana. Otto ragazze spavalde e talentuose che dalla piscina vogliono trasmettere al mondo le proprie idee, il proprio coraggio, la fiducia e la solidarietà, anche e soprattutto in questo momento di ripresa e ritorno alla normalità, in cui non mancano però altre tragedie da affrontare e superare tutti insieme. Così nasce Super Eroi con la musica We Can Be Superheroes di Antongiulio Frulio e la coreografia dello staff tecnico azzurro.

IL NUOVO FREE DI CERRUTI-FERRO. Flussi spezzati e dinamiche interrotte che rimandano ai robot, le macchine che simulano e replicano il movimento dell’uomo. Ma l'intelligenza e l'emotività umana si ribellano riscoprendo il cuore.
Con il loro esercizio libero, completamente nuovo, Linda Cerruti e Costanza Ferro sono le prime della giornata ad esibirsi. Si tuffano in acqua quando il sole deve ancora scaldare l’aria e la brezza che scuote la vegetazione sull’Isola Margherita fa venire la pelle d’oca. E’ sempre difficile essere le prime. Anche per questo motivo fino all’edizione precedente era prevista la figura della pre swimmer sia per i tecnici che per i liberi ma quest’anno è assente.
Con la musica di Robot boys return, degli autori Robotboys Change the Formality e infected Mushroom, e la coreografia del trio Vlada Chigireva, Aleksandra Patskevic e Svetlana Romashina (le stesse che hanno curato il libero combinato che lunedì ha conquistato la medaglia di bronzo) superano quota novanta e mezzo e guidano la classifica provvisoria del preliminare (90.5333) al termine del primo gruppo da 15 e scendono al quarto posto al termine dei 18 esercizi del secondo. Sono avanti alle spagnole Alisa Ozhogina Ozhogin e Iris Tio Casas (89.9667) e alle sempre insidiose greche Evangelia Platanioti e Sofia Malkogeorgou (89.3667). Questa mattina Linda e Costanza, gasate dal bronzo col combo, hanno convinto di nuovo le giurie che hanno attribuito 27.2000 per l’esecuzione, 36.1333 per l’impressione e 27.2000 per la difficoltà.
Dall'altro gruppo le tre coppie gemelle occupano le prime tre posizioni generali riproponendo di fatto il podio della finale del doppio tecnico. Avanti le cinesi Liuyi e Qianyi Wang con 94.5667 (28.5000, 37.8667 e 28.2000), tallonate dalle ucraine Maryna e Vladyslava Aleksiva in ritardo di poco più di mezzo punto (94.0000) e più distanti, ma difficili da raggiungere, le austriache Anna Maria e Eirini Alexandri (92.0667).

Risultati e azzurri in gara domani

Venerdì 17 giugno – 1^ giornata

Solo tecnico - preliminari
1. Yukiko Inui (JPN) 91.9189
2. Marta Fiedina (UKR) 90.9382
3. Evangelia Platanioti (GRE) 88.6163
4. Linda Cerruti (ITA) 88.6075

Duo tecnico - preliminari
1. Liuyi Wang/Qianyi Wang (CHN) 92.6378
2. Maryna Aleksiva e Vladyslava Aleksiva (UKR) 91.8565
3. Anna Maria Alexandri/Eirini Alexandri (AUT) 90.2869
4. Moe Higa/Megumu Yoshida (JPN) 90.0294
5. Linda Cerruti/Costanza Ferro (ITA) 89.4116

Sabato 18 giugno – 2^ giornata

Libero combinato - preliminari
1. Ucraina 93.9333
2. Giappone 92.8333
3. Italia 90.9667
(Cavanna, Cerruti, Di Camillo, Ferro, Galli, Iacoacci, Murru, Piccoli, Sala, Zunino)

Duo misto tecnico - preliminare
1. Giorgio Minisini/Lucrezia Ruggiero (ITA) 88.5734
2. Sato Tomoka/Sato Yotaro (JPN) 85.8085
3. Shi Haoyu/Zhang Yiyao (CHN) 84.8232

Solo tecnico - finale
1. Yukiko Inui (JPN) 92.8662
2. Marta Fiedina (UKR) 91.9555
3. Evangelia Platanioti (GRE) 89.5110
4. Linda Cerruti (ITA) 89.0142
 
Domenica 19 giugno – 3^ giornata

Squadra tecnica - preliminare
1. Cina 94.0039
2. Giappone 91.2049
3. Italia 89.5775
(Cavanna, Cerruti, Di Camillo, Ferro, Galli, Iacoacci, Murru, Piccoli)

Duo tecnico - finale
1. Liuyi Wang/Qianyi Wang (CHN) 93.7536
2. Maryna Aleksiva e Vladyslava Aleksiva (UKR) 91.8617
3. Anna Maria Alexandri/Eirini Alexandri (AUT) 91.2622
4. Moe Higa/Megumu Yoshida (JPN) 89.9444
5. Linda Cerruti/Costanza Ferro (ITA) 89.8733

Lunedì 20 giugno – 4^ giornata

Solo libero
1. Yukiko Inui (JPN) 94.5567
2. Marta Fiedina (UKR) 92.6333
3. Evangelia Platanioti (GRE) 90.4000
4. Linda Cerruti (ITA) 89.0142 90.2667

Duo misto tecnico Finale
1. Giorgio Minisini/Lucrezia Ruggiero (ITA) 89.2685
2. Sato Tomoka/Sato Yotaro (JPN) 86.5939
3. Shi Haoyu/Zhang Yiyao (CHN) 86.4425

Libero combinato Finale
1. Ucraina 95.0333
2. Giappone.93.5667
3. Italia 92.0333
(Cavanna, Cerruti, Di Camillo, Ferro, Galli, Iacoacci, Murru, Piccoli, Sala, Zunino)

Martedì 21 giugno – 5 giornata

Duo libero
1. Liuyi Wang/Qianyi Wang (CHN) 94.5667
2. Maryna Aleksiva e Vladyslava Aleksiva (UKR) 94.0000
3. Anna Maria Alexandri/Eirini Alexandri (AUT) 92.0667
4. Linda Cerruti/Costanza Ferro (ITA) 90.5333

Squadra tecnica Finale
1. Cina 94.7201
2. Giappone 92.2261
3. Italia 91.0191
(Cavanna, Cerruti, Di Camillo, Ferro, Galli, Iacoacci, Murru, Piccoli)

Mercoledì 22 giugno – 6 giornata

10.00 Squadra libera
Italia (Cavanna, Cerruti, Di Camillo, Ferro, Galli, Iacoacci, Murru, Piccoli)
16.00 Solo libero Finale
Linda Cerruti (ITA)

Foto di Andrea Masini/DBM
L'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.