Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Team free quarto nel preliminare

Sincro
images/joomlart/article/fbf29300f37718198e716d1de32f855f.jpg

Gli Europei di sicronizzato al Scotstoun Sport Campus di Glasgow si aprono con i preliminary del free routine della squadra. Le azzurre sono quarte con 90.8333 punti ma non sono soddisfatte della loro prestazione, soprattutto dell'esecuzione tecnica, dove ricevono 27.0000. Meglio l'impressione artistca con 36.5333, mentre per la difficotlà ottengono 27.3000. "Abbiamo nuotato male e sbagliato una spinta - spiega il direttore tecnico della Nazionale Patrizia Giallombardo - e il punteggio di oggi ci sta tutto. Ora starà a noi migliorarci in finale per raggiungere un risultato più soddisfacente". "Sono mancati energia e carisma e in finale dovranno tirare furi tutta la forza", aggiunge Anna Tarres, 51enne di Barcellona, da quest'anno deputata al Parlamento della Catalogna, ex responsabile della squadra nazionale spagnola, che ha collaborato con l'Ucraina in occasione dei Giochi Olimpici 2016 e attualmente collabora con Israele e con l'Italia per la coreografia della squadra. Rispetto alle otto in acqua ai mondiali di Budapest 2017 c'è la novità di Costanza Di Camillo, 23anni romana, tesserata con Marina Militare e Rari Nantes Savona e allenata dal binomio tecnico Anastasia Ermakova-Benedetta Parisella, che in Ungheria aveva gareggato nel combo (quarto) da esordiente.
L'esercizio, invece, è rinnovato per metà: "Un esperimento con il tempo", si ispira all'omonimo libro del filosofo ed ingegnere aeronautico britannico John William Dunne, pubblicato per la prima volta nel 1927, che analizza i temi dei sogni precognitivi e la teoria del tempo chiamata serialismo (che in musica è un metodo di composizione che utilizza una serie elementi differenti). Le musiche sono curate dal nostro Michele Braga, 41enne romano, che collabora con Nazionale di nuoto sincronizzato dal 2015, che ha firmato, tra le altre, la musica dell'Urlo da Lampedusa con la quale Giorgio Minisini e Manila Flamini hanno trionfato lo scorso luglio ai mondiali. Braga - compositore e musicista autodidatta che si è perfezionato con il Maestro Alessandro Cusatelli - dedica gran parte del suo lavoro al cinema e nel 2015 ha composto le musiche per la colonna sonora del film supereroistico italiano "Lo chiamavano Jeeg Robot" insieme al regista Gabriele Mainetti, ma vanta anche collaborazioni importanti nel rock italiano, su tutte quella con Piero Pelù con cui è stato in tournee dal 2004 al 2006. Per il team free azzurro ha composto "An Experiment with time" a quattro mani insieme alla spagnola Mariona Casanovas. "Ci sarà modo di riscattarci in finale", assicura Patrizia Giallombardo, che confida nelle proprie atlete. "Le potenzialità le abbiamo".
La finale è in programma già domani, sabato 4 agosto, alle 14.30 italiane (le 13.30 locali) in diretta su Rai 2 con la telecronaca di Enrico Cattaneo e il commento tecnico di Paola Celli. Nella classifica provvisoria la Russia è davanti a tutte con 95.5000 punti (28.3000, 38.4000, 28.8000), l'Ucraina è seconda con 93.4333 (27.6000, 37.7333, 28.1000) e la Spagna terza con 91.3333 (27.3000, 36.5333, 27.5000). Al momento l'Italia è lontana dal podio 0,5000 punti. La squadra - allenata dal DT Patrizia Giallombardo e dal tecnico federale Roberta Farinelli - è composta da Beatrice Callegari, Linda Cerruti, Francesca Deidda, Costanza Di Camillo, Costana Ferro, Gemma Galli, Alessia Pezone e Enrica Piccoli; riserve Domiziana Cavanna e Federica Sala,

Foto Pasquale Mesiano/Deepbluemedia.eu