Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Olimpiadi di Londra Lapi-Perrupato, OK!

Sincro
images/joomlart/article/2f6d5d874a9df29f9ba986b3bf960ec2.jpg

Il doppio azzurro esordisce con il settimo posto nel tecnico e 90.700 punti. In testa ci sono le russe Ishchenko e Romashina con 98.200. Il 6 agosto alle 16 c'è l'esercizio libero

LONDRA
Lustrini e paillettes. L'Aquatics Centre di Londra passa il testimone al nuoto sincronizzato. La prima gara olimpica è il duo tecnico. Lunedì 6 agosto ci sarà il libero e martedì 7 la finale. Ventiquattro coppie al via e le migliori dodici di tecnico e libero saranno promosse in finale, dove ripeteranno l’esercizio libero portandosi dietro il punteggio del tecnico. La gara di oggi assume un’importanza rilevante ai fini della classifica. Giulia Lapi e Mariangela Perrupato cominciano bene e con 90.700 punti si classificano al settimo posto, in attesa dell’esercizio libero di lunedì 6 agosto alle 16 e con l’augurio di migliorarsi ancora.
 
La gara. L’Italia è la sesta in ordine di apparizione. Costumi verdi fluorescenti. Nei 2’32” a disposizione (il libero dura di più) Giulia Lapi e Mariangela Perrupato si sono mosse con eleganza sulle note di Gorge in giungle (musica celtica) e con la nuova coreografia del tecnico federale Yumiko Tomomatsu, che da quest’anno segue il duo, applicata sulla base del programma dello scorso anno. Per loro 90.700 punti (45.100 per l’esecuzione e 45.600 per l’impressione artistica). Insieme alla Tomomatsu, a seguire l’esibizione di Giulia e Mariangela, a bordo piscina c’è il commissario tecnico della Nazionale di nuoto sincronizzato Patrizia Giallombardo.
Le prime a entrare in acqua sono le statunitensi Mary Killman e Mariya Koroleva con il ritmo incalzante di freedom e la voce di Aretha Franklin. Per loro 87.900 punti. A seguire le spagnole, catalane, Ona Carbonell Ballestero e Andrea Fuentes Fache, bronzo ai Mondiali di Shanghai, tra le favorite, che nuotano un flamenco e ricevono 96.000 punti e chiudono terze. Il miglior punteggio lo ottengono le russe Natalia Ishchenko e Svetlana Romashina con 98.200 (48.900 e 49.300). Seconde le cinesi Huang e Liu con 96.100. Davanti all’Italia, quarte, quinte e seste, anche le coppie di Canada (94.500), Giappone (93.200) e Ucraina (92.200).   
 
I commenti. “We are very happy. Siamo molto felici” dicono in coro. Giulia Lapi. “Era importante dare il massimo, ad alzare il punteggio ci proviamo con il long, in cui speriamo di ottenere qualcosa in più rispetto a oggi. Voglio dedicare questa gara a papà che è rimasto fuori dalla piscina. A vedermi in tribuna c’era la mamma”. Mariangela Perrupato. “Un’emozione indescrivibile, che leva il fiato. Questa gara ce la siamo goduta e siamo contente che il lavoro svolto fin qui sia stato ripagato”. 
 
Una coppia recente e già affiatata. Giulia Lapi e Mariangela Perrupato fanno coppia fissa dai Mondiali di Shanghai 2011, dove si classificarono settime. Insieme hanno gareggiato in Cina, alla qualificazione olimpica del 20 aprile di quest’anno a Londra (quinte con 91.270 nel libero e 90.200 nel tecnico) e agli Europei di Eindhoven 2012, dove hanno raggiunto il quarto posto e dove, con la squadra, hanno vinto la medaglia di bronzo. Oltre al Savona Synchro di inizio giugno che hanno vinto con 92.088 punti (46.013 di merito tecnico e 46.075 di impressione artistica).
 
I profili del doppio azzurro. Giulia Lapi, genovese, 27 anni da compiere il 5 novembre, è tesserata per Fiamme Oro Roma e Rari Nantes Savona e allenata da Marcella Bertonasco e Laura Picasso; Mariangela Perrupato, nata a Castrovillari e ligure di adozione, 24 anni il 15 settembre prossimo, nuota per le Fiamme Oro Roma e l’Aurelia Nuoto Unicusano, è allenata dal tecnico federale Roberta Farinelli. 
  
Risultati completi
 
Olimpiadi day by day
 
Lo speciale con programma e schede




Massimo Cicerchia