Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Scompare Travaglio, pioniere delle maratone

Fondo

Questa notte è scomparso a Padova Giulio Travaglio, grandissimo campione del nuoto di fondo, tra i pionieri della specialità ed unico italiano a vincere la Capri-Napoli di cui è assoluto primatista con cinque successi ottenuti tra il 1965 ed il 1968 e nel 1970. Aveva 71 anni. Lascia la moglie Maria e due figle, Manuela e Giorgia, a cui il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, il presidente onorario Salvatore Montella, i vice presidenti Lorenzo Ravina, Manuela Dalla Valle e Francesco Postiglione, il segretario generale Antonello Panza, il consiglio e gli uffici federali e tutto il mondo del nuoto di fondo italiano formulano le più sentite condoglianze.
Nato e cresciuto a Baia, in provincia di Napoli, Giulio Travaglio gira il mondo fin dall'adolescenza per sfidare i grandi campioni del nuoto di fondo che negli anni sessanta-settanta erano per lo più di origine egiziana, siriana, sudamericana. Terminata la carriera sportiva, lavora per Alitalia con la qualifica di capo-cabina fino alla pensione. Le esequie si svolgeranno a Padova. Avrebbe espresso il desiderio di essere cremato e di spargere le sue ceneri nelle acque del golfo di Baia.