Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Verso categoria e assoluti. Il punto di Oscar Bertone

Tuffi
images/large/20190526_GPer_GP24916Bertone4040404040408072020.jpg

Ventidue giorni ai campionati italiani di categoria di Roma (30 luglio-2 agosto), un mese o poco meno agli Assoluti estivi di Bolzano (5-7 agosto). Sarebbero stati appuntamenti di passaggio, se ci trovassimo in una stagione come le altre, ma l'emergenza Covid-19 ha reso tutto straordinario, stravolto calendari e posticipato grandi eventi (europei, olimpiadi di Tokyo e Grand Prix). L'Italia dei tuffi si ritroverà nella Capitale e in Alto Adige, per due eventi che sanno di rinascita e di ritorno alla normalità, dopo novanta giorni difficili soprattutto psicologicamente per gli atleti mai abbandonati e sempre seguiti, anche con sedute collettive via Zoom, dal direttore tecnico Oscar Bertone che analizza il momento degli azzurri e non solo. "Sono curioso di vedere quali saranno i numeri, soprattutto a Roma, e a che punto è la base: molti giovani hanno ripreso ad allenarsi da pochi giorni, a Torino le piscine hanno riaperto a fine giugno, e non so se siano già in condizione di gareggiare e quindi di essere presenti. L'elite, invece, è riuscita a rimettersi in tempi rapidi sulla retta via e mi sembra anche nel migliore dei modi. Ho trovato in splendida forma Tocci, Bertocchi, Larsen e Pellacani che però ha sofferto un po' lo stop, soprattutto quello delle competizioni, essendo una garista per eccellenza; bene anche Marsaglia che, seppur leggermente indietro nella condizione fisica, ha fin da subito tuffato in allenamento il suo programma. Gli Assoluti rappresentano per gli atleti di interesse nazionale la vera ripartenza dopo il lockdown; abbiamo voluto dargli, insieme alla Federazione Italiana Nuoto, un obiettivo a breve termine per presentare un importante piano gara - conclude Bertone - Dopo Bolzano gli azzurri staccheranno la spina per due settimane, ne hanno bisogno dopo un periodo così probante, e poi torneranno ad allenarsi a settembre per mettere nel mirino il Grand Prix FINA, in programma a novembre sempre nel capoluogo altoatesino, e la qualificazione alla World Cup che metterà in palio i pass olimpici".

Regolamento Assoluti.  Qualche variazione nella formula dei campionati italiani Assoluti. Finale diretta indipendentemente dal numero di coppie partecipanti per le prove sincronizzate. Le gare dal metro prevederanno invece un’eliminatoria che qualificherà i primi otto partecipanti, più eventuali atleti stranieri.
Novità invece per le gare dal trampolino 3 metri e dalla piattaforma: l’eliminatoria qualificherà i primi quattro atleti in semifinale, e gli atleti dal quinto al dodicesimo posto ai quarti di finale (più un massimo di 4 atleti stranieri); i quarti di finale qualificheranno i primi quattro atleti in semifinale (più un massimo di due atleti stranieri), per un totale di otto. La semifinale porterà un’ulteriore scrematura da otto a quattro partecipanti (più un massimo di due atleti stranieri) che accederanno alla finale.