Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Tocci e Bertocchi in finale da 1 metro

Tuffi
images/large/FIN_Diving_20190712_STA2008.jpg

Il primo mondiale coreano di tuffi si apre con i preliminari da un metro. Al Nambu University Municipal Aquatics Center di Gwangju sono 44 gli uomini e 43 le donne e 479 i salti complessivi; si va subito in finale dove c'è posto per i migliori dodici. La finale da un metro femminile c'è già sabato alle 15.30 e quella maschile domenica sempre alle 15.30 locali, quando in Italia sono le 8.30 del mattino. Giovanni Tocci ed Elena Bertocchi guadagnano la finale, Lorenzo Marsaglia pensa già alla prossima gara. Sabato in finale (diretta) anche Noemi Batki e Maicol Verzotto nella piattaforma sincro mista alle 13.00 (le 6 del mattino italiano). Giovanni Tocci, dopo un mezzo passo falso a metà gara, dove sporca il doppio e mezzo indietro, si rialza nella seconda parte e infila una serie positiva di tre salti che gli fanno raggungere l'ottava posizione ed un punteggio complessivo di 357.50. Lorenzo Marsaglia, che invece parte meglio del compagno di squadra e di sincro, sbaglia anche lui il doppio e mezzo indietro, dopodichè non ha più il tempo e la forza per risalire; chiude ventiseiesimo con 320.45 ma sorride lo stesso. Davanti a tutti ci sono i cinesi Zongyuan Wang con 429.40 e Janfeng Peng con 410.80. Terzo con 396.10 punti il coreano Haram Woo, salutato dal boato del pubblico, insieme al connazionale Yeongnam Kim che chiude tredicesimo con 349.10 e manca la finale per tre punti. "Ho saltato bene - dice Giovanni Tocci - e sono contento di come ho affrontato la gara. Tranquillo e concentrato. All'inizio pensavo di aver fatto un punteggio più alto, poi vedendo gli ultimi tuffi mi sono accorto che i giudici sono stati particolarmente severi con tutti. Ma va benissimo così. E' stata una gara tirata e un'ottima prova prima della gara sincro che abbiamo sabato insieme a Lorenzo e dove vogliamo far bene. Abbiamo rotto il ghiaccio e sappiamo già cosa fare domani". "Peccato per il quarto tuffo, il doppio e mezzo indietro - continua Lorenzo Marsaglia - ho fatto bene la partenza e sbagliato la parte finale. Ho provato a recuperare ma non ero più tranquillo. Emozione per l'esordio? Alla vigilia pensavo di non sentirla, poi mi ha raggiunto. Domani c'è subito un'altra gara, quella da tre metri insieme a Giovanni che può qualificarci alle Olimpiadi: bisogna salire sul podio e noi ci proviamo".
Elena Bertocchi dopo il terzo turno, nel quale ottiene 47.15 col salto mortale e mezzo in avanti da 7 e 7.5 (entrata quasi perfetta) è quarta con 145.85. Guidano sempre le cinesi Yani Chang e Yiwen Chen che si scambiano di posizione. Nel quarto tuffo, uno e mezzo rovesciato carpiato, si stacca troppo dal trampolino ed  entra in acqua con molti schizzi (36 punti) finendo tredicesima con 181.85, poco meno di quattro punti dietro alla messicana Melnay Hernandez Torres. Ultimo tuffo strappacuore, come il quinto rigore di una finale di coppa: è l'uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo. Tira fuori l'esperienza, controlla l'emozione e fa un buon tuffo dove prende 50.70, ne supera due (la svedese Nilsson e la messicana Torres) e chiude dodicesima con 232.55 punti e qualche brivido finale nel veder saltare le altre. E' prima Yiwen Chen che totalizza 287.95, seguita da Yani Chang con 257.65 punti. "Metà delusa e metà contenta - commenta - ci sono rimasta male ma domani si riparte da zero e lo sport è pieno di grandi imprese. In questo momento ripenso ai mondiali di Budapest e a Nadezhda Bazhina che ha finito col conquistare l'argento dopo essere stata decima nei preliminari. Questa volta le due cinesi sono più forti che a Budapest, credo che si sarà un solo posto sul podio per cui gareggiare e spero che sia mio. Ora sto bene. Sono stata ferma quindici giorni ed ho ripreso ad allenarmi da un mese. Due settimane sono tante".

TOCCI.PRE.1M

Giovanni Tocci, cosentino di Esercito e Cosenza Nuoto, allenato da Lyubov Barsukova, che compirà 25 anni il 31 agosto, è il vice campione europeo dal metro (argento a Edimburgo 2018) e bronzo mondiale di Budapest 2017. La sua scalata verso il top diving internazionale è cominciata dieci anni fa proprio sul trampolino da un metro con il successo agli europei juniores a Budapest 2009. Agli assoluti primaverili ed estivi ha vinto sempre lui: con 443.40 il 29 marzo Torino e 390.90 il 24 maggio a Bolzano.

MARSAGLIA.PRE.1M

Lorenzo Marsaglia, romano dell'Aniene e Marina Militare, 23 anni da compiere a novembre, seguito fin dall'inizio da Benedetta Molaioli, è al suo primo mondiale individuale, dopo che a Budapest 2017 aveva partecipato soltanto nel sincro misto da tre. E' con la Nazionale maggiore da un paio d'anni e si è già messo in mostra per le sue qualità e potezialità. Dopo i due bronzi alle Univesiadi di Taipei 2017 dai tre metri e tre sincro, è arrivato l'exploit europeo a Edimburgo 2018 con i sesti posti nei due trampolini e le medaglie d'argento e di bronzo quest'anno ai Grand Prix di Rostock (argento da tre), Mission Vejo (bronzo da tre sincro) e Bolzano (argento in coppia con Giovanni Tocci e bronzo nei tre metri indiviuali).

BERTOCCHI.PRE.1M

Elena Bertocchi, milanese di Esercito e Canottieri Milano, 25 anni il 19 settembre, allenata da sempre da Dario Scola, è la campionessa d'Europa dei tre metri sincro in coppia con la sedicenne romana Chiara Pellacani, e in carriera dal un metro ha fin qui conquistato quattro medaglie - bronzo Euopei Edimburgo 2018, bronzo Mondiali Budapest 2017, oro Europei di specialità Kiev 2017 e argento Europei Londra 2016 - alle quali si aggiungono i successi agli Eurojunior di Graz 2012 e Helsinki 2010. Agli utlimi assoluti a Bolzano non ha partecipato, perchè bloccata dal mal di schiena. A marzo a Torino aveva vinto da uno con 284.83 punti e si era classificata seconda da tre, alle spalle di Chiara Pellacani.

Così gli azzurri nel preliminare trampolino 1 metro

Lorenzo Marsaglia - ventiseiesimo 320.45
405C doppio e mezzo ritornato raggruppato 66.65
5335D uno e mezzo rovesciato con due avvitamenti e mezzo 50.50
305C doppio e mezzo rovesciato raggruppato 54.00
205C doppio e mezzo indietro raggruppato 36.00
107C triplo e mezzo avanti raggruppato 52.50
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento carpiato 52.80

Giovanni Tocci - ottavo 357.50
105B doppio e mezzo avanti carpiato 55.90
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento carpiato 64.00
205C doppio e mezzo indietro raggruppato 40.00
305C doppio e mezzo rovesciato raggruppato 67.50
107C triplo e mezzo avanti raggruppato 57.00
405C doppio e mezzo ritornato raggruppato 65.10

Elena Bertocchi - dodicesima 232.55
403B uno e mezzo ritornato carpiato 48.00
105B doppio e mezzo in avanti carpiato 50.70
203B uno e mezzo indietro carpiato 47.15
303B uno e mezzo rovesciato carpiato 36.00
5333D uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo 50.70

Programma di sabato 13 luglio
ore 10:00 preliminari m.3 sincro M con Lorenzo Marsaglia e Giovanni Tocci
ore 13:00 FINALE PIATTAFORMA SINCRO MISTO con Noemi Batki e Maicol Verzotto
ore 15:30 FINALE m.1 F con Elena Bertocchi
ore 20:45 FINALE m.3 SINCRO M

Foto Andrea Staccioli/Deepbluemedia.eu