Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

World League. Italia-Olanda 14-16 ai rigori

Pallanuoto
images/large/AD5_5198.JPG

Il Setterosa si piega solo ai rigori contro l'Olanda campione d'Europa, che s'impone a Firenze per 16-14 ai tiri di rigore nella prima stagionale, in World League. E' una partita tutta determinazione e coraggio per le azzurre che, anche sotto di tre, passano in vantaggio per la prima volta sul 12-11 con 48 secondi da giocare. Le orange però la trascinano ai rigori dove si impongono per 4-2. Ottima prestazione di Marletta, autrice di una tripletta. Migliore marcatrici dell'incontro Keuning e Chiappini che ne segnano 4. 

"Abbiamo disputato una buona partita - sottolinea il cittì Paolo Zizza, al debutto sulla panchina dell'Italia - All'inizio abbiamo subito i loro blocchi; poi abbiamo preso le misure e abbiamo reagito attaccando la porta con grande personalità. Sono molto contento dell'atteggiamento delle ragazze. Nei momenti di difficoltà non si sono disunite; non hanno perso di vista le caratteristiche del nostro gioco e sono state brave a ricucire gradualmente lo svantaggio e a portarsi in vantaggio nel finale. Abbiamo concesso qualche gol troppo facilmente. Sono sicuro che non capiterà in futuro".

Italia-Olanda 14-16 dtr (12-12 regolamentari)
Italia: Gorlero, Tabani, Garibotti 3, Avegno 1, Queirolo 1, Aiello, Picozzi, Marletta 3, Emmolo, Palmieri, Chiappini 4, Viacava, Lavi. All. Zizza.
Olanda: Buis, Megens 2, Genee 1, Van Der Sloot, Wolves 1, Stomphorst 1, Joustra, Sevenich, Keuning 4, Voorvelt 2, Van Der Kraats 1, Sleeking, Willemsz. All. Havenga.
Arbitri: Jamaundreu (Esp) e Dreval (Rus).
Note: parziali 2-2, 5-6, 3-3, 2-1; 2-4. Delegato FINA: Koganov (Aze). Willemsz in porta per l'Olanda. Ammoniti i tecnici Zizza (I) e Havenga (O) nel quarto tempo. Uscita per limite di falli Genee (O) a 6'57 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 4/7, Olanda 4/9 + un rigore tirato da Van der Kraats e parato da Gorlero a 4'16 del terzo tempo, sull'8-10. Spettatori 600 circa. Tiri di rigore (4-2 per l'Olanda): Megens parato da Gorlero, Garibotti gol, Stomphorst gol, Marletta parato da Willemsz, Van der Sloot gol, Chiappini parato, Sleeking gol, Quirolo gol, Keuning gol. MVP: Megens (O). 

Cronaca. Primo tempo a due fasi. Nella prima parte l'Olanda si porta sul 2-0 coi gol di Keuning, dal centro e in superiorità; nella seconda Queirolo e Garibotti pareggiano con due conclusioni simili, dal perimetro, eludendo la difesa avversaria che si sviluppa col pressing iniziale che poi diventa zona. Le azzurre non sfruttano la prima e unica superiorità (6'28) mentre ne difendono 2/3. 
Nel secondo parziale l'Olanda raggiunge l'8-5 con Genee (2/5 in superiorità) a 6'43 dopo essere stata avanti tre volte sul +2 (5-3, 6-4, 7-5). Però le azzurre rispondono con Chiappini, autrice di una tripletta nel parziale, di cui due reti con l'uomo in più (2/3), e con Garibotti in meno di un minuto. In apertura Marletta aveva firmato il 3-3.
L'attaccante dell'Ekipe Orizzonte campione d'Italia - che compirà 24 anni sabato prossimo contro il CSS Verona - completa la rimonta in apertura del terzo tempo. Però l'Olanda scappa di nuovo e ha la possibilità di portarsi nuovamente sul +3. Sul 10-8, invece, Gorlero para il rigore di Van der Kraats a 4'16 e Avegno accorcia per il 10-9 e 3/4 in superiorità.
L'ultimo periodo si apre sull'11-10 per le orange, che vengono riprese da Marletta con una morbida e cinica palomba. L'azzurra festeggia il ritorno in nazionale con una tripletta e colpisce anche il palo interno del possibile vantaggio a 3'20 da giocare. Personalità evidente. Nel prosieguo del tempo emerge la fisicità. L'Italia controlla e viene salvata dalla traversa su una girata al centro, ma non passa, almeno fino al primo vantaggio nella partita firmato da Chiappini (migliore marcatrice con 4 gol come l'olandese Keuning) per il 12-11 a 48 secondi dalla sirena in superiorità numerica (4/7). Immediata la replica dell'Olanda con Van der Kraats che trasforma il 4/9 in più con Gorlero imprecisa.
Si va ai rigori dove le campionesse d'Europa risultano più fredde, mentre le azzurre sbagliano con Marletta e Chiappini, tra le migliori in vasca.

consulta il play by play della partita