Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Mercoledì, 06 Febbraio 2008

Pallanuoto: Enzo D'Angelo. Il ricordo della Canottieri Napoli

Enzo D'angelo è morto. E' deceduto stanotte all'Ospedale Paul Brousse alla periferia di Parigi in Ville Juif dove era ricoverato già da qualche mese per un tumore al pancreas. Aveva 57 anni ed  era nato a Bacoli il 22 gennaio del 1951, sposato con Daria, aveva due figlie, Anna e Flora.
E' stato uno dei più grandi campioni giallo-rossi dopo Fritz Dennerlein di cui fu allievo.
Iniziò la sua attività agonistica con la Rari Nantes Napoli e prima di diventare un grande pallanuotista fu anche apprezzato nuotatore come mezzofondista.
Ha partecipato a due Olimpiadi, ha vinto 4 scudetti da giocatore con la Canottieri Napoli nel 73-75-77-79 e sempre con la Canottieri Napoli  vinse a Palerno la Coppa  dei Campioni nel 1977 con questa formazione:
Enzo D'angelo, Guido Criscuolo, Vittorio Formoso, Paolo De Crescenzo, Sergio Pirone, Giovanni Russo, Massimo De Crescenzo, Renè Notarangelo, Maurizio Migliaccio, Carlo Siena, Mario Scotti Galletta - Allenatore Fritz Dennerlein.
Da allenatore vinse lo scudetto nel 1990 e nella stagione successiva portò la Canottieri Napoli alla finale di Coppa dei Campioni; nel 1997 conquistò con la Canottieri Napoli la promozione in A1.
Il rientro della salma di  Enzo D'Angelo dalla Francia è previsto per la serata di venerdì prossimo ed è in via di definizione l'allestimento di una camera ardente. Il rito funebre sarà celebrato tra sabato e domenica presso la parrocchia di San Salvatore ad Arco Felice.

Archivio notizie