Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Domenica, 11 Dicembre 2016

Mondiali. Staffette ok, gran finale azzurro

Giornata di chiusura al WFCU Centre di Windsor, sede dei tredicesimi campionati mondiali in vasca corta. Dopo i due argenti della 4x100 stile libero e della 4x50 mista, protagoniste ancora le staffetta femminili. Nella gara di apertura, centra l'ingresso in finale la 4x50 stile libero: Silvia Di Pietro (24"64), Erika Ferraioli (24"15), Aglaia Pezzato (24"73) e Federica Pellegrini (24"63) chiudono con il sesto crono di 1'38"15. Davanti a tutte le velociste della Danimarca (Jensen, Nielsen, Beckmann, Ottesen) che chiudono in 1'37"38. Per la campionessa mondiale dei 200 stile libero un ingresso soft in acqua dopo due giorni di riposo: "L'importante era passare il turno - dichiara la Pellegrini, a caccia della settima medaglia iridata della carriera. La mattina è sempre difficile avere il ritmo giusto, ora vediamo nel pomeriggio". La ventottenne di Spinea chiuderà anche la 4x100 mista prendendo il testimone della farfalla da Silvia Di Pietro: "Siamo consapevoli di essere competitive - aggiunge la romana protagonista delle due staffette d'argento qui a Windsor - dal momento che decidiamo di scendere in vasca e spendere tante energie, cerchiamo di raggiungere l'obiettivo massimo. Nella mista ho cercato di gestirmi perchè sto accusando di più la fatica". 
In chiusura di mattinata va veloce anche la 4x100 mista con Federica Pellegrini (53"26) ancora protagnista insieme a Silvia Scalia (58"50), Martina Carraro (1'05''66) e Silvia Di Pietro (57''18). Le azzurre chiudono a quinte in 3'54"60 a tre decimi dal record italiano. "Per questa mattina va bene così - ripete Fede che proverà a trascinare entrambe le staffette nel pomeriggio - abbiamo spinto e siamo andate forte. Nel pomeriggio vediamo di migliorarci". In testa gli Stati Uniti (Moffit, Hannis, Gibson, Weir) che chiudono in 3'52"85.

FINALI DEL POMERIGGIO. Piatto ricco nell'ultimo pomeriggio sulla riva desta del fiume Detroit. A partire dalle 60 vasche che attendono l'olimpionico Gregorio Paltrinieri nei "suoi" 1500 stile libero. Il campione e primatista mondiale della distanza non ha deluso le aspettative chiudendo in testa con (14'24"39) le batterie e si prepara a scartare il suo regalo di natale insieme al "gemello diverso" dei Morini's boys, Gabriele Detti, che superate le fatiche della prima giornata nei 400 stile libero, ha centrato l'ingresso nella gara di cui è bronzo olimpico a Rio. Segnale orario 00.37. Corsia 4 per il ventiduenne di Carpi, che all'ultima edizione della rassegna iridata a Doha vinse il primo oro mondiale della carriera, cui seguì il grande slam con il mondiale in lunga a Kazan, l'oro europeo col record mondiale di 14'08"06 - che cancellò il precedente di Grant Hackett vecchio di 14 anni. Corsia 1 invece per Detti che potrà agire indisturbato da outsider. In finale stavolta non ci sarà il cinese Sun Yang (così come a Rio), ma il coreano Park Tae-hwan tornato ai vecchi fasti con due ori nei 200 e 400 stile libero qui a Windsor. Aprirà il programma a mezzanotte la 4x50 stile libero che tenerà di salire sul podio così come quella sulla distanza doppia. Poi sarà la volta di Luca Dotto nella gara "regina" dei 100 stile libero. Una progressione costante per il veneto che torna a giocarsi un podio mondiale in corta dopo quattro anni, quando a Istanbul 2012 fu quarto a due centesimi dalla medaglia. In testa al gruppo l'americano Blake Pieroni, oro olimpico con la 4x100 stile libero. Curiosità per il coreano Park Tae-Hwan, che in corsia sei disputerà la gara regina della velocità dopo i 1500 sl. Si giocherà le sue chances nei 50 rana anche il rinato Fabio Scozzoli, tornato ad un podio mondiale (bronzo nei 100 rana) dopo quattro anni di pausa. Il romagnolo tornato ad Imola con Cesare Casella, partirà col quinto tempo con una prospettiva di migliorare il quinto posto di due anni fa a Doha. In testa, un po' a sorpresa, il russo Kirill Prigoda, campione della 4x50 stile libero, unico sotto i 26 secondi (25"95); poi il campione in carica, il brasiliano Felipe Lima (secondo in 26"08), parimerito con il sudafricano Giulio Zorzi, bronzo a Barcellona 2013 in lunga quando vinse il suo compagno di allenamenti con Dirk Lange in Austria, Cameron Van der Burg.
Tour de force per Silvia di Pietro attesa nella finale dei 50 stile libero dopo le due staffette. La ventitreenne romana parte dal terzo posto delle semifinale avendo nuotato ad un centesimo dal suo record italiano (24"03). Un mondiale fin qui di duro lavoro ma di grandi soddisfazioni come i due argenti conquistati e la prospettiva di tre finali disputare come protagonista. Insieme a lei la compagna di allenamenti con il tecnico Mirko Nozzolillo a Roma, Erika Ferraioli che fu settima due anni fa a Doha. Le azzurre dovranno stavolta metterci il killer istinct che di certo non manca all'olimpionica Ranomi Kromowidjojo, campionessa in carica e già argento nei 100 stile libero, che partirà in corsia quattro. Chiuderà il programma e i campionati la staffetta 4x100 mista che tenterà di scendere sotto il record italiano per ambire a un podio difficile ma non impossibile. 

Domenica 11 dicembre
Ore 15.30 - batterie
4x50 sl F
R.I. Italia (Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Galizi) 1'35"78 il 7/12/2014 ai mondiali di Doha
6. Italia 1'38"15 qual. alla finale
Di Pietro 24"64, Ferraioli 24"15, Pezzato 24"73, Pellegrini 24"63

200 dorso M
nessun italiano in gara

200 rana F
nessuna italiana in gara

4x100 mista M
Nessun italiano in gara

4x100 mista F
R.I. Italia (Barbieri, Castiglioni, Di Liddo, Pezzato) 3'54"32 il 7/12/2014 ai mondiali di Doha
5. Italia 3'54"60 qual. alla finale
Scalia 58"50, Carraro 1'05"66, Di Pietro 57"18, Pellegrini 53"26

Lunedì 12 dicembre
Ore 00.30 - Finali
4x50 SL F
R.I. Italia (Di Pietro, Ferraioli, Pezzato, Galizi) 1'35"78 il 7/12/2014 ai mondiali di Doha
Italia 

1500 SL M
R.M. 14'08"06 di Gregorio Paltrinieri il 4/12/2015 agli europei di Netanya
Gregorio Paltrinieri
Gabriele Detti
 (pp 14'18"00 del 2015)

100 SL M
R.I. 46"04 di Marco Orsi il 19/04/2015 a Riccione
Luca Dotto (pp 46"68 del 2010)

200 RANA F
nessuna italiana in gara

200 DORSO M
nessun italiano in gara

50 RANA M
R.I. 25"72 di Fabio Scozzoli il 10/08/2013 a Berlino
Fabio Scozzoli 

50 SL F
R.I. 24"03 di Silvia Di Pietro il 6/12/2015 agli europei di Netanya
Silvia Di Pietro 
Erika Ferraioli (pp 24"09 del 2014) 

4X100 MISTA M
nessun italiano in gara

4X100 MISTA F
Italia

Vai ai risultati

vai al sito ufficiale

foto G.Scala deepbluemedia.eu
fotoriproduzione vietata

FLASH NEWS

Pallanuoto
23-03-2019