Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa Europa. L'analisi del Cittì Giallombardo

Sincro
images/joomlart/article/1e082b29770b86da81bd2b1447673fc7.jpg

L'Ucraina si è aggiudicata la Coppa Europa 2013 di Nuoto Sincronizzato. La manifestazione continentale che è andata in scena nella piscina Zanelli di Savona nel week end scorso, ha visto le atlete ucraine prevalere nella classifica per Nazioni con 553.41 punti davanti all'Italia 438.96 punti ed alla Spagna 372.04 punti. Per le azzurre un argento nel Libero Combinato (Manila Flamini, Mariangela Perrupato, Elisa Bozzo, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Giulia Lapi, Camilla Cattaneo, Federica Sala, Beatrice Callegari e Alessia Pezone) e un bronzo dalla Squadra (Manila Flamini, Mariangela Perrupato, Elisa Bozzo, Dalila Schiesaro, Sara Sgarzi, Giulia Lapi, Camilla Cattaneo e Beatrice Callegari). Il Duo Linda Cerruti/Costanza Ferro si è piazzato al quinto posto nella gara più campetitiva della manifestazione: "Il bilancio generale è positivo - commenta il Resposabile delle Squadre Nazionali di Nuoto Sincronizzato, Patrizia Gaillombardo - ci sono delle cose da migliorare come il tecnico della squadra o il libero della squadra, soprattuto nella seconda e terza vasca e nei cambi di direzione. Anche il libero combinato è in costruzione, in generale meglio gli esercizi obbligati. Il Doppio, il più giovane del lotto internazionale, ha dimostrato di saper crescere chiudendo al quinto posto ma superando squadre come Francia e Repubblica Ceca che ci avevano preceduto al French Open, ed avvicinando la Grecia ormai a breve distanza. Bisogna dire che gli standard generali si sono abbassati: di solito la Russia chiude il Duo con 99 e qui ha fatto 96, mentre la Spagna, cui faccio i complimenti nonostante il cambio radicale della squadra, che ha chiuso con la media di 93 punti. In vista dei Mondiali a Barcellona lavoreremo tutte insieme dal 12 giugno per affinare i nuovi esercizi e mantenere le posizioni che ci competono a livello mondiale". Gli obiettivi fissati sono il sesto posto con la squadra e il settimo con il doppio.
   
Vai ai risultati completi