Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

4 Nazioni - Città di Roma Torneo all'Italia

News Pallanuoto precedenti
images/joomlart/article/c521e7012b6f0c50b00b71cf7ecf2fa1.jpg

Le Azzurre battono la Grecia 7-5 e, per l'11-7 dell'Olanda sull'Australia, vincono il quadrangolare con una giornata di anticipo. Sotto 3-0, il Setterosa piega le elleniche piazzando un break di 7-0 nelle frazioni centrali

ROMA
L'Italia batte la Grecia 7-5, dopo il successo ottenuto ieri con l'Olanda 10-7, e si aggiudica con una giornata di anticipo il Quattro Nazioni - Torneo Città di Roma di pallanuoto femminile.
Le Azzurre, sotto 3-0, hanno dominato le frazioni centrali chiuse con un parziale di 7-0. Il primo gol dell'Italia lo segna Zanchi lanciata in controfuga da Gigli a 1.54 del secondo tempo. Fino ad allora solo Grecia, avanti 3-0 con due conclusioni dal perimetro di Oikonomopoulou e Gerolymou che già aveva sbloccato lo 0-0 su rigore. Poi il break delle Azzurre aperto dalla Zanchi, autrice anche del 3-3, e proseguito con Di Mario, due controfughe e una superiorità numerica, Bosurgi e Biancardi, due diagonali. La Grecia è tornata al gol solo nel quarto tempo, dopo che Gigli aveva persino parato un rigore a Gerolymou sul 7-3. Negli ultimi due minuti segnano Moraitidou in superiorità numerica (1/6) e Roumpesi su rigore. Troppo poco per fermare un'Italia "determinata in difesa ad eccezione del primo tempo e pratica in attacco", sottolinea il Ct Mauro Maugeri. "Sono molto soddisfatto per la reazione. Non era facile recuperare tre gol alla Grecia - continua il cittì italiano - Invece le ragazze non si sono scomposte e sfruttando velocità e ordine hanno ribaltato il punteggio. Stiamo lavorando bene; sono molto fiducioso per il preolimpico di Imperia".
Successivamente l'Olanda ha battuto l'Australia 11-7, garantendo al Setterosa il primo posto del quadrangolare con una giornata di anticipo.
Le olandesi hanno ipotecato il successo portandosi sul 5-0, massimo vantaggio, con quattro gol di De Bruijn in cinque minuti e hanno legittimato la vittoria tenendo nei tre parziali seguenti chiusi sul 2-2.
 
Italia-Grecia 7-5
Italia: Gigli, Miceli, Biancardi 1, Bosurgi 1, Valkai, Zanchi 2, Di Mario 3, Ragusa, Colaiocco, Pavan, Musumeci, Frassinetti, Bosello. All. Maugeri.
Grecia: Tsouri, Kantzou, Gerolymou 2 (1 rig.), Iosifidou, Liosi, Kozompoli, Oikonomopoulou 1, Roumpesi 1 (rig.), Moraitidou 1, Avramidou, Antonakou, Asimaki, Ellinaki. All. Iosifidis.
Arbitri: Harrod (Aus) e Matache (Rom).
Delegato Len: Perisic (Srb).
Note: parziali 0-2, 4-1, 3-0, 0-2. Uscite per limite di falli Oikonomopoulou (G) a 1.40 del terzo tempo e Ragusa (I) a 1.20 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 2/6, Grecia 1/6 + 3 rigori. Gigli (I) ha parato un rigore a Gerolymou a 2.30 del quarto tempo, sul 7-3. In tribuna il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli; per le Azzurre Gay, Brancati, Rocco e Casanova. Spettatori 600 circa. 
 
Olanda-Australia 11-7
Olanda: Van Der Meijden, Smit, Cabout 2, Hakhverdian, Van Den Ham, De Bruijn 5, Van Belkum 1, Vermeer, Van Den Berg, Guichelaar 1, De Nooy, Koot 2, Klein. All. Van Galen.
Australia: Mc Cormack, Beadswort, Cuffe 2, Rebecca Rippon 1, Fraser 1, Knox 1, Finucane, Jenna Santoromito, Smith 1, Mia Santoromito, Melissa Rippon 1, Hetzel, Brown. All. Mc Fadden.
Arbirti: Juhasz (Ung) e Bonnay (Fra).
Delegato Len: Perisic (Srb).
Note: parziali 5-1, 2-2, 2-2, 2-2. Uscite per limite di falli nel quarto tempo Van Belkum (O) a 4.54, Cuffe (A) e Smit (O) a 6.04. Superiorità numeriche: Olanda 3/9, Australia 2/7. Spettatori 200 circa.


QUATTRO NAZIONI - CITTA' DI ROMA
RISULTATI E CLASSIFICHE
QUATTRO NAZIONI - CITTA' DI ROMA
Piscina del Foro Italico

Lunedì 28 gennaio
Australia-Grecia 10-11
Italia-Olanda 10-7

Martedì 29 gennaio
Italia-Grecia 7-5
Olanda-Australia 11-7

Mercoledì 30 gennaio
9.30 Grecia-Olanda
11.00 Italia-Australia