Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Paltrinieri l’australiano

Nuoto
images/joomlart/article/072cdceedbf15e77f27ee5f2c4d8613c.jpg

Confrontarsi con realtà internazionali non solo in gara. Maturare esperienza. Integrare metodi e fasi dell'allenamento. 
La Federnuoto è lieta di comunicare che Gregorio Paltrinieri (Coopernuoto / Fiamme Oro) sosterrà un periodo di allenamento presso il Melbourne Vicentre Swimming Club, dove si allena l’astro nascente del mezzofondo australiano Mack Horton – il 29 luglio scorso d'argento nei 1500 ai recenti Giochi del Commonwealth, a Glasgow, nonché detentore del terzo stagionale al mondo - sotto la conduzione tecnica di coach Craig Jakson.
Il progetto, del quale si stanno definendo gli ultimi dettagli, si svolgerà a cavallo dei mesi di ottobre e novembre e durerà circa quattro settimane durante le quali Paltrinieri seguirà un programma di allenamento condiviso col suo tecnico Stefano Morini, che sarà in loco per circa dieci giorni.
L'azzurro sarà di ritorno in Italia per rifinire la preparazione in vista dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta, in programma a Doha dal 3 al 7 dicembre prossimi.
Il progetto rappresenta l’inizio di una collaborazione con il club australiano che prevede uno stage di allenamento comune presso il centro federale di Ostia in occasione della 52esima edizione del Trofeo Sette Colli.
Entusiasta Gregorio Paltrinieri. “Sono molto contento per l’occasione che la Federnuoto mi offre. Il progetto s’inserisce nella mia programmazione verso le Olimpiadi di Rio de Janeiro che proseguirà insieme a Morini presso il centro federale di Ostia”.
“Ritengo che sia sempre necessario alimentare stimoli e accrescere l’esperienza degli atleti in relazione a potenzialità ed obiettivi – sottolinea Morini - Questa opportunità è veramente unica: confrontarsi con uno dei giovani mezzofondisti più forti del mondo rappresenta un’importante momento di crescita per tutti noi”.
“Il progetto rientra nella volontà federale di confrontarsi con le migliori scuole natatorie del mondo – ricorda il direttore tecnico della Squadra Nazionale, Cesare Butini - La collaborazione con il club australiano accrescerà anche il nostro movimento tecnico”.


fotografia deepbluemedia.eu