Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Mercoledì da podio. Parla Giuliani

Fondo
images/joomlart/article/3d984d48ae562f7267b4abb61136e056.jpg

Tempo mutevole, temperatura d'inizio autunno, ma acqua tra i 25-26 gradi. La Nazionale di fondo è pronta a tuffarsi nel bacino di "Regattastrecke Grünau", che mercoledì assegnerà le prime medaglie della 32esima edizione dei campionati europei. Alle 10 è in programma la prova femminile sulla distanza olimpica dei 10 chilometri con in gara la campionessa in carica Martina Grimaldi, Miss Europa Rachele Bruni - sei ori e due argenti in carriera - e l'esordiente molto attesa Aurora Ponselè, iscritta anche negli 400, 800 e 1500 stile libero. Alle 13.30 si proseguirà con la 5 chilometri maschile che avrà ai nastri di partenza Nicola Bolzonello, oltre a Simone Ercoli e Luca Ferretti, bronzo in carica ed insieme al compagno di squadra campione del team event.
Il clima è disteso nel ritiro azzurro a non più di un chilometro di distanza dal campo gara, in un contesto caratteristico e bucolico.
I paragoni con l'edizione 2012 di Piombino (4 ori e 3 bronzi) sono banditi perché "non si nuoterà in mare", ma in un bacino piatto, stretto, con arrivo e partenza dallo stesso punto e gli ultimi 400 metri condizionati da una doppia curva che restringerà ulteriormente il campo.
"Saranno determinanti la velocità di base, l'intensità, la voglia di lottare per le posizioni di testa; difficilmente premierà un tattica troppo attendista. Sarà importante arrivare davanti agli ultimi cinquecento metri", sottolinea il cittì Massimo Giuliani, peraltro recentemente eletto sindaco della città di Piombino dopo tanti mandati da assessore.
"La squadra è competitiva e numerosa perché i risultati dei campionati europei rappresentano anche un'importante prova in vista del biennio che ci porterà alle Olimpiadi di Rio de Janeiro - prosegue Giuliani - In stagione abbiamo lavorato molto coinvolgendo i tecnici sociali nei raduni; abbiamo selezionato gruppi più giovani che hanno gareggiato in coppa LEN e più esperti per la coppa del mondo. Abbiamo una squadra eterogenea, ringiovanita e potenzialmente più forte di quella degli ultimi campionati europei, ma le condizioni ambientali saranno completamente diverse dalle onde e correnti del mare e sarà interessante vedere come i ragazzi si adatteranno ad un campo gara disegnato come se fosse un circuito. Nuoteranno in un bacino simile a quello dei campionati mondiali di Montreal 2005 o delle Olimpiadi di Pechino 2008 o dei campionati mondiali di specialità di Roberval. Si formeranno gruppi di atleti in piccoli specchi d'acqua, con scarsa possibilità di movimento. Personalmente preferisco circuiti aperti, dove la scelta del percorso e l'adattamento alle condizioni meteomarine o lacustri risultino importanti. Il nuoto in acque libere nasce per confrontarsi con la natura. Per creare un paragone è come se la maratona o la marcia venissero disputate in circuiti chiusi con un numero prestabilito di giri da compiere. A Piombino, nel 2012, siamo riusciti a coniugare le necessità dettate dalla televisione e dallo spettacolo per il pubblico con le esigenze tecniche e le caratteristiche di questo bellissimo sport. Non sempre ciò avviene".
La squadra italiana è composta da sette donne e nove uomini, con una larga forbice di età formata da atleti esemplari e plurimedagliati come il 35enne Simone Ercoli e il 33enne Valerio Cleri e le esordienti Ilaria Raimondi e Isabella Sinisi, quarant'anni in due. Tra loro c'è l'emergente Aurora Ponselè che potrebbe diventare la prima atleta italiana a gareggiare in una manifestazione internazionale sia nel fondo sia nel nuoto in piscina. "Aurora Ponselè è nel giro della Nazionale da tre anni - continua Giuliani - La notammo ai campionati italiani indoor quando l'allenava Marco Forni alla Pesaro Nuoto e la convocammo per alcuni collegiali. Mostrò subito doti di adattamento non comuni e rispose facilmente agli stimoli in allenamento. L'atleta sta crescendo molto e potrebbe essere un'insidiosa outsider, una piacevole sorpresa nell'arco dei quindici giorni europei. Rispetto ai campionati mondiali di Barcellona mi aspetto un passo in avanti dal gruppo maschile, soprattutto da Matteo Furlan, Federico Vanelli e Simone Ruffini che, seppur sia in azzurro dai campionati mondiali di Roma 2009 ed abbia conquistato podi europei e medaglie nei circuiti internazionali, ha ancora grandi margini di crescita".
Difficile fare previsioni. "Crediamo di aver lavorato bene, ma le risposte ce le daranno le prestazioni. Fisicamente e tecnicamente la squadra è pronta. Concentrazione e determinazione potrebbero essere risorse importanti se le distanze tra gli atleti, come presumibile, resteranno brevi. La concorrenza cresce, soprattutto Germania, Ungheria, Grecia e Russia che stanno lavorando su atleti che sarebbero temibili anche nei 1500. Ormai non si può prescindere da determinate qualità ed è necessario avere a disposizione atleti che abbiano personali non superiori ai 15'30 sui 1500 maschili e 16'30 sui 1500 femminili".
La Nazionale di nuoto in acque libere ha conquistato 47 medaglie europee: 16 d'oro, 13 d'argento e 18 di bronzo; ne mancano tre per arrivare a cifra tonda. 


NUOTO DI FONDO


13 Agosto
10:00 - 10 Km femminile
13:30 - 5 Km maschile


14 Agosto
10:00 - 10 Km maschile
13:30 - 5 Km femminile


16 Agosto
10:00 - Team Event 5 Km


17 Agosto
9:00 - 25 Km maschile e 25 Km femminile


Atlete (7)
Rachele Bruni (Esercito/Forum SC) 5 e 10 Km
Giorgia Consiglio (Esercito / CC Aniene) 5 Km
Alice Franco (Esercito / Asti Nuoto) 25 Km
Martina Grimaldi (Fiamme Oro Roma / Uisp Bologna) 10 e 25 Km
Aurora Ponselè (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene) 10 Km
Ilaria Raimondi (CC Aniene) 25 Km
Isabella Sinisi (CC Aniene) 5 Km
Atleti (9)
Nicola Bolzonello (Carabinieri / Banca Veneto Montebelluna) 5 Km
Valerio Cleri (Esercito / CC Aniene) 25 Km
Simone Ercoli (Fiamme Oro Napoli / TNT Empoli) 5 Km
Luca Ferretti (Marina Militare / Nuoto Livorno) 5 Km
Matteo Furlan (Marina Militare / Team Veneto) 10 Km
Simone Ruffini (Esercito / CC Aniene) 10 Km
Mario Sanzullo (Fiamme Oro Napoli / CC Napoli) 25 Km
Edoardo Stochino (Fiamme Oro Napoli / Nuotatori Genovesi) 25 Km
Federico Vanelli (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene) 10 Km


La composizione del team event sarà comunicata alla vigilia della gara.


Staff. Team leader Stefano Rubaudo; commissario tecnico Massimo Giuliani; vice commissario tecnico Valerio Fusco; tecnico federale Fabio Cuzzani; tecnici Emanuele Sacchi e Giuseppe Palumbo; medico Sergio Crescenzi; fisioterapista Umberto Girelli.