Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Report da Livigno. Il dt Giuliani: "Clima positivo"

Fondo
images/large/fefde750-d6c7-4f6e-9a27-9c203fe60148.jpg

Prosegue la preparazione delle selezioni nazionali in vista degli impegni stagionali che condurranno alle Olimpiadi di Tokyo. Rachele Bruni (Esercito/Aurelia Nuoto), vicecampionessa olimpica e detentrice della coppa del mondo 2019, Arianna Bridi (Esercito/Rari Nantes Trento), campionessa europea dela 25 km, e Dario Verani (Esercito), seguiti dal tecnico federale Fabrizio Antonelli, stanno lavorando in altura, a Livigno, dove si fermeranno fino al 7 febbraio.
Il direttore tecnico della nazionale Massimo Giuliani ha presenziato agli allenamenti per alcuni giorni verificando che: "le sedute proseguono a pieno ritmo sia in vasca sia in palestra". "Il gruppo sta sostenendo un lavoro di alto volume e qualità - sottolinea Giuliani - Antonelli sta dando continuità alla pianificazione condivisa, verificando le risposte degli atleti quotidianamente e ponendo grande attenzione sull'efficienza della bracciata in relazione alla frequenza cardiaca in condizioni di altura. Il clima del gruppo è ottimo malgrado il periodo di stress psico-fisico ed emerge reciproco rispetto e fiducia. Un primo test di verifica sarà a Doha il 15 febbraio in coppa del mondo, ad una settimana dal termine del collegiale in altura".

consulta il calendario della coppa del mondo