Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Giugno 2018 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Dalla volontà dei vertici del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro nasce il progetto. Il presidente Paolo Barelli e il cittì del Setterosa Fabio Conti raccolgono l'opportunità con entusiasmo.
Luogo di molteplici incontri che hanno portato al completamento dell'ambizioso percorso è il centro federale di Ostia, sede di allenamento del Setterosa e di altri atleti stanziali, tra cui Gregorio Paltrinieri, campione olimpico, bimondiale e trieuropeo dei 1500 stile libero tesserato per le Fiamme Oro.
Passione, grinta, determinazione come corollario di una possibilità che si trasforma in realtà, con la firma storica di Rosaria Aiello, Roberta Bianconi e Arianna Garibotti, neo allieve agenti da poche ore. 
La pallanuoto femminile da oggi entra ufficialmente a far parte delle Fiamme Oro, 64 anni dopo la creazione dei gruppi sportivi. 
Nei prossimi sei mesi, parallelamente all'attività sportiva, le atlete seguiranno la scuola di esercitazione, diventando agenti in prova; dopo un anno saranno promosse ad agenti. L'arruolamento è avvenuto presso il Centro di Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena (Trento) nell'ambito di una cerimonia che ha coinvolto 50 atleti provenienti da più discipline, tra cui il nuotatore Thomas Ceccon e le sincronette Francesca Zunino ed Enrica Piccoli. 
Nate nel 1989, quasi 700 presenze in nazionale e protagoniste delle recenti medaglie internazionali conquistate tra cui l'argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, Aiello, Bianconi e Garibotti iniziano un percorso che nel prossimo biennio potrebbe aprire ulteriori posizioni per palombelle rosa. "Grazie alla sensibilità e al sostegno del presidente Paolo Barelli e del presidente dei gruppi sportivi delle Fiamme Oro Francesco Montini, e al contributo del vice presidente, nonché ex giocatore di pallanuoto, Flavio D'Ambrosi, siamo riusciti a realizzare un progetto che alimenta nuove opportunità per tutto il movimento della pallanuoto femminile - racconta Fabio Conti - La possibilità di entrare nella Polizia di Stato rappresenta stimolo e incoraggiamento per le ragazze che praticano questa disciplina e diventa un ulteriore obiettivo da raggiungere che va oltre i traguardi sportivi. Entrare a far parte delle Fiamme Oro significa integrità morale e condivisione di valori etici; significa mettersi a disposizione della società con continuità una volta appesa la calottina al chiodo; significa futuro al servizio dello Stato. Si tratta di una opportunità per la crescita di tutto il movimento e per le società che con passione formano giovani atlete sul territorio". 
"Il progetto è stato costruito gradualmente nel tempo fino all'apertura di nuove figure nell'ambito dei gruppi sportivi - afferma Roberto Bonanni, coordinatore dei settori acquatici delle Fiamme Oro - L'intenzione è accrescere il numero di atlete in vista delle Olimpiadi di Tokyo e sta già producendo entusiasmo che si riflette anche in termini di allenamento, impegno. Nulla sarebbe stato possibile senza la lungimiranza del presidente Montini e del presidente della Federnuoto Barelli. Siamo entusiasti che la pallanuoto  femminile sia entrata a far parte dei gruppi sportivi della Polizia di Stato e di contribuire alla crescita di una disciplina che tante soddisfazioni porta allo sport italiano". 
 
Pubblicato in News Federazione

Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, ha incontrato la LEN durante il congresso a Budapest, cogliendo l'invito del presidente Paolo Barelli e confermando il suo totale sostegno al nuovo programma "Imparare a nuotare, prevenire l'annegamento", presentato in Ungheria. 
Secondo le recenti statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), 27.000 persone annegano in Europa ogni anno, tre ogni ora, soprattutto bambini tra i 3 e i 12 anni. La LEN ha lanciato questa iniziativa mirata a ridurre il numero delle vittime di almeno il 20 per cento nei prossimi cinque anni.
In linea con le tematiche affrontate dal congresso europeo, il presidente Paolo Barelli ha poi incontrato, insieme al presidente Antonio Tajani, il Primo Ministro dell'Ungheria Viktor Orban. Barelli, che più volte si è intrattenuto negli anni col premier magiaro per approfondire progetti legati al territorio, ha illustrato lo studio, ricevendo massimo supporto e condivisione.

tajani
 
Nel suo discorso, il presidente Barelli ha chiesto alle 52 federazioni affiliate di aderire al programma European Blue Card e di introdurre gli standard LEN nell'educazione al nuoto. "Questo deve essere collegato a una campagna sui valori del nuoto, la promozione della Cultura dell'Acqua che dovrebbe portare ad avere più persone in Europa che nuotano in modo più efficace, più regolare e più sicuro", ha sottolineato. Il consulente senior della LEN Kelvin Juba ha rimarcato l'impatto del nuoto sulla salute di una popolazione, che potrebbe anche migliorare le statistiche relative all'economia.
Antonio Tajani ha evidenziato in una breve panoramica il ruolo dello sport nella storia dell'Europa e in quest'epoca dell'Unione europea. Il presidente del Parlamento Europeo ha ricordato come lo sport sia una delle attività più importanti che fanno parte della nostra cultura e uguali alla pace - così come un'area che produce il 3% del PIL annuale dell'UE e offre 5,5 milioni di posti di lavoro. "Grazie agli sforzi di LEN, il nuoto gode di una crescente popolarità in Europa", ha affermato Tajani. "Tuttavia, sappiamo tutti che il nuoto non ha solo un impatto positivo sulla salute, ma anche una capacità di risparmio dal vivo. Ecco perché sostengo pienamente il programma di LEN "Imparare a nuotare, prevenire l'annegamento e invito gentilmente a Bruxelles a presentare questa iniziativa ai migliori responsabili delle decisioni dell'Unione Europea".
Il Congresso LEN si è svolto alla Duna Arena. Dopo i discorsi di benvenuto del ministro degli sport ungherese e della medaglia d'argento olimpica Tunde Szabo e del vice sindaco di Budapest Alexandra Szalay-Bobrovniczky, il presidente della LEN Paolo Barelli ha preso la parola per presentare il suo rapporto nel 2017. Ha ricordato che gli atleti europei hanno ottenuto un enorme successo lo scorso anno, vincendo 105 medaglie ai Campionati del Mondo (svoltisi proprio a Budapest) e con complessive 353 presenze nelle rispettive finali nelle sei discipline, superando gli altri continenti. Barelli ha elogiato gli sforzi delle federazioni nazionali. "Vogliamo supportarvi il più possibile, abbiamo offerto un milione di euro l'anno in assistenza ai viaggi e premi in denaro." Ha aggiunto che nell'ultimo anno la LEN ha fortemente incoraggiato la FINA a dedicare molte più risorse ai suoi membri e le organizzazioni continentali. "La nostra voce è stata ascoltata. Si può fare molto di più, ma il lancio del Programma di solidarietà olimpico è un cambiamento gradito e un passo nella giusta direzione da parte della FINA ", ha affermato il presidente della LEN. 
Barelli ha salutato i padroni di casa dei recenti eventi LEN che hanno tutti soddisfatto i più alti standard e ha consegnato una targa commemorativa all'ex presidente della federazione danese del nuoto Kjeld Egebo Larsen per aver organizzato a Copenaghen i campionati europei di nuoto in vasca corta. Successivamente ha condiviso alcune riflessioni sui prossimi eventi, compresi i Campionati Europei di Glasgow di quest'estate. "Questo primo evento multi-sport è organizzato al fine di ottenere ancora più visibilità televisiva e attenzione dei media poiché c'è una grande battaglia in questo mercato e pensiamo che insieme con atletica, ginnastica, ciclismo, canottaggio, triathlon e golf noi può essere molto più attraente".
Tra gli obiettivi fissati per European Aquatics e LEN, Paolo Barelli ha menzionato la cooperazione ancora più forte "con le città ospitanti e i comitati organizzatori dei nostri campionati al fine di creare eventi sportivi del più alto livello possibile e migliorare le tecnologie tra cui la gestione dei dati, la grafica televisiva, la copertura televisiva, il live streaming e la promozione attraverso i social network".
Il tesoriere del LEN Tamas Gyarfas ha fatto eco alle parole del Presidente presentando la relazione finanziaria annuale che ha evidenziato un aumento del 30% del sostegno offerto per i NF e il premio in denaro per gli atleti, grazie ai solidi risultati finanziari ottenuti. Poi sono stati eletti due nuovi membri della LEN: il russo Alexei Vlasenko (RUS) e l'olandese Marius Hendrik Gerrit van Zeijts che sono andati a occupare i posti vacanti. I delegati hanno anche approvato una serie di modifiche alla Costituzione e alle Regole LEN.

foto di Giorgio Scala / deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Federazione

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE