Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Mercoledì, 26 Giugno 2013

Attività. Partecipazione atleti non italiani

Con riferimento all'articolo "Promessa del nuoto non può gareggiare. Niente sincro, è figlia di africani", visibile sul sito http://corrieredelveneto.corriere.it/, la Federazione Italiana Nuoto coglie l'occasione per comunicare di aver già recepito la problematica relativa alla partecipazione degli atleti comunitari non italiani ed extracomunitari residenti in Italia alla pratica delle discipline natatorie.
Per il rispetto del principio della gerarchia delle fonti normative, si è dovuto in via preliminare provvedere alla modifica dello Statuto Federale mediante apposita Assemblea Straordinaria riformando i principi che precedentemente limitavano il tesseramento di atleti non italiani.
Successivamente il Consiglio Federale ha deliberato le modifiche apportate al Regolamento Organico, adeguandolo al nuovo Statuto, in conformità alla normative comunitarie e ai principi del CONI emanati per la tutela dei vivai giovanili.
Il testo regolamentare al momento è al vaglio del CONI e sta seguendo l'iter procedurale che porterà alla approvazione da parte della Giunta Nazionale.
Nel contempo la Federazione Italiana Nuoto ha iniziato l’attività di revisione anche dei Regolamenti delle singole discipline sportive, che saranno emanate per la stagione 2013/2014, che terranno conto delle nuove modalità di partecipazione alle attività federali anche degli atleti non italiani.
In particolare, in tutti i settori è prevista e garantita la libera adesione di tutti gli atleti residenti in Italia alle attività giovanili, nonché la modalità di partecipazione alla successiva attività assoluta.

Ultimi 4 articoli FEDERAZIONE