Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Settembre 2018 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Venerdì, 28 Settembre 2018

Centenario. Un messaggio per Genova

Il commissario tecnico Alessandro Campagna e il suo vice Amedeo Pomilio sulla panchina del Settebello; i tecnici Ratko Rudic e Alessandro Bovo su quella della selezione All Stars. I quattro campioni olimpici di Barcellona 1992 e autori del Grande Slam presentano l’evento di martedì 2 ottobre in programma dalle ore 18 alla Piscina Sciorba, a Genova. Al coro si unisce il portierone campione del mondo, argento e bronzo olimpico col Settebello e pluri campione d'Europa con la Pro Recco, nato a Prato e ligure di adozione, Stefano Tempesti.

Domani si presenta il centenario e si gioca la partita evento. Un messaggio per Genova.
 
ALESSANDRO CAMPAGNA. Non si contano le volte in cui sono passato sul ponte Morandi, come quando dormivano con l’Ortigia a Genova e l’indomani raggiungevamo l’aeroporto. L’ultima volta è stato in occasione della finale di Champions. Il ponte Morandi rappresentava l’unione delle due anime, anche pallanutisticamente parlando, di levante e di ponente, che da sempre formano la città.
 
AMEDEO POMILIO. La pallanuoto è tra le cose più belle di Genova e commemorare la tragedia che ha colpito tutta Italia, insieme alla città, con una partita di pallanuoto è il modo migliore. Farlo con i campioni del passato e del presente ha un valore ancora più grande che inizia con le partitelle nel porticciolo di Camogli e arriva alle grandi sfide del Recco in Champions League.
 
RATKO RUDIC. Genova, con la sua storia, ha prodotto grandi personaggi in tutti i settori, dalla scienza alla politica, dalla musica allo sport. E noi che viviamo di sport dobbiamo aiutare i nostri giovani. Ritengo che in questo caso la pallanuoto possa diventare un veicolo per superare la crisi, avviare la ricostruzione, ritrovare fiducia in noi stessi e nelle istituzioni.
 
ALESSANDRO BOVO.  Genova è la città dove sono nato e come tutti i genovesi sono rimasto sconvolto. Queste sono cose che non devono accadere e la speranza è che non avvengano più. Mi auguro che si adoperino nel minor tempo possibile per ripristinare la normalità. Il dolore rimane, nessuno potrà più restituirci gli affetti perduti, però bisogna darsi da fare per rialzarci al più presto. 
 
STEFANO TEMPESTI. Genova è la città che mi ha adottato insieme a Recco. Mi si è spezzato il cuore come il ponte Morandi. E' stato un dolore terribile. Mi è passata la vita davanti ripensando quante volte alla settimana ci sono passato. Quel ponte rappresenta uno snodo cruciale ed è come se fosse crollato un pezzo della mia vita.
Pubblicato in News Pallanuoto
Venerdì, 28 Settembre 2018

Centenario. Campioni e amici di una vita

Il commissario tecnico Alessandro Campagna e il suo vice Amedeo Pomilio sulla panchina del Settebello; i tecnici Ratko Rudic e Alessandro Bovo su quella della selezione All Stars. I quattro campioni olimpici di Barcellona 1992 e autori del Grande Slam presentano l’evento di martedì 2 ottobre in programma dalle ore 18 alla Piscina Sciorba, a Genova. Al coro si unisce il portierone campione del mondo, argento e bronzo olimpico col Settebello e pluri campione d'Europa con la Pro Recco, nato a Prato e ligure di adozione, Stefano Tempesti.

Italia-Alla Stars con tanti camnpioni in vasca e gli amici di una vita.
 
ALESSANDRO CAMPAGNA. Sarà una festa. Però, come sempre, sarà meglio vincere e rinfrescare schemi e gioco in vista della partita che tra due settimane ci vedrà opposti al Montenegro nel primo turno di Europa Cup.
 
AMEDEO POMILIO. Sarà una partita di altissimo livello. Un evento che unisce tutti per una due giorni di festa e di solidarietà.
 
RATKO RUDIC. E’ l’evento più appropriato per festeggiare il centenario del campionato, ma soprattutto per ricordare la tragedia che il 14 agosto ha sconvolto l’Italia e ferito a morte la città di Genova. Ma anche questa partita serve per ricominciare. In entrambe le squadre ci sono grandi giocatori che hanno un forte peso mediatico e che possono contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica internazionale.
 
ALESSANDRO BOVO. Ritengo giusto, importante, che la partita si giochi a Genova in questo momento storico che attraversa la città. Lo dico da italiano ancor prima che da genovese. Questo tipo di manifestazione, che rappresenta anche un’ottima promozione per il nostro sport, può fare molto di più di quanto si possa immaginare. Inoltre è l’occasione per rivedere tanti amici con cui ho giocato tante partite e condiviso momenti speciali della carriera e della vita. Una giornata di sport, di solidarietà e di emozioni forti.

STEFANO TEMPESTI. 
La partita sarà un grande evento e bisognerebbe organizzarne molti di più per promuovere il nostro sport  anche attraverso i grandi campioni della nazionale e i grandi atleti stranieri del campionato: sinonimo di spettacolo e bel gioco.
Pubblicato in News Pallanuoto
Venerdì, 28 Settembre 2018

Centenario. Il ricordo più bello

Il commissario tecnico Alessandro Campagna e il suo vice Amedeo Pomilio sulla panchina del Settebello; i tecnici Ratko Rudic e Alessandro Bovo su quella della selezione All Stars. I quattro campioni olimpici di Barcellona 1992 e autori del Grande Slam presentano l’evento di martedì 2 ottobre in programma dalle ore 18 alla Piscina Sciorba, a Genova. Al coro si unisce il portierone campione del mondo, argento e bronzo olimpico col Settebello e pluri campione d'Europa con la Pro Recco, nato a Prato e ligure di adozione, Stefano Tempesti.

Il campionato di pallanuoto maschile di serie A1 compie 100 anni. Il ricordo più bello. 

ALESSANDRO CAMPAGNA. Il ricordo più bello è l’esordio in serie A, a Torino, con l’Ortigia nel marzo del 1981, cui è seguita un’altra emozione come l’esordio in casa, a Siracusa, davanti a cinquemila persone. Un ricordo indelebile per me, i compagni di squadra e tutta la città che per la prima volta si affacciava nella massima serie del campionato. Appena 17enne, quell’anno segnai 43 gol, malgrado subissi le attenzioni particolari di giocatori più esperti; a tal proposito ricordo che con la Canottieri Napoli l’allenatore Fritz Dennerlein mi fece marcare da Sante Marsili che alla prima entrata mi diede una gomitata dicendomi “ue uagliò, ti sì fatt' male”. Quello fu il mio approccio con la serie A. E ancora quando battemmo la Florentia campione in carica, Riccardo De Magistris se la legò al dito e al ritorno a Firenze mi tenne per il costume tutta gara dicendo “o grullo, non ti muovi”.
 
AMEDEO POMILIO. Il ricordo più bello è legato al primo scudetto da giocatore, quando con il Pescara nel 1987 vincemmo a Napoli con il Posillipo e gli ultimi due tempi giocammo con l’uomo in meno: l’arbitro Picchetto espulse Salonia e noi realizzammo l’impresa. Al ritorno a Pescara completammo l’opera vincendo il campionato.
    
RATKO RUDIC. Per dieci anni, dal 1991 al 2000, ho seguito il campionato da allenatore della squadra Nazionale, assistendo a molte partite e osservando moltissimi giocatori. Successivamente sono rimasto affezionato al campionato italiano, alle sue squadre, alle sue società, ai sui tecnici e dirigenti. Quest’anno con il Recco abbiamo un impegno importante e vogliamo vincere anche per questa città di cui ci sentiamo parte integrante.
 
ALESSANDRO BOVO. Da allenatore il ricordo più bello sarà quando vincerò il campionato. Come giocatore, invece, quello che ricordo con più piacere è il primo campionato. Era il 1988/89 passai dal Mameli al Savona e mi resi conto che potevo giocare con i grandi. Eravamo una squadra estremamente giovane, giocavamo bene e arrivammo ai playoff. Fu un campionato entusiasmante.
 
STEFANO TEMPESTI. Mi ricordo il giorno in cui ho esordito: il 5 giugno del 1994, a quattro giorni dal mio quindicesimo compleanno. La partita era Florentia-Ortigia nei quarti di finale dei playoff scudetto. Sono entrato sul +3 a tre minuti dalla fine. Allenatore era Jacopo Bologna che sostiuiva Umberto Panerai. Subii subito un rigore contro e lo parai a Parodi: la prima parata che ho fatto in serie A è stata su rigore: quasi un segno di destino. 
Pubblicato in News Pallanuoto
Venerdì, 28 Settembre 2018

Centenario. Paralimpici co-protagonisti

La partita del Centenario significa integrazione, partecipazione, coinvolgimento. Significa solidarietà e presenza sul territorio. Significa Genova nel cuore, ma anche Genova per tutti e di tutti. Così il momento clou della serata alle piscine Sciorba, vale a dire il match Italia-All Stars trasmesso in diretta su Rai Sport + HD dalle 18:50, sarà anticipato da un' esibizione tra selezioni formate da atleti diversamente alibi della FINP che scenderanno in vasca alle 18.00. Diciotto ragazzi e ragazze che aspettano quel momento per essere protagonisti di un grande evento e di una platea appassionata, per sentirsi forti come i campioni con cui condivideranno successivamente il riscaldamento. La direzione dell'incontro è stata affidata agli arbitri internazionali Alessandro Severo e Massimo Gomez. 

Numeri in crescita. Il 2018 rappresenta per la pallanuoto "adaptive" (o ability) una stagione di sviluppo importante. Dopo il primo torneo ufficiale disputato a Sori il 15 settembre scorso, quella di Genova sarà la prima apparizione ufficiale con la calottina FINP di una selezione di atleti provenienti da tre società affiliate: Dhea Sport di Napoli, Delfini Blu di Palermo e Columbus Ability Team di Genova.
"Abbiamo raccolto l'invito della Federnuoto ad essere presenti all'evento del 2 ottobre – ha dichiarato il Presidente FINP Roberto Valori –  Un appuntamento importante cui non potevamo sottrarci. Per l'occasione abbiamo pensato di uscire per la prima volta in assoluto con due rappresentative ufficiali FINP. In pratica una squadra A e una B".
Numeri in crescita per la disciplina. In molte città dove la pallanuoto è praticata anche ad atli livelli si stanno aggregando gruppi di atleti paralimpici che simpatizzano per uno sport duro, denso di difficoltà, affascinante.
"Siamo agli inizi di un cammino – conclude Valori – le aspettative sono ottime e l'interesse sta crescendo. La nostra è la prima Federazione Nazionale Paralimpica in Europa a stilare un regolamento, un importante inizio per questo nascente movimento". Sarà comunque un 2 ottobre indimenticabile per i ragazzi della “adaptive”, co-protagonisti di una serata storica: i 100 anni della pallanuoto maschile!

FinpEsibizione480x300

 
I convocati per l'esibizione. Andrea Nonis, Andrea Crovetto, Gabriele Lanza , Andrea Pascolo, Cesare Andina, Stefano Russo, Guenda Gabrielli Alex, Cristian, Elisabeth, Manuel e  Anthony (WP Columbus), Gabriele Alighieri, Nicolò Bonsignore ed Eros Negro (Delfini Blu Palermo), Vincenzo Palumbo, Walter Velotto e Valentina Ciullo (Dhea Sport Napoli). Allenatori Carola Falconi, Mattia Gomez, Stefano Begni, Blasco Di Maio e Riccardo Guaresi

Formazioni

Team A (calottina bianca): Alex, Lanza, Elisabeth, Russo, Ciullo, Cristian, Gabrielli, Palumbo, Velotto. All. Falconi e Gomez.
Team B (calottina blu): Pascolo, Alighieri, Bonsignore, Crovetto, Manuel, Andina, Negro, Anthony, Nonis. All. Begni, Di Maio e Guaresi.
Arbitri: Gomez e Severo.

Pubblicato in News Pallanuoto

Tra una settimana il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci presenteranno a Genova la centesima edizione del campionato di pallanuoto maschile di serie A1 e la 35esima edizione di quello femminile. 

La scelta della sede che aprirà la stagione è stata indotta da sentimenti, legami, storie di un territorio che s'intrecciano con la pallanuoto. 
Genova e la Liguria rappresentano una centro nevralgico del movimento nazionale. 
Le società hanno conquistato 55 titoli nazionali maschili (Pro Recco 32, Andrea Doria 8, RN Camogli 6, Genova 4 tra cui i primi tre consecutivi del 1912, RN Savona 3, Sportiva Sturla 1, RN Bogliasco 1) e 3 femminili (Pro Recco, Rapallo, Imperia), nonché 15 trofei internazionali (8 Champions League con la Pro Recco, 3 Euro Cup con la RN Savona, la coppa delle coppe con l'Arenzano, l'Eurolega con la Pro Recco femminile e la LEN Trophy con la RN Imperia due volte e il Rapallo); hanno formato giovani atleti (poi uomini e donne giusti, tecnici e dirigenti), che con la calottina del Settebello e del Setterosa hanno portato lustro al nostro Paese.  
Il profondo legame che si è formato e consolidato nell'arco di un secolo tra la Federnuoto e il mondo della pallanuoto ligure ha costituito una famiglia numerosissima di cui ci sentiamo tutti responsabili componenti. 
Così quando la tragedia dello scorso 14 agosto ha scosso la città, la regione e il Paese, la Federnuoto non è stata solo mossa da un sentimento di solidarietà, ma è stata colpita nel profondo e ha immediatamente pensato a come aiutare le famiglie, come intervenire, come organizzare qualcosa che contribuisse a mostrare al mondo la Genova che tutti conosciamo: propositiva, entusiasta, pronta ad affrontare i problemi con rigore, sacrificio e determinazione.
Quindi ha immediatamente condiviso il progetto di portare l'apertura dei campionati a Genova e dedicarli alla Città, di porre in essere una serie di iniziative a favore della popolazione e di festeggiare alla piscina Sciorba il centenario del campionato maschile. 
   
Save the date. Martedì 2 ottobre, Genova: conferenza stampa alle ore 13:00 alla Sala Trasparenza della Regione Liguria; ore 18:00 celebrazione del Centenario del campionato maschile alla piscina Sciorba, all'interno partita Italia-All Star alle ore 19:00 in diretta su Rai Sport + HD. 
  
Conferenza stampa. I campionati saranno dedicati alla Città di Genova e presentati - oltre che da Barelli, Toti e Bucci - dai commissari tecnici Sandro Campagna e Fabio Conti alla presenza del simbolo della pallanuoto italiana e della Pro Recco Stefano Tempesti e del capitano del Setterosa e della Plebiscito Padova campione d'Italia Elisa Queirolo, nativa di Santa Margherita Ligure. Durante l'incontro saranno premiate le società campioni d'Italia 2017/2018 (Pro Recco e Plebiscito Padova), vincitrici della Coppa Italia (Pro Recco ed Ekipe Orizzonte Catania), della FIN Cup (Ekipe Orizzonte Catania) e del Trofeo del Giocatore (Bogliasco 1951) e saranno illustrate le iniziative di solidarietà attivate dalla Federazione Italiana Nuoto. 
   
Centenario della pallanuoto maschile. Alla presenza di tutti i campioni olimpici e mondiali, dei rappresentati delle società vincitrici dei campionati italiani e della classe arbitrale, si disputerà un'esibizione di pallanuoto con atleti FINP di pallanuoto paralimpica che poi condivideranno il riscaldamento con gli atleti di Italia-All Star, che comincerà alle 19:00. Nel corso della partita - che sarà trasmessa in diretta da Rai Sport + HD - saranno omaggiati tutti i campioni presenti e le società campioni d'Italia. Nella selezione All Star, guidata da Ratko Rudic ed Alessandro Bovo, saranno rappresentate tutte le società della serie A1 edizione 2018/2019. La partita sarà arbitrata da Roberto Petronilli e Massimiliano Caputi, che nella loro carriera hanno diretto rispettivamente la finale olimpica maschile e quella femminile e che attualmente ricoprono gli incarichi di presidente del Gruppo Ufficiali Gara e settorista della pallanuoto. Delegati gli arbitri internazionali, icone tra i fischietti, Adalberto Capuani, Rino Merola, Ernani Paggi. 
    
Formazione dell'Italia. Zeno Bertoli, Marco Del Lungo, Pietro Figlioli, Valentino Gallo, Nicholas Presciutti (AN Brescia), Jacopo Alesiani, Giacomo Casasola, Luca Damonte, Vincenzo Dolce, Gianmarco Nicosia e Andrea Fondelli (BMP Sport Management), Matteo Aicardi, Michael Alexandre Bodegas, Francesco Di Fulvio, Oscar Echenique Gonzalo, Guillermo Rios, Vincenzo Renzuto Iodice e Alessandro Velotto (Pro Recco), Matteo Spione (Roma Nuoto). Staff: commissario tecnico Alessandro Campagna, assistente tecnico Amedeo Pomilio, team manager Alessandro Duspiva, preparatore atletico Alessandro Amato, fisioterapista Luca Mamprin, psicologa Bruna Rossi. 
   
Formazione All Star. Mladan Janovic e Petar Muslim (AN Brescia), Gianmarco Guidaldi (Bogliasco 1951), Radomir Drasovic (BPM Sport Management), Djordje Tanaskovic (CC Napoli), Albert Espanol Lifante e Boris Vapenski (CC Ortigia), Giannis Papakos (CN Posillipo), Thomas Lucas (Nuoto Catania), Drasko Gogov (Pallanuoto Trieste), Marko Bijac, Filip Filipovic, Alexander Ivovic e Dusan Mandic (Pro Recco), Mislav Tomasic RN Florentia), Slobodan Soro (RN Savona), Vjekoslav Paskovic (Roma Nuoto), Alessandro Vitale (SS Lazio), Robin Lindhout (Sporting Club Quinto). Allenatore Ratko Rudic; assistente tecnico Alessandro Bovo. 
     
Arbitri: Roberto Petronilli e Massimiliano Caputi.
Giudici di porta: Massimo Gomez e Alessandro Severo. 
Delegati: Adalberto Capuani, Rino Merola, Ernani Paggi. 
Pubblicato in News Pallanuoto

La Fina e la Len a Losanna hanno sorteggiato i gironi della prima fase dell'Europa Cup che che mette a disposizione quattro pass per le finals di World League la cui vincitrice si qualificherà alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Nei maschi sono quattordici squadre divise in quattro gironi (due da quattro e due da tre squadre) con partite di andata e ritorno. Passano alla Final eight (5-7 aprile) le prime due di ogni girone. In quello femminile nove squadre in due gironi (uno da cinque e uno da quattro squadre) con le prime tre avanti alla Final six (28-31 marzo), la prima direttamente in semifinale e le seconde e terze ai quarti di finale. Il Settebello è inserito nel gruppo C con Francia e Montenegro. Esordio proprio in Montenegro il prossimo 23 ottobre. Il Setterosa invece nel gruppo B con le campionesse d'Europa dell'Olanda, l'Ungheria e la Francia. Esordio in Olanda il 6 novembre. Seguono programma e calendario degli azzurri.

Europa Cup M – Qualification 2
Group A Russia, Ungheria, Malta, Germania
Group B Grecia, Olanda, Spagna, Ucraina
Group C  Italia, Francia, Montenegro, 
Group D Romania, Serbia, Croazia
 
Calendario Gruppo C

1 giornata - 23 ottobre
Montenegro-Italia
2^ giornata - 13 novembre
Italia-Francia
3^ giornata - 11 dicembre
Francia-Montenegro
4^ giornata - 29 gennaio 2019
Italia-Montenegro
5^ giornata - 19 febbario 2019
Francia-Italia
6^ giornata - 12 marzo 2019
Montenegro-Francia
 
Europa Cup F – Qualification 2
Group A 
Russia, Spagna, Romania, Grecia, Israele 
Group B
Francia, Olanda, Ungheria, Italia
 
Calendario gruppo B
1^ giornata - 6 novembre
Ungheria-Francia
Olanda-Italia
2^ giornata - 4 Dicembre 
Italia-Ungheria
Francia-Olanda
3^ giornata - 18 dicembre
Francia- Italia
Olanda-Ungheria
4^ giornata - 15 gennaio 2019
Francia-Ungheria
Italia-Olanda
5^ giornata - 12 Febbraio 2019
Italia-Francia
Ungheria-Olanda
6^ giornata - 5 marzo 2019
Ungheria-Italia
Olanda-Francia
 
Il commento del Commissario tecnico Fabio Conti. "Le grandi squadre si sono suddivise nei due gironi equamente. Noi abbiamo ripreso il lavoro dello scorso anno e l'obiettivo saranno i mondiali in Corea della prossima estate. Queste partite invernali serviranno per implementare il gruppo senza starvolgerlo però. L'Europeo ha detto che non siamo in seconda fila tra le big e che la differenza è minima. Contro l'Olanda campionessa d'Europa abbiamo pareggiato, con la Grecia seconda perso di un gol, questo significa che dobbiamo esser concentrati su quello che stiamo facendo continuare su questa strada e cercare di giocare sempre per vincere".   

Il commento del commissario tecnico Alessandro Campagna. "Purtroppo siamo capitati nel girone da tre e faremo due partite in meno. Sfrutteremo i turni di riposo per organizzare qualche amichevole. La Francia è una squadra in costante crescita e con un progetto tecnico a lunga scadenza. Il Montenegro, contro cui debutteremo il 23 ottobre, richiama invece spettacolo e grandi match: sarà una doppia sfida di assoluto livello. E' importante centrare la qualificazione alla final eight di Europa Cup e arrivare tra le prime quattro per strappare il pass per la Superfinal della World League che mette in palio un posto per le Olimpiadi di Tokyo 2020".

Pubblicato in News Pallanuoto

Conclusa la prima fase della 28esima Coppa Italia maschile che apre la stagione 2018/2019. La prima fase, denominata preliminary round, del trofeo nazionale maschile per club si è giocata a Genova, Ostia e a Bogliasco in tre gironi da quattro squadre. Qualificate alla final eight (8-10 marzo), Sport Management e CN Posillipo dal gruppo A, Ortigia e Lazio dal girone B e Canottieri Napoli e Bogliasco 1951 dal C che si vanno ad aggiungere alle prime due classificate del campionato scorso -  Pro Recco e AN Brescia - ammesse di diritto. 

Prima fase

Regolamento. Tre gironi da quattro squadre - si gioca a Genova, Roma e Bogliasco - e accedono alla final eight (8-10 marzo), per la quale sono già qualificate Pro Recco e AN Brescia, le prime due classificate di ciascun raggruppamento.

Girone A (a Genova): Sport Management 9CN Posillipo 6, SC Quinto e Nuoto Catania 0
Girone B (a Roma): CC Ortigia 9, Lazio Nuoto 4, Roma Nuoto 3, RN Florentia 1
Girone C (a Bogliasco): CC Napoli 7,  Bogliasco 1951 5,  Pallanuoto Trieste 3,  RN Savona 1

Calendario Girone A
Genova - Piscine di Albaro

1^ giornata - venerdì 21 settembre
CN Posillipo-Sport Management 5-14
Nuoto Catania-SC Quinto 9-10

2^ giornata - venerdì 21 settembre
Sport Management-Nuoto Catania 19-10
SC Quinto-CN Posillipo 10-14

3^ giornata - sabato 22 settembre
CN Posillipo-Nuoto Catania 11-7
CN Posillipo: Sudomlyak, Iodice, M. Di Martire 1, Gregorio, Mattiello 4, G. Di Martire, Marziali 2, Rossi 2, Papakos 2, Scalzone, Manzi, Saccoia, Negri. All. Brancaccio
Nuoto Catania: Risticevic, Lucas 1, Jankovic 1, Buzdovacic, Catania, Russo 1, Torrisi 1, Scebba 1, Kacar 1, Privitera, D. Presciutti (1 rig.), Cuccovillo, Castorina. All. Dato.
Arbitri: Piano e Rovida
Note: parziali 3-2, 2-2, 4-1, 2-2. Espulsi per proteste Lucas (C) e Russo (C) nel terzo tempo. Uscito per limite di falli Jankovic (C) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: CN Posillipo 6/14 e Nuoto Catania 3/7 + un rigore. 

SC Quinto-Sport Management 9-19
SC Quinto: Pellerano, Paunovic 1, Bielik 2, Mugnaini, Brambilla, Lindhout 1 (1 rig.), Gavazzi 1, Vavic 1, Boero, Bittarello 1, Villa, Amelio 3, Accardo. All. Luccianti.
Sport Management: Lazovic, Dolce 1, Damonte 1, Alesiani, Fondelli 2, E. Di Somma 2, Drasovic 1, Bruni 2, Mirarchi 2, Luongo 4, Casasola 1, Valentino 3, Nicosia. All. Baldineti.
Arbitri: Colombo e Savarese.
Note: parziali 1-4, 1-4, 3-7, 4-4.  Espulso per proteste Fondelli (S) nel secondo tempo. Usciti per limite di falli Brambilla (Q) nel terzo, Paunovic (Q) e Mirarchi (S). Superiorità numeriche: Quinto 2/9 + un rigore e Sport Management 4/9.

Calendario girone B
Ostia - Centro Federale "Polo Natatorio"

1^ giornata - venerdì 21 settembre
Lazio Nuoto-CC Ortigia 6-8
Roma Nuoto-RN Florentia 12-7

2^ giornata - sabato 22 settembre
RN Florentia-Lazio Nuoto 12-12
RN Florentia: Cicali, Generini, Eskert 2, Coppoli 1, Carnesecchi, Bini 2, T. Turchini, Dani, Razzi 2, Tomasic 1, Astarita 3, A. Di Fulvio 1, Sammarco. All Tofani.
Lazio Nuoto: Correggia, Marini, Colosimo 1, Sebastiani 1, Biancolilla, Ferraro 2, Giorgi 3, Cannella, Ferraro, Vitale 1, Maddaluno 1, Ferrante, Garofalo. All. Sebastianutti.
Arbitri: Calabrò e Frauenfelder
Note: parziali 2-4, 5-4, 1-2, 4-2. Uscito per limite di falli Vitale (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Florentia 4/7 e Lazio Nuoto 4/9. 

CC Ortigia-Roma Nuoto 11-9
CC Ortigia: Caruso, Cassia, Jelaca 1, Di Luciano 6, Giacoppo, Espanol Lifante 3, Rotondo, Vapenski 1, Susak, Napolitano, Pellegrino. All. Piccardo.
Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Faraglia 2, Moroni, J. Camilleri, Spione 2, S. Camilleri 2, Paskovic, Lapenna, De Robertis 1, Africano, Innocenzi 2, D'Ascoli. All. Gatto.
Arbitri: Alfi e Gomez
Note: parziali 2-2, 2-2, 3-3, 4-2. Usciti per limite di falli Rotondo (O) nel terzo tempo e Vapenski (O) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Ortigia 5/11 e Roma Nuoto 5/11 + un rig. Ortigia con 10 giocatori a referto.

3^ giornata - sabato 22 settembre
RN Florentia-CC Ortigia 5-9
RN Florentia: Cicali, Generini, Eskert 1, Coppoli, F. Turchini, Bini 1, Taverna, Dani, Razzi, Tomasic, Astarita 2 (1 rig.), A. Di Fulvio 1, Sammarco. All. Tofani.
CC Ortigia: Caruso, Cassia 1, Jelaca 1, Di Luciano 1, Giacoppo 4, Espanol Lifante, Rotondo, Vapenski 1, Susak 1, Napolitano 1, Pellegrino. All. Piccardo
Arbitri: Pascucci e Gomez. 
Note: parziali 0-4, 1-2, 1-2, 3-2. Uscito per limite di falli Espanol Lifante (O) nel quarto tempo. Superiorità: Florentia 3/4 + un rigore e Ortigia 3/6. Pellegrini (O) subentra a Caruso a 5'30 del quarto tempo. 

Roma Nuoto-Lazio Nuoto 5-8
Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Faraglia 1, Moroni, J. Camilleri, Spione, S. Camilleri 1, Paskovic, Lapenna 1, De Robertis 1, Africano 1, Innocenzi, D'Ascoli. All. Gatto.
Lazio Nuoto: Correggia, Marini, Colosimo 2, Sebastiani, Biancolilla, Antonucci 2, Giorgi, Cannella 1, Ferraro, Vitale 1, Maddaluno 2, Ferrante, Garofalo. All. Sebastianutti.
Arbitri: Alfi e Calabrò
Note: parziali 1-2, 0-1, 3-3, 1-2. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Roma Nuoto 4/10 e Lazio 5/10

Calendario girone C
Boglisasco - Piscina "G. Vassallo"

1^ giornata - venerdì 21 settembre
Pallanuoto Trieste-CC Napoli 4-8
Bogliasco 1951-RN Savona 6-6

2^ giornata - sabato 22 settembre
CC Napoli-Bogliasco 1951 7-9
CC Napoli: Altomare, Del Basso 1, A. Zizza, Tartaro, Tkac, Lanfranco, Confuorto, Campopiano 2, Vukicevic 3, Tanaskovic 1, Borrelli, Esposito, Vassallo. All. Zizza.
Bogliasco 1951: Prian, Ferrero, A. Di Somma 1, Fracas, Lanzoni 1, Ravina 2, Gambacorta 2, Monari, Guidi 1, Guidaldi 2, Puccio, Sadovyy, Di Donna. All. Magalotti.
Arbitri: Petronilli e Ricciotti.
Note: parziali 3-2, 0-2, 2-2, 2-3. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: CC Napoli 2/8 e Bogliasco 4/9 + un rigore. Vassallo (C) para un rigore Lanzoni nel secondo tempo.

RN Savona-Pallanuoto Trieste 4-10
RN Savona: Soro, Patchaliev, Delvecchio, Boggiano, L. Bianco 1, Ricci, Piombo, Milakovic, G. Bianco 2, Caldieri, E. Novara 1, Colombo, Missiroli. All. Angelini.
PN Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio, Mladossich, A. Giorgi 1, Panerai, Gogov 3, Turkovic, Vico 2, Mezzarobba 4, Spadoni, Rocchi, Persegatti. All. Bettini.
Arbitri: Severo e Brachini. 
Note: parziali 2-5, 1-2, 0-2, 1-1. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Savona 08 e Trieste 4/5 + un rigore fallito

3^ giornata - sabato 22 settembre
RN Savona-CC Napoli 3-8
RN Savona: Soro, Patchaliev, Boggiano, Ghillino, L. Bianco, Corio, Piombo 1, Milakovic 2, Ricci, G. Novara, E. Novara, Caldieri, Missiroli. All. Angelini.
CC Napoli: Altomare, Del Basso 2, Zizza, Tartaro 1, Tkac, Anello, Confuorto, Campopiano 2, Vukicevic 1, Tanaskovic 2, Borrelli, Esposito, Vassallo. All. Zizza.
Arbitri: Severo e Braghini.
Note: parziali 1-1, 1-3, 1-2, 0-2. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: RN Savona 0/4 + un rigore e CC Napoli 3/7 + un rigore. 

Bogliasco 1951-Pallanuoto Trieste 10-10
Bogliasco 1951: Prian, Ferrero, A. Di Somma 1, Fracas 1, Lanzoni 2, Ravina, Gambacorta 2, Monari, Guidi 1, Guidaldi 1, Puccio, Sadovyy 2, Di Donna. All. Magalotti.
PN Trieste: Oliva, Podgornik 1, Petronio, Ferreccio, Giorgi, Panerai 3, Gogov 3 (1 rig.), Mladossic, Vico 1, Mezzarobba 2, Spadoni, Rocchi, Persegatti. All. Bettini.
Arbitri: Petronilli e Scappini.
Note: parziali 2-1, 4-3, 3-3, 1-3. Usciti per limite di falli Petronio (T) e Rocchi (T). Superiorità numeriche: Bogliasco 6/13 e Trieste 4/10 + un rigore.   

Final Eight

Regolamento. Formula con quarti di finale, semifinali e finali con incontri a eliminazione diretta.

Quarti di finale - venerdì 8 marzo

(QF1) Pro Recco N e PN-CN Posillipo
(QF2) AN Brescia-Lazio Nuoto
(QF3) Sport Management-Bogliasco 1951
(QF4) CC Napoli-CC Ortigia

Semifinali - sabato 9 marzo
(SF1) Vincente QF1-Vincente QF4
(SF2) Vincente QF2-Vincente QF3

Finali - domenica 10 marzo

3°/4° posto
Perdente SF1-Perdente SF2
Vincente SF1-Vincente SF2

Albo d'oro. 1970 CC Napoli, 1971/73 non disputata, 1974 Pro Recco, 1975 non disputata, 1976 RN Florentia, 1977/84 non disputata, 1985-1986 Pescara, 1987 CN Posillipo, 1988 RN Arenzano, 1989 Pescara, 1990-1991 RN Savona, 1992 Pescara, 1993 RN Savona, 1994/97 non disputata, 1998 Pescara, 1999/2004 non disputata, 2005 Bissolati Cremona, dal 2006 al 2011 Pro Recco, 2012 AN Brescia, 2013-2014-2015-2016-2018 Pro Recco.

Ultime otto finali della coppa Italia
2018 Pro Recco-AN Brescia 7-5 a Bari
2017 Pro Recco-AN Brescia 12-11 a Brescia
2016 Pro Recco-AN Brescia 5-4 a Busto Arsizio
2015 Pro Recco-AN Brescia 8-5 a Sori
2014 Pro Recco-AN Brescia 11-6 a Brescia
2013 Pro Recco-RN Savona 13-9 a Savona
2012 AN Brescia-Pro Recco 5-4 a Napoli
2011 Pro Recco-Leonessa Brescia 9-7 a Brescia

Pubblicato in News Pallanuoto

Nella finale per il quinto posto non c'è gloria per le azzurre. Giocano alla pari con le elleniche, vanno avanti di due reti (8-6) ma poi subiscono il rientro delle avversarie che segnano il rigore decisivo con Myriokefalitaki, mvp della gara e autrice di cinque gol, a 2'30 dalla fine. Parziali 2-2, 2-2, 4-3, 1-3. Un peccato per le tredici seguite in panchina da Paolo Zizza che ha sostituito Giacomo Grassi, rientrato per problemi personali, che avevano trovato il 9-8 con il centroboa Cocchiere prima di subire la rimonta decisiva. La Grecia ha funzionato meglio anche nell'extraplayer realizzando il 50% e tre rigori su quattro contro lo 0 su sei dell'Italia. Il titolo va alla Spagna che datte 12-8 la Russia e dopo il mondiale under 18 ai danni delle azzurre, vince anche l'europeo di categoria. Bronzo all'Olanda che batte 9-8 l'Ungheria.

ITALIA-GRECIA 9-10  
Italia: Banchelli, Zanetta 2, Bagaglini, Cuzzupè, Amedeo, L. Cergol 2, Esposito, Riccioli 1, Giustini 2, B. Cergol, Cocchiere 2, Meggiato, Imperatrice. All. Zizza.
Grecia: Kotsioni, Propopapas 2 (1 rig.), Elliniadi, Douli 1, Grigoropoulou, Kontoni, Ninou, Myriokefalitaki 5 (2 rig.), Kanetidou 1, Loudi, Papanastasiou 1, Antoniadi, Archontaki.
Arbitri: Miskovic (Mne) e Varkonyi (Hun)
Note: praziali 2-2, 2-2, 4-3, 1-3. Superiorità numeriche: Italia 0/6, Grecia 2/4 +4 rigori.
 
Le 15 convocate azzurre: Marzia Imperatrice e Agnese Cocchiere (Bogliasco 1951), Adele Esposito e Anna De Magistris (Acquachiara ATI 2000), Giulia Cuzzupè e Nicole Zanetta (Rapallo Pallanuoto), Beatrice e Lucrezia Cergol (Pallanuoto Trieste), Sofia Giustini (Rapallo Pallanuoto), Michela Bagaglini (F&D H20), Isabella Riccioli (Orizzonte Catania), Sara Cordovani e Caterina Banchelli (RN Florentia), Carlotta Meggiato (Plebiscito Padova), Giorgia Grazia Amedeo (WP Messina). Nello staff il tecnico Giacomo Grassi, l'assistente Marco Manzetti, il commissario tecnico Fabio Conti, il team manager Barbara Bufardeci, il medico Matteo Catananti e la fisioterapista Federica Ancidei, l'arbito al seguito Luca Castagnola.
Della squadra presente in Portogallo fanno parte sette vicecampionesse del mondo, che hanno conquistato la medaglia d'argento under 18 guidate da Paolo Zizza: il portiere Caterina Banchelli e con lei Sofia Giustini, Giorgia Amedeo, Sara Cordovani, Lucrezia Cergol, Isabella Riccioli, Carlotta Meggiato.
 
Regolamento. A Funchal 2018 partecipano 16 squadre divise in 4 gironi nella fase preliminare. L'Italia è nel gruppo A con Spagna, Repubblica Ceca e Bulgaria. Dopo la fase preliminare le vincenti dei gironi accedono direttamente ai quarti di finale (13 settembre), le seconde e terze classificate si incrociano negli ottavi (12 settembre, A con C e B con D) e le quarte disputano le semifinali per il 13° posto (12 settembre). Il 14 settembre si giocano soltanto le finali per i posti dal 9° al 16°; le semifinali e finali per le medaglie e il quinto e settimo posto sono in programma 15 e 16 settembre.
 
Finali

16 settembre
7/8 posto, Israele-Francia 13-3
5/6 posto, Italia-Grecia 9-10
3/4 posto, Olanda-Ungheria 9-8
1/2 posto, Russia-Spagna 8-12
 
Semifinali
 
15 settembre
5/8 posto
Italia-Israele 21-7 
Francia-Grecia 3-17
1/4 posto
Russia-Olanda 10-8
Ungheria-Spagna 5-11
 
Quarti di finale
 
13 settembre
Italia-Russia 5-13
Francia-Ungheria 0-20
Israele-Olanda 2-16
Grecia-Spagna 4-9
 
Ottavi di finale
 
12 settembre
Italia-Germania 20-4
Francia-Repubblica Ceca 11-10
Israele-Turchia 12-3
Grecia-Gran Bretagna 12-6
 
I gironi preliminari
 
A - Spagna, Italia, Repubblica Ceca, Bulgaria
B - Ungheria, Gran Bretagna, Israele, Slovacchia
C - Olanda, Portogallo, Germania, Francia
D - Grecia, Russia, Turchia, Romania
 
Le partite del girone A
 
9 settembre
Spagna-Repubblica Ceca 23-2
Italia-Bulgaria 34-1 (5-0, 7-0, 11-1, 11-0)
10 settembre
Bulgaria-Repubblica Ceca 11-16
Spagna-Italia 11-10 (2-2, 3-2, 4-2, 2-4) 
11 settembre
Spagna-Bulgaria 23-3
Italia-Repubblica Ceca 36-2 (10-0, 7-1, 11-0, 8-1)
 
I gol delle azzurre dopo sette partite (135)
 
Zanetta 22
Cocchiere 20
Giustini 16
Lucrezia Cergol 14
Esposito 13
Riccioli 11
De Magistris 10
Beatrice Cergol 10
Cordovani 7
Amedeo 5
Bagaglini 3
Cuzzupè 3
Meggiato 1 
 
Pubblicato in News Pallanuoto
Batte 21-7 Israele e domenica alle 16 ora italiana affronta la Grecia nella finale per il quinto posto agli europei under 19 a Funchal, in Portogallo. Un'altra goleada delle azzurre, la quarta dopo quelle con Bulgaria (34-1), Repubblica Ceca (36-2) e Germania (20-4) che proietta l'accatto tricolore a quota 126 gol in sei partite. Nicole Zanetta (Rapallo Pallanuoto - oggi tripletta nel primo tempo) è il capocanniere con 20 gol. Risultato mai in discussione: botta e risposta Zanetta (in superiorità) e Bogachenko nei primi due minuti di gioco, poi l'Italia prende subito il sopravvento spingendo fino al 16-3 di inizio quarto periodo (Cuzzupè su rigore a sette minuti da giocare) e concedendo alle avversarie soltanto le fasi conlcusive. Sulla panchina dell'Italia siede il tecnico federale Paolo Zizza - che ha guidato le under 18 alla conquista della medaglia d'argento ai mondiali di categoria che si sono conslusi il 2 settembre a Belgrado - in sostituzione di Giacomo Grassi che è rientrato in Italia per problemi personali alla vigilia della partita con la Russia. Nell'altra semifinale per il quinto posto la Grecia supera facilmente la Francia 17-3 con 6 gol di Myriokefalitaki, 5 di Protopapas, 3 di Grigoropoulou e uno ciascuna di Kontoni, Ninou e Papanastasiou. La Russia batte l'Olanda 10-8 ed è la prima finalista. L’altra finalista è la Spagna (già oro con l’under 18) che piega 11-5 l’Ungheria.
 
Italia-Israele 21-7
Italia: Banchelli, Zanetta 3, De Magistris 1 (1 rig), Cuzzupè 1 (rig), Cordovani 1, L. Cergol 3, Esposito 3, Riccioli 3, Giustini 4, B. Cergol, Cocchiere 2, Bagaglini, Imperatrice. All. Zizza
Israele: Avital, Bogachenko 3, Azulay, Shechori, Noy 1, Futorian 1, Pinkovsky, Farkash, Tal, Ocheberg 2, Vardi, Felix, Tabor. 
Arbitri: Markopoulou (Gre) e Ortega (Esp).
Note: parziali 5-1, 4-1, 6-1, 6-4. Uscite per limite di falli Cuzzupè e Bagaglini (Italia) e Futorian (Israele) nel quarto tempo.
 
 
Le 15 convocate azzurre: Marzia Imperatrice e Agnese Cocchiere (Bogliasco 1951), Adele Esposito e Anna De Magistris (Acquachiara ATI 2000), Giulia Cuzzupè e Nicole Zanetta (Rapallo Pallanuoto), Beatrice e Lucrezia Cergol (Pallanuoto Trieste), Sofia Giustini (Rapallo Pallanuoto), Michela Bagaglini (F&D H20), Isabella Riccioli (Orizzonte Catania), Sara Cordovani e Caterina Banchelli (RN Florentia), Carlotta Meggiato (Plebiscito Padova), Giorgia Grazia Amedeo (WP Messina). Nello staff il tecnico Giacomo Grassi, l'assistente Marco Manzetti, il commissario tecnico Fabio Conti, il team manager Barbara Bufardeci, il medico Matteo Catananti e la fisioterapista Federica Ancidei, l'arbito al seguito Luca Castagnola.
Della squadra presente in Portogallo fanno parte sette vicecampionesse del mondo, che hanno conquistato la medaglia d'argento under 18 guidate da Paolo Zizza: il portiere Caterina Banchelli e con lei Sofia Giustini, Giorgia Amedeo, Sara Cordovani, Lucrezia Cergol, Isabella Riccioli, Carlotta Meggiato.
 
Regolamento. A Funchal 2018 partecipano 16 squadre divise in 4 gironi nella fase preliminare. L'Italia è nel gruppo A con Spagna, Repubblica Ceca e Bulgaria. Dopo la fase preliminare le vincenti dei gironi accedono direttamente ai quarti di finale (13 settembre), le seconde e terze classificate si incrociano negli ottavi (12 settembre, A con C e B con D) e le quarte disputano le semifinali per il 13° posto (12 settembre). Il 14 settembre si giocano soltanto le finali per i posti dal 9° al 16°; le semifinali e finali per le medaglie e il quinto e settimo posto sono in programma 15 e 16 settembre.

Semifinali

15 settembre
5/8 posto
Italia-Israele 21-7 
Francia-Grecia 3-17
1/4 posto
Russia-Olanda 10-8
Ungheria-Spagna 5-11
 
Quarti di finale
 
13 settembre
Italia-Russia 5-13
Francia-Ungheria 0-20
Israele-Olanda 2-16
Grecia-Spagna 4-9
 
Ottavi di finale

12 settembre
Italia-Germania 20-4
Francia-Repubblica Ceca 11-10
Israele-Turchia 12-3
Grecia-Gran Bretagna 12-6
 
I gironi preliminari
 
A - Spagna, Italia, Repubblica Ceca, Bulgaria
B - Ungheria, Gran Bretagna, Israele, Slovacchia
C - Olanda, Portogallo, Germania, Francia
D - Grecia, Russia, Turchia, Romania
 
Le partite del girone A
 
9 settembre
Spagna-Repubblica Ceca 23-2
Italia-Bulgaria 34-1 (5-0, 7-0, 11-1, 11-0)
10 settembre
Bulgaria-Repubblica Ceca 11-16
Spagna-Italia 11-10 (2-2, 3-2, 4-2, 2-4) 
11 settembre
Spagna-Bulgaria 23-3
Italia-Repubblica Ceca 36-2 (10-0, 7-1, 11-0, 8-1)

I gol delle azzurre dopo sei partite (126)
 
Zanetta 20
Cocchiere 18
Giustini 14
Esposito 13
Lucrezia Cergol 12
De Magistris 10
Beatrice Cergol 10
Riccioli 10
Cordovani 7
Amedeo 5
Bagaglini 3
Cuzzupè 3
Meggiato 1 
 
 
Pubblicato in News Pallanuoto
Giovedì, 13 Settembre 2018

Europei U19 F. Italia-Russia 5-13

Niente da fare per la squadra di Giacomo Grassi superata 13-5 (2-0, 2-2, 3-1, 6-2) dalla Russia nei quarti di finale degli europei under 19 in svolgimento a Funchal. Le russe conducono 4-2 a metà gara; poi scappano con i gol in sequenza di Kempf, Zaplatina - autrice di sei reti - e Tolkunova che valgono il determinante 7-2. Per le azzurre a segno Zanetta con una tripletta e Cocchiere con una doppietta. Sulla panchina dell'Italia il tecnico federale Paolo Zizza che ha sostituito Grassi rientrato in Italia per problemi personali. La nazionale giocherà sabato, alle 14.30 ora italiana, nella semifinale per il quinto posto contro Israele che ha perso 16-2 con l'Olanda.
 
Italia-Russia 5-13
Italia: Banchelli, Zanetta 3, De Magistris, Cuzzupè, Amedeo, L. Cergol, Esposito, Riccioli, Giustini, B. Cergol, Cocchiere 2, Meggiato, Imperatrice. All. Zizza
Russia: Golovina, Kempf 1, Zaplatina 6, Pystina, Diachenko 2, Popova, Chagocochkina, Shiryaeva, Galimzianova, Tolkunova 3, Panfilova, Lipskaia 1, Khamareva.
Arbitri: Miskovic (Mne), Mustata (Rou).
Note: parziali 0-2, 2-2, 1-3, 2-6. Uscite per limite di falli Meggiato (I) e Tolkunova (R) nel quarto tempo.
 
 
Le 15 convocate azzurre: Marzia Imperatrice e Agnese Cocchiere (Bogliasco 1951), Adele Esposito e Anna De Magistris (Acquachiara ATI 2000), Giulia Cuzzupè e Nicole Zanetta (Rapallo Pallanuoto), Beatrice e Lucrezia Cergol (Pallanuoto Trieste), Sofia Giustini (Rapallo Pallanuoto), Michela Bagaglini (F&D H20), Isabella Riccioli (Orizzonte Catania), Sara Cordovani e Caterina Banchelli (RN Florentia), Carlotta Meggiato (Plebiscito Padova), Giorgia Grazia Amedeo (WP Messina). Nello staff il tecnico Giacomo Grassi, l'assistente Marco Manzetti, il commissario tecnico Fabio Conti, il team manager Barbara Bufardeci, il medico Matteo Catananti e la fisioterapista Federica Ancidei, l'arbito al seguito Luca Castagnola.
Della squadra presente in Portogallo fanno parte sette vicecampionesse del mondo, che hanno conquistato la medaglia d'argento under 18 guidate da Paolo Zizza: il portiere Caterina Banchelli e con lei Sofia Giustini, Giorgia Amedeo, Sara Cordovani, Lucrezia Cergol, Isabella Riccioli, Carlotta Meggiato.
 
Regolamento. A Funchal 2018 partecipano 16 squadre divise in 4 gironi nella fase preliminare. L'Italia è nel gruppo A con Spagna, Repubblica Ceca e Bulgaria. Dopo la fase preliminare le vincenti dei gironi accedono direttamente ai quarti di finale (13 settembre), le seconde e terze classificate si incrociano negli ottavi (12 settembre, A con C e B con D) e le quarte disputano le semifinali per il 13° posto (12 settembre). Il 14 settembre si giocano soltanto le finali per i posti dal 9° al 16°; le semifinali e finali per le medaglie e il quinto e settimo posto sono in programma 15 e 16 settembre. 
 
Quarti di finale
 
13 settembre
Italia-Russia 5-13
Francia-Ungheria 0-20
Israele-Olanda 2-16
Grecia-Spagna 4-9
 
Ottavi di finale

12 settembre
Italia-Germania 20-4
Francia-Repubblica Ceca 11-10
Israele-Turchia 12-3
Grecia-Gran Bretagna 12-6
 
I gironi preliminari
 
A - Spagna, Italia, Repubblica Ceca, Bulgaria
B - Ungheria, Gran Bretagna, Israele, Slovacchia
C - Olanda, Portogallo, Germania, Francia
D - Grecia, Russia, Turchia, Romania
 
Le partite del girone A
 
9 settembre
Spagna-Repubblica Ceca 23-2
Italia-Bulgaria 34-1 (5-0, 7-0, 11-1, 11-0)
10 settembre
Bulgaria-Repubblica Ceca 11-16
Spagna-Italia 11-10 (2-2, 3-2, 4-2, 2-4) 
11 settembre
Spagna-Bulgaria 23-3
Italia-Repubblica Ceca 36-2 (10-0, 7-1, 11-0, 8-1)

I gol delle azzurre dopo cinque partite (105)
 
Zanetta 17
Cocchiere 16
Beatrice Cergol 10
Esposito 10
Giustini 10
De Magistris 9
Lucrezia Cergol 9
Riccioli 7
Cordovani 6
Amedeo 5
Bagaglini 3
Cuzzupè 2
Meggiato 1 
 
 
Pubblicato in News Pallanuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli PALLANUOTO