Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Maggio 2015 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

Scatta l'ora decisiva. E' tempo di finali nei campionati di serie A2 e serie B di pallanuoto. Sabato 30 maggio si gioca gara 1 delle finali promozione in A2 e gara 2 di playoff e playout in B. Comunicati anche i provvedimenti disciplinari adotatti dal giudice sportivo federale dopo le partite del 27 maggio in serie A2.  

SERIE A2 M 

Finali Play Off – Gara 1 - 30 maggio 

RN SORI-LAVAGNA 90 DI MEGLIO 12-11 dtr (8-8 al termine dei tempi regolamentari) (1-0)
RN Sori: Ferrari, Ferrero, Gandini 1, Mugnaini 2 (1 rig), Cavassa, Cambiaso 2, Digiesi 1, Rocchi, Vuleta 1, Trebino, Manzi 1, Presciutti, Viola. All. Cavallini
Lavagna '90: Graffigna, L. Pedroni, Congiu, M. Pedroni, Giusti, Cimarosti, Oneto 3, F. Cotella 1, Felugo, Martini 1, Governari, Parisi 2, Casazza 1. All. Risso
Arbitri: Petronilli e Savarese
Note: parziali 2-1, 2-2, 1-3, 3-2. Nessuno è uscito per limite di falli. Espulsi Cotella (L) e Vuleta (S) nel quarto tempo, a quattro secondi dalla fine, per scorrettezze reciproche. Superiorità numeriche: Sori 6/13 + 1 rigore e Lavagna 5/13. La serie dei rigori: Congiu (L) gol, Mugnaini (S) gol, Cimarosti parato, Rocchi parato, Parisi gol, Presciutti gol, Oneto gol, Manzi gol, Casazza traversa, Gandini gol. Spettatori 600 circa

PALLANUOTO TRIESTE-CC ORTIGIA 16-8 (1-0)
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio 1, Giorgi 3, Giacomini 3, Popovic 4, Mezzarobba, Namar, Berlanga 2, Spadoni 2, Lagonigro, Vannella. All. Piccardo
CC Ortigia: Patricelli, Abela, Polifemo, Di Luciano 3, Lisi, Tringali 2, D'Amico, Rotondo 1, Danilovic 2 (1 rig), Vinci, Martelli, Negro. All. Leone
Arbitri: Castagnola e Gomez
Note: parziali 3-1, 4-3, 4-3, 5-2). Usciti per limite di falli Danilovic (O) nel terzo e Podgornik (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Triste 4/7 e Ortigia 4/14 + 1 rigore. Spettatori 1300 circa

Finali Play Off - Gara 2 - 3 giugno

19.00 Lavagna 90 Dimeglio-RN Sori
Arbitri Calabrò e Riccitelli
19.30 CC Ortigia-Pallanuoto Trieste
Arbitri Daniele Bianco e Luca Bianco 

Eventuale terza partita il 6 giugno

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI.
Squalificati una giornata E. Mensi e S. Lottero (Arenzano) e F. Ferreccio (Trieste) per comportamento ingiurioso verso gli arbitri, A. Palmieri (Quinto) per gioco violento e M. Polipodio (dirigente Sori) per comportamento ingiurioso nei confronti degli arbitri. Ammoniti con diffida S. Scuderi (Muri Antichi) per comportamento reiteratamente poco riguardoso nei confronti degli avversari, B. Popovic (Trieste) e G. Torrisi (Catania) per comportamento reciprocamente irriguardoso. Ammoniti F. Irredento (dirigente Trieste) e S. Piccardo (allenatore Trieste) per comportamento poco riguardoso. Multa di 2000 euro alla società Trieste Pallanuoto per reiterate ingiurie e minacce del pubblico nei confronti degli arbitri durante e dopo l'incontro, con lancio di una bottigilia di acqua verso un direttore di gara che non veniva colpito, episodio che ha comportato la sospensione dell'incontro per alcuni minuti; con diffida che in caso di comportamenti analoghi si procederà alla squalifica del campo gara. Multa di 500 euro alla società RN Sori per reiterate ingiurie e minacce del pubblico verso gli arbitri con lancio di sputi; con diffida che in caso di comportamenti analoghi si procederà alla squalifica del campo gara. Multa di 250 euro alla società Ortigia per reiterate ingiurie del pubblico verso gli arbitri con l'attenuante dell'intervento dei dirigenti che si sono attivati per calmare la situazione.    

SERIE A2 F

Finali Play Off - Gara 1 - 24 maggio

RN Bologna-Pescara PN 11-6 (serie 1-0)
Carpisa Yamamay Acquachiara-NC Milano 10-11 (serie 0-1)

Finali Play Off - Gara 2 - 31 maggio

12.00 Pescara PN-RN Bologna
Arbitri Cataldi e Pagani 
17.00 NC Milano-Carpisa Yamamay Acquachiara
Arbitri Ferrari e SponZa 

Eventuale terza partita il 7 giugno

SERIE B M

Finali Play Off - Gara 1 - 23 maggio

Crocera Stadium-Club Wasken Boys 11-7 (serie 1-0)
Pharmitalia PN Bergamo-Sportiva Sturla 12-4 (serie 1-0)
Del Bo Aqavion-Pescara PN 5-4 (serie 1-0)
Roma 2007 Arvalia-Zurich Bardato Cesport 14-11 (serie 1-0)

Finali Play Off - Gara 2 - 30 maggio

Club Wasken Boys-Crocera Stadium 4-10 (serie 0-2) Crocera promossa
Arbitri Acierno e Fusco

Sportiva Sturla-Pharmitalia PN Bergamo 5-12 (serie 0-2) Bergamo promossa
Arbitri Baretta e Pascucci
Pescara PN-Del Bo Aqavion 10-9 (serie 1-1)
Ibba e Scappini
Zurich Bardato Cesport-Roma 2007 Arvalia 9-6 (serie 1-1)
Carmigniani e Centineo

Eventuale terza partita il 6 giugno

Finali Play Out - Gara 1 - 23 maggio

Mestrina Nuoto-Lerici Sport 1954 9-10 (serie 0-1)
PN Roma-Ossidiana 12-11 dtr (serie 1-0)
Cosenza Nuoto-Anzio 14-13 dtr (serie 1-0)
Nuoto Livorno-Cus Geas Milano 11-12 dtr (serie 0-1)

Finali Play Out - Gara 2 - 30 maggio

Lerici Sporrt 1954-Mestrina Nuoto 8-7 (serie 2-0) Mestrina retrocede
Arbitri Polimeni e Romolini
Anzio-Cosenza Nuoto 10-9 (serie 1-1)
Arbitri Frauenfelder Guarracino
Cus Geas Milano-Nuoto Livorno 8-9 (serie 1-1)
Arbitri Cirillo e Zedda
Ossidiana-PN Roma 10-7 (serie 1-1)
Arbitri Palmieri e Ruscica

Eventuale terza partita il 6 giugno

Foto Pallanuoto Trieste

Pubblicato in News Pallanuoto

Batte il Primorje Rijeka 8-7 nella finale di Champions a Barcellona e torna sul tetto europeo a distanza di tre anni e firma il triplete: scudetto, coppa Italia e Champions. Nel primo tempo il Recco va sotto di gue gol, che recupera nel secondo con Jokovic (doppietta). Nel terzo periodo sono i croati ad inseguire il Recco che è sempre avanti: 4-3, 5-4, 6-5 (Pjetlovic) e 7-5 (Giorgetti). Muslim dimezza lo svantaggio a 3'27" dalla fine (6-7) ma Figlioli rimette subito le cose a posto (8-6). Mancano 1'52" e sale la pressione. Al Primorje non basta il cuore e il gol di Sukno a 21 secondi dal fischio della sirena. Finisce la partita e il Recco è campione d'Europa!
Per i biancocelesti è l'ottava coppa dei campioni, che mancava dal 12 maggio 2012 nella finale vinta prorpio contro il Primorje Rijeka per 11-8. Nella fase preliminare la squadra italiana ha dominato il gruppo A vincendo tutte le dieci sfide e totalizzando 30 punti. Nel gruppo B, hanno dominato ancora i croati del Primorje che hanno chiuso con 24 punti (2 sconfitte). Lo scenario è la mitica piscina Bernat Picornell, dove gli azzurri vinsero la loro terza olimpiade nel 1992.
La finale per il terzo posto è stata vinta dal Barceloneta che si è imposto 14-12 sul Dubrovnik. Ubovic fissa il risultato a 50 secondi dalla fine della partita; terzo e quarto tempo in mano agli spagnoli, avanti 12-9 dopo 44 secondi dall'inizio del quarto periodo.  
Il Recco in semifinale aveva superato i padroni di casa detentori del trofeo del Barceloneta 12-11. Recco tutto cuore con la rimonta che è maturata tra la fine del terzo e soprattutto del quarto tempo. Gol decisivo di Pjetlovic a 6 secondi dal fischio della sirena. Scongiurati i rigori. Nell'altra semifinale il Primorje Rijeka aveva battuto gli altri croati del Dubrovnik 10-9. Successo dell'Eger 8-7 nella finale per il quinto posto con l'altra ungherese Szolnoki.

I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE BARELLI. "Grazie ragazzi! Siete stati fantastici. Mi avete emozionato, prima in semifinale e ora in finale. Vittoria più meritata di questa non potrebbe esserci. Percorso netto nella fase preliminare e nella final six. Rivolgo i complimenti a nome personale, della LEN e della FIN a tutti i giocatori, tecnici, dirigenti e collaboratori della società Pro Recco per l’ottimo lavoro svolto e il prestigioso risultato ottenuto, che premia le capacità professionali, organizzative e tecniche della società e dei suoi rappresentanti. Per i nostri club in Europa è stata una stagione indimenticabile. All’exploit della Pro Recco, che con lo scudetto, la coppa Italia e la champions ha realizzato una tripletta memorabile, si uniscono i successi altrettanto meritati e meritevoli del CN Posillipo nell’Euro Cup e della Mediterranea Imperia nel Len Trophy. Rinnovo i complimenti anche a loro, giocatori, allenatori e dirigenti, e li estendo anche ai giocatori e alle società finaliste, la Carpisa Yamamay Acquachiara in Euro Cup e il Plebiscito Padova, neocampione d’Italia, nel Len Trophy. Oggi è altro un giorno di festa per lo sport e la pallanuoto italiana".
I COMPLIMENTI DEL SEGRETARIO GENERALE PANZA. Alla Pro Recco giungono anche i complimenti del Segretario Generale della Federazione Italiana Nuoto Antonello Panza, che si unisce alle parole del Presidente Paolo Barelli nell’estendere gli applausi al CN Posillipo e alla Mediterranea Imperia per i trionfi europei, alla Pro Recco e al Plebsicito Padova per i successi in campionato: 29° scudetto del Recco e primo del Padova.

RISULTATI FINAL SIX

Giovedì 28 maggio

Quarti di finale
a) Eger (Hun)-Dubrovnik (Cro) 8-10 
b) Barceloneta (Esp)-Szolnoki (Hun) 10-9 dtr (6-6 dopo i tempi regolamentari) 

Venerdì 29 maggio
Finale quinto posto
Eger (Hun)-Szolnoki (Hun) 8-7 (3-1, 1-3, 3-2, 1-1)

Semifinali
Dubrovnik (Cro)-Primorje Rijeka (Cro) 9-10 (2-2, 3-2, 2-4, 2-2)
Barceloneta (Esp)-Pro Recco 11-12 (3-2, 4-3, 3-5, 1-2)

Sabato 31 maggio

Finale terzo posto
Dubrovnik (Cro)-Barceloneta (Esp) 12-14 (5-3, 3-5, 1-3, 3-3)
Finale primo posto
Primorje Rijeka (Cro)-Pro Recco 7-8 (3-1, 0-2, 2-4, 2-1)

Risultati completi e tabellini 

ALBO D'ORO

Coppa dei Campioni
1963-64 Partizan Belgrado (Jug)
1964-65 Pro Recco (Ita)*
1965-66 Partizan Belgrado (Jug)
1966-67 Partizan Belgrado (Jug)
1967-68 Mladost Zagabria (Jug)
1968-69 Mladost Zagabria (Jug)
1969-70 Mladost Zagabria (Jug)
1970-71 Partizan Belgrado (Jug)
1971-72 Mladost Zagabria (Jug)
1972-73 Osc Budapest (Hun)
1973-74 Mgu Mosca (Urss)
1974-75 Partizan Belgrado (Jug)
1975-76 Partizan Belgrado (Jug)
1976-77 Csk Mosca (Urss)
1977 Canottieri Napoli (Ita)*
1978-79 Osc Budapest (Hun)
1979-80 Vasas Budapest (Hun)
1980-81 Jug Dubrovnik (Jug)
1981-82 Cn Barcellona (Esp)
1982-83 Spandau Berlino (Ddr)
1983-84 Stefanel Recco (Ita)*
1984-85 Vasas Budapest (Hun)
1985-86 Spandau Berlino (Ddr)
1986-87 Spandau Berlino (Ddr)
1987-88 Sisley Pescara (Ita)*
1988-89 Spandau Berlino (Ddr)
1989-90 Mladost Zagabria (Jug)
1990-91 Mladost Zagabria (Jug)
1991-92 Jadran Spalato (Cro)
1992-93 Jadran Spalato (Cro)
1993-94 Ujpest Budapest (Hun)
1994-95 Catalunia Barcellona (Esp)
1995-96 Mladost Zagabria (Cro)
1996-97 Themis Posillipo (Ita)*
1997-98 Themis Posillipo (Ita)*
1998-99 Splitska Spalato (Cro)
1999-2000 Naftagas Becej (Jug)
2000-2001 Jug Dubrovnik (Cro)
2001-2002 Olympiakos Pireo (Gre)
2002-2003 Pro Recco (Ita)*

Eurolega
2003-2004 Honved Budapest (Hun)
2004-2005 Lottomatica Posillipo (Ita)*
2005-2006 Jug Dubrovnik (Cro)
2006-2007 Pro Recco (Ita)*
2007-2008 Pro Recco (Ita)*
2008-2009 Primorac Kotor (Mne)
2009-2010 Pro Recco (Ita) *
2010-2011 Partizan Belgrado (Srb)

Champions League
2011-2012 Ferla Pro Recco (Ita) *
2012/2013 Stella Rossa Belgrado (Srb)
2013/2014 Atletic Barceloneta (Esp)
2014/2015 Pro Recco (Ita) *
* 13 successi italiani

Il sito ufficiale

Foto G.Scala/Deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Pallanuoto
Domenica, 24 Maggio 2015

Risultati playoff e playout A2 e B.

Chiusi in campionati di A1 con gli scudetti di Pro Recco, il 29° e decimo consecutivo e Plebiscito Padova, il primo della sua storia, riflettori puntati verso i playoff e playout della serie A2 e della serie B. Sabato si sono disputate gara 2 delle semifinali playoff e delle finali playout di A2 maschile e gara 1 delle finali di B maschile. Domenica 24 maggio si è svolta la gara 1 delle finali promozione dei playoff di serie A2 femminile. Si gioca al meglio delle due partite su tre.

SERIE A2 M 

Semifinali Play Off – Gara 1

RN Sori-Roma Nuoto 12-5
NC Civitavecchia-Lavagna 90 Di Meglio 7-10 dtr
CC Ortigia-SC Quinto 10-6
Pallanuoto Trieste-Item Nuoto Catania 10-7

Finali Play Out - Gara 1

Pol. Muri Antichi-RN Arenzano 11-12
RN Imperia-RN Latina 9-6

Semifinali Play Off - Gara 2 - 23 maggio

ITEM NUOTO CATANIA-PALLANUOTO TRIESTE 11-10 (1-1)
Nuoto Catania: G. Spampinato, B. Torrisi 1, Riccioli, Basile 1, Sparacino, M. Spampinato, G. Torrisi 3, Casasola 1, Kacar 1, Evola, Beltrame 3, C. Torrisi 1, Pellegrino. All. Dato
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornic, Petronio 3 (un rig), Ferreccio, Giorgi 2, Giacomini 1, Popovic 1, Mezzaroba, Namar 1, Berlanga 1, Spadoni 1, Lagonigro, Vannella. All. Brazzati
Arbitri: Riccitelli e Sponza
Note: parziali 4-3, 2-2, 3-3, 2-2. Uscito per limite di falli Sparacino (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 5/11 e Trieste 4/6 + 1 rigore. Spettatori 600 circa

ROMA NUOTO-RN SORI 10-8 (1-1)
Roma Nuoto: Serrentino, F. Liolli, Navarra, Fiorillo 1, Moroni, Esposito, Spione, Martella, Saviano 2, De Michelis,  Wendt 2, Letizi 2, Faiella 3 (un rig). All. Fiorillo
RN Sori: Ferrari, Ferrero, Gandini 2, Mugnaini 2, Cavassa 1, Cambiaso 1, Digiesi 1, Rocchi, Vuleta 1, Trebino, Manzi, Bianchetti, Viola. All. Cavallini
Arbitri: Colombo e Marongiu
Note: parziali 4-1, 3-3, 1-2, 2-2. Usciti per limite di falli Martella (R) nel terzo tempo, Rocchi (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Roma 4/10 + un rigore, Sori 4/10. Spettatori 500 circa

LAVAGNA 90 DI MEGLIO-NC CIVITAVECCHIA 19-18 dtr (9-9 al termine dei tempi regolamentari) (2-0)
Lavagna '90: Graffigna, G. Cotella, Congiu 1, M. Pedroni, Giusti, Cimarrosti 1, Oneto 2, F. Cotella, Felugo, Martini, Governari, Parisi 3 (2 rig), Casazza 2 (2 rig). All. Risso
NC Civitavecchia: Visciola, Simeoni, Iula 1, Chiarelli, Zanetic 2, Pimpinelli, Castello, M. Muneroni, Romiti 3, Foschi 1, Checchini 1, A. Muneroni 1, G. Muneroni. All. Pagliarini
Arbitri: Fusco e Pascucci
Note: parziali 0-2, 2-3, 3-2, 4-2. Sequenza dei rigori: Foschi (C) parato, Congiu (L) fuori, Simeoni gol, Cimarrosti gol, Castello gol, Parisi parato, Romiti gol, Oneto gol, Zanetic parato e Casazza gol; Foschi (C) gol, Congiu (L) gol, Simeoni gol, Cimarrosti gol, Castello gol, Parisi gol, Romiti parato, Oneto parato, Zanetic gol, Casazza gol, Foschi gol, Congiu gol, Simeoni gol, Cimarrosti gol, Castello parato e Parisi gol. Usciti per limite di falli M. Muneroni (C) nel terzo, Pedroni e F. Cotella (L) e Iula (C) nel quarto tempo. Espulso per proteste Martini (L) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Lavagna 3/8 + 5 rigori di cui 1 fallito da Felugo nel secondo tempo e Civitavecchia 7/15. Spettatori 500 circa

SC QUINTO-CC ORTIGIA 12-10 (1-1)
SC Quinto: Scanu, Castagnola, A. Brambilla 4, Luccianti 1, Turbati, Giordano 4, Martinic 2, Palmieri, F. Brambilla, Bittarello 1, Spigno 1, Pino, Pedrini. All. Paganuzzi
CC Ortigia: Patricelli, Polifemo, Abela, Puglisi 1, Di Luciano 3, Lisi 1, Tringali, D'Amico, Rotondo 1, Danilovic 3 (1 rig), Vinci, Martelli 1, Negro. All. Leone
Arbitri: Bensaia e Cataldi
Note: parziali 5-2, 2-2, 1-3, 4-3). Usciti per limite di falli Bittarello (Q) nel terzo, Pinto (Q), Vinci, Rotondo e Tringali (O) nel quarto tempo. Espulsi per reciproche scorrettezze Abela (O) e Martinic (Q) nel secondo tempo e Luccianti (Q) e Lisi (O) nel terzo. Superiorità numeriche: Quinto 7/12 e Ortigia 7/12 + 1 rigore. Spettatori 600 circa

La gara 3 si giocherà il 27 maggio nei campi di gara 1: a Trieste alle 19.30, a Sori alle 19 e a Siracusa alle 19.30. Il Lavagna ha chiuso la serie con il Civitavecchia 2-0 e si è qualificato per la finale. 

Nelle finali promozione si affrontano le vincenti di Trieste-Catania e Ortigia-Quinto e il Lavagna con la vincente di Sori-Roma. Finali al meglio delle due partite su tre il 30 maggio, 3 giugno ed eventuale 6 giugno.

Finali Play Out - Gara 2 - 23 maggio

RN ARENZANO-POL. MURI ANTICHI 10-13 (1-1)
RN Arenzano: Agostini, Mensi, Mezzasalma 1, A. Siri 2° 2, Lottero, Corio, Rubino 3, Sargiano, Piccardo, A. Siri 1°, Tondina, Manzone 4 (2 rig), Damonte. All. Caltabiano
Pol. Muri Antichi: Graziano, Carchiolo 1, Scicali, Strano, Barbaric 5 (3 rig), Dato, Scirè 4, Scebba 2, Indelicato, Sfogliano, Muscuso, Scuderi 1, Reina. All. Cassone
Arbitri: Minelli e Severo
Note: parziali 2-4, 3-2, 3-5, 2-2. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Arenzano 5/8 + 2 rigori, Muri Antichi 5/8 + 3 rigori. Spettatori 200 circa

RN LATINA-RN IMPERIA 7-8 (0-2)
RN Latina: Gazzarini, Ambrosini, Vitale 1, Campana 1, Onida 1 (rig), Falco 1, Mazzi, Popovic 1, D'Alfonso, Palombo, Priori, Manzo 2 (1 rig), Brandoni. All. Ricciutelli
RN Imperia: Vasiljevic, Grossi, Sebastianelli, Capanna, Poracchia, Milani, Ferrari 2, Maglio, Barillari, Somà 3, Rocchi 1, Amelio 1, Parodi 1. All. Fratoni
Arbitri: L. Bianco e Palmieri
Note: parziali 1-2, 3-2, 3-2, 0-2. Nel primo tempo Popovic (L) ha fallito un rigore (esecuzione irregolare). Usciti per limite di falli Vitale (L) nel terzo e Capanna (I) nel quarto tempo. Decisivo il gol di Ferrari (I) a 14" dalla fine della partita. Superiorità numeriche: Latina 2/5 + 3 rigori e Imperia 3/9. Spettatori 100 circa.

Muri Antichi e Arenzano vanno a gara 3 che si giocherà il 27 maggio a Catania alle ore 15.30; la Rari Nantes Imperia resta in serie A2 e la Rari Nantes Latina retrocede in serie B.

SERIE A2 F

Finali Play Off - Gara 1 - 24 maggio

RN Bologna-Pescara PN 11-6 (serie 1-0)
Arbitri Bensaia e Camoglio 
Carpisa Yamamay Acquachiara-NC Milano 10-11 (serie 0-1)
Arbitri De Girolamo e Zappatore

Finali Play Off - Gara 2 - 31 maggio

12.00 Pescara PN-RN Bologna 
17.00 NC Milano-Carpisa Yamamay Acquachiara 

Eventuale gara 3 il 7 giugno nei campi di gara 1

SERIE B M

Finali Play Off - Gara 1 - 23 maggio

Crocera Stadium-Club Wasken Boys 11-7 (serie 1-0)
Arbitri Braghini e Ricciotti
Pharmitalia PN Bergamo-Sportiva Sturla 12-4 (serie 1-0)
Arbitri roberti Vittory e Sorgente
Del Bo Aqavion-Pescara PN 5-4 (serie 1-0)
Arbitri Del Bosco e Nicolosi
Roma 2007 Arvalia-Zurich Bardato Cesport 14-11 (serie 1-0)
Arbitri Lo Dico e Schiavo

Finali Play Off - Gara 2 - 30 maggio

17.30 Club Wasken Boys-Crocera Stadium
19.00 Sportiva Sturla-Pharmitalia PN Bergamo
20.00 Pescara PN-Del Bo Aqavion
20.30 Zurich Bardato Cesport-Roma 2007 Arvalia

Eventuale gara 3 il 6 giugno nei campi di gara 1

Finali Play Out - Gara 1 - 23 maggio

Mestrina Nuoto-Lerici Sport 1954 9-10 (serie 0-1)
Arbitri Piccoli e Pusineri 
PN Roma-Ossidiana 12-11 dtr (serie 1-0)
Arbitri Rotondano e M. Rotunno 
Cosenza Nuoto-Anzio 14-13 dtr (serie 1-0)
Arbitri Alfi e D'Alessio
Nuoto Livorno-Cus Geas Milano 11-12 dtr (serie 0-1)
Arbitri Iacovelli e Piano


Finali Play Out - Gara 2 - 30 maggio

15.00 Lerici Sporrt 1954-Mestrina Nuoto
15.00 Anzio-Cosenza Nuoto
15.45 Cus Geas Milano-Nuoto Livorno
16.00 Ossidiana-PN Roma

Eventuale gara e il 6 giugno nei campi di gara 1

Foto Lavagna 90  

Pubblicato in News Pallanuoto

"La Regione Lombardia crede nello sport e lo sta facendo in maniera concreta. In questi ultimi due anni, è stato investito molto sia per il sostegno della pratica sportiva, sia per i grandi eventi internazionali che si svolgono sul nostro territorio". Parole dell'assessore allo sport e alle politiche per i giovani della Regione Lombardia Antonio Rossi nel corso della presentazione della Super Final della World League di pallanuoto che si svolgerà al Centro sportivo Italcementi di Bergamo dal 23 al 28 giugno.
"La manifestazione - ha spiegato l'assessore Rossi - rientra tra i grandi eventi internazionali della Regione Lombardia e sarà occasione per portare per convogliare a Bergamo le migliori squadre al mondo della pallanuoto: il Settebello, l'Australia, la Croazia, l'Ungheria, il Brasile che ospiterà le prossime Olimpiadi, la Cina, la Serbia e gli Usa. In palio il primo pass per le Olimpiadi di Rio 2016. Il nostro obiettivo - ha proseguito - è quello di sostenere manifestazioni ed eventi sportivi che abbiano connessione anche con le tematiche di Expo. Sono convinto che attraverso lo sport si possa contribuire al successo dell'Esposizione Universale e diffondere, in parallelo, la pratica e la cultura dell'attività fisica sul territorio. La Lombardia - ha sottolineato l'assessore - è al primo posto per tesserati nel settore giovanile e il cittì del Settebello Alessandro Campagna guarda al nostro movimento con interesse e come a bacino da cui attingere futuri campioni. La pallanuoto - ha concluso l'assessore Rossi - è uno sport vero, con tante belle piazze in Lombardia; ma manca Milano, dove il cittì Campagna vorrebbe giocare. Spero si superino gli attuali problemi legati all'impiantistica che ci vedono in prima linea in ambito operativo".
Bergamo ha già ospitato partite di qualificazione ma è la prima volta che organizza la finale del torneo itinerante. L’evento si terrà interamente in una struttura all’avanguardia, infatti il Centro Sportivo Italcementi gode di uno spazio di ben 29.000 mq a pochi passi dal centro cittadino, uno spazio immerso nel verde che per l’occasione verrà trasformato in un vero e proprio villaggio destinato all’intrattenimento del pubblico, delle federazioni sportive, delle istituzioni e degli addetti ai lavori; un’area “quinto tempo” in cui verrà sviluppato il Water Polo Village e che offrirà ai presenti la giusta combinazione tra sport, musica, cibo, artigianato e divertimento.
"L’Italia ha ospitato già due volte la finale della World League, a Genova nel 2008 con gli azzurri al settimo posto e a Firenze nel 2011 con gli azzurri d’argento - ricorda il vice presidente Lorenzo Ravina - Con la finale organizzata a Bergamo l’Italia diventa il paese che in più occasione ha ospitato la fase finale della manifestazione, a dimostrazione dell’attenzione e della fiducia che la Federation Internationale de Natation ripone nei confronti della Federnuoto. L’Italia – tre ori olimpici, mondiali ed europei – non ha mai vinto la World League giunta alla 14esima edizione. I migliori risultati sono il secondo posto nel 2003 a New York e nel 2011 a Firenze e il terzo posto nel 2012 ad Almaty e la Federnuoto è lieta che Bergamo abbia espresso l’intenzione di ospitare la manifestazione dopo il successo riscosso nella tappa preliminare del 2014: Italia-Slovacchia 12-5 il 14 gennaio 2014. Speriamo di sfatare questo piccolo tabù"; conclude Ravina che ringrazia "per il sostegno e la sensibilità dimostrati il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e l’assessore allo sport e alle politiche per i giovani Antonio Rossi; il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e l’assessore all'istruzione, università, formazione e sport Loredana Poli, il presidente della Nuoto Bergamo Alta Dario Pagani e il direttore di Rai Sport Carlo Paris per il gravoso impegno di rivestire il ruolo di host bradcaster dell’evento".
Danilo Vicenovich ha inoltre parlato degli impianti sportivi e sul ruolo della Regione: “Il mio primo pensiero va agli impianti sportivi regionali: sono sicuro che la Lombardia non deve attendere Roma 2024 per vedere migliorate le proprie strutture o magari vederne nascere di nuove. La nostra Regione ha il dovere di credere nello sport, in tutti gli sport, e non vogliamo essere la Cenerentola di nessuno. Un dato su tutti vede la Lombardia quale realtà con il maggior numero di tesserati per l'attività giovanile; è importante credere in questo movimento e possedere i migliori impianti sportivi consentirà anche di coltivare futuri campioni. Un altro dato conferma che ogni anno sul territorio lombardo si disputano oltre 1700 gare di pallanuoto. Nel corso del tempo la città di Bergamo ha assistito ad una crescita costante e gare di così alto livello costituiranno sicuramente un volano per il suo sviluppo ulteriore”.
Alessandro Campagna, cittì del Settebello, ha affermato: “Nutro grande stima nei confronti di Antonio Rossi in veste di atleta ma ancora di più di politico per l’impegno intrapreso. Il suo lavoro, rivolto alla collettività, esprime la sportività che ha contraddistinto l'atleta e l'uomo. Il marchio Settebello rappresenta un importante veicolo e traino del movimento pallanuotistico nazionale, si crea infatti grande interesse ovunque la nazionale giochi o si alleni. Bergamo non tradirà le aspettative e fra le 8 formazioni ci sarà battaglia vera. Il nostro girone è molto difficile, dovremo perciò essere capaci di posizionarci primi o secondi per evitare nei quarti incroci pericolosi. La squadra, seppur molto rinnovata, è già di ottimo livello e il gruppo ne è consapevole. Da lunedì iniziamo la preparazione a Pescara proprio in vista di questo appuntamento di World League e sono certo che Bergamo non deluderà le aspettative di tutti noi.”
Il presidente della Nuoto Bergamo Alta Dario Pagani ha espresso “doverosi ringraziamenti alla Regione Lombardia e al suo assessore allo sport Antonio Rossi per essere stati così vicini alla manifestazione. Il torneo desidera promuovere la pallanuoto in Lombardia e annoverare i migliori nazionali mondiali, stimolando certamente l’interesse dei tesserati regionali. Le gare di altissimo livello tecnico e agonistico garantiranno grande visibilità al territorio e alla città di Bergamo, che per 6 giorni sarà la capitale mondiale della pallanuoto. La Federazione, in accordo con la nostra società, ha deciso di predisporre dei biglietti speciali riservati alle società presenti in regione e provincia con un prezzo scontato. Utilizzeremo diversi canali per promuovere l'evento, fra i quali C.R.E. ed in particolari oratori, che avranno la possibilità di presenziare alle gare e vedere gli allenamenti mattutini delle varie squadre coinvolte. Per concludere desidero ringraziare gli sponsor della manifestazione, che hanno contribuito alla realizzazione di questo sogno, e augurare al nostro Settebello di giocare un torneo da veri protagonisti.”

consulta il sito ufficiale

(foto tratta da bergamonews.it)

Pubblicato in News Pallanuoto

Seguono i tabellini delle semifinali playoff e delle finali palyout. Le partite sono alla meglio delle due su tre: il 23 maggio il ritorno e l'eventuale bella il 27 maggio. Per i playoff, otto squadre si giocano i due posti che valgono la promozione nella Serie A1 in due separati tabelloni: Sori, Roma Nuoto, Civitavecchia e Lavagna; Trieste, Item Catania, IGM Ortigia e Quinto. Le finali playout Muri Antichi-Arenzano e Imperia-Rari Nantes Latina decideranno chi retrocedera in serie B insieme a Brescia e Promogest, già condannate dalla regular season. Seguono programma e tabellini.

Serie A2 Maschile

mercoledì 20 maggio

Semifinali Play Off – Gara 1

RN SORI-ROMA NUOTO 12-5
RN Sori: Ferrari, Ferrero, Gandini 1, Mugnaini 1, Cavassa, Cambiaso 2, Digiesi, Rocchi, Vuleta 5, Trebino, Manzi 3, Presciutti, Viola. All. Cavallini.
Roma Nuoto: Serrentino, F. Liolli, Navarra, Fiorillo, Moroni, Esposito, Spione 2, Martella, Saviano, De Michelis, Wendt 3, Letizi, Faiella. All. Fiorillo.
Arbitri: Ercoli e Sgarra.
Note: parziali 4-1, 3-2, 1-1, 4-1. Usciti per limite di falli Digiesi (S) nel terzo tempo, Ferrero (S) nel quarto tempo. Espulsi per reciproche scorrettezze Rocchi (S) e Saviano (R) nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Sori 6/12 + un rigore fallito (parato) da Vuleta nel terzo tempo, Roma 4/18. Spettatori 300 circa.

NC CIVITAVECCHIA-LAVAGNA 90 7-10 d.t.r. (7-7 dopo i tempi regolamentari).
NC Civitavecchia: Visciola, Simeoni 1, Iula, Chiarelli, Zanitic, Pimpinelli, Castello 1, Quaglio, Romiti 1, Foschi 1, Checchini 2, A. Muneroni, G. Muneroni 1 (rig.). All. Pagliarini.
Lavagna '90: Graffigna, G. Cotella, Congiu 1, M. Pedroni, Giusti, Cimarrosti 2, Oneto 1, F. Cotella 1, Felugo, Martini, Governari, Parisi 2, Casazza. All. Risso. 
Arbitri: Barbera e Rotondano.
Note: parziali 4-1, 1-1, 2-2, 0-3. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche Civitavecchia 2/9 + 4 rigori dei quali tre falliti rispettivamente da Foschi (tiro irregolare) nel secondo tempo, Foschi (parato) nel terzo tempo, G. Muneroni (tiro irregolare nel quarto tempo), Lavagna 5/8. Sequenza rigori: Zanetic (C) treversa, Congiu (L) gol, Foschi parato, Cimarrosti gol, Checchini parato, Parisi gol. Spettatori 1500 circa.

CC ORTIGIA-SC Quinto 10-6
CC Ortigia: Patricelli, Polifemo, Abela 2, Puglisi 2, Di Luciano 2 (1 rig), Lisi 1, Tringali 2, D'Amico, Rotondo, Danilovic 1, Vinci, Martelli, Negro. All. Leone.
SC Quinto: Scanu, Castagnola, A. Brambilla, Luccianti 2, Turbati, Giordano 1, Martinic 1 (rig.), Palmieri 1, F. Brambilla, Bittarello, Spigno 1, Pino, Pedrini. All. Paganuzzi.
Arbitri: Centineo e Romolini.
Note: parziali 2-2, 3-1, 1-0, 4-3. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Ortigia 2/9 + un rigore, Quinto 2/8 + un rigore. Spettatori 400 circa.

PALLANUOTO TRIESTE-NUOTO CATANIA 10-7
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornic, Petronio 1, Ferreccio 3, Giorgi 1, Giacomini 1, Popovic 1, Stulle, Namar 1, Berlanga 1, Spadoni 1, Lagonigro, Vannella. All. Piccardo.
Nuoto Catania: G. Spampinato, B. Torrisi, Riccioli 2, Basile, Sparacino, M. Spampinato, G. Torrisi 3, Casasola 1, Kacar 1, Privitera, Beltrame, C. Torrisi, Pellegrino. All. Dato.
Arbitri: Bianchi e Ruscica.
Note: parziali 2-2, 2-1, 4-1, 2-3. Usciti per limite di falli Sparacino e Kacar (C) nel terzo tempo. Superiorità numeriche. Trieste 4/7, Catania 3/10. Spettatori 1200 circa.

Finali Play Out - Gara 1

POL. MURI ANTICHI-RN ARENZANO 11-12
Pol. Muri Antichi: Graziano, Carchiolo 2, Scicali, Strano 1, Barbaric 6 (2 rig.), Dato, Scirè, Scebba, Indelicato 1, Sfogliano 1, Muscuso, Scuderi, Reina. All. Caruso.
RN Arenzano: Agostini, Mensi, Mezzasalma, Alberto Siri II 2, Lottero, Corio, Rubino 1, Sargiano 4, Piccardo 2, Alberto Siri I, Tondina 1, Manzone 2 (1 rig.), Damonte. All. Caltabiano.
Arbitri: Gomez e Guarracino.
Note: parziali 2-1, 3-4, 2-3, 4-4. Usciti per limite di falli Sfogliano (MA) e Rubino (A) nel quarto tempo. Espulso A. Siri II per proteste nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 4/13 + 2 rigori, Arenzano 6/11 + un rigore. Spettatori 300 circa.

RN IMPERIA-RN LATINA 9-6
RN Imperia: Vasiljevic, Ramona, Sebastianelli, Capanna 1, Poracchia 1, Milani, Ferrari, Maglio, Barillari 1, Somà 3 (1 rig), Rocchi 2, Amelio, Rarodi 1. All. Fratoni.
RN Latina: Gazzarini, Ambrosini, Vitale 2, Campana, Onida 1, Falco, Mazzi 2, Popovic 1, D'Alfonso, Chiovini, Priori, Manzo, Brandoni. All. Ricciutelli.
Arbitri: Collantoni e D'Antoni
Note: parziali 3-0, 1-3, 0-1, 5-2. Usciti per limite di falli Popovic e Priori (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Imperia 2/9 + un rigore, Latina 3/12. Spettatori 150 circa.

Pubblicato in News Pallanuoto

La Plebiscito Padova batte 11-5 in gara tre la Mediterranea Imperia, campione uscente, e vince per la prima volta lo scudetto. E' doppietta storica per le venete che, hanno vinto anche la Coppa Italia. Proprio la Mediterranea ha impedito il "triplete" battendo le neo campionesse d'Italia nella finale europea del Len Trophy. Serie chiusa 3-0 con due vittorie esterne (10-6, 4-8, 5-11). Vai al tabellino.

CRONACA. Il Padova c'è e mette subito in chiaro le cose con la fantastica doppietta di Dario da fuori e il gol in controfuga della Queirolo. Le padroni di casa, che sbagliano due superiorità, accorcciano con Bencardino dal lato, ma Queirolo mette tutta la sua qualità nel tiro a foglia morta che si insacca nel sette alla destra della Gorlero per il 4-1 del primo tempo. Nel secondo tempo si abbassano i ritmi, Padova controlla e Teani chiude la saracinesca. Le patavine avrebbero due opportunità in extra players ma falliscono entrambe le soluzioni. Poi è la ligure Millo che trova il pertugio giusto per il +4 biancorosso, mentre a dieci secondi dal termine è la sempreverde Casanova che segna la prima superiorità per Imperia su sette tentativi, limitando il passivo e chiudendo il secondo tempo sul 3-5.
Nel terzo tempo Padova va ancora a segno, stavolta in superiorità (la prima su cinque tentativi) con la Bosello, ma sul capovolgimento è brava l'azzurra Motta a pareggiare il parziale per il 3-6. Padova gioca, lotta e nuota veloce in controfuga con la Millo che fa doppietta per il 7-3 patavino. Risponde la mancina azzurra Emmolo che a 3' del termine insacca il nuovo -3 delle liguri. E' botta e risposta: Laura Barzon fa 8-4, la Drocco la imita con tiro a schizzo per il 5-8, ma Ilaria Savioli dai due metri schiaccia per il 9-5. Poi fallo in attacco di Bencardino e la Queirolo in controfuga firma tripletta e massimo vantaggio: 10-5. Il divario è incolmabile e nel quarto tempo sale tanta stanchezza. Laura Barzon ad un minuto dal termine segna l'undicesimo gol con l'uomo in più e mette la parola fine sul 31° tricolore.

LA PRIMA VOLTA. La Plebiscito Padova, fondata nel 1983, realizza una doppietta storica: mai nessuna squadra femminile aveva vinto campionato e coppa italia nella stessa stagione. E' il primo titolo per le venete che lo scorso anno avevano perso la finale scudetto 2-1 proprio contro l'Imperia. La Plebiscito ha una rosa di tutte italiane e vince il primo scudetto della pallanuoto in veneto. Ceduta l'olandese Klaassen, la società del Presidente Barbiero ha inserito nel roster il difensore azzurro Elisa Queirolo dal Rapallo e l'attaccante Alessia Millo dal Bogliasco. Fanno parte del gruppo storico le venete Federica Rocco, capitano, le gemelle Ilaria e Maritna Savioli, Anna e Laura Barzon, Annalisa Bosello e Sara Dario.

FINALE SCUDETTO BIS. Come lo scorso anno il titolo del campionato femminile è conteso da Plebiscito Padova e Mediterranea Imperia. Finora lo score nelle finali con scontri diretti guardava benevolmente la squadra ligure che ha conquistato lo scudetto il 18 maggio scorso (7-6, 4-9 e 5-4) e si è imposta 8-7 anche nella finale della LEN Trophy l'11 aprile scorso alla piscina Cascione. Nella regular season - vinta dalla Plebiscito Padova con 5 punti di vantaggio sulle campionesse d'Italia della Mediterranea Imperia - successo interno della Plebiscito Padova per 6-3 e pareggio a Imperia per 6-6. In stagione la Plebiscito Padova ha conquistato la coppa Italia l'8 marzo scorso a Messina battendo in finale la Despar 12-6.

I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE BARELLI. "Rivolgo i complimenti alle atlete e allo staff tecnico e dirigenziale delle finaliste. La Plebiscito Padova firma una storica doppietta Coppa Italia-Scudetto, peraltro primi due titoli della storia per la pallanuoto veneta. Complimenti alla Mediterranea Imperia che cede le armi con onore e si conferma anche in Europa vincendo la sua seconda Len Trophy proprio in finale contro le venete. L'equilibrio che ha contraddistinto la stagione, la crescita d'interesse e di qualità continuano a rendere il campionato italiano tra i più competitivi e seguiti al mondo. Il merito è delle società che, malgrado i problemi che condizionano l'intero sistema-Paese, continuano ad alimentare la pallanuoto, promuoverla sul territorio, formare atleti di alto livello e dare continuità e vivacità al progetto Setterosa pronto a nuovi traguardi internazionali. Grazie".

Regolamento. Le prime tre squadre classificate parteciperanno alle coppe europee 2015/2016.

Risultati finali playoff

FINALE SCUDETTO - GARA UNO - GIOVEDI' 14 MAGGIO
PLEBISCITO PADOVA - MEDITERRANEA IMPERIA 10-6

FINALE 3° POSTO - SABATO 16 MAGGIO
DESPAR MESSINA - RN BOGLIASCO 9-5

FINALE SCUDETTO - GARA DUE - DOMENICA 17 MAGGIO
MEDITERRANEA IMPERIA - PLEBISCITO PADOVA 4-8

FINALE SCUDETTO - GARA TRE - LUNEDI' 18 MAGGIO
MEDITERRANEA IMPERIA - PLEBISCITO PADOVA 5-11

ALBO D'ORO CAMPIONATO FEMMINILE
1985 Volturno, 1986 Volturno, 1987 Volturno, 1988 Volturno, 1989 Volturno, 1990 Volturno, 1991 Volturno, 1992 Orizzonte Catania, 1993 Orizzonte Catania, 1994 Orizzonte Catania, 1995 Orizzonte Catania, 1996 Orizzonte Catania, 1997 Orizzonte Catania, 1998 Orizzonte Catania, 1999 Orizzonte Catania, 2000 Orizzonte Catania, 2001 Orizzonte Catania, 2002 Orizzonte Catania, 2003 Orizzonte Catania, 2004 Orizzonte Catania, 2005 Orizzonte Catania, 2006 Orizzonte Catania, 2007 Fiorentina WP, 2008 Orizzonte Catania, 2009 Orizzonte Catania, 2010 Orizzonte Catania, 2011 Orizzonte Catania, 2012 Pro Recco, 2013 Rapallo Pallanuoto, 2014 Mediterranea Imperia, 2015 Plebiscito Padova.

foto G.Fedele

Pubblicato in News Pallanuoto

Storica Pro Recco. I liguri battono 11-7 l'AN Brescia e conquistano il ventinovesimo titolo della loro storia, ma soprattutto il decimo consecutivo come mai nessuno prima. Cinque doppiette per i recchelini con Figlioli, Fondelli, Pijetlovic, Aicardi e Gitto che rispondono all'inzio super del Brescia che conduceva prima 3-0 e poi 4-2. Serie chiusa 3-0. In acqua anche per gara due della finale del terzo posto: allla Scandone passa la Bpm Sport Management che batte 8-5 la Carpisa Yamamay Acquachiara e chiude la serie 2-0 ottenendo la terza piazza da matricola. Nella finale per il quinto posto sempre alla Scandone, la Canottieri Napoli vince 9-8 contro la RN Bogliasco dopo la vittoria dell'andata 13-12 ai rigori e si qualifica in Euro Cup. 

LA CRONACA. Partenza choc per i campioni d'Italia che prendono due gol in fotocopia dai bresciani. Da posizione due scaricano sotto al sette prima Christian Presciutti e poi Rizzo per il 2-0 di metà tempo. Il Recco sbaglia due superiorità numeriche e sembra ipnotizzato. Rizzo scarica una bomba ancora dalla stessa posizione e sulla ribattuta Bodegas è lesto ad insaccare il 3-0 per i suoi. Poi si sveglia il Recco con Prlainovic per l'1-3 e con Gitto per il 2-3 sempre con l'uomo in più per il gol che chiude il parziale. Sul binario Rizzo-Molina arriva il nuovo +2 lombardo, con lo spagnolo che segna dopo la mancata superiorità dei liguri. Poi la reazione del Recco è veemente e ricuce lo strappo: prima Aicardi con la seconda superiorità e a metà tempo con Fondelli che sfodera la bomba del pareggio (4-4). E' lo stesso numero 10 recchelino che trova a due minuti dal termine il gol del sorpasso con una colomba magistrale (5-4). I luguri sgasano e passano sul +2 con la bomba di Figlioli bravo a fintare e fulminare Del Lungo a 30" dal termine. Brescia non ci sta, guadagna il sesto extraplayer, e va a segno con Rizzo (doppietta) per il 6-5 di metà gara. Nel terzo tempo sono sempre i padroni di casa che conducono le danze. Aicardi è un gigante al centro e dopo un minuto riporta i suoi sul +2 con un'abile girata. Poi Brescia fallisce due azioni con l'uomo in più, e dall'altra parte il serbo Pijetlovic segna in superiorità su assist di Fondelli per il massimo vantaggio recchelino. Bogegas al limite dei due metri trova la girata giusta che riporta i suoi sul 6-8 che chiude i tre quarti gara. Il quarto tempo si apre con il 9-6 di Figlioli che segna la quarta chance in extraman e ridà il massimo vantaggio. Dopo due minuti è ancora Rizzo (tripletta) che non si arrende e dalla destra segna il 7-9 in superiorità numerica. Neanche il tempo di un amen e ancora il duo Fondelli-Pijetlovic confeziona il nuovo +3, con la girata dal centro del serbo che fulmina Del Lungo. Brescia fallisce la nona superiorità e Gitto dall'altra parte scava il solco per l'11-7 che manda i suoi in paradiso. Gli ultimi tre minuti sono pura accademia per i campioni d'Italia che scrivono ancora la storia della pallanuoto.

BATTUTO IL RECORD DEI RECORD. La Pro Recco va oltre la storia che già aveva scritto tra il 1964 e il 1972 vincendo nove scudetti di fila nel nome di Eraldo Pizzo. Col successo di stasera conquista il decimo scudetto di fila, il 29esimo della storia del club nato nel 1913 con il nome di Rari Nantes Enotria. Attualmente la squadra più blasonata della storia della pallanuoto - che vanta anche 10 coppe Italia, 7 coppe dei campioni, 5 supercoppe ed una lega adriatica - detiene una delle strisce vincenti più lunga della storia dei campionati italiani.
Considerati i tornei maschili e femminili di calcio, calcio a 5, pallacanestro, pallavolo, pallamano, rugby, hockey ghiaccio, hockey prato, baseball, la striscia più vincente della storia è della Red Panthers di Treviso nel rugby a 15 femminile con 19 scudetti dal 1985 al 2003; poi ci sono i 15 titoli consecutivi nella pallanuoto femminile da parte dell'Orizzonte Catania dal 1992 al 2006 e gli 11 di Ravenna nel volley femminile dal 1981 al 1991 e del Cassano Magnago nella pallamano femminile dal 1986 al 1996, fino ai 9 della Pool Comense nel basket femminile dal 1991 al 1999. In ambito maschile è record imbattuto; seguito dai 7 scudetti vinti dalla Mens Sana Siena nel basket dal 2007 al 2013 e dalla Amatori Milano Rugby tra il 1938 e il 1946.

NUMERI DELLA FINALE  MASCHILE. L'ennesima sfida che da quattro anni colora lo scudetto, sempre appannaggio dei liguri che cercavano la decima vittoria finale consecutiva (ventinovesima totale). Il bilancio dei precedenti stagionali, prima della finale, è di 4-1 per la Pro Recco, che ha battuto il Brescia nella finale di Coppa Italia (8-5), nelle due partite di Champions League (8-5 e 6-5) e nella gara casalinga della regular season (9-8). Il Brescia ha vinto solo nella gara della regular season disputata a Mompiano (7-6). Il Brescia non vince in casa della Pro Recco in una finale scudetto dall'8 maggio 2003, giorno in cui la squadra lombarda si aggiudicò il suo primo e unico titolo.

I complimenti del Presidente della FIN Paolo Barelli. "Rivolgo i complimenti agli atleti ed allo staff tecnico e dirigenziale della Pro Recco per la conquista del 29esimo scudetto, decimo storico consecutivo. Complimenti anche all'AN Brescia che ha reso la regular season e la finale intensa e combattuta. Il campionato italiano ha espresso un alto livello di gioco e playoff scudetto più equilibrati di quanto non indichino i risultati delle serie. Per il Recco la stagione continua e dal 28 al 30 maggio sarà impegnata a Barcellona nella Final Six di Champions League. Complimenti anche alla la neopromossa BPM Sport Management che si qualifica alla prossima Champions insieme a Recco e Brescia. Grande risultati anche per la Carpisa Yamamay Acquachiara e Canottieri Napoli che rappresenteranno invece, la pallanuoto azzurra nella prossima edizione della Euro Cup”.

FINALE SCUDETTO - GARA TRE -
Sori, piscina Comunale
PRO RECCO-AN BRESCIA 11-7 (serie 3-0)

FINALE 3° POSTO - GARA DUE -
CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA - BPM SPORT MANAGEMENT 5-8 (serie 0-2)

FINALE 5° POSTO - GARA DUE - 
CC NAPOLI - RN BOGLIASCO 9-8 (serie 2-0)

Vai ai tabellini

ALBO D'ORO CAMPIONATO MASCHILE
1911/12 Genova, 1912/13 Genova, 1913/14 Genova, 1918/19 Genova, 1919/20 RN Milano, 1920/21 Andrea Doria, 1921/22 Andrea Doria, 1922/23 S. Sturla, 1924/25 Andrea Doria, 1925/26 Andrea Doria, 1926/27 Andrea Doria, 1927/28 Andrea Doria, 1928/29 Triestina, 1929/30 Andrea Doria, 1930/31 Andrea Doria, 1931/32 RN Milano, 1932/33 RN Florentia, 1933/34 RN Florentia, 1934/35 RN Camogli, 1935/36 RN Florentia, 1936/37 RN Florentia, 1937/38 RN Florentia, 1938/39 RN Napoli, 1939/40 RN Florentia, 1940/41 Guf RN Napoli, 1941/42 Guf RN Napoli, 1945/46 RN Camogli, 1946/47 Canottieri Olona,1947/48 RN Florentia, 1948/49 RN Napoli, 1949/50 RN Napoli, 1950/51 Can. Napoli, 1951/52 RN Camogli, 1952/53 RN Camogli, 1953/54 Roma, 1954/55 RN Camogli, 1955/56 Lazio, 1956/57 RN Camogli, 1957/58 Can. Napoli, 1958/59 Pro Recco, 1959/60 Pro Recco, 1960/61 Pro Recco, 1961/62 Pro Recco, 1962/63 Canottieri Napoli, 1963/64 Pro Recco, 1964/65 Pro Recco, 1965/66 Pro Recco, 1966/67 Pro Recco, 1967/68 Pro Recco, 1968/69 Pro Recco, 1969/70 Pro Recco, 1970/71 Pro Recco, 1971/72 Pro Recco, 1972/73 Can. Napoli, 1973/74 Pro Recco, 1974/75 Can. Napoli, 1975/76 RN Florentia, 1976/77 Can. Napoli, 1977/78 Pro Recco, 1978/79 Canottieri Napoli, 1979/80 RN Florentia, 1980/81 RN Bogliasco, 1981/82 Pro Recco, 1982/83 Pro Recco, 1983/84 Pro Recco, 1984/85 Posillipo, 1985/86 Posillipo, 1986/87 Pescara, 1987/88 Posillipo, 1988/89 Posillipo, 1989/90 Canottieri Napoli, 1990/91 RN Savona, 1991/92 RN Savona, 1992/93 Posillipo, 1993/94 Posillipo, 1994/95 Posillipo, 1995/96 Posillipo, 1996/97 Pescara, 1997/98 Pescara, 1998/99 Roma, 1999/00 Posillipo, 2000/01 Posillipo, 2001/02 Pro Recco, 2002/03 Brescia, 2003/04 Posillipo, 2004/05 RN Savona, 2005/06 Pro Recco, 2006/07 Pro Recco, 2007/08 Pro Recco, 2008/09 Pro Recco, 2009/10 Pro Recco, 2010/11 Pro Recco, 2011/12 Pro Recco, 2012/2013 Pro Recco, 2013/2014 Pro Recco, 2014/2015 Pro Recco.

foto G.Fedele

Pubblicato in News Pallanuoto
Sabato, 16 Maggio 2015

A2 e B maschile. Volata finale

Ultimo giro di lancette per la serie A2 maschile e la serie B. In A2 al termine della regular season retrocedono Brescia Waterpolo e Promogest. Sicure dei playoff, cui accedono le prime quattro dei due gironi, sono Trieste Pallanuoto, RN Sori, Quinto, Lavagna NC Civitavecchia, Ortigia, Roma Nuoto e Item Catania (semifinali il 20, 23 e 27 maggio). Le squadre classificate al 10° e 11° posto, (Imperia e RN Arenzano nel Nord) e (Pol. Muri Antichi e RN Latina nel Sud), parteciperanno ai playout (20, 23 e 27 maggio). In serie B le prime due dei gironi vanno ai playoff, mentre penultime e terzultime spareggiano per la serie c. Le ultime retrocedono. Seguono programmi, tabellini e verdetti.

Serie A2 Maschile

22^ Giornata – sabato 16 maggio

Girone Nord

RN SORI-RN ARENZANO 20-7
RN Sori: Ferrari, Ferrero 1, Gandini 2, Mugnaini 2, Cavassa 1, Cambiaso 1, Digiesi 1, Rocchi 1, Vuleta 7, Trebino 3, Manzi 1, Presciutti, Viola. All. Cavallini
RN Arenzano: Agostini, Mensi, Mezzasalma, A. Siri 2°3 (1 rig.), Lottero, Corio, Rubino 1, Sargiano 1, Piccardo, A. Siri 1°, Tondina, Manzone 2, Damonte. All. Caltabiano
Arbitri: Nicolosi e Piano
Note: parziali 5-1, 5-1, 4-2, 6-3. Uscito per limite di falli Rubino (A) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Sori 11/17, Arenzano 1/11 + 2 rigori, di cui uno fallito (parato) da Manzone nel secondo tempo. Spettatori 200
circa.

CHIAVARI NUOTO-RN IMPERIA 10-5
Chiavari Nuoto: Cavo, Ferrari 2, Federici 1, Mangiante, Oliva 1, Barrile 2 (un rig.), Bonicelli, Canessa, A. Botto,  T.Botto 4, Ghio, Romanengo, Raineri. All. Federici
RN Imperia: Vasiljevic, Ramone, Sebastianelli, Capanna, Poracchia, Milani, Ferrari, Maglio, Barillari 2, Somà 1, Rocchi, Amelio 2, Parodi. All. Fratoni
Arbitri: D'Alessio e Piccoli
Note: parziali 3-0, 2-2, 2-1, 3-2. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Chiavari 2/6 + un rig., Imperia 1/11 + un rig. fallito (parato) da Amelio nel primo tempo. Spettatori 250 circa.

BRESCIA WATERPOLO-SPAZIO RN CAMOGLI 10-14
Brescia Waterpolo: Voltolini, Scropetta 1, Turra, Lambruschi 1, Tononi 1, Zini 1, Pietta 2, Miotto, Sekulic, Di Rocco 1, Sedaboni, Castagnasso 3, Sordinillo. All. Sussarello
RN Camogli: Gardella, Beggiato 2, Iaci 2, Antonucci 1 (rig.), Gatti 3, Ferreccio 1, Guenna 1, Nebbia 1, Giacobbe 1, Fracas 2, Licata, Cuneo, Costaguta. All. Magalotti
Arbitri: Carmignani e Ruscica
Note: parziali 2-4, 3-6, 3-2, 2-2. Usciti per limite di falli: Castagnasso (B). Superiorità numeriche: Brescia 2/12 , Camogli 4/11 +1 rig. . Spettatori 100 circa.

C.S. PLEBISCITO PD – TORINO 81 IREN 11-10
CS Plebiscito PD: Destro, Segala, Chiriatti, Gobcevic 3, Savio 4, Barbato 3, Gottardo, Dario, Zanovello, Giliberti, Robusto 1, Tomasella. All. Cattaruzzi.
Torino 81: De Fano, Federici 2, Cranco 2, Azzi, Maffè 2, Oggiero 1, Vuksanovic 1, Lauria 1, Audiberti 1, Giuliano. All. Aversa.
Arbitri: Del Bosco e Scollo
Note: parziali 3-2, 2-1, 4-4, 2-3. Usciti per limite di falli: Federici (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Padova 3/9, Torino 5/8. Spettatori 100 circa.

LAVAGNA 90 DI MEGLIO-PALLANUOTO TRIESTE 10-11
Lavagna '90: Graffigna, G. Cotella, Congiu, M. Pedroni, Giusti, Cimarrosti 2, Oneto 1, F.Cotella 2, Felugo 2, Martini, Luce, Parisi 2, Casazza 1. All. Risso
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornic, Petronio 5 (2 rigori), Ferreccio 1, Giorgi 2, Giacomini, Popovic 2, Mezzaroba, Namar, Berlanga, Spadoni 1, Lagonigro, Stuelle. All. Brazzati
Arbitri: Bonavita e Guarracino
Note: parziali 4-2, 2-0, 1-3, 3-6. Uscito per limite di falli Oneto (L). Superiorità numeriche: Lavagna 6/12, Trieste 5/13 + due rigori. Spettatori 300 circa.

ALBARO NERVI-SC QUINTO 3-10
Albaro Nervi: Foroni, Priolo, Ottazzi, Colombo 1, Tabiani 1, Benedetti, Marciano, Giusti, Capelli, D'Alessandro, Vezil 1, A. Caliogna, E, Caliogna. All. Ivaldi
SC Quinto: Scanu, Castagnola, A. Brambilla 3, Luccianti, Turbati 1, Giordano, Martinic, Palmieri 1, F. Brambilla 1, Bittarello 2, Spigno 1, Pino 1, Sgherri. All. Paganuzzi
Arbitri: Minelli e Verde
Note: parziali 1-2, 0-4, 0-1, 2-3. nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Nervi 3/10, Quinto 4/8. Spettatori 200 circa.

Girone Sud

TGROUP ARECHI-PRESIDENT BOLOGNA 12-7
Tgroup Arechi: Palermo, Del Basso, Sicignano, Sanges, Baviera 3, Simonetti 3, Bonocore 1, Barberisi 1, Maccioni, D'Angelo, Spatuzzo 1, Markovic 3, Busà. All. Citro
President Bologna: De Santis, Gadignani, Barboni 1, Baldinelli 4, Bezic 1, Dello Margio, Racalbuto, Belfiori, Viola, Moscardino, Cocchi 1, Pasotti, Cinotti. All. Gamberini
Arbitri: Chimenti e Palmieri
Note: parziali 1-0, 4-3, 3-2, 4-2 . Usciti per limite di falli: Markovic (Arechi) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Arechi 0/2 + 1 rigore e President 5/9. Spettatori 100 circa

TELIMAR-POL. MURI ANTICHI 19-14
Telimar: Sansone, Zubcic 1, C. Geloso 1, Di Patti 3, Fabiano 5, D'Aleo 1, Giliberti 1, D. Geloso 1, De Caro, Calabrese 3, Raimondo 3, Calò, Adelfio. All. Quartuccio
Pol. Muri Antichi: Caltabiano, Carchiolo 2, Scicali, Strano 2, Barbaric 7, Dato 2, Tarascio, Scebba 1, Caldarera, Sfogliano, Muscuso, Scuderi, Reina. All. Cassone
Arbitri: Ferrari e Navarra
Note: parziali 3-3, 4-2, 6-5, 6-4 . Usciti per limite di falli: Reina e C. Geloso. Superiorità numeriche: 7/10 e 3/7 + rigori . Spettatori 150 circa

ITEM NUOTO CATANIA-RN LATINA 23-7
Nuoto Catania: G. Spampinato, B. Torrisi, Riccioli 2, Basile, Sparacino 1, M. Spampinato 2, G. Torrisi 3, Casasola 4, Kacar 4, Privitera 4, Beltrame 2, Russo 1, Pellegrino. All. Dato
RN Latina: Vitale 2, Campana, Onida 1, Falco, Mazzi 1, Popovic 2, D'Alfonso, Priori 1, Manzo, Brandoni. All. Ricciutelli
Arbitri: Bianchi e Roberti Vittory
Note: parziali 6-2, 4-0, 5-3, 8-2 . Usciti per limite di falli: Falco (Latina) e Priori (Latina) . Superiorità numeriche: Catania 5/8 + 1 rigore 4/8 + 1 rigore . Spettatori 200 circa

CC ORTIGIA-PROMOGEST 14-8
CC Ortigia: Patricelli, Polifemo, Abela 2, Puglisi, Di Luciano 5, Lisi 1, Tringali 1, D'Amico, Rotondo 1, Danilovic 3, Vinci 1, Motta, Negro. All. Leone
Promogest: Morleo, Vronjes 2, Guidi, Reale, Campus, Fois, Pagliara, Sassanelli 1, Sarnataro, Lai, Rolla 1, Deidda, Massa 4. All. Pettinau
Arbitri: Camoglio e Scappini
Note: parziali 3-2, 3-1, 4-2, 4-3 . Usciti per limite di falli: Sassanelli, Campus, D'Amico. Superiorità numeriche: Ortigia 6/13 + 1 rigore e Promogest 1/6 + 1 rigore . Spettatori 150 circa

ROMA NUOTO-RN NUOTO SALERNO 13-10
Roma Nuoto: Serrentino, F. Liolli, Navarra, Fiorillo 3, Moroni 1, Esposito, Spione, Martella 1, Saviano 3, Angelini, Wendt 3, Letizi, Faiella 2. All. Fiorillo
RN Nuoto Salerno: Noviello, Donnabella, Bagnoli 2, G. Parrilli 2, Pasca, Esposito 1, Lupo, Pica 2, Gallozzi 1, Vuolo 1, A. Parrilli 1, Postiglione. All. Grieco
Arbitri: Magnesia e Pinato
Note: parziali 4-0, 1-3, 5-4, 3-3 . Usciti per limite di falli: Gallozzi (Salerno). Superiorità numeriche: Roma 2/4 + 1 rigore e Salerno 3/6 . Spettatori 300 circa

NC CIVITAVECCHIA-CC 7 SCOGLI 13-11
NC Civitavecchia: Visciola, M. Muneroni, Iula, Chiarelli 1, Zanitic 4, Pimpinelli, Castello 2, Quaglio, Butuc, Di Bella, Checchini 2, A. Muneroni 3, G.Muneroni 1. All. Pagliarini
CC 7 Scogli: Pipicelli, Tagliaferri, Legrenzi, Puglisi 1, Giacoppo 1, Camilleri 7, Messina, Toldonato 1, Zovko 1, Moracchioli, Calli. All. Baio
Arbitri: Castagnola e Sponza
Note: parziali 3-2, 2-2, 4-4, 4-3 . Usciti per limite di falli: Iula (Civitavecchia) e Giacoppo (7 Scogli). Superiorità numeriche: 2/7 e 4/10 + 1 rigore . Spettatori 2000 circa.

PLAYOFF - SEMIFINALI
20-23 maggio ed ev. terza 27 maggio

PALLANUOTO TRIESTE-CATANIA
ORTIGIA-QUINTO

CIVITAVECCHIA-LAVAGNA
SORI-ROMA NUOTO

PLAYOFF - FINALI
Si affrontano le vincenti di Trieste-Catania e Ortigia-Quinto e le vincenti di Civitavecchia-Lavagna e Sori-Roma. Finali al meglio delle due partite su tre il 30 maggio, 3 giugno ed eventuale 6 giugno.  

COSI' NEI PLAYOUT - FINALI
20-23 maggio ed ev. terza 27 maggio
IMPERIA-R.N. LATINA
MURI ANTICHI-ARENZANO

Serie B Maschile

18^ Giornata – sabato 16 maggio

Playoff: 23-30 maggio ed ev. terza 6 giugno.
Playout: 23-30 maggio ed ev. terza 6 giugno.

Girone 1

R.N. CAGLIARI – ARAGNO RIVAROLESI 10-8
Arbitro: Ferrari

DINAMICA TORINO – RAPALLO NUOTO 7-13
Arbitro: Bernini

SPORTIVA STURLA – NUOTO LIVORNO 10-5
Arbitro: Medda

LERICI SPORT 1954 – CROCERA STADIUM 8-9
Arbitro: Savino

Qualificate ai playoff: Crocera e Sturla. Livorno e Lerici ai playout.

Girone 2

VELA NUOTO ANCONA – MESTRINA NUOTO 8-13
Arbitro: Pusineri

CLUB WASKEN BOYS – NUOTATORI RAVENNATI 8-7
Arbitro: Savino

CSO PHARMITALIA PN BERGAMO – PIACENZA PALLANUOTO 11-5
Arbitro: Maggi

MODENA NUOTO – CUS GEAS NUOTO 9-10
Arbitro: Sorgenti

NUOTO VICENZA LIBERTAS – FIRENZE PALLANUOTO 4-12
Arbitro: Doro

Qualificate ai playoff: Bergamo e Wasken Boys. Retrocede Vicenza. Ai playout Mestrina e Cus Milano.

Girone 3

TIRRENA – LATINA PALLANUOTO 8-12
Arbitro: Braghini

ROMA 2007 ARVALIA – ANZIO N e PN 16-9
Arbitro: Iori

LA FENICE PN ROMA – PALLANUOTISTI NUOTATORI 12-7
Arbitro: Acierno

PESCARA N e PN – C.C. LAZIO WATERPOLO 12-11
Arbitro: De Santis

WATERPOLO BARI – POL. BUSTINO 14-11
Arbitro: Anaclerio

Qualificate ai Playoff: Roma 2007 e Pescara. Retrocede Bustino. Ai playout Anzio e Pallanuotisti Nuotatori.

Girone 4

R.N. NAPOLI – OSSIDIANA 6-7
Arbitro: Ibba

COSENZA NUOTO – BASILICATA NUOTO 2000 GIOCOLERIA 8-6
Arbitro: Baretta

ZURICH BARBATO CESPORT – G.P. MODUGNO 20-3
Arbitro: Lombardo

SAN MAURO NUOTO – DEL BO AQAVION 10-11
Arbitro: M. Rotunno

C.U.S. UNIME – ACICASTELLO 8-11
Arbitro: D'Antoni

Qualificate ai playoff: Aquavion e Cesport. Retrocede Modugno.  Ai playout Ossidiana e Cosenza.

Pubblicato in News Pallanuoto

Plebiscito Padova sull 1-0. Le venete vincono 10-6 (parziali 5-1, 1-2, 3-2, 1-1) ed impongono il fattore casa nella prima sfida contro la Mediterranea Imperia, valida per la finale dei playoff scudetto del 31esimo campionato di pallanuoto femminile. Si torna in vasca alla "Felice Cascione" di Imperia domenica 17 alle 21 e lunedì 18 alle 19 per il prosieguo delle serie al meglio delle tre partite su cinque.

consulta il tabellino

La cronaca. La Plebiscito Padova si dimostra organizzata, aggressiva, cinica. Il primo tempo si chiude sul 5-1 con un tiro al volo di Laura Barzon, la girata ai due metri di Bosello, un tocco di rapina di Rocco, una conclusione sul lato corto di Martina Savioli e un'invenzione di Queirolo al fil di sirena da distanza siderale. Nel mezzo accorcia Ralat (1-2) con un guizzo ai due metri.
Il tecnico Marco Capanna prova ad alternare la zona ad emme al pressing con qualche beneficio. In apertura di secondo tempo Millo segna il 6-1, ripreso dalle reti in superiorità numerica di Pomeri e Ralat: 6-3 a metà partita.
In avvio di terza frazione Ralat allunga il break per il 4-6 che sembra poter cambiare gli equilibri della partita. Ma non è così. La Plebiscito Padova raggiunge il 9-5 con le reti di Bosello in superiorità numerica, Millo in controfuga e Queirolo dalla distanza. Il 5-7 è di Pomeri con deviazione di Rocco.
Nel quarto tempo Laura Barzon colpisce l'incrocio dei pali su rigore; poi in superiorità numerica Stieber accorcia e Rocco risponde (10-6). La Plebiscito Padova gioca tutto il possesso e ha l'occasione di riprovarci su rigore, ma Gorlero para la conclusione di Queirolo. Anche la Mediterranea Imperia sbaglia dai cinque metri con Teani che stoppa Borriello a 45" dalla fine. Termina 10-6.

Curiosità. Giornata di compleanni nella Plebiscito Padova. Compiono 23 anni i gemelli eterozigoti Laura Barzon, attaccante, Anna, secondo portiere, Filippo, team manager e tecnico delle giovanili.

Finale scudetto bis. Come lo scorso anno il titolo del campionato femminile è conteso da Plebiscito Padova e Mediterranea Imperia. Finora lo score nelle finali con scontri diretti guarda benevolmente la squadra ligure che ha conquistato lo scudetto il 18 maggio scorso (7-6, 4-9 e 5-4) e si è imposta 8-7 anche nella finale della LEN Trophy l'11 aprile scorso alla piscina Cascione. Nella regular season - vinta dalla Plebiscito Padova con 5 punti di vantaggio sulle campionesse d'Italia della Mediterranea Imperia - successo interno della Plebiscito Padova per 6-3 e pareggio a Imperia per 6-6. In stagione la Plebiscito Padova ha conquistato la coppa Italia l'8 marzo scorso a Messina battendo in finale la Despar 12-6.

Regolamento. La prima ed eventualmente quarta e quinta partita si giocheranno in casa della migliore classificata nella stagione regolare. La finale per il terzo posto si giocherà in gara unica il 16 maggio in casa della migliore classificata nella stagione regolare. Le prime tre squadre classificate parteciperanno alle coppe europee 2015/2016.

Calendario delle finali playoff. Tutto in diretta su Rai Sport 2 eccetto la finale per il terzo posto.

FINALE SCUDETTO - GARA UNO - GIOVEDI' 14 MAGGIO
PLEBISCITO PADOVA - MEDITERRANEA IMPERIA 10-6

FINALE 3° POSTO - SABATO 16 MAGGIO
Messina Piscina Cappuccini 14:30 DESPAR MESSINA - RN BOGLIASCO
Arbitri: Centineo e Riccitelli
Delegato: Lucente

FINALE SCUDETTO - GARA DUE - DOMENICA 17 MAGGIO
Imperia Piscina Cascione 21:00 MEDITERRANEA IMPERIA - PLEBISCITO PADOVA
Arbitri: Calabrò e Taccini
Delegato: Tedeschi

FINALE SCUDETTO - GARA TRE - LUNEDI' 18 MAGGIO
Imperia Piscina Cascione 19:00 MEDITERRANEA IMPERIA - PLEBISCITO PADOVA
Arbitri: Bianchi e Fusco
Delegato: Trovò

FINALE SCUDETTO - EV. GARA QUATTRO - SABATO 23 MAGGIO
Padova Piscina Plebiscito 20:30 PLEBISCITO PADOVA - MEDITERRANEA IMPERIA

FINALE SCUDETTO - EV. GARA CINQUE - DOMENICA 24 MAGGIO
Padova Piscina Plebiscito 20:00 PLEBISCITO PADOVA - MEDITERRANEA IMPERIA

ALBO D'ORO CAMPIONATO FEMMINILE
1985 Volturno, 1986 Volturno, 1987 Volturno, 1988 Volturno, 1989 Volturno, 1990 Volturno, 1991 Volturno, 1992 Orizzonte Catania, 1993 Orizzonte Catania, 1994 Orizzonte Catania, 1995 Orizzonte Catania, 1996 Orizzonte Catania, 1997 Orizzonte Catania, 1998 Orizzonte Catania, 1999 Orizzonte Catania, 2000 Orizzonte Catania, 2001 Orizzonte Catania, 2002 Orizzonte Catania, 2003 Orizzonte Catania, 2004 Orizzonte Catania, 2005 Orizzonte Catania, 2006 Orizzonte Catania, 2007 Fiorentina WP, 2008 Orizzonte Catania, 2009 Orizzonte Catania, 2010 Orizzonte Catania, 2011 Orizzonte Catania, 2012 Pro Recco, 2013 Rapallo Pallanuoto, 2014 Mediterranea Imperia

Pubblicato in News Pallanuoto
Mercoledì, 13 Maggio 2015

Finali A1. Recco di rigore in gara2

Batte il Brescia 13-12 dopo i tiri di rigore nella seconda gara della finale scudetto del campionato di serie A1 maschile. Alla Mompiano di Brescia grande spettacolo ed emozioni con il risultato sempre incerto. Padroni di casa due volte avanti di tre gol (5-2 e 6-3) e campioni d'Italia in rimonta tra il secondo e terzo tempo che chiudono avanti 8-7. Nel quarto periodo sembra fatta per il Recco sul 10-8 a tre minuti dalla fine, ma la grande prova di carattere della squadra di Bovo consente a Nora e Rizzo di fissare il pareggio e raggiungere i rigori. Dai cinque metri è decisiva la parata di Tempesti sul tiro di Nora, ultimo della serie. I liguri campioni d'Italia in carica conducono 2-0 (8-4 a Sori). Sabato 16 maggio alle 19.30 alla piscina comunale di Sori c'è gara 3. Sempre in tv su Rai Sport 2, giovedì 14 maggio alle 19 scattano le finali femminili con il remake dello scorso anno: la Plebiscito Padova, che ha vinto la coppa Italia, sfida le giallorosse liguri campionesse d'Italia della Mediterranea Imperia. Entrambe le sfide alla meglio delle tre su cinque. Seguono programma ed arbitri.

FINALE SCUDETTO - GARA DUE - MERCOLEDI' 13 MAGGIO
AN BRESCIA - PRO RECCO 12-13 dtr (10-10 dopo i tempi regolamenatri)

Il tabellino

FINALE 3° POSTO - GARA DUE - SABATO 16 MAGGIO
Napoli Piscina Scandone 19:00
CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA - BPM SPORT MANAGEMENT
Arbitri: Brasiliano e Lo Dico
Delegato: Tenenti

FINALE 5° POSTO - GARA DUE - SABATO 16 MAGGIO
Napoli Piscina Scandone 20:30
CC NAPOLI - RN BOGLIASCO
Arbitri: Luca Bianco e Ricciotti
Delegato: Tedeschi

FINALE SCUDETTO FEMMINILE - GARA 1 - GIOVEDI' 14 MAGGIO
Padova Piscina Comunale 19.00 diretta Rai Sport 2
PLEBISCITO PADOVA-MEDITERRANEA IMPERIA
Arbitri: L. Bianco e Collantoni
Delegato: Zerbini

FINALE 3° POSTO - SABATO 16 MAGGIO
Messina Piscina Cappuccini 14.15
DESPAR MESSINA - RN BOGLIASCO
Arbitri: Centineo e Riccitelli
Deleagto: Lucente

NUMERI DELLA FINALE  MASCHILE. L'ennesima sfida che da quattro anni colora lo scudetto, sempre appannaggio dei liguri che cercano la decima vittoria finale consecutiva (ventinovesima totale). Il bilancio dei precedenti stagionali è 4-1 per la Pro Recco, che ha battuto il Brescia nella finale di Coppa Italia (8-5), nelle due partite di Champions League (8-5 e 6-5) e nella gara casalinga della regular season (9-8). Il Brescia ha vinto solo nella gara della regular season disputata a Mompiano (7-6). Il Brescia non vince in casa della Pro Recco in una finale scudetto dall'8 maggio 2003, giorno in cui la squadre lombarda si aggiudicò il suo primo e unico titolo.

I NUMERI DELLA FINALE FEMMINILE. La Plebiscito Padova ha vinto la regular season con 5 punti di vantaggio sulle Campionesse d'Italia della Mediterranea Imperia. In campionato le venete hanno vinto 6-3 in casa e pareggiato alla "Cascione" 6-6. L'unica vittoria delle giallorosse è di valore: l'8-7 dell'11 aprile ha sancito la vittoria nel Len Trophy, secondo titolo europeo per le liguri. La Plebiscito Padova ha vinto la Coppa Italia l'8 marzo scorso a Messina, primo titolo della storia delle patavine.

ALBO D'ORO CAMPIONATO MASCHILE
1911/12 Genova, 1912/13 Genova, 1913/14 Genova, 1918/19 Genova, 1919/20 RN Milano, 1920/21 Andrea Doria, 1921/22 Andrea Doria, 1922/23 S. Sturla, 1924/25 Andrea Doria, 1925/26 Andrea Doria, 1926/27 Andrea Doria, 1927/28 Andrea Doria, 1928/29 Triestina, 1929/30 Andrea Doria, 1930/31 Andrea Doria, 1931/32 RN Milano, 1932/33 RN Florentia, 1933/34 RN Florentia, 1934/35 RN Camogli, 1935/36 RN Florentia, 1936/37 RN Florentia, 1937/38 RN Florentia, 1938/39 RN Napoli, 1939/40 RN Florentia, 1940/41 Guf RN Napoli, 1941/42 Guf RN Napoli, 1945/46 RN Camogli, 1946/47 Canottieri Olona,1947/48 RN Florentia, 1948/49 RN Napoli, 1949/50 RN Napoli, 1950/51 Can. Napoli, 1951/52 RN Camogli, 1952/53 RN Camogli, 1953/54 Roma, 1954/55 RN Camogli, 1955/56 Lazio, 1956/57 RN Camogli, 1957/58 Can. Napoli, 1958/59 Pro Recco, 1959/60 Pro Recco, 1960/61 Pro Recco, 1961/62 Pro Recco, 1962/63 Canottieri Napoli, 1963/64 Pro Recco, 1964/65 Pro Recco, 1965/66 Pro Recco, 1966/67 Pro Recco, 1967/68 Pro Recco, 1968/69 Pro Recco, 1969/70 Pro Recco, 1970/71 Pro Recco, 1971/72 Pro Recco, 1972/73 Can. Napoli, 1973/74 Pro Recco, 1974/75 Can. Napoli, 1975/76 RN Florentia, 1976/77 Can. Napoli, 1977/78 Pro Recco, 1978/79 Canottieri Napoli, 1979/80 RN Florentia, 1980/81 RN Bogliasco, 1981/82 Pro Recco, 1982/83 Pro Recco, 1983/84 Pro Recco, 1984/85 Posillipo, 1985/86 Posillipo, 1986/87 Pescara, 1987/88 Posillipo, 1988/89 Posillipo, 1989/90 Canottieri Napoli, 1990/91 RN Savona, 1991/92 RN Savona, 1992/93 Posillipo, 1993/94 Posillipo, 1994/95 Posillipo, 1995/96 Posillipo, 1996/97 Pescara, 1997/98 Pescara, 1998/99 Roma, 1999/00 Posillipo, 2000/01 Posillipo, 2001/02 Pro Recco, 2002/03 Brescia, 2003/04 Posillipo, 2004/05 RN Savona, 2005/06 Pro Recco, 2006/07 Pro Recco, 2007/08 Pro Recco, 2008/09 Pro Recco, 2009/10 Pro Recco, 2010/11 Pro Recco, 2011/12 Pro Recco, 2012/2013 Pro Recco, 2013/2014 Pro Recco

ALBO D'ORO CAMPIONATO FEMMINILE
1985 Volturno, 1986 Volturno, 1987 Volturno, 1988 Volturno, 1989 Volturno, 1990 Volturno, 1991 Volturno, 1992 Orizzonte Catania, 1993 Orizzonte Catania, 1994 Orizzonte Catania, 1995 Orizzonte Catania, 1996 Orizzonte Catania, 1997 Orizzonte Catania, 1998 Orizzonte Catania, 1999 Orizzonte Catania, 2000 Orizzonte Catania, 2001 Orizzonte Catania, 2002 Orizzonte Catania, 2003 Orizzonte Catania, 2004 Orizzonte Catania, 2005 Orizzonte Catania, 2006 Orizzonte Catania, 2007 Fiorentina WP, 2008 Orizzonte Catania, 2009 Orizzonte Catania, 2010 Orizzonte Catania, 2011 Orizzonte Catania, 2012 Pro Recco, 2013 Rapallo Pallanuoto, 2014 Mediterranea Imperia

Pubblicato in News Pallanuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli PALLANUOTO