Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Giugno 2013 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

L'Italia resta a mani vuote. Nella finale per il bronzo perde 9-8 con la Grecia che l'aveva già battuta nei preliminari per 8-5. Il Settebello saliva sul podio da tre edizioni consecutive ed in diciassette edizioni dei Giochi del Mediterraneo ha conquistato 6 ori, 6 argenti e 2 bronzi per 14 medaglie. L'ultima volta che gli azzurri non avevano conquistato la medaglia risale a Bari 1997.
Un peccato per il risultato in termini di medaglie, ma non per il gioco espresso, a tratti convincente, e per l'approccio alle partite, ad eccezione della sconfitta nel girone con gli ellenici maturata dopo l'iniziale 0-4, malgrado gli intensi carichi di lavoro a cui il cittì Campagna sta sottoponendo la squadra che dovrà difendere tra meno di un mese il titolo iridato ai campionati mondiali di Barcellona.
Restano i successi-allenamento contro una buona Francia e la Serbia (under 20) e le partite giocate alla pari con Grecia e Croazia. Del resto con un pizzico di fortuna gli azzurri vice campioni olimpici avrebbero potuto anche disputare la finale. Non sapremo mai come sarebbe finita la semifinale con la Croazia se il rigore tirato da Figlioli sul 5-4 nel quarto tempo fosse entrato piuttosto che sbattuto sulla traversa. Ma sappiamo che l'Italia sta proseguendo il percorso di preparazione ai Mondiali tenendo il passo dei campioni olimpici. E ci conforta.
"Abbiamo giocato i primi due tempi di grande qualità - sottolinea il cittì Campagna - Poi abbiamo sofferto la reazione della Grecia e subito un parziale di 4-0 cedendo sotto il profilo mentale e della tenuta atletica. Siamo riusciti a reagire nel finale e avremmo potuto anche raggiungere i supplementari con l'ultima superiorità numerica. Mercoledì riposo, poi il trasferimento a Lamia per un torneo molto interessante, con partite di altissimo livello".
Chiusi i Giochi del Mediterraneo, la Nazionale parteciperà alla Samartidis Cup con Grecia, Ungheria, Serbia e Montenegro in programma dal 28 al 30 giugno. Al gruppo presente a Mersin si aggregheranno gli atleti Fabio Baraldi (Carpisa Yamamay Acquachiara), Alessandro Nora e Giuseppe Valentino (AN Brescia) e Christian Napolitano (IGM Ortigia).
Medaglia d'oro alla Croazia campione olimpica che ha battuto la Spagna 11-9 nella finale diretta da Fabio Collantoni insieme al rumeno Radu Sorin Matache.

Grecia-Italia 9-8
Grecia: Galanidis, Mylonakis 1, Gouvis, Genidounias, Fountoulis 2, Pontikeas, Christos Afroudakis 1, Delakas 1, Mourikis 2, Kolomvos 1, Gounas 1, Vlachopoulos, Tsalkanis. All. Kehagias.
Italia: Tempesti, Perez 1, Figlioli, Giorgetti 2, Felugo, Figari, Gallo 2, Presciutti 1, D. Fiorentini, Aicardi 2, Sadovyy, Del Lungo. All. Campagna.
Arbitri: Reemnet (Ola) e Colominas (Spa).
Note: parziali 1-3, 3-3, 4-1, 1-1. Usciti per limite di falli Figlioli (I), Gouvis (G) e Pontikeas (G). Del Lungo (I) ha sostituito Tempesti alla fine del terzo posto. Gitto squalificato per la brutalità commessa nella partita con la Croazia.

RIEPILOGO TORNEO DI PALLANUOTO
Classifica girone A: Grecia 6, Italia 4, Francia 2, Serbia 0
Classifica girone B: Croazia 6, Spagna 4, Turchia 0

Piscina Macit Ozcan
Mercoledì 19 giugno
Grecia-Serbia (A) 12-3
Italia-Francia (A) 9-6
Croazia-Spagna (B) 8-7

Venerdì 21 giugno
Grecia-Francia 8-4 (A)
Serbia-Italia 5-12 (A)
Turchia-Spagna 3-13 (B)

Sabato 22 giugno
Grecia-Italia 8-5 (A)
Francia-Serbia 7-3 (A)
Turchia-Croazia 4-17 (B)

Domenica 23 giugno - semifinali
3B Turchia – 4A Serbia 8-9
1A Grecia – 2B Spagna 7-10
1B Croazia – 2A Italia 7-5

Martedì 25 giugno - finali
Orario locale, in Italia -1h
Turchia al settimo posto
finale 5° posto
Serbia - 3A Francia 3-7
finale terzo posto
Grecia - Italia 9-8
finale primo posto
Spagna - Croazia 9-11

consulta i convocati

consulta i risultati

Pubblicato in News Pallanuoto

Non è bastata una prova di carattere al Settebello per superare la Croazia nel replay della finale olimpica. Gli Azzurri, avanti nel punteggio due volte, sono stati sconfitti 7-5 e affronteranno la Grecia nella finale per il bronzo dei Giochi del Mediterraneo in svolgimento alla piscina Macit Ozcan di Mersin. Determinati alcuni episodi, come l'espulsione per brutalità di Gitto nel primo tempo, la traversa colpita su rigore da Figlioli sul 5-4 e la cattiva gestione arbitrale. Nella prima semifinale la Spagna ha sconfitto gli ellenici 10-7.
Con ben 17 protagonisti della finale olimpica in vasca, la partita ha offerto momenti di grande pallanuoto, soprattutto in chiave difensiva. "Abbiamo disputato una partita di altissimo livello - sottolinea il cittì Campagna - La squadra ha risposto dal punto di vista mentale, tecnico e tattico e ad un mese dai campionati mondiali è una verifica importante. Siamo stati due volte in vantaggio e il rigore fallito da Figlioli avrebbe potuto proiettarci sul +2 nel quarto tempo. Nel finale siamo calati di intensità e avremmo dovuto controllare meglio alcune fasi di gioco, ma in questo momento della preparazione è giustificabile. Sono molto contento della prestazione. Mi spiace che una partita così bella, intensa e sentita non sia stata ben gestita dagli arbitri. Comunque complimenti alla Croazia: ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra fortissima. Le finali saranno due partite molto belle".
Le finali proporranno i confronti che hanno deciso il primato dei gironi preliminari: mercoledì Croazia-Spagna 8-7 e sabato Grecia-Italia 8-5. Si torna in vasca martedì. Lunedì riposo.
Il Settebello, bronzo uscente, campione del mondo e vice campione olimpico, è sempre salito sul podio nelle ultime tre edizioni, ma è lontano dalla medaglia d'oro dal 1993 a Languedoc-Roussillon. In sedici partecipazioni il medagliere della Nazionale di pallanuoto è di 6 ori, 6 argenti e 2 bronzi per 14 medaglie. L'ultima volta che l'Italia non è salita sul podio risale a Bari 1997.

Croazia-Italia 7-5
Croazia: Pavic, Loncar, Bukic, Krapic, Jokovic 1, Milakovic, Muslim, Buslje 2, Sukno 1, Dobud, Setka 1, Obradovic 2, Bijac. All. Tucak.
Italia: Tempesti, Perez, Gitto, Figlioli 2, Giorgetti 2, Felugo, Figari, Gallo 1, Presciutti, D. Fiorentini, Aicardi, Sadovyy, Del Lungo. All. Campagna.
Arbitri: Kokaragac (Tur) e Miskovic (Srb).
Note: parziali 2-2, 2-2, 0-1, 3-0. Espulso per buitalità Gitto (I) nel primo tempo. Usciti per limite di falli Giorgetti (I), Buslje (C) e Dobud (C). Sukno (C) ha fallito un rigore nel primo tempo, Figlioli (I) nel quarto.

RIEPILOGO TORNEO DI PALLANUOTO
Classifica girone A: Grecia 6, Italia 4, Francia 2, Serbia 0
Classifica girone B: Croazia 6, Spagna 4, Turchia 0

Piscina Macit Ozcan
Mercoledì 19 giugno
Grecia-Serbia (A) 12-3
Italia-Francia (A) 9-6
Croazia-Spagna (B) 8-7

Venerdì 21 giugno
Grecia-Francia 8-4 (A)
Serbia-Italia 5-12 (A)
Turchia-Spagna 3-13 (B)

Sabato 22 giugno
Grecia-Italia 8-5 (A)
Francia-Serbia 7-3 (A)
Turchia-Croazia 4-17 (B)

Domenica 23 giugno - semifinali
3B Turchia – 4A Serbia 8-9
1A Grecia – 2B Spagna 7-10
1B Croazia – 2A Italia 7-5

Martedì 25 giugno - finali
Orario locale, in Italia -1h
Turchia al settimo posto
16:30 finale 5° posto
Serbia - 3A Francia
18:00 finale terzo posto
Grecia - Italia
19:30 finale primo posto
Spagna - Croazia

Pubblicato in News Pallanuoto

La pallanuoto italiana trionfa nella sesta edizione dell’Haba Waba International Festival, la più importante manifestazione Under 11 del mondo. Con l’organizzazione dell’Associazione Waterpolo Development, infatti, si sono affrontate a Lignano Sabbiadoro ben 108 squadre, provenienti da 14 nazioni. Nel torneo nati 2002-2003 successo della Rari Nantes Savona di Alexandar Patchaliev, nel torneo nati 2004 e seguenti secondo trionfo consecutivo dei Mirmidoni Salerno di Walter Fasano, che già si erano affermati nella quinta edizione. Entrambe le squadre italiane hanno battuto in finale i francesi del Marseille, protagonisti in entrambi i tornei. Le finali si sono svolte davanti a 1500 persone e alla presenza di Bartolo Consolo, presidente onorario della Ligue Europeenne de Natation, Gianni Lonzi, presidente dei Comitati Tecnici della Federation Internationale de Natation e della Len, Salvatore Montella e Gianfranco De Ferrari rispettivamente Presidente Onorario della Federnuoto e dirigente responsabile dei campionati e delle Nazionali giovanili, Ratko Rudic, Piero Borelli, Roberto Calcaterra, Leonardo Sottani, Franco Porzio, Riccardo Tempestini e Perica Bukic, testimonial della manifestazione.

Torneo nati 2002-2003 – Finale
RN Savona-Marseille 10-7 (2-1; 8-6)
R.N. Savona: Da Rold, Natali, Magliano, Savarese, Boggiano 4, Patchaliev 2, Caldieri 1, Briano, Bertino 3, Ricci, Gaggero, Giovanetti, Patrone, De Stefano.
Marseille: Mathis, Grandi 1, Courtes, Morliere, Lena, Benyassine, Munt, Sebaoun, Vernoux 6, Nikolajczyk.
Arbitro: Margeta.

Torneo nati 2004 e seguenti – Finale
Mirmidoni Salerno-Marseille 4-1 (2-0; 2-1)
Mirmidoni Salerno: Taiani, Costa, Luongo, Pinto, De Sio 2, Diodato, Baviera 1, Ferri 1, Cucciniello, Barela, Fortunato.
Marseille Bull Sharks: Artero, Milo, Cornet, Martinico, Mory, Velay, Salessy, Hertaux, Vernoux, Paroutian 1.
Arbitro: Gomez.

consulta il sito ufficiale

Pubblicato in News Pallanuoto

Il Settebello campione mondiale e vice campione olimpico chiude al secondo posto il girone A del torneo di pallanuoto ai Giochi del Mediterraneo, in svolgimento a Mersin. In semifinale affronterà la Croazia campione olimpica domenica alle 18.30 italiane.
Dopo aver battuto Francia e Serbia, gli azzurri sono stati sconfitti 8-5 dalla Grecia che ha vinto il raggruppamento e giocherà in semifinale con la Spagna.
Difficile l'avvio di partita, con gli ellenici avanti 4-0. L'Italia va in gol solo nel secondo tempo e raggiunge il 3-4, poi però la Grecia si stacca di nuovo, gestisce il +2 e chiude sull'8-5. "Siamo partiti male - asserisce il cittì Campagna - Abbiamo avuto una buona reazione seppur tardiva; poi ci è mancata la lucidità per concretizzare buone azioni offensive. La Grecia ha giocato molto bene. Con la Croazia sarà una grande partita e un test ancora più severo".
Il Settebello, bronzo uscente, è sempre salito sul podio nelle ultime tre edizioni, ma è lontano dalla medaglia d'oro dal 1993 a Languedoc-Roussillon. In sedici partecipazioni il medagliere della Nazionale di pallanuoto è di 6 ori (1955 a Barcellona, 1963 a Napoli, 1975 ad Algeri, 1987 a Latakia, 1991 ad Atene, 1993 a Languedoc-Roussillon), 6 argenti e 2 bronzi per 14 medaglie. L'ultima volta che l'Italia non è salita sul podio risale a Bari 1997.

Grecia-Italia 8-5
Grecia: Tsalkanis, Mylonakis 1, Gouvis, Genidounias, Foundoulis 2, Pontikeas, Christos Afroudakis 1, Delakas 1, Mourikis 2, Kolomvos, Gounas, Vlachopoulos 1, Galanidis. All. Kehagias.
Italia: Tempesti, Perez, Gitto, Figlioli, Giorgetti 1, Felugo 1, Figari, Gallo 2, Presciutti, D. Fiorentini, Aicardi 1, Sadovyy, Del Lungo. All. Campagna.
Arbitri: Colominas (Spa) e Matache (Rou).
Note: parziali 3-0, 2-3, 2-1, 1-1. Nessuno uscito per limite di falli.

PROGRAMMA DEL TORNEO DI PALLANUOTO
Classifica girone A: Grecia 6, Italia 4, Francia 2, Serbia 0
Classifica girone B: Croazia 6, Spagna 4, Turchia 0

CALENDARIO (orario locale, in Italia -1h)
Piscina Macit Ozcan
Mercoledì 19 giugno
Grecia-Serbia (A) 12-3
Italia-Francia (A) 9-6
Croazia-Spagna (B) 8-7

Venerdì 21 giugno
Grecia-Francia 8-4 (A)
Serbia-Italia 5-12 (A)
Turchia-Spagna 3-13 (B)

Sabato 22 giugno
Grecia-Italia 8-5 (A)
Francia-Serbia 7-3 (A)
Turchia-Croazia 4-17 (B)

Domenica 23 giugno - semifinali
A. 16:30 3B Turchia – 4A Serbia
B. 18:00 1A Grecia – 2B Spagna
C. 19:30 1B Croazia – 2A Italia

Martedì 25 giugno - finali
perdente A al settimo posto
16:30 finale 5° posto vincente A - 3A Francia
18:00 finale terzo posto perdenti B-C
19:30 finale primo posto vincenti B-C

consulta i risultati ufficiali

Pubblicato in News Pallanuoto

Il Settebello campione mondiale e vice campione olimpico batte la Serbia 12-5 nella seconda giornata del torneo di pallanuoto, girone A, alla 17esima edizione dei Giochi del Mediterraneo, in svolgimento Mersin.
Con questo successo gli Azzurri raggiungono la Grecia in testa al raggruppamento e si qualificano insieme agli ellenici alle semifinali con una giornata di anticipo. Lo scontro diretto tra Grecia e Italia, in programma sabato alle 16.30 locali, le 15.30 italiane, definirà il piazzamento del girone A.
Per l'Italia è ancora zona medaglia dopo gli Europei di Zagabria 2010 (argento), i Mondiali di Shanghai 2011 (oro), gli Europei di Endhoven (quarto posto) e le Olimpiadi di Londra 2012 (argento).
La Serbia sta partecipando al torneo con la selezione under 20 che prenderà parte ai campionati mondiali di categoria; la Croazia campione olimpica e la Grecia sono al completo, mentre la Spagna ha presentato la squadra assoluta senza Minguell e Perrone.
"Partita molto nuotata nei primi due tempi - spiega il cittì Campagna - I ragazzi hanno gestito bene il gioco e le energie, anche considerati i carichi di lavoro che stanno continuando a sostenere. La partita con la Grecia sarà molto dura e ci darà indicazioni importanti per il prosieguo della preparazione in vista dei campionati del mondo. Gli ellenici giocano bene".

Serbia-Italia 5-12
Serbia: Mitrovic, Tanaskovic 2, Maksinovic, Vasic, Gogov, Stojanovic 1, Manojlovic, Rasovic 2, Randelovic, Eskert, Matkovic, Obradovic, Vitorovic. All. Vujasinovic.
Italia: Del Lungo, Perez 1, Gitto, Figlioli 1 (rig.), Giorgetti 3 (1 rig.), Felugo, Figari, Gallo 2, Presciutti 1, D. Fiorentini 1, Aicardi 1, Sadovyy 2, Tempesti. All. Campagna.
Arbitri: Colominas (Spa) e Matache (Rou).
Note: parziali 2-5, 2-2, 0-3, 1-2. Nessuno uscito per limite di falli. Tempesti (I) ha sostituito Del Lungo dal terzo tempo.

PROGRAMMA DEL TORNEO DI PALLANUOTO
Classifica girone A: Italia e Grecia 4; Francia e Serbia 0
Classifica girone B: Croazia e Spagna* 4; Turchia 0
* una partita in più

PROGRAMMA (orario locale, in Italia -1h)
Piscina Macit Ozcan
Mercoledì 19 giugno
Grecia-Serbia (A) 12-3
Italia-Francia (A) 9-6
Croazia-Spagna (B) 8-7

Venerdì 21 giugno
Grecia-Francia 8-4 (A)
Serbia-Italia 5-12 (A)
Turchia-Spagna 3-13 (B)

Sabato 22 giugno
16:30 Grecia-Italia (A)
18:00 Francia-Serbia (A)
19:30 Turchia-Croazia (B)

Domenica 23 giugno - semifinali
A. 16:30 3B – 4A
B. 18:00 1A – 2B
C. 19:30 1B – 2A

Martedì 25 giugno - finali
perdente A al settimo posto
16:30 finale 5° posto vincente A - 3A
18:00 finale terzo posto perdenti B-C
19:30 finale primo posto vincenti B-C

consulta i risultati ufficiali

Pubblicato in News Pallanuoto
Martedì, 18 Giugno 2013

U17b. Vince il San Mauro

Il San Mauro ha vinto la finale del 29esimo campionato nazionale di pallanuoto under 17b maschile che si è svolta allo Stadio del Nuoto di Bari. In finale il San Mauro ha battuto la CSO Pharmitalia Bergamo 9-7 ai tempi supplementari, dopo che i regolamentari si erano conclusi sul 6-6. Al terzo posto la RN Arechi, che ha superato gli Black Sharks Capitolini 7-3; al quinto posto il Pescara, che ha sconfitto la RN Arenzano 7-4. Nella finale per il settimo posto, il Rapallo ha avuto la meglio della Mestrina per 15-14 ai tiri di rigore (7-7 regolamentari, 8-8 supplementari). Le premiazioni sono state effettuate dall'assessore allo sport del Comune di Bari Elio Sannicandro, dal dirigente delle Nazionali giovanili e coordinatore dei campionati giovanili Gianfranco De Ferrari, dal vice presidente del GUG Mario Maggio, dal presidente del comitato regionale Puglia Nicola Pantaleo, dal presidente del GUG Puglia, nonché arbitro della manifestazione, Patrizia Zappatore, dal consigliere del comitatore regionale Puglia, responsabile del settore pallanuoto, Alfonso Rossi, dal presidente della Waterpolo Bari Emanuele Merlini.
Alla luce di questi risultati San Mauro, CSO Pharmitalia Bergamo, RN Arechi e Black Sharks Capitolini raggiungono Torino 81, Pro Recco, Vela Nuoto Ancona e Telimar Palermo alla fase di qualificazione del campionato under 17A. Direttamente in semifinale RN Camogli, RN Savona, Lavagna 90, RN Bogliasco, Pallanuoto Trieste, RN Sori, SS Lazio Nuoto, RN Florentia, AS Roma 2007, CC Napoli, Nuoto Catania e CN Posillipo. Seguono i tabellini delle finali del campionato nazionale di pallanuoto under 17b maschile.  
A seguito del sorteggio avvenuto a Bari, la composizione dei due gironi di qualificazione è la seguente: girone A Torino 81, Pro Recco, San Mauro e Black Sharks Capitolini, girone B Vela Nuoto Ancona, Telimar Palermo, CSO Pharmitalia PN Bergamo e RN Arechi. Le sedi di gioco non sono ancora state definite. Si gioca il 7 e 8 luglio.

Finale settimo posto
Mestrina-Rapallo 14-15 dtr (7-7 regolamentari, 8-8 supplementari)
Mestrina Nuoto: Mainenti, Checchin, Barbiero 3, Greco 1, Rossignoli, Battaggia, Cavarzeran, Marzola 2, Chiriatti 2, Rivola, Romano. All. Gambardella.
Rapallo: Andrea Agnelli, Balli, Luca Agnelli 1, Bruno, Passalacqua 2, Vitalij Barbagelata, Bandinelli, Denti 3, Gabriele Zani, Davin 1, Casagrande 1, Ivan Barbagelata, Davide Zani. All. Brasiliano.
Arbitro: Sgarra.
Note: parziali 1-2, 3-2, 2-2, 1-1; 0-0, 1-1; 6-7. Usciti per limite di falli Rivola (M) e Passalacqua (R) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Mestrina, Rapallo. Rigori: Marzola (M) gol, Bandinelli (R) gol, Checchin gol, Luca Agnelli gol, Cavarzeran gol, Davin gol, Barbiero gol, Casagrande gol, Chiriatti gol, Balli gol, Marzola gol, Bandinelli gol, Checchin sbagliato, Luca Agnelli gol.

Finale quinto posto
Pescara-RN Arenzano 7-4
Pescara: Mambella, Colasante, Gammelli, Scatozza, Di Fonzo, Di Domenico 3, Consalvi, Morelli 1, Lauri 1, D'Andrea 2, Starinieri, Mazziotti, De Vitis. All. D'Onofrio.
RN Arenzano: Zoppi, Walter Delvecchio 1, Arrigo 1, Fabio Delvecchio, Bruzzone, Strazzer 2, Parodi, Ghillino, Dogliani, De Filippi, Quercini. All. De Grado.
Arbitro: Scappini.
Note: parziali 1-1, 1-0, 4-3, 1-0. Uscito per limite di falli Lauri (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pescara 1/3, Arenzano 2/7 + un rigore fallito da Bruzzone nel quarto tempo.

Finale terzo posto
RN Arechi-Black Sharks Capitolini 7-3
RN Arechi: Domenico Busà, Del Basso, Autuori, Grimaldi, Liguori, Placido Roberto Busà 2, Baviera 1, Gargiulo 1, De Rosa 1, Spatuzzo 2, Zollo, Baldi, Senigalliesi All. Citro.
Black Sharks Capitolini: Rossi, Alessandro Carrer, Pirozzi, Salvatori 1, Piacentini 1, Cernosick, Di Bello, Zocca, Ippoliti, Giampietro 1, Novelli, Simone Carrer, Grasselli. All. Cama.
Arbitro: Del Bosco.
Note: parziali 2-2, 2-1, 2-0, 1-0. Nessun uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Arechi 3/4, Black Sharks Capitolini 2/7.

Finale primo posto
CSO Pharmitalia PN Bergamo-San Mauro Nuoto 7-9 dts (6-6 tempi regolamentari)
CSO Pharmitalia Bergamo: Gamba, Levi 1, Alessandro Pedersoli, Buriani 2, Tassi, Lorenzi, Leonardo Pedersoli, Baldi 2, Barbarisi, Raimondi, Fumagalli 1, Conti, Pellegrini 1. All. Rota.
San Mauro: Buccino, Selcia, Tornatore, Manfrellotti, Confuorto 3, Fiorillo, De Chiara 1 (rig.), Lanfranco, Vaccaro, Pererano 3, Falcone 2, Esposito, D'Avino. All. Andrè.
Arbitro: Zappatore.
Note: parziali 3-1, 1-1, 1-1, 1-3; 0-1, 1-2. Uscito per limite di falli Alessandro Pedersoli (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: CSO Pharmitalia Bergamo 3/5 + un rigore, San Mauro 2/9.

Miglior giocatore: Giuliano Spatuzzo (RN Arechi)
Miglior marcatore: Giuliano Spatuzzo (RN Arechi) 19 gol
Miglior portiere: Paolo Gamba (Nuoto Bergamo Alta)

tabellini delle semifinali

tabellini dei quarti di finale

tabellini della prima fase

Pubblicato in News Pallanuoto
Domenica, 16 Giugno 2013

Haba Waba. Italia-Croazia U15 12-4

L'Italia under 15 ha battuto i pari età della Croazia 12-4 (parziali 2-0, 3-2, 2-2, 5-0) nel prologo della sesta edizione dell’Haba Waba International Festival in programma sino al 23 giugno a Lignano Sabbiadoro con l’organizzazione dell’Associazione Waterpolo Development. La partita - disputata nella piscina olimpica del Villaggio Ge.Tur davanti ai 1500 partecipanti al Festival - è stata diretta da Luca Bianco e Alessandro Roberti. A segno per gli azzurrini Fabiano (3), Manzi (2), Gavazzi (2), Cernivc (2), Podgornik, Calcaterra e Puccio.
Il prossimo appuntamento per la Nazionale under 15 è il Memorial Darko Cukic, in programma a Belgrado dal 14 al 18 agosto con la partecipazione di Croazia, Ungheria, Montenegro, Serbia, Grecia, Germania e Slovacchia.
Per l'amichevole e relativo minicollegiale a Lignano Sabbiadoro, il tecnico federale Alessandro Duspiva ha convocato 15 atleti: Giuseppe De Luce (Gestione Polivalente Modugno), Federico Piombo (Blu Shelf Carisa Savona), Filippo Gavazzi (RN Bogliasco), Antracite Fabiano, Edoardo Manzi e Francesco Massaro (RN Camogli), Patrik Squeri (Ferla Pro Recco), Duilio Puccio (Ellevì Nervi), Leonardo Bardella (Alma Nuoto), Antonio Maccioni e Ciro Ruocco (CC Napoli), Francesco Cernivc e Daniel Podgornik (Pallanuoto Trieste), Enrico Calcaterra (AN Brescia), Francesco De Michelis (White Sharks Capitolini). Completano lo staff tecnico l'assistente Arnaldo Castelli e il dirigente Stefano Grimaldi. 

Dal prologo alla grande kermesse, che prenderà il via lunedì con le partite della prima giornata. Sono 108 le squadre iscritte al Festival 2013, 18 in più rispetto alla precedente edizione: 88 prenderanno parte al torneo Under 11 e seguenti, 20 al torneo Under 9 e seguenti. Le squadre partecipanti provengono da 14 Paesi: Brasile, Bulgaria, Croazia, Francia, Grecia, Egitto, Lituania, Montenegro, Romania, Singapore, Spagna, Svizzera, Ungheria e naturalmente Italia. La novità assoluta è la Lituania; per la Bulgaria si tratta di un ritorno dopo l’assenza nelle ultime due edizioni. Mai come quest’anno, dunque, l’Haba Waba International Festival merita di essere considerato un vero e proprio Campionato del Mondo Under 11.

E’ Perica Bukic, uno dei giocatori più forti di tutti i tempi, il testimonial della sesta edizione. Alla sua mamma sarà consegnato il premio “Golden Mama”, il tradizionale riconoscimento della Waterpolo Development. Prenderanno parte alla cerimonia di chiusura altri grandi campioni del passato e del presente: Roberto Calcaterra, Marco D’Altrui, Enrico Mammarella, Franco Porzio e Leonardo Sottani.
Il consueto workshop anche quest’anno avrà come protagonisti i piccoli giocatori partecipanti, che con i loro disegni daranno vita ad una mostra. L’argomento è il fair play. Riceveranno il premio “Rock&Pop Friends” le squadre che hanno preso parte ad almeno quattro edizioni del Festival.
Novità di questa sesta edizione è il premio speciale per il miglior arbitro Under 35 del campionato italiano, assegnato attraverso un sondaggio tra gli allenatori a Raffaele Colombo. A consegnarlo sarà Chiara Dani, figlia dell’indimenticato Renato, uno degli arbitri più bravi di sempre.
Tre grandi fischietti internazionali, Filippo Gomez, Massimo Savarese e lo sloveno Boris Margeta, dirigeranno le finali dei tornei dell’Haba Waba Festival 201 assieme a Dante Saeli, responsabile del gruppo arbitri della manifestazione.
Saranno premiati, infine, nella cerimonia di chiusura del torneo (22 giugno) tre giornalisti che hanno speso gran parte della carriera per la pallanuoto: Franco Carrella, Franco Esposito e Fabrizio Failla.
La sesta edizione dell’Haba Waba International Festival si concluderà il 23 giugno con il meeting “Haba Waba nel mondo” sulla promozione e diffusione della pallanuoto nel cinque continenti, cui prenderanno parte – oltre al Consiglio Direttivo dell’Associazione Waterpolo Development – il presidente onorario della Len Bartolo Consolo, il presidente dei Comitati Tecnici della Fina e della Len Gianni Lonzi e delegati provenienti da varie nazioni, che saranno informati dei requisiti, delle procedure organizzative e delle regole di gioco utili per organizzare tornei Haba Waba nei loro Paesi.
La riunione, inoltre, dovrà definire le linee-guida del rapporto con la Fina nell’ottica di istituire una commissione che sovrintenderà alla diffusione della pallanuoto attraverso tornei Haba Waba, il cui svolgimento peraltro è già in atto in diversi Paesi. Tale Progetto sarà discusso a Barcelona, in occasione dei Campionati del Mondo, nel corso dei lavori del Bureau della Fina.

consulta il sito ufficiale per news, foto e risultati

Pubblicato in News Pallanuoto
Giovedì, 13 Giugno 2013

Il derby del Settebello

Una serata con i campioni del mondo. Al termine delle finali della prima giornata degli Internazionali di Nuoto – 50° Trofeo Settecolli, spazio al Settebello campione mondiale a Shanghai 2011 e vice campione olimpico a Londra 2012. Gli azzurri, che sono in collegiale al Centro Federale di Ostia dal 27 maggio, si sono affronati in una partita d'eccezione divisi in due squadre, Italia A guidata da Alessandro Campagna e capitanata da Maurizio Felugo e Italia B guidata da Amedeo Pomilio e capitanata da Stefano Tempesti. L'incontro, diretto da Mario Bianchi e Stefano Riccitelli, si è concluso con il successo dell'Italia A in calottina bianca 8-4. E' l'epilogo della prima fase di preparazione della Nazionale che si concluderà venerdÏ 14 giugno, quando il cittì Alessandro Campagna diramerà le convocazioni per i Giochi del Mediterraneo, in programma a Mersin, in Turchia, dal 19 al 26 giugno. A fine evento lancio delle magliette, autografi e foto ricordo.

Italia A-Italia B 8-4
Italia A: Marco Del Lungo, Amaurys Perez 1, Niccolò Gitto, Pietro Figlioli 1, Alex Giorgetti 2, Maurizio Felugo 1, Jacopo Alesiani, Valentino Gallo, Christian Presciutti, Deni Fiorentini, Matteo Aicardi 3, Lorenzo Vespa. All. Alessandro Campagna
Italia B: Stefano Tempesti, Stefano Luongo, Giuseppe Valentino, Francesco Di Fulvio, Andrea Fondelli 1, Alessandro Velotto, Niccolò Figari 1, Alessandro Nora, Nicholas Presciutti, Christian Napolitano 1, Olexandr Sadovyy 1, Fabio Viola. All. Amedeo Pomilio
Arbitri Mario Bianchi e Stefano Riccitelli
Note: parziali 4-1, 1-1, 2-0, 1-2. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia A 1/5 e Italia B 2/4.

Pubblicato in News Pallanuoto
Martedì, 11 Giugno 2013

Haba Waba 2013. Record a Lignano

Dal 16 al 23 giugno prossimi, torna a Lignano Sabbiadoro, al Villaggio Getur, HabaWaba International Festival, la grande olimpiade dei piccoli pallanuotisti di tutto il mondo. Si tratta dell’evento più importante dello sport riservato ai bambini di età compresa dai 6 agli 11 anni e che provengono da cinque continenti.
Ideato e organizzato dalla Waterpolo Development - associazione no profit fondata da famosi personaggi dello sport – Habawaba è l’acronimo per Happy Baby Water Ball e - in occasione della sua sesta edizione - chiamerà a Lignano oltre 2000 partecipanti tra bambini, allenatori, dirigenti, famiglie e appassionati. Si sono iscritte 108 squadre di 15 nazioni che disputeranno 460 incontri.
L’evento è patrocinato da Presidenza del Consiglio dei Ministri ed altri Ministeri (Esteri, Dell’integrazione, Delle politiche Europee e Dello Sport), Comune di Lignano Sabbiadoro, Regione Friuli Venezia Giulia, Coni, Eoc (European Olympic Committees), Fina, Len, Comen, e Federazione Italiana Nuoto.
Inoltre come nell’edizione 2012, Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a conferma della sua attenzione nei confronti del Festival e l’apprezzamento per i valori etici dello sport che questo evento promuove invierà una medaglia che premierà la bambina più piccola partecipante al torneo.
Habawaba Festival è finalizzato alla promozione e alla diffusione della pallanuoto nel mondo, ma non solo: in momenti, come quello attuale, in cui non mancano esempi diseducativi dello sport, Habawaba si impegna a insegnare ai bambini i principi etici dello sport: la leale contesa, il rispetto dell’avversario, l’integrazione tra diverse culture e civiltà ed il rispetto per l’ambiente.
Alla cerimonia finale di premiazione saranno presenti grandi campioni del pallanuoto italiano: Roberto Calcaterra, Marco D’Altrui, Enrico Mammarella, Franco Porzio, Leonardo Sottani.
Numerosi i riconoscimenti previsti, molti dei quali orientati proprio allo spirito di Habawaba, come il premio Golden Mama, riconoscimento agli sforzi delle famiglie per avvicinare i figli alla pratica sportiva; quest’anno questo premio viene assegnato alla madre del campione Perika Bukic, leggenda della pallanuoto internazionale e due volte oro olimpico.
Il premio Haba Testimonial assegnato a Perika Bukic, un premio speciale a significare che i grandi traguardi si raggiungono con l’impegno e la serietà. È inoltre previsto anche il premio Golden Baby, a testimonianza del fatto che si può essere sportivi anche nella più tenera età.
Vengono istituiti premi anche per: Golden Pen ai giornalisti che promuovono la pallanuoto, Golden Referee ad arbitri italiani ed internazionali, Rock&PopFriends ai club che hanno partecipato al festival per 4 anni.
Durante i sei anni di vita, tutti a Lignano Sabbiadoro salvo la prima edizione tenutasi a Castelvolturno (Caserta) - si raccolgono fondi per le associazioni umanitarie: Unicef per due anni, Tene ti ala, Pallanuova, Special Olympics. La raccolta di quest’anno sarà per Save the children, relativamente al progetto Every One Per la vita dei bambini.

Vai al sito ufficiale 

Si ringrazia l'ufficio stampa Francesca Marchesi e Laura Menis

Pubblicato in News Pallanuoto

Oggi si è conclusa la stagione regolare del campionato di serie A2 maschile di pallanuoto.  Il 22 giugno scattano playoff e playout. Le prime quattro di ciascun girone si incrociano nelle semifinali playoff (prime-quarte e seconde-terze) il 22, 26 ed eventuale 29 giugno. Le dodicesime retrocedono direttamente in serie B e le decime si incrociano con le undicesime nelle due finali playout il 22, 26 ed eventuale 29 giugno. Le due finali promozione si giocano il 6, 10 ed eventuale 13 luglio. La Roma 2007 e il Plebiscito Padova retrocedono in serie B.

L'ultima giornata

Girrone Sud

Nuoto Catania-Muri Antichi 9-10
Nuoto Catania: Patti, S. Scuderi, Reina, Cardinale, B. Torrisi, Iuppa, G. Torrisi 2, Nikolic 2, Kacar 1, Privitera 2, Zappalà 1, C. Torrisi 1, Pellegrino. All. Dato.
Famila Muri Antichi: Ursino, Carchiolo 4, M. Scuderi 2, Scicali, Zanetic 2, Aloisi, Scirè, Scebba 1, Cassone, Indelicato, Sfogliano, Strano 1, Marchese. All. Caruso
Arbitri Del Bosco e Scollo
Note: parziali 1-4, 1-3, 5-2, 2-1. Uscito per limite di falli Cassone (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 6/15 e Muri Antichi 5/14. Spettatori 400 circa

Roma 2007-NC Civitavecchia 9-25
AS Roma 2007: Daspoli, Tulli, Piccinini 3, E. Rossi, Sebastiani 4, Mariani, Di Santo, Casciani, F. Liolli, Rella, R. Liolli, Tomasic 2, Letizi. All. Mercadanti
NC Civitavecchia: Visciola, Simeoni 2, G. Muneroni 2, Chiarelli, Rinaldi 1, Morachioli 1, Foschi 2, Dogas 9 (1 rig), Iula, Calcaterra 5, Rotondo 1, A. Muneroni 2, Lombardi All. Pagliarini
Arbitri Ricciotti e Taccini
Note: parziali 0-6, 3-5, 3-8, 3-6. Uscito per limite di falli Rototndo (C) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Roma 2/8 e Civitavecchia 3/5 + 1 rigore. Spettatori 100 circa

CC Napoli-Basilicata 12-4
CC Napoli: Turiello, Buonocore, Campopiano 3, Migliaccio 1, Montesano, Morelli 3, Ronga, Bernaudo 2, Parisi, Velotto 1, Borrelli 1, Esposito, Maccione 1 (rig). All. Zizza
Basilicata 2000: Cozzolino, Foglia, Garramone, Palermo 1, Bruschini 1, E. Russo, Simonetti, Fedeli, Cammarota, Varriale 2, Campese, Briganti, Galasso. All. F. Silipo
Arbitri Barletta e Bonavita
Note: parziali 1-2, 4-2, 3-0, 4-0. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: CC Napoli 2/6 + 1 rigore e Basilicata 0/2. Spettatori 200 circa

RN Cagliari-Acicastello 8-6
RN Cagliari: Prian, Di Fulvio, Angius 4, Rinaldi, Curgiolu 1, Guidi, Calli 1, Dore, Panico, Bukic 1, Collu, Loddo, Tullio 1. All. Dugin
Archigen Acicastello: G. Spampinato, Riccioli, Faro, Sparacino 1, Toldonato 1, Piazza, Paratore, Koopman 2, Basile 1, M. Spampinato 1. All. Cannavò.
Arbitri Barbera e L. Bianco
Note: parziali 1-2, 3-1, 2-1, 2-2. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Cagliari 0/6 e Acicastello 1/5. Spettatori 150 circa

RN Salerno-Roma Vis Nova 13-14
RN Salerno: Vassallo, Donnabella, Giordano 1, G. Esposito 1, Pasca 2, C. Esposito 3, Dolce 3, Biancardi 2, Pica 1, Russo, Siani, Parrilli, Gallozzi. All. Grieco
Roma Vis Nova: Vespa, Serrentino, Murro, Pappacena 1, Provenzale 2, Cusmano 1, Vitola 2, Innocenzi 1, Romiti 2, Martella 1, Spiezio, Manzo 1, Faiella 3 (1 rig). All. Cufino
Arbitri D. Bianco e Sponza
Note: parziali 4-4, 3-2, 4-3, 2-5. Espulso Romiti (R) nel terzo tempo per proteste. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Salerno 2/7 e Roma 2/8 + 1 rigore. Spettatori 300 circa

Telimar-Anzio 19-12
Telimar Palermo: Sansone, Zubcic 3, Galioto 2, Di Patti 3, Calabrese 2, D’Aleo 2, Giliberti, A. Covello, Lo Cascio 3, Mattarella 4, Geloso, Ippolito, Colosi. All. Quartuccio
Anzio: Pala, Cardenas 1, M. Castello 1, Hennessy 1, Raffaeli 1, Lisi, A. Castello, Busonero, Carnevali, Casasola 8 (2 rig), Palmieri, Zeccolella, D’Alvano. All. Criserà
Arbitri De Chiara e Zappatore
Note: parziali 7-4, 4-2, 4-2, 4-4. Uscito per limite di falli D'Aleo (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Telimar 6/10 e Anzio 2/10 + 2 rigori. Spettatori 250 circa

NB. Roma Vis Nova e Telimar hanno chiuso la stagione entrambe con 42 punti, ma la quarta classificata è la Telimar perchè in vantaggio di punti negli incontri diretti.

Girone Nord

Lavagna Di Meglio-Chiavari 8-12
Lavagna 90 Di Meglio: Governari, Menicocci, Pedroni, Amendola, Giusti, Cimarosti, Pisoni, Cotella 2, Felugo, Martini 1, Bianchetti, Parisi 5 (2 rig), Cichero. All. Antonucci
Chiavari Nuoto: P. Oliva, Ferrari 1, G. Ferreccio 2, D. Venturelli, N. Oliva, Barrile 1, Popovic 3, Vara 1, Besate, Botto, Franceschetti, Sanguineti 1, Casazza 3 (1 rig). All. P. Venturelli
Arbitri Brasiliano e Castagnola
Note: parziali 3-6, 2-1, 1-3, 2-2. Uscito per limite di falli Botto (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lavagna 3/6 + 2 rigori e Chiavari 2/9 + 1 rigore. Spettatori 200 circa

Como Nuoto-Iren Torino 9-11
Como Nuoto: Caprani, Caramaschi, Pasetti 1, Susak, Busilacchi 2, Ferraris 1, Sozzani, Tedeschi, Gragnani, Pagani, Gaffuri 4 (1 rig), Cesini, Pellegatta. All. Piccardo.
Iren Torino 81: De Fano, Aversa 2 (1 rig), Mantero 1, Azzi 1, Gia. Novara, Oggero, Rusiello 1, Vuksanovic 5, V. Novara, Maffè, Federici 1, Giuliano, Gio. Novara. All. S. Aversa
Arbitri Monnis e Rotondano
Note: parziali 2-4, 3-2, 2-3, 2-2. Usciti per limite di falli Maffè (T) nel terzo e Mantero e Azzi (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Como 5/14 + 1 rigore e Torino 3/5 + 1 rigore. Spettatori 150 circa

Pallanuoto Trieste-Pallanuoto Brescia 12-8
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Vitiello, Petronio 4, F. Ferreccio 1, Giorgi 2, Krstovic 2, Verh 1, Covi, Namar, Henriques Berlanga 1, Spadoni 1, Lagonigro, Giacomini. All. Marinelli
Pallanuoto Brescia: Schiavo, Zugni, Lambruschi, Maitini 4, Pederzoli 4, Tortelli, Boccali, Miotto, Turati. All. G. Foresti
Arbitri Calabrò e Riccitelli
Note: parziali 3-3, 4-2, 3-1, 2-2. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Trieste 7/8 e Brescia 1/2. Spettatori 300 circa

RN Imperia 57-President Bologna 9-8
RN Imperia: Foroni, Ferrari, Strafforello, Capanna 1, M. Emmolo, Giordano 1, Fratoni, Corio 2, Somà, Parodi 2, F. Rocchi 3 (2 rig), Amelio, E. Emmolo. All. Gerbò
President Bologna: Ardizzoni, Gadignani 1, Barboni, A. Baldinelli 1, Moscardino 1, Racalbuto, Pesenti 1, Collarini, Mattesini 3, Poggioli, Cocchi 1, Belfiori, Cinotti. All. Salonia
Arbitri Alfi e Fusco
Note: parziali 1-1, 2-2, 5-2, 1-3. Nessuno è uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Imperia 3/7 + 2 rigori e Bologna 3/8. Spettatori 200 circa

RN Sori-Plebiscito Padova 13-10
RN Sori: Vio, Elefante, Brambilla 4 (1 rig), Mugnaini 1, Congiu 1, Ravina 1, Digiesi 1, Popovic 2 (1 rig), Caletti, Calvauna, Vezil 2, Cuneo 1, Cavassa. All. Ivaldi
Plebiscito Padova: Destro, Segala, Savio, Rigon, Tono 1, Prete, Filippetto 1, Gottardo, Zanovello, Moldvai, Vuleta 5, Conte 3, Tomasella. All. Cattaruzzi
Arbitri Daniele e Ruscica
Note: parziali 2-4, 3-1, 4-2, 4-3. Usciti per limite di falli Tomasella (P) nel secondo, Tono e Filippetto (P) nel quarto tempo. Espuso per 21.10 Vuleta (P)

SC Quinto-Andrea Doria 7-8
SC Quinto: Scanu, Brondi, Fajette, Luccianti 2, Galassi, Turbati, Fracas, Westermann, Hollis 2 (1 rig), Bittarello, Spigno 1, Pino 2, Fulcheris. All. Paganuzzi
Andrea Doria: Fiz, Palmieri, Franza 1, Canessa, Marciano, Tosi 1, De Ferrari 2, Tosto, Oneto, Bazzurro 3 (1 rig), Rezzano, Michieletto, Ottazzi. All. Della Zuana
Arbitri Colombo e Romolini
Note: parziali 0-2, 2-3, 3-2, 2-1. Usciti per limite di falli Canessa (AD) e Fulcheris (Q) nel quarto tempo. Espuslo Oneto (AD) nel terzo per 21.10. Superiorità numeriche: Quinto 5/13 + 1 rigore e Andrea Doria 4/10 + 1 rigore. Spettatori 300 circa

La griglia dei playoff – semifinali – gara 1 il 22 giugno

1N Como-4S Telimar
2N Trieste Pallanuoto-3S Civitavecchia
1S CC Napoli-4N Chiavari
2S Nuoto Catania-3N SC Quinto

La griglia dei playout – finali – gara 1 il 22 giugno
10N Iren Torino-11S Basilicata
10S Acicastello-11N Andrea Doria

 

Pubblicato in News Pallanuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli PALLANUOTO