Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Maggio 2013 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
La Nazionale femminile di pallanuoto, campione d’Europa a Eindhoven 2012, guidata dal Commissario Tecnico Fabio Conti, partirà oggi da Fiumicino per sbarcare domani a Pechino dove giocherà le Super final di World League, in programma allo Water Cube, sede dei Giochi Olimpici del 2008.
Le Azzurre sono nel gruppo B con Australia, Canada e Spagna, vicecampione olimpico, contro cui esordiranno sabato 1 giugno. Nel girone A: Cina, Russia, Ungheria, Usa.
"Questo torneo arriva all'inizio della preparazione - commenta il CT Fabio Conti - andremo in Cina per giocare e allenarci in vista dei Mondiali di Barcellona. Confrontarsi con le grandi squadre internazionali ci aiuterà a crescere per arrivare ai Mondiali al top della condizione. La nostra squadra è stata rinnovata e miro ad integrare le giovani con le veterane; questo appuntamento è fondamentale per crescere sia a livello agonistico che psicologico e affrontare squadre come Canada e Australia, che fanno della fisicità il loro punto forte, non può far altro che migliorarci". 
Convocate: Roberta Bianconi (RN Bogliasco), Elena Gigli (NGM Firenze), Rosaria Aiello, Tania Di Mario, Valeria Maria Grazia Palmieri, Federica Radicchi e Arianna Garibotti (Geymonat Orizzonte Catania), Aleksandra Cotti, Teresa Frassinetti e Elisa Queirolo (Rapallo Pallanuoto), Francesca Pomeri, Giulia Emmolo e Giulia Gorlero (Mediterranea Imperia).
Nello staff, insieme al CT Conti, il Team leader Giuseppe Marotta, l’assistente Luca Tarquini, il preparatore atletico Valerio Viero, il medico Vincenzo Ciaccio, il fisioterapista Alessandro Francini, il tecnico di video analisi Alessandro Caldarelli. Massimo Savarese Arbitro.
  
Il percorso nel gruppo Europa B  
      
23/01 Olanda-Italia 6-12
26/01 Italia-Russia 16-15 dtr
06/02 Russia-Olanda 4-6
09/02 Italia-Olanda 13-10
13/03 Russia-Italia 14-6
16/03 Olanda-Russia 10-11
     
Classifica
Italia 8, Russia 7, Olanda 3
        
Montepremi (272.500 dollari): 1° posto 50.000 dollari, 2° posto 40.000, 3° posto 30.000, 4° posto 25.000, 5° 20.000, 6° 15.000, 7° 12.500. 8° 10.000. Squadre non qualificate alla Super Final 10.000.
     
Albo d'oro e piazzamenti Italia
    
2004, Long Beach
1. Usa, 2. Ungheria, 3. Italia
 
2005, Kirishi
1. Grecia, 2. Russia, 3. Australia
Italia ottava
 
2006, Cosenza
1. Usa, 2. Italia, 3. Russia
 
2007, Montreal
1. Usa, 2. Australia, 3. Grecia
Italia non iscritta
 
2008, Santa Cruz del Tenerife
1. Russia, 2. Usa, 3. Australia
Italia eliminata nei gironi preliminari
 
2009, Kirishi
1. Usa, 2. Canada, 3. Australia
Italia ottava
  
2010, La Jolla
1. Usa, 2. Australia, 3. Cina
Italia eliminata nei gironi preliminari
  
2011, Tianjin
1. Usa, 2. Italia, 3. Australia
   
2012, Changshu
1. Usa, 2. Australia, 3. Grecia
Italia ottava
    
consulta il sito della FINA
Pubblicato in News Pallanuoto
Serata di Gala in piscina. Si giocano le fasi conclusive del 94° campionato di serie A1 maschile di pallanuoto. In acqua sei squadre, impegnate nella seconda gara di finale dei playoff. Arriva subito lo scudetto! A Sori la Ferla Pro Recco supera 13-5 la AN Brescia e si conferma campione d'Italia per l'ottavo anno consecutivo. 
A Napoli, nella prima delle due partite in programma, la Florentia ha vinto 9-8 con la Carpisa Yamamay Acquachiara che si era imposta in gara 1 e martedì 21 maggio a Firenze si affrontano nella gara decisva per l'assegnazione del terzo posto. Sempre alla Scandone, nella seconda partita, il Posillipo ha battuto il Blu Shelf Carisa Savona 14-9 e si è classificato al quinto posto. In gara 1 successi di Ferla Pro Recco 8-7, Carpisa Yamamay Acquachiara 13-10 e CN Posillipo 12-11. Le squadre prima, seconda e terza classificate parteciperanno alla World League 2013/14, la quarta e quinta al Trofeo Len 2013/14.
 
La Ferla Pro Recco è Campione d'Italia 2012/13. I complimenti del Presidente della Federnuoto Paolo Barelli. "Rivolgo i complimenti agli atleti ed allo staff tecnico e dirigenziale della Ferla Pro Recco per la conquista del 27esimo scudetto della storia, ottavo consecutivo. Complimenti anche all'AN Brescia, che ha vinto la stagione regolare e reso la finale scudetto intensa e combattuta. Il campionato italiano ha espresso un alto livello di gioco e playoff scudetto più equilibrati di quanto non indicano i risultati delle serie. La stagione per club, iniziata con le eliminatorie della coppa Italia il 29 settembre, ha fornito ulteriori indicazioni ai tecnici federali che guideranno le squadre Nazionali verso un'estate ricca di manifestazioni internazionali, tra cui spiccano i campionati mondiali di Barcellona a cui il Settebello arriva da campione in carica e vice campione olimpico. Sarà difficilissimo ripetersi, ma l'auspicio e l'obiettivo della Federnuoto è sempre lo stesso: restare nell'elite del movimento". Il calendario maschile degli eventi internazionali prevede i Giochi del Mediterraneo a Mersin, in Turchia (19-26 giugno), le Universiadi a Kazan, in Russia (5-17 luglio), i Mondiali di Barcellona, in Spagna (21 luglio - 3 agosto), i Mondiali nati 1993 a Szombathely, in Ungheria (12-18 agosto), e gli Europei nati 1996 a Malta (8-15 settembre). 
  
Finale 1/2 posto  (risultato 2-0)
Ferla Recco-AN Brescia 13-5 Finale
Ferla Pro Recco: Tempesti, F. Lapenna 1, Madaras 1, Mangiante 1, Luongo 1 (rig), Felugo 2, Giacoppo 2, Figlioli 1, Figari 3, D. Fiorentini, Aicardi, N. Gitto 1, Pastorino. All. Tempestini
AN Brescia: Del Lungo, Valentino, C. Presciutti, Legrenzi, Loncar 2, R. Calcaterra, Mammarella, Nora, Binchi, Elez 3, Giorgi, G. Fiorentini, Moratti. All. Bovo
Arbitri: Peris (Spalato - Cro) e Vlasic (Zagabria - Cro)
Note: parziali 3-2, 2-1, 5-1, 3-1. Usciti per limite di falli Giacoppo (R) e Binchi (B) nel terzo e  Nora (B), Mangiante (R) e Presciutti (B) nel quarto tempo. Nel terzo tempo Presciutti (Brescia) ha fallito un rigore (fuori). Negli utlimi due minuti cambio di portiere nel Recco: Pastorino ha sostituito Tempesti. Superiorità numeriche: Pro Recco 10/14 + 1 rigore e Brescia 3/12 + 1 rigore. Spettatori 1200 circa. In gara 1 8-7
 
La partita. Milleduecento persone in tribuna. Le telecamere di Rai Sport 2 puntate sulla piscina comunale di Sori. Fischio d’inizio alle 18.33. La prima conclusione è del Recco in superiorità ma la palla finisce contro la traversa. Nulla di fatto anche con la seconda occasione in superiorità per il Recco. Al minuto 2’18” c’è il primo gol della partita con Helez per il vantaggio del Brescia. Alla terza occasione, stavolta ad uomini pari, il Recco pareggia con Madaras dopo 3’12” di gioco. Dopo 6 situazioni con l’uomo in più fallite (tre per parte) arrivano due gol con la superiorità, uno per parte: a Mangiante risponde Loncar. Poi il gol di Figlioli con un gran tiro dai sette metri fissa il primo parziale sul 3-2 a favore dei liguri. Nel secondo tempo tre gol con l’uomo in più. Si apre con il 4-2 realizzato da Figari dopo 38”, poi Giacoppo segna il +3 a metà tempo e nell’azione successiva il Brescia riduce il gap con Elez a porta vuota (era nel pozzetto il portiere Tempesti). Trascorrono due minuti del terzo tempo: Felugo in più e Elez a uomini pari per il 6-4. Partita vivace con occasioni da una parte e dall’altra. Giacoppo (palomba), Lapenna e Figari segnano il solco (9-4), Presciutti tira fuori un rigore e dopo di lui Luongo realizza dai 5 metri e la terza frazione si chiude con il Recco avanti 10-4. Inizia l’ultimo tempo. Dopo 90 secondi Felugo con il suo gol allunga a +7. In tribuna sventolano le bandiere bianco celesti e cominciano i festeggiamenti del pubblico di casa. Al minuto 3’08” Loncar accorcia le distanze per il Brescia. Nel finale spazio e applausi anche per Pastorino che sostituisce Tempesti fra i pali recchelini. Intanto Gitto con un gran gol fa 12-5. Figari allunga ancora a 1’30” dalla fine e fissa il risultato sul 13-5. Suona la sirena e c’è il tuffo collettivo dei giocatori di Riccardo Tempestini.
  
Finale 3/4 posto (situazione 1-1)
Carpisa Yamamay Acquachiara-RN Florentia 8-9 Finale
Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Perez 1, Mattiello, Danilovic 1, Scotti Galletta, Petkovic 1, Gambarcorta 1, M. Ferrone, Saviano 1, Marcz 1, Di Costanzo 1, Sadovyy 1, Postiglione. All. Porzio
RN Florentia: Mugelli, F. Di Fulvio 3, Borella, Pagani 1, Molina 1, Coppoli, Brancatello, Espanol 1, M. Lapenna 1, Gobbi, Bini, A. Di Fulvio 2, Minetti. All. Sottani
Arbitri: Centineo e Taccini
Note: parziali 1-2, 2-2, 3-3, 2-2. Usciti per limite di falli Perez (A), Molina (F) e Ferrone (A) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Acquachiara 7/14 e Florentia 3/9. Spettatori 800 circa. In gara 1 13-10. La gara 3 si gioca il 21 maggio a Firenze.
 
Finale 5/6 posto (risultato 2-0)
CN Posillipo-Blu Shelf Carisa Savona 14-9 Finale
CN Posillipo: Negri, Scalzone, Rossi, Foglio, Mattiello 1, Toth 6, Renzuto Iodice, Gallo 4 (1 rig), Kovacs 1,  Bertoli, Baraldi 2, Saccoia, N. Ferrone. All. Occhiello
Blu Shelf Carisa Savona: Antona, Alesiani 2, Damonte 1, Petrovic, Tabbiani 1, Rizzo , M. Janovic 3 (2rig), Fulcheris, G. Bianco 1, Rubino, J. Colombo 1, Crino, Rolle. All. Pisano
Arbitri: Caputi e Ercoli
Note: parziali 3-2, 4-3, 4-1, 3-3. Usciti per limite di falli Bertoli (P) e Fulcheris (S) nel secondo, Colombo (S) nel quarto tempo. Espusli per proteste Saccoia (P) e Petrovic (S) nel secondo e Bianco (S) nel quarto tempo. Espusli per reciproche scorrettezze Renzuto (P) e Rizzo (S) nel secondo tempo. Nel primo tempo Gallo (P) ha fallito un rigore. Superiorità numeriche: Posilipo 5/9 + 2 rigori e Savona 3/9 + 2 rigori. Spettatori 300 circa. In gara 1 12-11
  
CAMPIONATO MASCHILE -  L'ALBO D'ORO
1911/12 Genova, 1912/13 Genova,
1913/14 Genova, 1918/19 Genova,
1919/20 RN Milano, 1920/21 Andrea Doria,
1921/22 Andrea Doria, 1922/23 S. Sturla,
1924/25 Andrea Doria, 1925/26 Andrea Doria,
1926/27 Andrea Doria, 1927/28 Andrea Doria,
1928/29 Triestina, 1929/30 Andrea Doria,
1930/31 Andrea Doria, 1931/32 RN Milano,
1932/33 RN Florentia, 1933/34 RN Florentia,
1934/35 RN Camogli, 1935/36 RN Florentia,
1936/37 RN Florentia, 1937/38 RN Florentia,
1938/39 RN Napoli, 1939/40 RN Florentia,
1940/41 Guf RN Napoli, 1941/42 Guf RN Napoli,
1945/46 RN Camogli, 1946/47 Canottieri Olona,
1947/48 RN Florentia, 1948/49 RN Napoli,
1949/50 RN Napoli, 1950/51 Can. Napoli,
1951/52 RN Camogli, 1952/53 RN Camogli,
1953/54 Roma, 1954/55 RN Camogli,
1955/56 Lazio, 1956/57 RN Camogli,
1957/58 Can. Napoli, 1958/59 Pro Recco,
1959/60 Pro Recco, 1960/61 Pro Recco,
1961/62 Pro Recco, 1962/63 Canottieri Napoli,
1963/64 Pro Recco, 1964/65 Pro Recco,
1965/66 Pro Recco, 1966/67 Pro Recco,
1967/68 Pro Recco, 1968/69 Pro Recco,
1969/70 Pro Recco, 1970/71 Pro Recco,
1971/72 Pro Recco, 1972/73 Can. Napoli,
1973/74 Pro Recco, 1974/75 Can. Napoli,
1975/76 RN Florentia, 1976/77 Can. Napoli,
1977/78 Pro Recco, 1978/79 Canottieri Napoli,
1979/80 RN Florentia, 1980/81 RN Bogliasco,
1981/82 Pro Recco, 1982/83 Pro Recco,
1983/84 Pro Recco, 1984/85 Posillipo,
1985/86 Posillipo, 1986/87 Pescara,
1987/88 Posillipo, 1988/89 Posillipo,
1989/90 Canottieri Napoli, 1990/91 RN Savona,
1991/92 RN Savona, 1992/93 Posillipo,
1993/94 Posillipo, 1994/95 Posillipo,
1995/96 Posillipo, 1996/97 Pescara,
1997/98 Pescara, 1998/99 Roma,
1999/00 Posillipo, 2000/01 Posillipo,
2001/02 Pro Recco, 2002/03 Brescia,
2003/04 Posillipo, 2004/05 RN Savona,
2005/06 Pro Recco, 2006/07 Pro Recco,
2007/08 Pro Recco, 2008/09 Pro Recco
2009/10 Pro Recco, 2010/11 Pro Recco,
2011/12 Pro Recco, 2012/2013 Pro Recco
Pubblicato in News Pallanuoto
Al Rapallo Pallanuoto l'ultimo atto. Le liguri battono 11-7 la Geymonat Orizzonte Catania e vincono il primo titolo della loro storia nella finale del 29esimo scudetto femminile andato in onda su Rai Sport 2 con telecronaca di Fabrizio Failla e commento tecnico del commissario tecnico del Setterosa campione d'Europa Fabio Conti. Al Pala Marco Galli finale dominata dalle liguri, che hanno trovato nell'azzurra campionessa europea col Setterosa Giulia Rambaldi l'artefice del successo con quattro reti e tanto carisma in acqua. Per Catania resta il buon campionato disputato e la Coppa Italia conquistata ad Ostia lo scorso 30 marzo proprio a scapito delle liguri. Grande soddisfazione per Rapallo che ha raccolto l'eredità del Recco campione d'Italia lo scorso anno (oggi in acqua alcune delle protagoniste della scorsa stagione come Kisteleki, Cotti Rambaldi, Stasi, Queirolo). La finale 3/4 posto tra Mediterranea Imperia e NGM Firenze è terminata 7-2 per le liguri (doppiette di Stieber, Drocco e Borriello). In tribuna presente il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli, il delegato allo sport del Comune di Civitavecchia Ivano Iacomelli e Roberto D'Ottavio Presidente della SNC Civitavecchia, società ospitante.
 
I complimenti del Presidente della Federnuoto Paolo Barelli. "Rivolgo i complimenti alle atlete ed allo staff tecnico e dirigenziale del Rapallo Pallanuoto per la storica conquista del primo titolo italiano. Complimenti anche alla Geymonat Orizzonte Catania, sconfitta in finale, ma vincitrice della coppa Italia contro le liguri al centro federale di Ostia, ed alla NGM Firenze e alla Mediterranea Imperia, eliminate in semifinale. L'equilibrio che ha contraddistinto il torneo e l'interesse registrato dimostrano come il campionato italiano resti il più competitivo e seguito al mondo malgrado le difficoltà economiche rendano ancora più difficile gestire squadre di vertice. I sacrifici compiuti dalle società meritano il nostro plauso. L'auspicio è che le Squadre Nazionali, protese verso un'estate ricca di manifestazioni, riescano a gratificare e valorizzare ulteriormente il lavoro delle società finalizzato alla formazione e crescita delle atlete, ottenendo piazzamenti di prestigio".
Il calendario femminile degli eventi internazionali prevede la Superfinale di World League a Pechino, in Cina (1-6 giugno), le Universiadi a Kazan, in Russia (6-16 luglio), i Mondiali nate 1993 a Volos, in Grecia (19-25 agosto), e gli Europei nate 1996 a Istanbul, in Turchia (1-8 settembre).
 
Il commento del Ct Fabio Conti. "Complimenti al Rapallo Pallanuoto che ha conquistato il primo titolo italiano attraverso una finale di grande livello durante cui ha espresso ottime fasi di gioco. Le liguri hanno vinto la regular season e si sono dimostrate superiori nonostante in semifinale abbiano sofferto contro Firenze. Il plauso va anche a Catania che ha vinto la Coppa Italia e si è dimostrata una valida contendente al titolo. Bene anche Imperia e Firenze che hanno dimostrato di essere nell'élite della pallanuoto azzurra e di meritare queste posizioni. In chiave mondiale di Barcellona, voglio sottolineare che terrò in considerazione tutte le ragazze e nessuna porta è preclusa a priori".
   
1° e 2° posto diretta Rai Sport 2 
Rapallo Pallanuoto-Geymonat Orizzonte Catania 11-7
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati, Zerbone, Kisteleki 2 (1 rig.), Queirolo, Bertora, Bonino, S. Criscuolo 3, C. Criscuolo, Rambaldi 4, Cotti 1, Frassinetti (c) 1, Risso. All. Sinatra.
Geymonat Orizzonte Catania: Ricciardi, A. Musumeci, Garibotti 1, Radicchi, Di Mario (c) 2 (2 rig.), R. Aiello, Palmieri, Marletta, Lombardo, M. Musumeci 1, Dursi, Perreault 3, Brancati. All. Miceli.
Arbitri: Severo e Pascucci
Note: parziali 5-1, 1-2, 4-2, 1-2. Superiorità numeriche: Rapallo 3/3 + un rigore, Catania 3/6 + 3 rigori (uno fallito da Marletta nel quarto tempo - fuori). Spettatori 800 circa.
  
LA CRONACA. Partenza che non tradisce le attese. Dopo 20" è Giulia Rambaldi che timbra il cartellino infilando sotto al sette; poi è Kisteleki in controfuga che realizza il raddoppio per Rapallo. Catania sbanda ma trova il rigore della Di Mario che riporta a meno uno le etnee. Rapallo non ha timori, attacca la difesa in modo organico e trova ancora il gol con Rambaldi (doppietta), Sonia Criscuolo e con la centroboa della nazionale Frassinetti che segna la prima superiorità numerica: 5-1 dopo il primo parziale. Nel secondo tempo la canadese Perreault riaccende le speranze con un bel mancino stretto sull'angolo, ma Kisteleki ristabilisce le distanze per le liguri segnando su rigore. Poi è l'olimpionica Musumeci che trova la girata giusta dal centro per il meno tre etneo. Qui sale d'intensità Catania chi prova con Garibotti due conclusioni (una in superiorità) ma viene fermata entrambe le volte dai legni della porta di Stasi. Sei gol nel secondo tempo dove Rapallo piazza il break giusto (4-2) e scava il solco decisivo. Scatenata la campionessa europea Rambaldi che da lontano fa male e segna un'altra doppietta (4 gol in totale) che stordisce le catanesi. Perreault è l'ultima ad arrendersi e trova due reti che provano a riaprire il match, ma Sonia Criscuolo e Cotti in superiorità numerica cacciano ancora l'Orizzonte sotto di 5 reti con 8 minuti da giocare.
Nel quarto periodo capitan Di Mario segna il rigore del meno quattro per le catanesi (fallo grave di Cotti sulla Aiello al centro), ma il pressing del Rapallo tiene lontane le etnee che non riescono a trovare la soluzione giusta fino al sesto minuto quando Garibotti firma la prima rete personale infilando alla destra di Stasi in extra player (3/6 per Catania). Rapallo invece è infallibile in superiorità (100%) e con Sonia Criscuolo trova l'angolo giusto per l'11-7 finale che regala il primo titolo al Rapallo Nuoto. 
       
3° e 4° posto
NGM Firenze-Mediterranea Imperia 2-7
NGM Firenze Waterpolo: Gigli, Masi, Ferrini, Colaiocco, Schifter Giorgi, Repetto, Bartolini (c), Bosco, Lapi, Olimpi 1, Giachi, Toth 1 (rig.), D’Amico. All. Sellaroli.
Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Ralat, Borriello 2, Gloria Gorlero (c), Stieber 2, Emmolo, Carrega, Solaini, Risivi 1, Bencardino, Drocco 2, Pomeri, Casanova. All. Capanna.
Arbitri: Riccitelli e Colombo
Note: parziali 1-2, 0-1, 1-3, 0-1. Uscite per limite di falli Risivi (I), Masi e D'Amico (F) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Firenze 0/5 + un rigore, Imperia 1/9. Spettatori 300 circa.
  
LA CRONACA. Bel primo tempo con continui cambi di ritmo tra le due squadre. Imperia mette subito in chiaro le cose e va in vantaggio con Drocco prima, raddoppiata dalla evergreen Stieber che siglia il 2-0. Poi la reazione gigliata produce un rigore (fallo grave di Carrega su Toth) che la centroboa magiara realizza con freddezza per l'1-2 di fine primo tempo. Nel secondo calano i ritmi ma è Imperia che ha le occasioni migliori in superiorità, ma le fallisce entrambe (0/4 a metà). Poi il lampo di Risivi a meno due dal termine, che dal centro con una pregevole sciarpata beffa l'incolpevole Gigli per il 3-1 ligure di metà gara.
Nel terzo la supremazia dell'Imperia si fa netta, sebbene Firenze sbagli quattro azioni in extra player (in totale 0/5). Drocco dal lato, Stiber in controfuga (doppiette per loro) e Borriello in superiorità (la prima) dal centro portano al massimo vantaggio le liguri (+4). Nel mezzo la bella rete di Olimpi con una pregevole girata dal centro. Nel quarto tempo Imperia spreca ancora tre azioni con l'uomo in più e va a segno con Borriello (doppietta anche per lei) che fissa il punteggio sul 7-2 e regala il podio alle giallorosse allenate da Marco Capanna.
  
BENEFICENZA. In occasione della finale scudetto l'amico Nicola Izzo viticoltore della cantina Esterina Centrella ha premiato le ragazze del Setterosa campione d'europa che insieme ai ragazzi del Settebello campione del mondo hanno contribuito a raccogliere la somma di 17.570 euro autografando le bottiglie di Greco di Tufo 2009 messe all'asta in occasione dell'ottava edizione del "wine for smile" un asta per un sorriso, promossa dalla fondazione operation smile. Le bottiglie sono state firmate anche dai campioni Geppino e Marco D'Altrui: padre e figlio nella hall of fame. I fondi sono stati devoluti per finanziare le missioni in Ghana, Giordania e Kenya col fine di operare i bambini che nascono con malformazioni.
         
Così nelle semifinali
Rapallo-NGM Firenze 5-4
Geymonat Orizzonte Catania-Mediterranea Imperia 7-5
 
Vai alla cronaca
 
Così nei quarti di finale
Andata (8 maggio)
RN Bogliasco-Geymonat Orizzonte Catania 10-14
RN Bologna-Rapallo Pallanuoto 5-11
Plebiscito Padova-NGM Firenze 3-5
Despar Messina-Mediterranea Imperia 7-11
Ritorno (11 maggio)
Geymonat Orizzonte Catania-RN Bogliasco 11-8
Rapallo Pallanuoto-RN Bologna 13-10
NGM Firenze-Plebiscito Padova 9-10
Mediterranea Imperia-Despar Messina 9-8
    
La classifica al termine della stagione regolare
1. Rapallo Pallanuoto 46
2. Geymonat Orizzonte Catania 43
3. Mediterranea Imperia 38
4. NGM Firenze Waterpolo 37
5. Plebiscito Padova 31
6. Despar Messina 22
7. RN Bogliasco 21
8. RN Bologna 17
9. Roma Pallanuoto 9
10. IGM Ortigia 0
 
Albo d’oro
1985 Volturno
1986 Volturno
1987 Volturno
1988 Volturno
1989 Volturno
1990 Volturno
1991 Volturno
1992 Orizzonte Catania
1993 Orizzonte Catania
1994 Orizzonte Catania
1995 Orizzonte Catania
1996 Orizzonte Catania
1997 Orizzonte Catania
1998 Orizzonte Catania
1999 Orizzonte Catania
2000 Orizzonte Catania
2001 Orizzonte Catania
2002 Orizzonte Catania
2003 Orizzonte Catania
2004 Orizzonte Catania
2005 Orizzonte Catania
2006 Orizzonte Catania
2007 Fiorentina WP
2008 Orizzonte Catania
2009 Orizzonte Catania
2010 Orizzonte Catania
2011 Orizzonte Catania
2012 Pro Recco
2013 Rapallo Pallanuoto
Pubblicato in News Pallanuoto
Venerdì, 17 Maggio 2013

Campionato A1 M. Finali playoff

Serata di Gala in piscina. Sabato 18 maggio, a partire dalle 18.30, si giocano le fasi conclusive del 94° campionato di serie A1 maschile di pallanuoto. In acqua sei squadre, impegnate nella seconda gara di finale dei playoff. Si comincia alle 18.30 a Sori con Ferla Pro Recco-AN Brescia per lo scudetto (diretta su Rai Sport 2), a seguire a Napoli alle 20 Carpisa Yamamay Acquachiara-RN Florentia per il terzo posto e alle 21.30 CN Posillipo-Blu Shelf Carisa Savona per il quinto posto. In gara 1 successi di Ferla Pro Recco 8-7, Carpisa Yamamay Acquachiara 13-10 e CN Posillipo 12-11. Le squadre prima, seconda e terza classificate parteciperanno alla World League 2013/14, la quarta e quinta al Trofeo Len 2013/14.
 
Le decisioni del Giudice Unico, avv. Andrea Pascerini, dopo le partite di gara 1. Squalificati: 2 giornate M. Varriale (dirigente Carpisa Yamamay Acquachiara) per comportamento reiteratamente ingiurioso e insubordinato nei confronti degli arbitri e 1 giornata F. Porzio (allenatore Carpisa Yamamay Acquachiara) per comportamento insubordinato (dopo essere stato espulso continuava a impartire direttive tecniche alla squadra dalla tribuna). Ammoniti: R. Brancaccio (dirigente Carpisa Yamamay Acquachiara), V. Renzuto (atleta CN Posillipo) e L. Di Costanzo (atleta Carpisa Yamamay Acquachiara) per comportamento poco riguardoso. Multe di euro 60 alla AN Brescia per carenze organizzative e di euro 100 alla RN Florentia per manifesto ingiurioso nei confronti degli arbitri.   
  
Gara 2 sabato 18 maggio
 
Finale 1/2 posto diretta Rai Sport 2
ore 18.30, Ferla Recco-AN Brescia
Arbitri: Peris (Spalato - Cro) e Vlasic (Zagabria - Cro)
Commissario Tedeschi
In gara 1 8-7
 
Finale 3/4 posto
ore 20, Carpisa Yamamy Acquachiara-RN Florentia
Arbitri: Centineo e Taccini
Commissario: Panucci
In gara 1 13-10
 
Finale 5/6 posto
ore 21.30, CN Posillipo-Blu Shelf Carisa Savona
Arbitri: Caputi e Ercoli
Commissario: Tenenti
In gara 1 12-11
  
CAMPIONATO MASCHILE -  L'ALBO D'ORO
1911/12 Genova, 1912/13 Genova,
1913/14 Genova, 1918/19 Genova,
1919/20 RN Milano, 1920/21 Andrea Doria,
1921/22 Andrea Doria, 1922/23 S. Sturla,
1924/25 Andrea Doria, 1925/26 Andrea Doria,
1926/27 Andrea Doria, 1927/28 Andrea Doria,
1928/29 Triestina, 1929/30 Andrea Doria,
1930/31 Andrea Doria, 1931/32 RN Milano,
1932/33 RN Florentia, 1933/34 RN Florentia,
1934/35 RN Camogli, 1935/36 RN Florentia,
1936/37 RN Florentia, 1937/38 RN Florentia,
1938/39 RN Napoli, 1939/40 RN Florentia,
1940/41 Guf RN Napoli, 1941/42 Guf RN Napoli,
1945/46 RN Camogli, 1946/47 Canottieri Olona,
1947/48 RN Florentia, 1948/49 RN Napoli,
1949/50 RN Napoli, 1950/51 Can. Napoli,
1951/52 RN Camogli, 1952/53 RN Camogli,
1953/54 Roma, 1954/55 RN Camogli,
1955/56 Lazio, 1956/57 RN Camogli,
1957/58 Can. Napoli, 1958/59 Pro Recco,
1959/60 Pro Recco, 1960/61 Pro Recco,
1961/62 Pro Recco, 1962/63 Canottieri Napoli,
1963/64 Pro Recco, 1964/65 Pro Recco,
1965/66 Pro Recco, 1966/67 Pro Recco,
1967/68 Pro Recco, 1968/69 Pro Recco,
1969/70 Pro Recco, 1970/71 Pro Recco,
1971/72 Pro Recco, 1972/73 Can. Napoli,
1973/74 Pro Recco, 1974/75 Can. Napoli,
1975/76 RN Florentia, 1976/77 Can. Napoli,
1977/78 Pro Recco, 1978/79 Canottieri Napoli,
1979/80 RN Florentia, 1980/81 RN Bogliasco,
1981/82 Pro Recco, 1982/83 Pro Recco,
1983/84 Pro Recco, 1984/85 Posillipo,
1985/86 Posillipo, 1986/87 Pescara,
1987/88 Posillipo, 1988/89 Posillipo,
1989/90 Canottieri Napoli, 1990/91 RN Savona,
1991/92 RN Savona, 1992/93 Posillipo,
1993/94 Posillipo, 1994/95 Posillipo,
1995/96 Posillipo, 1996/97 Pescara,
1997/98 Pescara, 1998/99 Roma,
1999/00 Posillipo, 2000/01 Posillipo,
2001/02 Pro Recco, 2002/03 Brescia,
2003/04 Posillipo, 2004/05 RN Savona,
2005/06 Pro Recco, 2006/07 Pro Recco,
2007/08 Pro Recco, 2008/09 Pro Recco
2009/10 Pro Recco, 2010/11 Pro Recco,
2011/12 Pro Recco
Pubblicato in News Pallanuoto
Entusiasmo al Pala Marco Galli. Civitavecchia accoglie ad un anno di distanza la final four del 29esimo campionato di serie A1 femminile ed è subito equilibrio e spettacolo davanti ad oltre 800 spettatori. Il Rapallo, che ha vinto la regular season con 46 punti, batte nella prima semifinale 5-4 la NGM Firenze, con doppiette di Queirolo e Sonia Criscuolo. Per Firenze, che è rimasta in gara fino all'ultimo, il rammarico di aver fallito troppe chances in superiorità numerica (2/10). In seguito è la Geymonat Orizzonte Catania che supera 7-5 la Mediterranea Imperia (finalista lo scorso anno contro la Pro Recco regina), regalandosi la finale che può consentirgli di centrare il ventesimo tricolore della storia. Decisiva la canadese Perreault che chiude il match ad un minuto dal termine. Le due finaliste si sono incontrate già in Coppa Italia, dove hanno prevalso le etnee per 8-7. Presente in tribuna il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli. Le partite sono state trasmesse in diretta da Rai Sport 2 con telecronaca di Fabrizio Failla, interviste di Dario Di Gennaro e commento tecnico del vice presidente federale Francesco Postiglione e del commissario tecnico del Setterosa campione d'Europa Fabio Conti.
  
Programma della Final Four 
  
Semifinali – diretta Rai Sport 2
Rapallo Pallanuoto-NGM Firenze Pallanuoto 5-4
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati, Zerbone, Kisteleki, Queirolo 2, Bertora, Bonino, S. Criscuolo 2, C. Criscuolo, Rambaldi, Cotti, Frassinetti 1, Risso, Isola. All. Sinatra.
NGM Firenze Waterpolo: Gigli, Masi 2, Ferrini, Colaiocco, Schifter Giorgi, Repetto, Bartolini, Bosco, Lapi 1, Olimpi 1, Giachi, D’Amico. All. Sellaroli.
Arbitri: Riccitelli e Colombo
Note: parziali 0-1, 3-1, 1-1, 1-1. Uscite per limite di falli Rambaldi (R) nel terzo tempo, Cotti (R) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 1/5 + 1 rigore fallito (Gigli ha parato un rigore alla Kisteleki nel terzo tempo); Firenze 2/10. Spett. 500 circa.
  
LA CRONACA. Inizio tattico con la NGM Firenze che ha l'occasione in superiorità ma fallisce Lapi. Gigli respinge due conclusioni da lontano di Rambaldi; a metà il punteggio è sempre 0-0. Kisteleki conquista fallo grave in controfuga, ma sull'azione successiva Frassinetti coglie la traversa del possibile vantaggio. Bartolini da i 5 metri prova a trasformare la terza superiorità ma il tiro schizza fuori. Firenze conferma la sua supremazia e va in gol con Lapi a 35" dallo scadere con un preciso tocco in controfuga dopo un bel assist direttamente del portiere Gigli. Il secondo quarto si apre con il pareggio della Queirolo che insacca dopo una buona manovra, e le fa eco la Frassinetti brava a smarcarsi al centro e beffare la compagna di nazionale Gigli per il 2-1 Rapallo. Firenze reagisce ma spreca la quarta superiorità con Bosco e viene punita in controfuga da Sonia Criscuolo che porta le liguri al doppio vantaggio: 3-1. La partita acquista ritmo, Frassinetti esce per fallo grave e Masi su assist di Lapi trasforma la prima superiorità su 5 tentativi, accorciando le distanze. Ad un minuto dalla fine Ferrini sbaglia da sotto con l'uomo in più e fallisce l'aggancio: 3-2 a metà.
Si parte nel terzo con le difese che hanno la meglio sugli attacchi. Poi la Gigli para un rigore alla fuoriclasse ungherese Kisteleki a 2'55 (fallo grave su Frassinetti) e tiene ancora in partita le liguri. L'attaccante ungherese si fa ancora ipnotizzare dalla portierona azzurra che neutralizza la conclusione della n.4 sola davanti alla porta. Lapi commette fallo grave, e Sonia Criscuolo fa doppietta personale segnando dal lato la prima superiorità delle bianche su quattro tentativi. Rambaldi commette il terzo fallo grave e a 42" dal termine Olimpi accorcia dal lato il 4-3 che chiude il parziale. Inizio quarto scoppientante con Queirolo che dà ancora il massimo vantaggio alle sue e Masi che con caparbietà riporta a meno uno Firenze. Poi Colaiocco sola davanti a Stasi fallisce il possibile aggancio non sfruttando l'ottava superiorità. Il centroboa fiorentino lotta bene al centro costringendo la Cotti al terzo fallo grave, ma Firenze non ne approfitta. Il tempo per fallire altre due chances con l'uomo in più, che il cronometro sancisce la vittoria di misura della capolista. 
                  
Geymonat Orizzonte Catania-Mediterranea Imperia 7-5 live
Geymonat Orizzonte Catania: Ricciardi, A. Musumeci, Garibotti 1, Radicchi 1, Di Mario 1, R. Aiello, Palmieri 1, Marletta 1, Lombardo, M. Musumeci, Dursi, Perreault 2, Brancati. All. Miceli.
Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Ralat, Borriello, Gloria Gorlero 1, Stieber 2, Emmolo 2 (1 rig.), Carrega, Solaini, Risivi, Bencardino, Drocco, Pomeri, Casanova. All. Capanna.
Arbitri: Gomez e Severo
Note: parziali 1-1, 3-0, 2-3, 1-1. Uscita per limite di falli Pomeri (I) nel quarto tempo. Ammonita Miceli (all. Catania) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Catania 3/5 + un rigore. (Di Mario ha fallito un rigore nel primo tempo - palo), Imperia 1/5 + un rigore. Spettatori 800 circa. 
 
LA CRONACA. Catania parte forte ma spreca con Garibotti sola davanti a Gorlero, e nel rovesciamento di fronte è brava la Stieber a trovare il primo gol per l'Imperia con un tiro che tocca la traversa ed entra. Capitan Di Mario dimostra tutta la sua classe ed esperienza e al 5' insacca dal lato il pareggio etneo. Imperia attacca con più ferocia ma spreca le prime due superiorità numeriche per il nuovo vantaggio. Radicchi sbaglia il primo extra player catanese, la Gorlero difende bene tra i pali, poi Di Mario fallisce il rigore del vantaggio ad uno e trenta da termine tirando sul palo. Il secondo tempo si apre con una bella conclusione di Carrega che si stampa sul primo, poi sul secondo palo ed esce fuori. Pomeri commette fallo grave e questa volta è brava Garibotti ad insaccare da 5 metri sul lato opposto per il primo vantaggio delle bianche. Le fa eco la romana Radicchi che insacca per il 3-1 siculo. Si inceppa l'attacco ligure che fallisce il quarto extra player concesso per fallo grave sulla Casanova, e ne approfitta Catania che a venti secondi dal termine grazie a Perreault con un perfido mancino va sul +3 prima del riposo. Garibotti commette fallo grave su Stieber al centro ed Emmolo insacca il primo rigore della serata per il menodue ligure. E' il momento dell'attaccante mancina della nazionale che è brava in controfuga a trovare l'angolino giusto della porta di Ricciardi e rimettere in linea di galleggiamento le giallorosse liguri. Neanche un giro di lancette che Palmieri dal centro ridà il nuovo doppio vantaggio etneo. La partita sale di livello, le squadre giocano a viso aperto e prima Marletta poi Stieber vanno in rete in extra player con un minuto da giocare. Nel quarto tempo Imperia alza il pressing ma non riesce a sfruttare l'attacco con quattro palloni persi ed un miracolo della Ricciardi su Ralat che sola fallisce la palomba del possibile -1 a tre dal termine. Non è finita: è Gloria Gorlero che trova il 5-6 capitalizzando la supremazia ligure a due dal termine. E' ancora il mancino della ventinovenne canadese Perreault a chiudere ogni speranza giallorossa  a 30" dal termine a portare l'Orizzonte in finale dopo due anni per la conquista della possibile seconda stella.
  
Finali – Sabato 18 Maggio
3° e 4° posto ore 13.30
1° e 2° posto ore 15.00 diretta Rai Sport 2
     
Così nei quarti di finale
Andata (8 maggio)
RN Bogliasco-Geymonat Orizzonte Catania 10-14
RN Bologna-Rapallo Pallanuoto 5-11
Plebiscito Padova-NGM Firenze 3-5
Despar Messina-Mediterranea Imperia 7-11
Ritorno (11 maggio)
Geymonat Orizzonte Catania-RN Bogliasco 11-8
Rapallo Pallanuoto-RN Bologna 13-10
NGM Firenze-Plebiscito Padova 9-10
Mediterranea Imperia-Despar Messina 9-8
  
La classifica al termine della stagione regolare
1. Rapallo Pallanuoto 46
2. Geymonat Orizzonte Catania 43
3. Mediterranea Imperia 38
4. NGM Firenze Waterpolo 37
5. Plebiscito Padova 31
6. Despar Messina 22
7. RN Bogliasco 21
8. RN Bologna 17
9. Roma Pallanuoto 9
10. IGM Ortigia 0
 
Albo d’oro
1985 Volturno
1986 Volturno
1987 Volturno
1988 Volturno
1989 Volturno
1990 Volturno
1991 Volturno
1992 Orizzonte Catania
1993 Orizzonte Catania
1994 Orizzonte Catania
1995 Orizzonte Catania
1996 Orizzonte Catania
1997 Orizzonte Catania
1998 Orizzonte Catania
1999 Orizzonte Catania
2000 Orizzonte Catania
2001 Orizzonte Catania
2002 Orizzonte Catania
2003 Orizzonte Catania
2004 Orizzonte Catania
2005 Orizzonte Catania
2006 Orizzonte Catania
2007 Fiorentina WP
2008 Orizzonte Catania
2009 Orizzonte Catania
2010 Orizzonte Catania
2011 Orizzonte Catania
2012 Pro Recco
Pubblicato in News Pallanuoto
Presentata oggi nell’Aula Cutuli del Comune di Civitavecchia la "Final Four - A1 femminile" di pallanuoto, in programma venerdì 17 e sabato 18 maggio nella piscina Pala Enel Marco Galli. Sono intervenuti il delegato allo sport comunale Ivano Iacomelli, il presidente del Comitato Regionale Lazio FIN Giampiero Mauretti, il commissario tecnico del Setterosa campione d’Europa Fabio Conti e il presidente della SNC Civitavecchia Roberto D'Ottavio.
Per il secondo anno consecutivo il titolo di campione d’Italia femminile si assegna nella piscina civitavecchiese di Viale Lazio. Il 19 maggio 2012 vinse la Pro Recco superando in finale la Mediterranea Imperia 9-5 e per il terzo posto il Plebiscito Padova batté le allora campionesse in carica dell’Orizzonte Catania 10-6.
Quest’anno le finaliste sono Rapallo Pallanuoto, NGM Firenze, Geymonat Orizzonte Catania e Mediterranea Imperia. Gli arbitri designati Alessandro Severo e Stefano Riccitelli di Roma, Filippo Gomez e Antonio Pascucci di Napoli, Raffaele Colombo di Como. Giudice Arbitro Filippo Rotunno di Napoli.
 
Programma della Final Four 
 

Semifinali – Venerdì 17 Maggio
ore 17.00 Rapallo Pallanuoto-NGM Firenze Pallanuoto
diretta Rai Sport 2
ore 18.30 Geymonat Orizzonte Catania-Meditrerranea Imperia
diretta Rai Sport 2
    
Finali – Sabato 18 Maggio
3° e 4° posto ore 13.30
1° e 2° posto ore 15.00 diretta Rai Sport 2
  
Così nei quarti di finale
Andata (8 maggio)
RN Bogliasco-Geymonat Orizzonte Catania 10-14
RN Bologna-Rapallo Pallanuoto 5-11
Plebiscito Padova-NGM Firenze 3-5
Despar Messina-Mediterranea Imperia 7-11
Ritorno (11 maggio)
Geymonat Orizzonte Catania-RN Bogliasco 11-8
Rapallo Pallanuoto-RN Bologna 13-10
NGM Firenze-Plebiscito Padova 9-10
Mediterranea Imperia-Despar Messina 9-8
 
La classifica al termine della stagione regolare
1. Rapallo Pallanuoto 46
2. Geymonat Orizzonte Catania 43
3. Mediterranea Imperia 38
4. NGM Firenze Waterpolo 37
5. Plebiscito Padova 31
6. Despar Messina 22
7. RN Bogliasco 21
8. RN Bologna 17
9. Roma Pallanuoto 9
10. IGM Ortigia 0
 
Albo d’oro
1985 Volturno
1986 Volturno
1987 Volturno
1988 Volturno
1989 Volturno
1990 Volturno
1991 Volturno
1992 Orizzonte Catania
1993 Orizzonte Catania
1994 Orizzonte Catania
1995 Orizzonte Catania
1996 Orizzonte Catania
1997 Orizzonte Catania
1998 Orizzonte Catania
1999 Orizzonte Catania
2000 Orizzonte Catania
2001 Orizzonte Catania
2002 Orizzonte Catania
2003 Orizzonte Catania
2004 Orizzonte Catania
2005 Orizzonte Catania
2006 Orizzonte Catania
2007 Fiorentina WP
2008 Orizzonte Catania
2009 Orizzonte Catania
2010 Orizzonte Catania
2011 Orizzonte Catania
2012 Pro Recco
Pubblicato in News Pallanuoto
Si avvia alla conclusione il 94° campionato di serie A1 maschile. Stasera, in diretta su Rai Sport 2, è andata in scena una grande finalissima tra AN Brescia e Ferla Pro Recco. E' terminata 8-7 per i liguri grazie ad un gol del fuoriclasse mancino Madaras, che ha deciso la gara in favore dei campioni d'Italia segnando a un secondo dalla sirena. La partita ha vissuto due grandi momenti con il Brescia che è partito forte ed è arrivato sul 4-2 nel primo quarto. Poi i lombardi si sono inceppati in attacco (senza gol per due tempi) e la Pro Recco ne ha approfittato grazie alla splendida tripletta del bomber Figlioli per il 5-4. Calcaterra ha pareggiato e la partita si è protratta fino al finale trilling che rimanda le ostilità a gara 2 in programma a Sori il 18 maggio alle 18.30 in diretta su Rai Sport 2 (leggi la cronaca in calce). Le altre finali per il terzo posto RN Florentia-Carpisa Yamamay Acquachiara, e per il quinto posto Blu Shelf Carisa Savona-CN Posillipo sono terminate con due vittorie esterne per le napoletane (10-12 e 11-12). I tabellini.
  
LA SFIDA. La finale è il remake di quella dello scorso anno terminata 2-0 per i liguri, che vincono il tricolore da sette stagioni consecutivamente (ventisei in totale). Per Brescia è l'occasione di conquistare il secondo scudetto dopo quello storico del 2003, vinto proprio a Genova contro la Pro Recco in un'epica gara 5 terminata 14-13 per i lombardi con il golden goal di Roberto Calcaterra, ancora al centro dell'attacco bresciano. 
  
FORMULA FINALI. Finali scudetto, per il terzo e per il quinto posto al meglio delle due partite su tre in date 15, 18 ed eventualmente 21 maggio. Segue programma e arbitri di gara 1 e gara 2.
 
Gara 1 mercoledì 15 maggio 
    
Finale 1/2 posto - diretta Rai Sport 2
AN Brescia-Ferla Recco 7-8
AN Brescia: Del Lungo, Valentino 1, C. Presciutti 2, Legrenzi, Loncar, R. Calcaterra 1, Mammarella 1, Nora 1, Binchi, Elez ,Giorgi, G. Fiorentini 1, Moratti. All. Bovo.
Ferla Pro Recco: Tempesti, F. Lapenna, Madaras 1, Mangiante 1, A. Fondelli, Felugo 2, Giacoppo, Figlioli 3, Figari, D. Fiorentini, Aicardi 1, N. Gitto, S. Luongo. All. Tempestini.
Arbitri: Bianchi e Gomez
Note:parziali  4-2, 0-2, 1-1, 2-3. Usciti per limite di falli: Figlioli e Gitto (R), Binchi e Valentino (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Brescia 4/10, Recco 3/9. Spettatori  1000 circa.
 
LA GARA. Piscina PalaSystema calda e piena all'inverosimile. Subito vantaggio bresciano con il mancino di Nora che fa male e segna il vantaggio a 1'11 in superiorità numerica. Bellissima combinazione ancora col uomo in più e Presciutti trova solo Valentino al centro per il 2-0 dei padroni di casa. Del Lungo stoppa la bomba di Figlioli e annulla la prima superiorità recchelina. Doppia superiorità per il Recco e Felugo accorcia le distanze con un tiro preciso all'angolo opposto. Ritmi altissimi. Brescia in controfuga va in gol col bomber Presciutti che segna la prima rete in in parità numerica. Non c'è sosta, Mangiante beffa Loncar al centro e accorcia di nuovo le distanze: 3-2 Brescia. I padroni di casa vanno di nuovo sul +2 con Mammarella ben servito sul lato da Loncar. Si chiude un intensissimo primo quarto.
Dopo due minuti il Recco fallisce la quinta possibilità con l'uomo in più con Lapenna che va in rete in fuorigioco. Presciutti ci prova dai sette metri, ma il pallone dopo il rimbalzo sull'acqua schizza sulla traversa e va fuori. Recco forza un paio di tiri che Del Lungo è pronto a neutralizzare. A metà secondo tempo ancora 4-2. In 40 secondi ci pensa Filgioli che fa esplodere gambe e tiro e infila il 3-4 e raddoppia pareggiando con un tiro preciso dal centro. Poi Giorgi fallisce il nuovo vantaggio tirando fuori in superiorità; si va al riposo. Si apre il terzo quarto e le difese prendono il sopravvento sugli attacchi. Poi è Figlioli, mvp, che tira una sassata in diagonale per il primo vantaggio ligure. A metà tempo Elez fallisce una buona opportunità in controfuga per il pareggio. Blackout in attacco per i padroni di casa a secco da due tempi. Ancora Nora che sbaglia la quinta superiorità. Finalmente, dopo sedici minuti, è Calcaterra che spezza il tabù e fa centro in girata per il 5-5 di fine terzo. Il quarto tempo si apre con la rete del nuovo vantaggio bresciano col bomber Presciutti che trova l'angolo giusto e buca il compagno di nazionale Tempesti. Poi De Lungo salva alla grande su Madaras in superiorità numerica e sventa la pressione recchelina, che si concretizza con la rete di Aicardi che schiaccia dal centro con l'uomo in più per il 6-6. Escono per tre falli Figlioli e Gitto nel Recco, Binchi nel Brescia. E' Felugo a due minuti dal termine a dare il nuovo vantaggio ligure con una conclusione a schizzo sull'acqua nell'angolo destro. Ancora superiorità e questa volta Goran Fiorentini segna di controbalzo a 18 secondi dal termine: 7-7. I supplementari sembrano imminenti. Ma non è così. Espulso Elez per fallo grave e il mancino Madaras trova sul fil di sirena il gol che decide gara 1 e rimanda le ostilità a sabato 18 maggio.
     
RN Florentia-Carpisa Yamamay Acquachiara 10-12
RN Florentia: Mugelli, F. Di Fulvio 1, Borella , Pagani 3, Molina 1, Coppoli , Brancatello , Espanol 2, M. Lapenna 1, Gobbi , Bini 2, A. Di Fulvio , Minetti. All. Sottani
Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Perez 1, Mattiello, Danilovic 2, Scotti Galletta, Petkovic 3, Gambarcorta, Ferrone, Saviano, Marcz 1, Di Costanzo 4 (1 rig.), Sadovyy 1, Postiglione. All. Porzio
Arbitri: Brasiliano e Colombo
Note: parziali 3-2, 4-4, 1-5, 2-1. Usciti per limite di falli: Mattiello, Di Costanzo e Sadovyy (A) nel quarto tempo. Espulso Porzio (all. A) per proteste nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Florentia 2/15 +1 rig. (fallito da Pagani - parato, nel quarto tempo), Acquachiara 4/13 +1 rig.. Spettatori 300 circa.
 
Finale 5/6 posto
Blu Shelf Carisa Savona-CN Posillipo 11-12
Blu Shelf Carisa Savona: Antona, Alesiani, Damonte 2, Petrovic 2, Michelotti, Rizzo 4 (3 rig.), M. Janovic 2, Fulcheris, G. Bianco 1, Rubino, J. Colombo , Crino, Rolle. All. Pisano
CN Posillipo: Negri, Scalzone, Rossi 1, Foglio, Mattiello 4, Toth 2, Renzuto Iodice, Gallo 3 (1 rig.), Kovacs, Bertoli 1, Baraldi, Saccoia 1, Ferrone. All. Occhiello
Arbitri: Ceccarelli e Collantoni
Note: parziali  4-3, 3-2, 2-3, 2-4. Usciti per limite di falli: Rossi (P) e Alesiani (S) nel terzo tempo; Foglio e Gallo (P) nel quarto tempo. Espulso Renzuto Iodice (P) per proteste nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Savona 6/12 +3 rig., Posillipo 7/13 +1 rig. Spettatori 250 circa
   
Gara 2 sabato 18 maggio
 
Finale 1/2 posto diretta Rai Sport 2
ore 18.30, Ferla Recco-AN Brescia
Arbitri: Peris (Spalato - Cro) e Vlasic (Zagabria - Cro)
Commissario Tedeschi
 
Finale 3/4 posto
ore 20, Carpisa Yamamy Acquachiara-RN Florentia
Arbitri: Centineo e Taccini
Commissario: Panucci
 
Finale 5/6 posto
ore 21.30, CN Posillipo-Blu Shelf Carisa Savona
Arbitri: Caputi e Ercoli
Commissario: Tenenti
 
CAMPIONATO MASCHILE -  L'ALBO D'ORO
1911/12 Genova, 1912/13 Genova,
1913/14 Genova, 1918/19 Genova,
1919/20 RN Milano, 1920/21 Andrea Doria,
1921/22 Andrea Doria, 1922/23 S. Sturla,
1924/25 Andrea Doria, 1925/26 Andrea Doria,
1926/27 Andrea Doria, 1927/28 Andrea Doria,
1928/29 Triestina, 1929/30 Andrea Doria,
1930/31 Andrea Doria, 1931/32 RN Milano,
1932/33 RN Florentia, 1933/34 RN Florentia,
1934/35 RN Camogli, 1935/36 RN Florentia,
1936/37 RN Florentia, 1937/38 RN Florentia,
1938/39 RN Napoli, 1939/40 RN Florentia,
1940/41 Guf RN Napoli, 1941/42 Guf RN Napoli,
1945/46 RN Camogli, 1946/47 Canottieri Olona,
1947/48 RN Florentia, 1948/49 RN Napoli,
1949/50 RN Napoli, 1950/51 Can. Napoli,
1951/52 RN Camogli, 1952/53 RN Camogli,
1953/54 Roma, 1954/55 RN Camogli,
1955/56 Lazio, 1956/57 RN Camogli,
1957/58 Can. Napoli, 1958/59 Pro Recco,
1959/60 Pro Recco, 1960/61 Pro Recco,
1961/62 Pro Recco, 1962/63 Canottieri Napoli,
1963/64 Pro Recco, 1964/65 Pro Recco,
1965/66 Pro Recco, 1966/67 Pro Recco,
1967/68 Pro Recco, 1968/69 Pro Recco,
1969/70 Pro Recco, 1970/71 Pro Recco,
1971/72 Pro Recco, 1972/73 Can. Napoli,
1973/74 Pro Recco, 1974/75 Can. Napoli,
1975/76 RN Florentia, 1976/77 Can. Napoli,
1977/78 Pro Recco, 1978/79 Canottieri Napoli,
1979/80 RN Florentia, 1980/81 RN Bogliasco,
1981/82 Pro Recco, 1982/83 Pro Recco,
1983/84 Pro Recco, 1984/85 Posillipo,
1985/86 Posillipo, 1986/87 Pescara,
1987/88 Posillipo, 1988/89 Posillipo,
1989/90 Canottieri Napoli, 1990/91 RN Savona,
1991/92 RN Savona, 1992/93 Posillipo,
1993/94 Posillipo, 1994/95 Posillipo,
1995/96 Posillipo, 1996/97 Pescara,
1997/98 Pescara, 1998/99 Roma,
1999/00 Posillipo, 2000/01 Posillipo,
2001/02 Pro Recco, 2002/03 Brescia,
2003/04 Posillipo, 2004/05 RN Savona,
2005/06 Pro Recco, 2006/07 Pro Recco,
2007/08 Pro Recco, 2008/09 Pro Recco
2009/10 Pro Recco, 2010/11 Pro Recco,
2011/12 Pro Recco.
Pubblicato in News Pallanuoto
Sabato, 11 Maggio 2013

A1 femminile. Ecco le finaliste

Rapallo-NGM Firenze e Geymonat Orizzonte Catania-Meditrerranea Imperia le semifinaliste scudetto. Questo il verdetto dopo il ritorno dei quarti di finale. La Geymonat Orizzonte Catania è la prima finalista della 29esima edizione dei serie A1 femminile: le etnee, già vincitrici della Coppa Italia, si sono imposte 11-8 contro il Bogliasco qualificandosi alla final four di Civitavecchia (17/18 maggio). Gli fanno eco il Rapallo, capolista della regular season, che batte 13-10 la RN Bologna grazie anche a tre reti del centroboa azzurro Teresa Frassinetti e la terza della classe Mediterranea Imperia che si impone 9-8 contro la Despar Messina. In serata match trilling tra NGM Firenze e Plebiscito Padova, terminato 10-9 per le venete che vengono eliminate però per differenza reti (all'andata Firenze aveva vinto a Padova 5-3). Decisiva Elena Gigli, portiere del Setterosa, che ipnotizza Barzon e Martina Savioli parando due rigori, mentre la Stomphorst ne sbaglia un terzo tirandolo sul palo. Seguono tabellini e programma della Final Four di Civitavecchia.
   
RITORNO QUARTI DI FINALE PLAYOFF SCUDETTO
 
SABATO 11 MAGGIO
Geymonat Orizzonte Catania-RN Bogliasco 11-8
Geymonat Orizzonte Catania: Ricciardi, A. Musumeci, Garibotti 1, Radicchi 2, Di Mario 1, R. Aiello 2, Palmieri 1, Marletta 2, Lombardo, M. Musumeci 1, Dursi, Perreaul 1, Brancati. All. Miceli
RN Bogliasco: Falconi, Viacava, Rossi, Dufour  A. 1,  Millo 1, Gallone 1, Maggi 1, Bianconi 4 (1 rig.), Boero, Lanzoni, Di Fiore, Casareto. All. Bettini.
Arbitri: Riccitelli e Petronilli
Note:parziali  3-2, 4-3, 2-3, 2-0. Uscite per limite di falli: Garibotti (C) nel secondo tempo, Viacava (B) nel quarto tempo. Ammonito Bettini (all. Bogliasco) per proteste Superiorità numeriche: Catania 4/9 +1 rig. (fallito da Di Mario nel terzo tempo - traversa), Bogliasco 3/9 +1 rig.. Spettatori 400 circa.
 
Rapallo Pallanuoto-RN Bologna 13-10
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati 2, Zerbone, Kisteleki 2 (1 rig.), Queirolo, Isola, Bonino 1, S. Criscuolo 2, C. Criscuolo, Rambaldi 1, Cotti 2, Frassinetti 3, Risso. All. Sinatra.
RN Bologna: Agosta, Crudele 1, Verducci 3, Mina 1, Takacs 2, Barboni, Rendo, Dal Fiume 2, Calabrese, Manzoni, Pacini, Pasquali 1,Budassi. All. Posterivo.
Arbitri: Ceccarelli e Romolini
Note:parziali 4-0, 2-3, 4-3, 3-4. Uscite per limite di falli: Rambaldi (R) nel terzo tempo, Pasquali (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 4/9 +2 rig. (1 fallito da Isola nel terzo tempo - parato da Agosta), Bologna 2/7 +1 rig.. Spettatori 150 circa.
 
Mediterranea Imperia-Despar Messina 9-8
Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Ralat 2, Borriello, Gloria Gorlero, Stieber 2, Emmolo 1, Carrega 1 (rig.), Solaini, Risivi 1, Bencardino, Drocco, Pomeri, Casanova 2. All. Capanna.
Waterpolo Despar Messina: Sabatini, Abbate, Gitto 2, Begin 3, Murè, Arangio , Verde, D’Agata, Tagliaferri, Bujka 3 (1 rig.), Ayale, Palmieri, Rella. All. G. Puliafito.
Arbitri: Taccini e Severo
Note:parziali  2-2, 2-2, 1-2, 4-2. Uscite per limite di falli: nessuna. Superiorità numeriche: Imperia 0/6 +2 rig. (1 fallito da Emmolo nel primo tempo - traversa), Messina 2/7 +1 rig.. Spettatori 500 circa.
  
NGM Firenze-Plebiscito Padova 9-10
NGM Firenze Waterpolo: Gigli, Masi 1, Ferrini, Colaiocco 2, Schifter Giorgi, Repetto, Bartolini 1 (rig.), Bosco, Lapi 3, Olimpi, Giachi 1, Toth 1, D’Amico. All. Sellaroli.
Plebiscito Padova: Teani, L. Barzon 1, I. Savioli 1, Sganzerla, M. Savioli 2 (1 rig.), Stomphorst 1, Gibellini, Luci, Rocco, Bosello 4, Barbazza, A. Barzon, Motta 1. All. Cobalchin.
Arbitri: Brasiliano e D. Bianco
Note:parziali 4-3, 3-2, 2-1, 0-3. Uscite per limite di falli: Masi (F) e Repetto nel quarto. Toth (F) e Stomphorst (P) espulse per brutalità nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Firenze 3/9 +1 rig., Padova 4/12 +4 rig. (uno fallito da Stomphorst nel primo tempo - palo; M. Savioli nel terzo tempo - parato; Barzon nel terzo tempo - parato). Spettatori 400 circa.
  
così gara-1
 
CLASSIFICA CAMPIONATO FEMMINILE
1. Rapallo Pallanuoto 46
2. Geymonat Orizzonte Catania 43
3. Mediterranea Imperia 38
4. NGM Firenze Waterpolo 37
5. Plebiscito Padova 31
6. Despar Messina 22
7. RN Bogliasco 21
8. RN Bologna 17
9. Roma Pallanuoto 9
10. IGM Ortigia 0
         
REGOLAMENTO PLAYOFF SCUDETTO. Quarti di finale con partite di andata e ritorno 8^-1^, 7^-2^, 6^-3^, 5^-4^ mercoledì 8 e sabato 11 maggio. Final four a Civitavecchia venerdì 17 e sabato 18 maggio.
 
PROGRAMMA FINAL FOUR CIVITAVECCHIA.
Semifinali e finale in diretta su Rai Sport
SEMIFINALI ven. 17 maggio
ore 17, Rapallo-NGM Firenze
ore 18.30, Geymonat Orizzonte Catania-Meditrerranea Imperia
  
FINALI sab. 18 maggio
ore 13.30, finale 3/4
ore 15, finale 1/2
Pubblicato in News Pallanuoto
Mercoledì, 08 Maggio 2013

Serie A1 femminile. Andata dei quarti

Cominciano con quattro successi esterni i quarti di finale della 29esima edizione del campionato di pallanuoto femminile. La Geymonat Orizzonte Catania vince a Bogliasco 14-10 con sette giocatrici a segno; il Rapallo s'impone a Bologna 11-5 con sei gol di Rambaldi; la NGM Firenze supera il Plebiscito Padova 5-3 con una tripletta di Lapi; la Mediterranea Imperia batte la Despar Messina 11-7 con Bujka ed Emmolo autrici di quattro gol. Seguono i tabellini e il programma completo dei playoff scudetto.
    
RN Bogliasco-Geymonat Orizzonte Catania 10-14
RN Bogliasco: Falconi, Viacava, Rossi, Dufour 3, A. Millo, Gallone 1, Maggi 1, Bianconi 5, Boero, Lanzoni, Di Fiore, Casareto, Rogondino. All. Bettini.
Geymonat Orizzonte Catania: Ricciardi, A. Musumeci, Garibotti 2, Radicchi 3, Di Mario 1 (rig.), R. Aiello 3, Palmieri 1, Marletta, Lombardo, M. Musumeci 1, Perreaul 3. All. Miceli.
Arbitri: Daniele e Colombo.
Note: parziali 4-5, 1-3, 2-3, 3-3. Uscita per limite di falli M. Musumeci (C) nel quarto tempo. Espulso per proteste Bettini (All. Bogliasco) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 5/12 +2 rigori falliti da Bianconi nel primo tempo (fuori) e nel quarto tempo (parato da Ricciardi); Catania 4/7 +1 rigore realizzato. Spettatori 50 circa.
       
RN Bologna-Rapallo Pallanuoto 5-11
RN Bologna: Pierantoni, Rendo, Verducci, Mina, Takacs 3 (1 rig.), Barboni, Budassi, Dal Fiume 1, Calabrese, Manzoni, Pacini, Pasquali 1, Agosta. All. Posterivo.
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati, Zerbone, Kisteleki 3 (1 rig.), Queirolo, Bertora, Bonino, S. Criscuolo, C. Criscuolo, Rambaldi 6 (1 rig.), Cotti 2, Frassinetti, Isola. All. Sinatra
Arbitri: Fusco e Bensaia.
Note: parziali 2-5, 0-1, 3-3, 0-2. Uscita per limite di falli Pasquali (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: 2/8 + un rigore realizzato, 2/5 +3 rigori di cui uno fallito da Zerbone nel quarto tempo (controfallo). Spettatori 100 circa.
          
Plebiscito Padova-NGM Firenze 3-5
Plebiscito Padova: Teani, Laura Barzon, Ilaria Savioli 1, Sganzerla, Martina Savioli, Stomphorst 1, Gibellini, Luci, Rocco, Bosello, Barbazza, Anna Barzon, Motta 1. All. Cobalchin.
NGM Firenze Waterpolo: Gigli, Masi, Ferrini, Colaiocco, Schifter Giorgi, Repetto 1, Bartolini, Bosco, Lapi 3, Olimpi, Giachi, Toth 1, D’Amico. All. Sellaroli.
Arbitri: Pinato e Piano.
Note: parziali 1-1, 1-2, 1-1, 0-1. Uscite per limite di fall Stomphorst (P) e Bartolini (F) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 1/9 + un rigore fallito da Motta nel terzo tempo (traversa), NGM Firenze 2/12. Spettatori 450 circa.
     
Despar Messina-Mediterranea Imperia 7-11
Despar Messina: Sabatini, Abbate, Gitto 2, Begin 1, Murè, Arangio, Verde, D’Agata, Tagliaferri, Bujka 4 (2 rig.), Ayale, Palmieri, Pitino. All. Puliafito.
Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Ralat 2, Borriello, Gloria Gorlero, Stieber, Emmolo 4 (2 rig.), Carrega 1, Solaini, Risivi 2, Bencardino, Drocco, Pomeri 1, Casanova 1. All. Capanna.
Arbitri: Gomez e Pascucci.
Note: parziali 3-4, 1-2, 1-2, 2-3. Uscita per limite di falli Abbate (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Despar Messina 1/5 + 2 rigori realizzati, Mediterranea Imperia 1/3 + 2 rigori realizzati. Spettatori 300 circa.
 
RITORNO QUARTI DI FINALE PLAYOFF SCUDETTO
SABATO 11 MAGGIO
14:30 Geymonat Orizzonte Catania-RN Bogliasco
Arbitri: Riccitelli e Petronilli
18:00 Rapallo Pallanuoto-RN Bologna
Arbitri: Ceccarelli e Romolini
19:00 Mediterranea Imperia-Despar Messina
Arbitri: Taccini e Severo
20:00 NGM Firenze-Plebiscito Padova
Arbitri: Brasiliano e D. Bianco
  
CLASSIFICA CAMPIONATO FEMMINILE
1. Rapallo Pallanuoto 46
2. Geymonat Orizzonte Catania 43
3. Mediterranea Imperia 38
4. NGM Firenze Waterpolo 37
5. Plebiscito Padova 31
6. Despar Messina 22
7. RN Bogliasco 21
8. RN Bologna 17
9. Roma Pallanuoto 9
10. IGM Ortigia 0
         
REGOLAMENTO PLAYOFF SCUDETTO. Quarti di finale con partite di andata e ritorno 8^-1^, 7^-2^, 6^-3^, 5^-4^ mercoledì 8 e sabato 11 maggio. Final four a Civitavecchia venerdì 17 e sabato 18 maggio.
Pubblicato in News Pallanuoto
Le semifinali playoff del 94° campionato maschile di pallanuoto si sono chiuse tutte con gara 2 e tutte nei tempi regolamentari. Solo successi interni nella prima partita della serie e solo vittorie esterne nella seconda partita.
Per lo scudetto la prima finalista è la Ferla Pro Recco che ha superato la Carpisa Yamamay Acquachiara 13-7, dopo il 14-4 della gara 1. La seconda finalista è la AN Brescia, vincitrice della regular season, che a Firenze ha vinto 9-6 con la Rari Nantes Florentia nella seconda partita, dopo l'11-5 di gara 1. Acquachiara e Florentia si affronteranno, invece, nella finale per il terzo posto. 
Nelle altre due semifinali Promogest-Blu Shelf Carisa Savona 10-11 (5-10) e RN Bogliasco-CN Posillipo 8-10 (8-12) e Savona e Posillipo si affronteranno nella finale per il quinto posto. 
La Federazione Italiana Nuoto, in memoria del senatore a vita Giulio Andreotti, scomparso lunedì, su invito del Coni, ha disposto un minuto di silenzio da osservare prima di tutte le manifestazioni sportive della settimana.
  
Vai al comunicato del Coni
   
GARA2 SEMIFINALI PLAYOFF SCUDETTO
 

Carpisa Yamamay Acquachiara-Ferla Pro Recco 7-13 Finale
Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Perez, Mattiello, Danilovic, Scotti Galletta, Petkovic, Gambarcorta, Perrone 1, Saviano, Marcz 1, Di Costanzo 4 (1 rig), Sadovyy 1, Postiglione. All. Porzio
Ferla Pro Recco: Tempesti, F. Lapenna, Madaras 2, S. Luongo, A. Fondelli, Felugo 1, Giacoppo 4, Figlioli 2, Figari, D. Fiorentini 1, Aicardi 2, N. Gitto 1, Pastorino. All. Tempestini
Arbitri: Stampalija (Cro) e Savinovic (Cro)
Note: parziali 1-4, 1-3, 2-3, 3-3. Uscti per limite di falli Figlioli (R) e Mattiello (A) nel quarto tempo. Espulso Gitto (R) per gioco violento nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Acquachiara 4/9 + 1 rigore e Recco 4/7. Spettatori 1200 circa
Gara uno 4-14
     
RN Florentia-AN Brescia 6-9 Finale
RN Florentia: Minetti, F. Di Fulvio 3, Borella, Pagani, Molina 1, Coppoli, Brancatello, Espanol 1, M. Lapenna 1, Gobbi, Bini, A. Di Fulvio, Mugelli. All. Sottani
AN Brescia: Del Lungo, Valentino, C. Presciutti 1, Legrenzi, Loncar 1, R. Calcaterra, Mammarella 3, Nora, Binchi, Elez 3, Giorgi, G. Fiorentini 1, Moratti. All. Bovo
Arbitri: Paoletti e Severo
Note: parziali 2-2, 1-2, 1-3, 2-2. Usciti per limite di falli Loncar (B) nel terzo e Giorgi (B) nel quarto tempo. Molina (F) ha fallito un rigore nel terzo tempo (parato). Superiorità numeriche: Florentia 4/15 + 1 rigore e Brescia 3/9. Spettatori 300 circa
Gara uno 5-11
         
GARA2 SEMIFINALI 5°-8° POSTO
 

RN Bogliasco-CN Posillipo 8-10 Finale
RN Bogliasco: Dinu, Sekulic 4 (3 rig), A. Di Somma 2, Vergano 1, E. Di Somma, Dufour, Ferrero, Boero, Bettini, Barillari 1, Guidaldi, Cocchiere, Gavassi. All. Cucchia
CN Posillipo: Negri, Cuccovillo, Rossi, Foglio, Mattiello, Toth 1, Renzuto Iodice 2, Gallo 3 (2 rig), Kovacs, Bertoli 2, Baraldi 1, Saccoia 1, Riccitiello. All. Occhiello
Arbitri: Lo Dico e Ceccarelli
Note: parziali 1-2, 2-2, 2-1, 3-5. Usciti per limite di falli Barillari (B) nel terzo tempo, Bertoli e Foglio (P) e Boero (B) nel quarto tempo. Espulso per proteste l'allenatore del Posillipo Occhiello nel quarto tempo. Espulso per proteste Dinu (B) a 20" dalla fine, sostituito in porta da Dufur. Superiorità numeriche: Bogliasco 4/9 + 3 rigori e Posillipo 3/13 + 2 rigori. Spettatori 350 circa
Gara uno 8-12
   
Promogest-Blu Shelf Carisa Savona 10-11 Finale
Promogest: Volarevic, M. Luongo 1 (rig), Racunica 1, Steardo 2, Klikovac 1, Montaldo, Pagliara, Sassanelli, Nicche 1, Ercolano 1, Astarita 1, Russo 2, Graffigna. All. Pettinau
Blu Shelf Carisa Savona: Antona, Alesiani 1, Damonte, Petrovic, Michelotti, Rizzo 4, M. Janovic 3, Fulcheris, G. Bianco, Tabbiani, J. Colombo 1, Deserti 2 (1 rig), Missiroli. All. Pisano
Arbitri: Bianco e Pascucci
Note: parziali 3-5, 2-3, 2-1, 3-2. Uscito per limite di falli Russo (P) nel quarto tempo. Nel secondo tempo Janovic (S) ha fallito un rigore (parato). Superiorità numeriche: Promogest 4/11 + 1 rigore e Savona 3/10 + 2 rigori. Spettatori 400 circa
Gara uno 5-10
         
DATE DELLE FINALI. Finali scudetto, per il terzo e per il quinto posto al meglio delle due partite su tre in date 15, 18 ed eventualmente 21 maggio. Settimo e ottavo posto attribuiti sulla base della classifica della stagione regolare.  
Pubblicato in News Pallanuoto
Pagina 1 di 2

Ultimi 4 articoli PALLANUOTO