Stampa questa pagina
Martedì, 22 Novembre 2016

World League. Il 7rosa brilla a Firenze

Il Setterosa riparte di slancio. Nella partita inaugurale della World League 2016/2017 batte la Francia 14-4. La Nannini di Firenze è stacolma di pubblico. La tribuna d’onore piena di vip di sport, politica e spettacolo. E’ la festa della pallanuoto. Il modo più bello per stringersi intorno alle azzurre di Fabio Conti, eroine d’argento a Rio 2016.

LA PARTITA. Pronti, via e l ’Italia segna dopo 37 secondi; superiorità numerica e centro di Radicchi. Questo della romana della Despar Messina è il primo gol del Setterosa da vicecampione olimpico. L’Italia difende bene, gestisce due inferiorità senza subire, ma davanti è ancora un po’ imballata. Dopo 6’22” Barzon ha l’occasione per raddoppiare dai cinque metri ma la francese Derenty intuisce alla sua destra e respinge il rigore. Passano undici secondi e il 2-0 lo segna Palmieri, anche questa volta in superiorità. Allo scadere degli otto minuti una “sassata” del capitano Guillet si infila nel sette per il 2-1. Nel secondo tempo l’Italia carbura e gioca da Italia anche in avanti. Arrivano i gol di Palmieri, Garibotti e Bianconi, l’occasione di Picozzi in controfuga, il recupero prodigioso del neo capitano Queirolo su Mahieu lanciata a rete. La Francia riduce il gap con il secondo gol personale di Guillet. Lo show azzurro prosegue: nel terzo periodo la cinquina e il gol del 10-2 firmato di nuovo Queirolo; al minuto 23’56” c'è il primo (e unico) gol in più delle francesi con Sacre. Nell’ultimo quarto spazio anche al secondo portiere - entra Lavi al posto di Gorlero - e gloria per le new entry: vanno a segno Picozzi, Barzon e Gragnolati (doppietta). Per la Francia terzo gol di Guillet.

FABIO CONTI. “Oggi i migliori in campo sono stati il pubblico e gli organizzatori. Senza nulla togliere alle ragazze in acqua che hanno disputato una partita bella e generosa. La città di Firenze ci ha accolti in un modo eccezionale e promettiamo di tornare con una partita di più alto livello. Vincere non è mai scontato e ricominciare con il piglio giusto è sempre difficile. La Francia viene dal cambio di allenatore con nuovi stimoli, pressing e anche tante cose da migliorare. Oggi mi è piaciuto il modo con il quale siamo ripartiti: i nuovi innesti hanno fatto vedere cose buone e altre sulle quali dovremo lavorare; le vicecampionesse di Rio sono rientrare in acqua con la giusta umiltà, impegno e voglia di vincere. Abbiamo messo il primo mattoncino per costruire la nuova piramide”.
ELISA QUEIROLO. “Una ripartenza migliore non potevo immaginarla. Dopo Rio abbiamo dimostrato di avere ancora fame. Non era facile ricominciare subito con questa attenzione e determinazione. I nuovi innesti danno quella spinta in più ad un gruppo già forte e con un bagaglio d’esperienza notevole. Da questo, sono certa, non potremo che trarne vantaggi. Oggi siamo ripartite dalla velocità, la voglia di fare, con un buon attacco in superiorità numerica ma soprattutto la grinta che ci ha caratterizzato lungo il cammino verso Rio. Personalmente sono molto felice e onorata di essere il capitano di questa splendida squadra. Sono sincera, non me lo aspettavo e quando Conti me l’ha comunicato sono rimasta felicemente sorpresa. Oggi durante il mio primo discorso da capitana ho provato una emozione pari, se non addirittura maggiore, di quella provata nella finale olimpica”.
ROSARIA AIELLO. "Sono emozionata e fiera anch'io di essere la vicecapitana. La cosa che mi rende più soddisfatta e felice è che la decisione è stata di Conti e di tutte le mie compagne. Oggi quasi mi veniva da piangere".

DOLCENERA E FRASSINETTI. Ospite d’onore e madrina dell’evento la cantautrice Dolcenera, nome d’arte di Emanuela Trane, che ha seguito la partita in tribuna insieme alle calciatrici della Fiorentina FC prime in serie A e alle pallavoliste dell’Azzurra Bisonte San Casciano e si è intrattenuta con le azzurre del Setterosa: tanti selfie, foto e tweet circondate dai fans. La prima foto, ancora prima del fischio d'inizio, insieme alla vicepresidente e vicecampionessa olimpica Teresa Frassinetti.  
Dolcenera dal 2003, anno in cui ha vinto la 53^ edizione del Festival di Sanremo nella categoria Giovani Proposte, è ai vertici delle hit parade italiane ed internazionali con i suoi brani che variano tra il Pop Rock e l’Electronic dance music. Nella sua carriera ha pubblicato sei album, una raccolta, un Extended play, venti singoli e cinque colonne sonore.

fin04 dolce FL01510

BENEFICENZA. Prima della partita delle azzurre si è disputata una partita under 15 tra i ragazzi della Rari Nantes Florentia e del Perugia. Anche questa partita, terminata con il successo 11-7 della Rari, rientra nelle iniziative pro terremotati del Centro Italia. L’incasso della serata verrà devoluto in beneficenza alla Caritas di Rieti.

Italia-Francia 14-4
Italia: Gorlero, Tabani, Garibotti 1, Queirolo 2, Radicchi 1, Aiello, Picozzi 1, Bianconi 3, Emmolo, Palmieri 3, Gragnolati 2, Barzon 1, Lavi. All. Conti
Francia: Derenty, Millot, Cesca, Deschampt, Guillet 3, Mahieu, Barbieux, Tardy, Sacre 1, Daule, Clerc, Jaskova, Vo-van. All. Bruzzo
Arbitri: Kranis (gre), Dutilh-dumas (ned)
Note: parziali 2-1, 3-1, 5-1, 4-1. Delegato FINA Gianni Lonzi. Nel primo tempo, a 6'22, Barzon fallisce un rigore (parato). Nel quarto tempo cambio di portiere nell'Italia: Lavi al posto di Gorlero. Superiorità numeriche: Italia 8/15 + un rigore fallito e Francia 1/5. Uscite per limite di falli Sacre, Daule e Clerc nel quarto tempo. Spettatori 1200 circa. In tribuna il presidente Paolo Barelli e il sindaco di Firenze Dario Nardella.

Play by play

Foto di G.Scala/Deepbluemedia.eu