Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Aprile 2018 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

Dopo tre giorni di intensa discussione e scambio di idee, la conferenza della Federazione Internazionale sulla pallanuoto si è conclusa oggi a Budapest (era inziata il 26 aprile). Il congresso ha riunito membri di oltre 100 federazioni sportive nazionali, che hanno avuto l'opportunità di condividere visioni, esperienze e proposte per lo sviluppo del più antico sport di squadra del programma olimpico. La Federazione Italiana Nuoto è stata rappresentata dal presidente Paolo Barelli - peraltro presidente della Ligue Europeenne de Natation e vice presidente della Federation Internationale de Natation - e dal consigliere federale Giuseppe Marotta in veste di delegato, dai cittì del Settebello bronzo olimpico Alessandro Campagna e del Setterosa argento olimpico Fabio Conti. Più di 40 docenti sono stati invitati a fornire i prorpi contributi su regole, sviluppo, branding, organizzazione di eventi, presentazione sportiva, olimpiadi, immagine e comunicazione, tecnologia e innovazione, attrattiva del gioco. Al termine del meeting è stato convenuto che sono necessari cambiamenti per adeguare questa disciplina alle nuove esigenze. E' stato sottolineato, altresì, che tale ristrutturazione debba essere avviata in tempi brevi. "Dobbiamo continuare a lavorare nella direzione del progresso, nella direzione di un gioco più dinamico e accattivante per le giovani generazioni; più appetibile per gli sponsor, i partner e gli spettatori. Uno sport che sia adatto a vedersi in TV e in streaming", ha dichiarato il presidente della FINA Julio Maglione alla fine del congresso in Ungheria.
Parlando ai media nella conferenza stampa di chiusura, il numero uno della FINA ha aggiunto: "Molte cose sono state discusse, in maniera semplice e trasparente, e credo che tutti gli strumenti ora siano disponibili per sviluppare e modernizzare la pallanuoto". Accanto a lui, il direttore esecutivo della FINA, Cornel Marculescu, ha sottolineato che " la pallanuoto è integrata in una grande famiglia. È parte essenziale della FINA e deve svilupparsi all'interno di questa cornice". Per quanto riguarda i giocatori, il canadese Aaron Feltham, membro del Comitato atleti FINA, si è detto ottimista riguardo l'esito della conferenza: "È molto positivo coinvolgere gli atleti nelle discussioni. Siamo felici di constatare quanto reale interesse ci sia intorno all'opera di rilancio del nostro sport". Il magiaro Denes Kemeny, tra gli allenatori di maggior successo nella storia della pallanuoto (tre titoli olimpici tra il 2000 e il 2008) e membro del Comitato allenatori della FINA, ha sottolineato che "la famiglia della pallanuoto aveva bisogno di questa riflessione per andare avanti. Molti durante la conferenza hanno notato che la pallanuoto ha bisogno di star e uomini immagine. È un dato di fatto che i grandi campioni, con il loro apporto, possano contribuire a rendere più popolari i nostri giocatori e più attraente il nostro sport che vuole rivolgersi soprattutto ai giovani, perchè loro rappresentano il futuro ".

Pubblicato in Pallanuoto

E' in programma la tredicesima giornata, penultima di ritorno, della fase preliminare a gironi della Champions League: quattordici giornate, tra andata e ritorno, con chiusura il 9 maggio. Nel girone A impresa dell'AN Brescia che passa 7-5 in casa dell'Atletic Barceloneta e resta in piena corsa per l'accesso alla Final Eight; tra i lombardi, bravi a difendere sette azioni in inferiorità numerica su undici, doppiette del rientrante Nora e di Muslim. Nel girone B la capolista Pro Recco - già qualificata di diritto alla Final Eight come società organizzatrice (7-9 giugno) -  travolge 14-6 gli ungheresi dello ZF Eger, con quaterna di uno strepitoso Filipovic. Le partite delle due squadre italiane sono state trasmesse in diretta streaming sulla piattaforma della Len  

REGOLAMENTO. Gironi preliminari composti da otto società ciascuno (14 giornate tra andata e ritorno dal 25 ottobre al 9 maggio): staccano il pass per le finali le prime quattro del girone A e le migliori tre del gruppo B più la Pro Recco. Altra novità il passaggio dalla final six alla final eight, con le prime classificate dei due gruppi che disputano anche i quarti di finale e i magiari dello Szolnoki.

Gruppo A: Dinamo Moscow (RUS), Jug Dubrovnik (CRO), Atletic Barceloneta (ESP), Waspo 98 Hannover (GER), OSC Budapest (HUN), Partizan Belgrade (SRB), AN Brescia (ITA), Olympiacos Piraeus (GRE).
Gruppo B: Steaua Bucharest (ROU), ZF Eger (HUN), CN Sabadell (ESP), Jadran Carine Herceg Novi (MNE), AZC Alphen (NED), Pro Recco (ITA), Spandau 04 Berlin (GER), Szolnoki (HUN).

13^ giornata - sabato 28 aprile

Gruppo A
CNA Barceloneta-AN Brescia 5-7

Gruppo B
Pro Recco-ZF Eger 14-6

Pubblicato in Pallanuoto

Sabato 22 aprile è in programma la quattordicesima giornata della serie B maschile. Seguono i risultati

Girone 1
Lerici Sport-US L. Locatelli 10-7
CN Sestri-Florentia Sport Team 7-6
Rapallo Nuoto-Dinamica 6-6
Firenze Pallanuoto-Sportiva Sturla 7-8
Busto Pallanuoto-Albaro Nervi 13-5

Girone 2
Pallanuoto Como-Brescia Waterpolo 4-7
Libertas RN Perugia-Nuoto Bergamo Alta 8-6
Sea Sub Modena-Varese Olona Nuoto 9-7
NC Monza-WP Verona 11-3
Cus Geas Milano-Mestrina Koinè Venezia 3-6

Girone 3
RN Napoli-Villa York 13-4
Tyrsenia SC-Zeronove 4-11
Lazio Waterpolo-Giocoleria Basilicata Nuoto 2000 4-7
RN Frosinone-SC Tuscolano 9-8
3T Sporting Club-Swim Academy 4-5

Girone 4
RN Crotone-Cosenza Nuoto 8-10
CC 7 Scogli-CUS Palermo Karol 6-26
WP Catania-CUS Unime 7-12
Etna WP-Pol. Acese 7-11

Pubblicato in Pallanuoto
Martedì, 24 Aprile 2018

Conferenza mondiale a Budapest

Dal 26 al 28 aprile, a Budapest, il mondo della pallanuoto si riunirà per approfondire molteplici tematiche di natura organizzativa, regolamentare e promozionale. Alla conferenza prenderanno parte più di 40 relatori ed oltre 250 partecipanti, tra cui esperti e membri della famiglia FINA (27 dall'Africa, 26 dalle Americhe, 29 dall'Asia, 141 dall'Europa, 7 dall'Oceania) e 163 delegati delle federazioni nazionali (27 dall'Africa, 26 dall'America, 29 dall'Asia, 73 dall'Europa, 7 dall'Oceania). I partecipanti provengono da 111 paesi diversi (24 paesi dall'Africa, 24 paesi dall'America, 23 paesi dall'Asia, 34 paesi dall'Europa, 6 paesi dall'Oceania). La Federazione Italiana Nuoto sarà rappresentata dal presidente Paolo Barelli - peraltro presidente della Ligue Europeenne de Natation e vice presidente della Federation Internationale de Natation -, dal consigliere federale Giuseppe Marotta in veste di delegato, dai cittì del Settebello bronzo olimpico Alessandro Campagna e del Setterosa argento olimpico Fabio Conti.  

Per maggiori dettagli, consulta l'approfondimento

Pubblicato in Pallanuoto

Venticinque arpile in vasca. La pallanuoto è senza sosta. Mercoledì due anticipi della ventitreesima giornata, visti gli impegni europei di Recco e Brescia: alle 15 anticipano proprio i campioni d'Italia della Pro Recco attesi alla Scandone dal CN Posillipo. Arbitri: Carmignani e Scappini. Alle 19.30 il big match, in diretta su Waterpolo Channel col commento di Miraglia e Postiglione, AN Brescia-Banco Bpm Sport Mangement che potrebbe decidere la griglia dei playoff: chi vince arriva secondo (ora l'AN Brescia) va direttamente in semifinale. Arbitri: Navarra e Paoletti. Segui il live su federnuoto

Tutte le designazioni

Pubblicato in Pallanuoto

Sabato 21 aprile è in programma la tredicesima giornata della serie B maschile. Seguono i risultati

Girone 1
Florentia Sport Team-Lerici Sport 7-11
US L. Locatelli-Busto Nuoto 7-5
Sportiva Sturla-Dinamica 6-3
Albaro Nervi-Firenze Pallanuoto sospesa
CN Sestri-Rapallo Nuoto 7-6

Girone 2
Mestrina Koinè Venezia-NC Monza 6-6
Varese Olona Nuoto-CUS Geas Milano 7-9
Sea Sub Modena-Pallanuoto Como 10-9
Nuoto Bergamo Alta-Brescia Waterpolo 9-11
WP Verona-Libertas RN Perugia 4-2

Girone 3
Giocoleria Basilicata Nuoto 2000-Tyrsenia SC 12-7
Zeronove-RN Frosinone 7-8
SC Tuscolano-RN Napoli 12-8
Lazio WP-3T Sporting Club 14-5
Villa York-Swim Academy 5-7

Girone 4
CUS Palermo Karol-San Mauro Nuoto 12-6
CUS Unime-Etna Waterpolo 15-5
WP Catania-RN Crotone 8-6
Pol. Acese-CC 7 Scogli 24-1

Pubblicato in Pallanuoto

Parziale riscatto per L'Ekipe Orizzonte che, dopo la sconfitta (14-13) contro i campioni uscenti e padroni di casa dello Kinef Kirishi nella seconda semifinale della Final Four di Eurolega, supera 11-10 dopo i tiri di rigore (6-6 dopo quattro tempi) l'UVSE Budapest nella finale per il terzo posto: dai cinque metri decisivo l'errore della magiara Szucs e la trasformazione di Garibotti. Nella finalissima vittoria

Final Four
Semifinali - venerdì 20 aprile
CN Sabadell (Esp)-Uvse Budapest (Hun) 17-8
L'Ekipe Orizzonte (Ita)-Kinef Kirishi (Rus) 13-14

Finali - sabato 21 aprile
3°/4° posto
UVSE Budapest (Hun)-L'Ekipe Orizzonte 10-11 dtr
1°/2° posto
CN Sabadell (Esp)-Kinef Kirshi (Rus) 12-13

Il cammino europeo fino alla finale de L'Ekipe Orizzonte. La squadra allenata da Martina Miceli esordisce nel girone eliminatorio del primo round di qualificazione a Padova, battendo le ungheresi del BVSC Zuglo (17-13), le olandesi del Zvl Leiden (16-8) e perdendo con il Plebiscito PD (10-7) . Si qualifica così alla successiva fase a gironi in casa a Catania, nella quale supera le francesi del Lille (15-4), le spagnole del Matarò (8-3) e le russe del Khanty Mansiysk (17-9). Quarti di finale con il brivido per l'Orizzonte che vince 13-10 in casa delle magiare del Dunaujvaros e perde 18-16 (dopo i tiri di rigore) nel match di ritorno, garantendosi comunque l'accesso alla Final Four.

Albo d'oro
 
1988 Donk (Ned)
1989 Donk (Ned)
1990 Nereus (Ned)
1991 Donk (Ned)
1992 Brandeburg (Ger)
1993 Szentesi (Hun)
1994 Orizzonte Catania
1995 Nereus (Ned)
1996 Nereus (Ned)
1997 Skif Mosca (Rus)
1998 Orizzonte Catania
1999 Skif Mosca (Rus)
2000 Glyfada (Gre)
2001 Orizzonte Catania
2002 Orizzonte Catania
2003 Glyfada (Gre)
2004 Orizzonte Catania
2005 Orizzonte Catania
2006 Orizzonte Catania
2007 Fiorentina Waterpolo
2008 Orizzonte Catania
2009 Vouliagmeni (Gre)
2010 Vouliagmeni (Gre)
2011 CN Sabadell (Esp)
2012 GMG Pro Recco
2013 CN Sabaadell (Esp)
2014 CN Sabadelli (Esp)
2015 Olympiacos (Gre)
2016 CN Sabadell (Esp)
2017 Kinef Kirishi (Rus)
2018 Kinef Kirishi (Rus)

Pubblicato in Pallanuoto

I giudici sportivi nazionali della Federazione Italiana Nuoto, avvocati Claudio Mazzoni e Andrea Pascerini, accogliendo il ricorso della società Lazio Nuoto, dispongono la ripetizione della partita Seleco Nuoto Catania-Lazio Nuoto, valida per la 21esima giornata del campionato di serie A1 maschile, e quindi la non omologazione del risultato dell'incontro disputatosi sabato 14 aprile, che si era concluso con il successo degli etnei 14-10. La partira verrà ripetuta in data da destinarsi.

Pubblicato in Pallanuoto
Giovedì, 19 Aprile 2018

7rosa a Ostia dal 22 al 25 aprile

Si avvicinano gli Europei di Barcellona, in programma alla Picornell dal 14 al 28 luglio, e si susseguono i collegiali del Setterosa di Fabio Conti - argento olimpico a Rio 2016 - che si ritroverà al Centro Federale di Ostia dal 22 al 25 aprile. Diciannove le convocate: Elisa Queirolo e Sara Dario (Plebiscito Padova), Aleksandra Cotti e Vittoria Marioni (RN Florentia), Giulia Enrica Emmolo (Olympiakos), Rosaria Aiello, Arianna Garibotti, Valeria Palmieri e Roberta Bianconi (L'Ekipe Orizzonte), Agnese Cocchiere (Bogliasco Bene), Arianna Gragnolati, Federica Lavi, Silvia Avegno e Giulia Cuzzupè (Rapallo PN), Giuditta Galardi, Chiara Tabani, Domitilla Picozzi e Fabiana Sparano (SIS Roma), Giulia Gorlero (Cosenza Pallanuoto). Nello staff, oltre al citti Fabio Conti, gli assistenti tecnici Paolo Zizza e Marco Manzetti, il medico federale Matteo Catananti, la psicologa Flavia Sferragatta, la fisioterapista Simona Tozzetti, il preparatore atletico Simone Cotini e la team manager Barbara Bufardeci.

Pubblicato in Pallanuoto
Mercoledì, 18 Aprile 2018

Champions. Recco ok, Brescia ko

Mercoledì 18 aprile si è disputata la dodicesima giornata, terz'ultima di ritorno, della fase preliminare a gironi della Champions League: quattordici giornate, tra andata e ritorno, con chiusura il 9 maggio. Nel girone A l'AN Brescia sconfitta 13-6 in Grecia dall'Olympiacos Piraeus, capolista del raggruppamento: ko pesante per i lombardi che, scavalcati da Jug Dubrovnik e Dinamo Moscow, scendono dal terzo al quinto posto in classifica. Nel girone B la capolista Pro Recco - già qualificata di diritto alla Final Eight come società organizzatrice (7-9 giugno) -  travolge 13-6 in Romania la Steaua Bucharest, con tripletta di Mandic e doppiette di Ivovic, Di Fulvio e Alesiani.

REGOLAMENTO. Gironi preliminari composti da otto società ciascuno (14 giornate tra andata e ritorno dal 25 ottobre al 9 maggio): staccano il pass per le finali le prime quattro del girone A e le migliori tre del gruppo B più la Pro Recco. Altra novità il passaggio dalla final six alla final eight, con le prime classificate dei due gruppi che disputano anche i quarti di finale e i magiari dello Szolnoki.

Gruppo A: Dinamo Moscow (RUS), Jug Dubrovnik (CRO), Atletic Barceloneta (ESP), Waspo 98 Hannover (GER), OSC Budapest (HUN), Partizan Belgrade (SRB), AN Brescia (ITA), Olympiacos Piraeus (GRE).
Gruppo B: Steaua Bucharest (ROU), ZF Eger (HUN), CN Sabadell (ESP), Jadran Carine Herceg Novi (MNE), AZC Alphen (NED), Pro Recco (ITA), Spandau 04 Berlin (GER), Szolnoki (HUN).

12 giornata - mercoledì 18 aprile

Gruppo A
Olympiacos Piraeus-AN Brescia 13-6

Gruppo B
Steaua Bucharest-Pro Recco 6-13

Vai al sito ufficiale della LEN

Pubblicato in Pallanuoto
Pagina 1 di 3

Archivio notizie