Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Articoli filtrati per data: Agosto 2018 - FIN - Federazione Italiana Nuoto

Quarta ed ultima giornata per i Campionati italiani di categoria Senior, Cadetti e Junior. In gara oltre 1100 nuotatori (559 maschi, 553 femmine) per un totale di 245 società iscritte con 2716 presenze gara e ben 185 staffette. La Federazione Italiana Nuoto per implementare l'offerta e la comunicazione dell'evento trasmette anche quest'anno in streaming le gare sulla pagina dedicata e il replay della gara nella pagina dei risultati.

BURDISSO ANCORA PROTAGONISTA - Dopo le vittorie nelle tre giornate precedenti Federico Burdisso vince anche nell'ultima: il 16enne allenato da Simone Palombi e tesserato Tiro a Volo Nuoto bronzo europeo dei 200 a Glasgow, si impone nei 100 farfalla categoria junior con il tempo di 52"30. Nei cadetti altro successo per Alberto Razzetti che dopo il record di ieri nei 200 oggi conquista il gradino più alto del podio fermando il crono a 53"18 mentre il primo tra i senior è Daniele d'Angelo (52"86). In chiusura di manifestazione Burdisso si è regalato un'altra medaglia d'oro vincendo i 200 stile libero con il tempo di 1'48"95 e salendo così per la sesta volta sul gradino più alto dopo i 50 stile libero, 4x100 stile libero, 200 farfalla e 200 misti.  

CASTIGLIONI E RUBERTI VELOCISSIME - La regina dei 50 rana è Arianna Castiglioni: la varesina che compirà ventuno anni il quindici agosto allenata da Gianni Leoni, tesserata Fiamme Gialle e Team Insubrika, conclude una stagione da sogno vincendo la categoria senior e fermando il tempo a 30"52, a soli ventidue centesimi dal record segnato cinque giorni fa agli Europei dove ha conquistato un doppio bronzo nei 50 e 100 rana. Nei 50 stile libero invece protagonista Nicoletta Ruberti: la ventitreenne tesserata Azzurra 91 ferma il crono a 25"14 registrando il proprio primato personale ed il quarto italiano all time.

MAGLIA DICE ADDIO - Il momento più emozionante della giornata è stato sicuramente la gara dei 200 stile libero senior, gli ultimi di Gianluca Maglia che dice addio al mondo del nuoto al termine di una buona carriera che lo ha visto protagonista in staffetta, su tutti i due argenti ai mondiali di Debrecen nella 4x100 e 4x200 stile libero: "Il momento più alto della mia carriera è sicuramente il Mondiale del 2009, in casa, in questa splendida piscina" - ha dichiarato il trentenne allenato da Nanni Giunta, tesserato Fiamme Gialle e Poseidon Sport. "Ora è il momento di fermarsi e concentrarsi anche su altro: a breve mi sposo". Per la cronaca il pugliese è giunto ottavo nella gara vinta da Filippo Megli con il tempo di 1'46"61, a soli 32 centesimi dall'1'46"29 fatto registrare da Emiliano Brembilla il 31/07/2009 ai Mondiali di Roma e ad un centesimo dal crono che gli è valso il quinto posto agli Europei di Glasgow.

L'ANALISI DI BUTINI - Al termine della manifestazione il direttore tecnico della nazionale Cesare Butini ha tirato le somme della manifestazione e, più in generale, di tutta la stagione: "Questi campionati di categoria estivi sono il coronamento di una stagione eccezionale. Molti degli atleti in vasca erano a Glasgow nemmeno una settimana fa. Siamo reduci da un grande Europeo, oltre che per le 22 medaglie anche per le prestazione. Tanti azzurri hanno fatto registrare dei tempi che li collocano nelle primissime posizioni al mondo di quest'anno, questo è il percorso che dovremo continuare a seguire nei prossimi due anni. Aumenteranno le pressioni e le aspettative ma lavoreremo duro per far rimanere tutti quanti con i piedi a terra e concentrati, ragionando con umiltà, assiduità nel lavoro e rispetto degli avversari. Tanti record sono stati limati: è un grandissimo momento per tutto il movimento. Sono felice per le prestazioni dei nostri giovani, è importante non trascurare le basi e seguirli sempre da vicino. Abbiamo una grande abbondanza di talenti e questo non può che renderci soddisfatti. Cercheremo di essere ancora più attenti e scrupolosi per arrivare al meglio ai Mondiali e, tra due anni, ai Giochi Olimpici". 

Seguono i podi delle finali:

800 stile libero senior F
1. Linda Caponi (Centro Sp.vo Carabinieri/Team Nuoto Toscana Empoli) 8'35"12
2. Diletta Carli (GS Fiamme Oro Roma/Tirrenica Nuoto) 8'37"83
3. Ilaria Cella (Sporting Lodi) 8'37"94

800 stile libero cadetti F
1. Silvia Ciccarella (C.C. Aniene) 8'42"89
2. Vittoria Grotto (Montebelluna Nuoto) 8'44"08
3. Paola La Rocca (C.C. Napoli) 8'51"35

800 stile libero junior F
1. Giulia Salin (Team Veneto) 8'36"56
2. Michela Caglio (Sport Management Atl Lombardia) 8'54"96
3. Teresa Persiano (CUS Salerno) 8'56"93

800 stile libero senior M
1. Davide Galimberti (Pallanuoto Trieste) 8'09"77
2. Alessandro Pusceddu (Bolzano Nuoto) 8'09"85

800 stile libero cadetti M 
1. Nicola Roberto (Centro Nuoto Le Bandie) 8'01"38
2. Lorenzo Biancalana (Tirrenica Nuoto) 8'02"30
3. Filippo Dal Maso (Nuoto Livorno) 8'06"20

800 stile libero junior M 
1. Marco De Tullio (Sport Project) 7'58"60
2. Michael Johannes Calloni (Assonuoto Club Caserta) 8'00"34
3. Giulio Iaccarino (C.C. Napoli) 8'07"94

200 farfalla senior F
1. Alessia Polieri (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Imolanuoto) 2'10"39
2. Aurora Petronio (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Rari Nantes Torino) 2'13"05
3. Federica Greco (Tiro a Volo Nuoto) 2'14"22

200 farfalla cadette F
1. Giorgia Romei (Andrea Doria)  2'10"88
2. Angela d'Afiero (Assonuoto Club Caserta) 2'14"31
3. Denise Banfi (Robur et Fides - Varese) 2'16"18

200 farfalla junior F
1. Anna de Feo (Piave Nuoto San Donà) 2'15"50
2. Cristina Caruso (CSR Granda) 2'15"54
3. Fabiana d'Ambrogio (Mediterranea NUOTO Grottaglie) 2'16"19

100 farfalla senior M 
1. Daniele d'Angelo (Marina Militare CS Nuoto/C.C. Aniene) 52"86
2. Simone Geni (CN UISP Bologna) 52"98
3. Enzo Nardozza (C.C. Aniene) 53"01

100 farfalla cadetti M 
1. Alberto Razzetti (Genova Nuoto My Sport) 53"18
2. Luca Todesco (Imolanuoto) 54"24
3. Filippo Manni (Sea Sub Modena) 54"37

100 farfalla junior M 
1. Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto) 52"30
2. Devid Zorzetto (Tiro a Volo Nuoto) 54"01
3. Lorenzo Gargani (Unione Nuoto Friuli) 54"03

100 dorso senior F 
1. Silvia Scalia (C.C. Aniene) 1'00"96
2. Letizia Paruscio (C.C. Aniene) 1'02"64
3. Sara Alesci (CN UISP Bologna) 1'02"83

100 dorso cadetti F 
1. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 1'02"03
2. Giulia Rebusco (Aquatic Center) 1'02"48
3. Alessia Bianchi (DDS) 1'03"12

100 dorso junior F 
1. Giulia d'Innocenzo (Centro Sp.vo Carabinieri) 1'01"29
2. Costanza Cocconcelli (Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 1'01"86
3. Karen Asprissi (Team Insubrika) 1'02"79

100 dorso senior M 
1. Matteo Milli (SMGM Team Nuoto Lombardia) 54"25
2. Cristopher Ciccarese (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 54"84
3. Luca Mencarini (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 55"40

100 dorso cadetti M 
1. Jacopo Bietti (C.C. Aniene) 55"26
2. Lorenzo Mora (G.S. VV.F. Fiamme Rosse/Amici Nuoto VVF Modena) 55"33
3. Giulio Brugnoni (SMGM Team Nuoto Lombardia) 55"78

100 dorso junior M 
1. Giulio Ciavarella (Pentotary - Foggia) 55"80
2. Alessandro Baffi (C.C. Aniene) 55"81
3. Michele Lamberti (G.A.M. Team Brescia) 56"43

50 rana senior F
1. Arianna Castiglioni (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Team Insubrika) 30"52
2. Sofia Tedeschi (Tiro a Volo Nuoto) 31"58
3. Sofia Martini (Accademia PDS Terni) 31"61

50 rana cadetti F 
1. Roberta Calò (Centro Nuoto Torino) 31"92
2. Anna Pirovano (SMGM Team Nuoto Lombardia) 31"96
3. Sara Covella (CN UISP Bologna) 32"66

50 rana junior F 
1. Karen Asprissi (Team Insubrika) 32"41
2. Jasmine Nocentini (Team Veneto) 32"79
3. Beatrice Cavero (Primavera Campus) 32"83

50 rana senior M
1. Andrea Toniato (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Team Veneto) 27"73
2. Gianluca Maiorana (Larus Nuoto) 27"88
3. Zaccaria Casna (CN UISP Bologna) 27"92

50 rana cadetti M 
1. Alessandro Pinzuti (Sport Cortona) 27"39
2. Federico Poggio (SMGM Team Nuoto Lombardia) 27"75
3. Roberto Camera (Forum Assago) 28"36

50 rana junior M 
1. Mario Ferrario (Gestisport) 28"72
2. Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria) 28"74
3. Andrea Bergoglio (Centro Nuoto Torino) 28"76

50 stile libero senior F 
1. Nicoletta Ruberti (Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 25"14
2. Giulia Spaziani (C.C. Aniene) 25"34
3. Giada Galizi (GS Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia Nuoto) 25"46

50 stile libero cadetti F 
1. Giulia Ghidini (Esseci Nuoto) 25"89 
2. Martina Rossetti (Sergio de Gregorio Roma) 26"02
3. Alessandra Miari Fulcis (Team Veneto 26"17)

50 stile libero junior F 
1. Costanza Cocconcelli (Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 25"77
2. Maria Ginevra Masciopinto (Fimco Sport) 25"90
3. Jasmine Nocentini (Team Veneto) 26"17

200 stile libero senior M 
1. Filippo Megli (Centro Sp.vo Carabinieri/FlorentiaNuotoClub) 1'46"61
2. Stefano Ballo (Amici Nuoto VVF Modena) 1'49"09
3. Valerio Oriente (C.C. Aniene)

200 stile libero cadetti M
1. Alessio Proietti Colonna (Marina Militare CS Nuoto/Unicusano Aurelia Nuoto) 1'48"61 
2. Stefano di Cola (Gr.Nuoto Fiamme Gialle) 1'48"90
3. Davide Nardini (Olimpic Swim Pro) 1'49"40

200 stile libero junior M 
1. Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto) 1'48"95
2. Marco De Tullio (Sport Project) 1'50"16
3. Andrea Casini (FlorentiaNuotoClub) 1'51"59

400 misti senior F 
1. Alessia Polieri (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Imolanuoto) 4'43"99
2. Alessia Capitanio (Pallanuoto Trieste) 4'44"82
3. Irene Lacriola (Payton Bari) 4'51"54

400 misti cadetti F
1. Francesca Aurora Miolla (Payton Bari) 4'53"21
2. Bruna Pesole (Nuotatori Trentini) 4'57"08
3. Ginevra Molino (Rari Nantes Torino) 4'57"13

400 misti junior F
1. Martina Ratti (Sport Management Atl Lombardia) 4'51"29
2. Alice Marini (Canottieri Baldesio) 4'53"07
3. Maria Lucrezia Conti (C.S. Le Cupole) 4'57"31

Vai ai risultati completi 

foto  D.Montano/deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Terza giornata per i Campionati italiani di categoria Senior, Cadetti e Junior. In gara oltre 1100 nuotatori (559 maschi, 553 femmine) per un totale di 245 società iscritte con 2716 presenze gara e ben 185 staffette. La Federazione Italiana Nuoto per implementare l'offerta e la comunicazione dell'evento trasmette anche quest'anno in streaming le gare sulla pagina dedicata e il replay della gara nella pagina dei risultati.

SUPERMAN MIRESSI. L'oro europeo nei 100 stile libero non gli bastava, nella finale cadetti della 100 stile libero Alessandro Miressi ha fermato il tempo a 47"92 (passaggio 23"19) stabilendo il record italiano che apparteneva a Luca Dotto registrato a Riccione il 21/04/2016, con 47"96. Il 19enne torinese allenato da Antonio Satta, tesserato Fiamme Oro e Centro Nuoto Torino ha completato la settimana perfetta che lo aveva portato sul trono europeo, abbattendo anche il muro dei 48" del suo precedente della finale scozzese (48"01): "Era da tempo che me lo stavo promettendo ma non me lo aspettavo proprio. Ora gioco a carte scoperte, sarà bravo il mio allenatore a gestire la mia crescita. - vola basso l'airone azzurro che stampa il terzo all-time mondiale dell'anno. "Questo record è la ciliegina sulla torta e battere  un mito come Luca Dotto è un onore per me. Adesso vacanze, sono veramente stanco ma poi si riparte con un obiettivo ben preciso: il Mondiale". Negli junior maschi ancora sprint per Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) che vola a 48"87, stabilendo un piccolo record assoluto ovvero primo millenials sotto al muro dei 49 secondi. 

FARFALLA DA RECORD. Nenache una settimana per metabolizzare la delusione europea che Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Azzurra 91) nuota meglio del suo record italiano nei 100 farfalla: crono a 57"22 (passaggio 26"68), cinque centesimi meglio 57"27 primato segnato in finale delle Olimpiadi di Londra il 29/07/2012, che fruttò il quinto posto. "Questa gara non dovevo neanche farla, mi ha convinto il mio tecnico l'altro ieri" ha aggiunto la 28enne di Castel San Pietro allenata da Fabrizio Bastelli, che esce dalla vasca visibilmente commossa e scoppia in un pianto lungo e consolatorio: "Potevo fare questo record una settimana fa (gli sarebbe valso l'argento continentale dietro la primatista mondiale e campionessa olimpica Sara Sjostrom ndr). Invece mi sono presa la medaglia di legno dietro comunque un'amica come Elena Di Liddo. Doveva andare così, sono felice di essere riuscita a migliorare il tempo di sei anni fa. A Glasgow forse avevo un blocco psicologico, qui ho nuotato con più leggerezza in una vasca velocissima. Pensavo di essere vecchietta e invece....". 

RAZZETTI SHOW. Nei 200 misti cadetti si impone Alberto Razzetti che ferma il tempo a 1'59"72, registrando il record di categoria (il precedente apparteneva a Damiano Lestingi 2'00"10 il 30/05/2009 a Pescara fatto col gommato. Il diciannovenne allenato da Davide Ambrosi e tesserato Genova Nuoto My Sport ha segnato il quarto crono italiano all-time che riporta questa specialità in auge dopo l'argento europeo della Cusinato al femminile: "Dopo la maturità mi sono allenato per raggiungere questo obiettivo, adesso guardo al futuro con grande ottimismo". Giovanni Sorriso ha vinto la stessa gara categoria senior con il tempo di 2'00"55 mentre tra gli junior vince nuovamente Federico Burdisso (2'02"38) che coglie il terzo titolo italiano estivo. 

In apertura vince i 200 farfalla senior Giacomo Carini in 1'57"32: "Questo è stato un anno molto duro: da settembre ad aprile ho lavorato sul mio fisico e l'ultima parte della stagione sulla velocità. Sono carico per la prossima stagione, punto al mondiale". Continua il momento magico di Federico Burdisso che vince i 200 farfalla junior con il tempo di 1'56"14, il sedicenne allenato da Simone Palombi e tesserato Tiro a Volo atteso ancora da quattro gare: "Ho fatto un ottimo tempo vista la tanta stanchezza post-Europeo. Sono molto stanco ma prima delle vacanze devo ancora fare i 200 misti, la staffetta 4x200 stile libero e i 200 stile libero". Dopo il bronzo di Glasgow nei 50 stile libero, Andrea Vergani vince i 100 della stessa disciplina con il tempo di 49"41. Seguono i podi delle finali:

200 farfalla senior M 
1. Giacomo Carini (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Can. Vittorino da Feltre) 1'57"32
2. Matteo Pellizzari (C.C. Aniene) 1'57"73
3. Giuseppe Perfetto (Olimpic Nuoto Napoli) 1'58"24

200 farfalla cadetti M
1. Filippo Manni (Sea Sub Modena) 2'00"56
2. Gianluca Gesmini (Gr.Nuoto Fiamme Gialle) 2'01"76
3. Giovanni Carossa (Padova Nuoto) 2'02"52

200 farfalla junior M
1. Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto) 1'56"14
2. Michele Sassi (Aquarius Piscina Canosa) 2'01"38
3. Alessio Gerardin (Antares Nuoto - Cast.) 2'01"51

100 farfalla senior F
1. Ilaria Bianchi (GS Fiamme Azzurre/Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 57"22 RI (precedente record 57"27 sempre il suo segnato in finale delle Olimpiadi di Londra il 29/07/2012) 
2. Claudia Tarzia (Centro Sportivo Esercito/Genova Nuoto My Sport) 1'00"10
3. Federica Greco (Tiro a Volo Nuoto) 1'00"53

100 farfalla cadetti F
1. Angela D'Afiero (Assonuoto Club Caserta) 1'00"70
2. Giorgia Romei (Andrea Doria) 1'00"86
3. Giorgia Tison (Rari Nantes Legnano) 1'02"50

100 farfalla junior F 
1. Helena Biasibetti (Dynamic Sport) 1'00"32
2. Ilaria Moro (Dynamic Sport) 1'01"24
3. Rita Maria Pignatiello (Centro Nuoto Foggia) 1'01"37

1500 stile libero senior F 1500 stile libero senior F 
1. Alisia Tettamanzi (Marina Militare CS Nuoto/Nuotatori Milanesi) 16'28"90
2. Sveva Schiazzano (ssd Sorrento Infinity arl) 16'38"10
3. Ilaria Cella (Sporting Lodi) 16'41"69 

100 stile libero senior M 
1. Andrea Vergani (Can. Vittorino da Feltre) 49"41
2. Filippo Megli (Centro Sp.vo Carabinieri/Florentia Nuoto Club) 49"42
3. Michele Latrofa (C.C. Aniene) 49"84

100 stile libero cadetti M
1. Alessandro Miressi (GS Fiamme Oro Roma/Centro Nuoto Torino) 47"92 RI (il precedente di 47"96 apparteneva a Luca Dotto, fatto registrare a Riccione il 21/04/2016)
2. Davide Nardini (Olympic Swim Pro) 49"85
3. Leonardo Deplano (Esseci Nuoto) 50"28

100 stile libero junior M 
1. Thomas Ceccon (GS Fiamme Oro Roma/Leosport Villafranca) 48"87
2. Francesco Peron (Sporting Club Noale) 50"02
3. Devid Zorzetto (Tiro a Volo Nuoto) 50"49

200 rana senior F 
1. Manuela Mendolicchio (CUS Bari asd) 2'29"18
2. Giulia De Ascentis (Centro Sp.vo Carabinieri/C.C. Aniene) 2'29"69
3. Natalia Foffi (Sergio De Gregorio Roma) 2'30"24

200 rana cadetti F 
1. Letizia Memo (Piave Nuoto San Donà) 2'26"23 
2. Anna Pirovano (SMGM Team Nuoto Lombardia) 2'29"20
3. Marta Verzi (C.C. Aniene) 2'32"06

200 rana junior F 
1. Matilde Zucchini (G.A.M. Team Brescia) 2'32"20
2. Lara Buondonno (Swim Project Venafro asd) 2'32"32
3. Giorgia Della Torre (Sport Management Atl Lombardia) 2'32"65

200 rana senior M 200 rana senior M 
1. Edoardo Giorgetti (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 2'12"82
2. Zaccaria Casna (CN UISP Bologna) 2'14"67
3. Flavio Bizzarri (Centro Sp.vo Carabinieri/ C.C. Aniene) 2'14"93

200 rana cadetti M 
1. Christian Ponga (GS Fiamme Oro Roma) 2'16"55
2. Marco Zanetti (Nuotatori Milanesi) 2'18"07
3. Andrea Dellarole (Dynamic Sport) 2'18"30

200 rana junior M 
1. Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria) 2'12"72 
2. Marco Ferrario (Gestisport) 2'17"07
3. Gabriele Giovanni Rizzo (Dynamic Sport) 2'17"46

200 stile libero senior F 
1. Linda Caponi (Centro Sp.Vo Carabinieri/Team Nuoto Toscana Empoli) 1'58"79
2. Alice Antonia Scarabelli (Gestisport) 1'59"87
3. Giusymaria Lamberti (Assonuoto Club Caserta) 2'01"24

200 stile libero cadetti F 
1. Giorgia Romei (Andrea Doria) 2'01"65
2. Cecilia Canuto (Sinergie Sp.ve Atessa) 2'02"71
3. Giulia Grasso (Padova Nuoto) 2'02"86

200 stile libero junior F 
1. Giulia Salin (Team Veneto) 2'01"10
2. Giulia D'Innocenzo (Centro Sp.vo Carabinieri) 2'01"27
3. Maria Ginevra Masciopinto (Fimco Sport) 2'01"44

50 dorso senior M 
1. Matteo Milli (SMGM Team Nuoto Lombardia) 25"44
2. Niccolò Bonacchi (Centro Sportivo Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 25"69
3. Cristopher Ciccarese (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 25"72

50 dorso cadetti M 
1. Giulio Brugnoni (SMGM Team Nuoto Lombardia) 25"61
2. Lorenzo Mora (G.S. VV.F. Fiamme Rosse/Amici Nuoto VVF Modena) 25"77
3. Davide Nardini (Olympic Swim Pro) 25"95

50 dorso junior M 
1. Michele Lamberti (G.A.M. Team Brescia) 25"86
2. Alessandro Baffi (C.C. Aniene) 26"26
2. Michele Busa (Nuoto Club 2000 Faenza) 26"26

50 dorso senior F 
1. Silvia Scalia (C.C. Aniene) 28"33
2. Alice Antonia Scarabelli (Gestisport) 29"08
3. Sara Alesci (CN UISP Bologna) 29"68

50 dorso cadetti F 
1. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 28"82
2. Adelaide Toso (Team Veneto) 29"16
3. Francesca Fresia (Centro Nuoto Torino) 29"63

50 dorso junior F 
1. Karen Asprissi (Team Insubrika) 29"20
2. Costanza Cocconcelli (Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 29"25
3. Martina Biasioli (OASI Laura Vicuna - Rival) 29"65 

200 misti senior M
1. Giovanni Sorriso (C.C. Aniene) 2'00"55
2. Simone Geni (CN UISP Bologna) 2'01"18
3. Stefano Ballo (Amici Nuoto VVF Modena) 2'01"88

200 misti cadetti M 
1. Alberto Razzetti (Genova Nuoto My Sport) 1'59"72 RIC (il precedente di Damiano Lestingi 2'00"10, a Pescara il 30/05/2009)
2. Massimiliano Matteazzi (De Akker Team) 2'01"91
3. Emanuele Brivio (Gestisport) 2'02"74

200 misti junior M 
1. Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto) 2'02"38
2. Pietro Paolo Sarpe (C.C. Napoli) 2'05"15
3. Emanuele Bartocci (Roma Nuoto Master) 2'06"63

200 misti senior F 
1. Sara Franceschi (Gr.Nuoto Fiamme Gialle/Nuoto Livorno) 2'15"62
2. Luisa Trombetti (GS Fiamme Oro Roma/Rari Nantes Torino) 2'15"68
3. Alessia Capitanio (Pallanuoto Trieste) 2'18"99

200 misti cadetti F 
1. Anna Pirovano (SMGM Team Nuoto Lombardia) 2'17"56
2. Giulia Rebusco (Aquatic Center) 2'19"35
3. Ginevra Molino (Rari Nantes Torino) 2'19"88

200 misti junior F 
1. Costanza Cocconcelli (Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 2'15"27
2. Roberta Circi (Sergio De Gregorio Roma) 2'16"69
3. Karen Asprissi (Team Insubrika) 2'18"81

4x200 stile libero cadetti M
1. Gr.Nuoto Fiamme Gialle 7'30"20
2. C.C. Aniene 7'32"41
3. De Akker Team 7'35"23

4x200 stile libero mista J/C M
1. Tiro a Volo 7'33"70
2. Team Veneto 7'36"51
3. RN Torino 7'40"90

Vai ai risultati completi

foto  D.Montano/deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Seconda giornata per i Campionati italiani di categoria Senior, Cadetti e Junior. In gara oltre 1100 nuotatori (559 maschi, 553 femmine) per un totale di 245 società iscritte con 2716 presenze gara e ben 185 staffette. La Federazione Italiana Nuoto per implementare l'offerta e la comunicazione dell'evento trasmette anche quest'anno in streaming le gare sulla pagina dedicata e il replay della gara nella pagina dei risultati. Protagonisti molti degli azzurri di ritorno da Glasgow. Comincia Elena di Liddo che si conferma dopo il bronzo europeo vincendo la gara d'apertura, i 50 farfalla in 26"47: "Sono stati gli ultimi sforzi di questa stagione infinita che però è stata la migliore della mia carriera - racconta la 24enne di Bisceglie che nuota all'Aniene con Raffaele Girardi - il bronzo di Glasgow è la ciliegina sulla torta. Questa vittoria la dovevo al mio team: sono sempre felice di portare punti alla squadra, sono molto legata ai colori che rappresento". Oro nei 100 stile libero per Giada Galizi in 55"24: "Avevo ancora voglia di gareggiare dopo l'Europeo: speravo di andare meglio ma sono veramente stanca. Sono molto soddisfatta della mia stagione - dichiara la romana allenata da quest'anno da Max Di Mito e tornata a gareggiare in Europa dopo l'edizione di Berlino '14 - Questo Europeo lo ricorderò a lungo ma spero sia solamente un punto di partenza". Dopo il sesto posto negli 800 ed il quarto nei 1500 (subito dietro a Gregorio Paltrinieri) all'Europeo, si rituffa Domenico Acerenza, potentino che fa parte dei gruppo di Ostia dei fondisti allenati da Morini, che vince i 400 in 3'50"65. 

SFIDA EUROPEA NEL DORSO. Luca Mencarini, finalista europeo, vince i 200 dorso (1'57"68) al termine di un testa a testa da finale scozzese con Matteo Restivo, fresco di medaglia di bronzo continentale della distanza: "Il tempo che ho registrato mi soddisfa nonostante la seconda posizione. Nuotare con Mencarini è sempre molto bello, abbiamo un ottimo rapporto: a Glasgow eravamo compagni di stanza - racconta l'ex baffo di Udine che tocca secondo in 1'57"76 - Dopo l'Europeo ho tagliato il baffo, sono un po' scaramantico".

ECCO I MILLENIALS. Thomas Ceccon invece vince la sfida dei 2001 nei 50 farfalla e si prende una piccola rivincita dopo Glasgow. Il veneto allenato da Alberto Burlina infrange il record italiano della categoria junior e cadetti nei 50 farfalla in 23"66, limando di un centesimo il precedente di Tommaso Romani 23"67, che risaliva  al 9/12/2009 a Doha. Mano davanti proprio al coetaneo Federico Burdisso, che invece era salito sul podio in Scozia - terzo nei 200 farfalla - che chiude in 24"29 pago delle fatiche britanniche: "Il bronzo euroepo è stato inaspettato, perchè ottenuto da outsider (ripescato e dalla corsia 8 ndr). Oggi ero veramente molto stanco. Per il futuro la nazionale può stare al sicuro con me e Ceccon - chiude l'allievo di Simone Palombi tesserato per il Tiro a Volo" che ha successivamente ha vinto i 50 stile libero junior fermando il tempo a 22"72. Sorpreso e felice il finalista e primatista italiano  "Non mi aspettavo di arrivare primo, dopo la finale dell'Europeo mi sentivo stanchissimo e credevo ciò influisse di più nella mia prestazione. L'obiettivo era l'ingresso in finale europea ora ripartiremo per cercare di crescere ancora".

RANA VELOCE. Arianna Castiglioni si conferma nei 100 rana vincendo la gara con il tempo di 1'06"97 - "Sono ancora con la testa ai due bronzi ma gareggiare qua è sempre divertente" dichiara la tesserata Fiamme Gialle e Team Insubrika allenata da Gianni Leone doppio bronzo nei 50 e 100 rana a Glasgow, aggiungendo: "Sono molto soddisfatta del tempo che ho registrato, solitamente nelle grandi manifestazioni rendevo al meglio solo nelle batterie. Invece all'Europeo ho finalmente messo tutto anche in gara andando a conquistare due medaglie come mai prima. La stanchezza si fa sentire ma la stagione è praticamente finita" davanti a Ilaria Scarcella (1'08"27) e Martina Carraro (1'08"62): "Ho raggiunto gli obiettivi che mi ero prefissata ora sono pronta a ripartire a settembre piena di motivazioni" queste le parole della 25enne genovese finalista continentale insieme alla Castiglioni. 

SUPERVELOCITA'. Torna carico anche Alessandro Miressi, il campione continentale dei 100 stile libero, che dimostra una forma invidiabile dopo le fatiche scozzesi e raggiunge il quinto posto nella classifica all time sui 50 stile libero, vincendo in 21"94 la finale cadetti: "Ho ancora l'adrenalina a mille per l'oro europeo. Sono soddisfatto della prova di oggi: sono sceso sotto i 22 secondi, era il mio obiettivo. Ho fatto anche il mio migliore - conclude il ventenne di Fiamme Oro e CN Torino allenato da Antonio Satta - Domani voglio un gran tempo anche nei 100 stile libero e poi mi godo le vacanze". In forma europea anche Andrea Vergani che nei senior regola la concorrenza imponendosi in 21"90, davanti all'italoamericano Santo Condorelli (22"39) e l'ex primatista italiano bomber Marco Orsi (22"54). Il ventunenne milanese, segna il suo terzo migliore all time (quarto italiano) dopo aver fatto registrare tre giorni fa a Glasgow il record italiano (21"37 in semifinale) e il 21"68 con cui è salito sul podio scozzese. "Venire a Roma è sempre bello, gareggiare in questo Stadio meraviglioso e ricevere i complimenti di tutti - racconta l'allievo di Gianluca Caspani tesserato Vittorino da Feltre - finita la stagione chiudo con un risultato fantastico e sono felicissimo. Ho realizzato e metabolizzato quello che è successo a Glasgow, ma le sensazioni provate sono uniche. Ho "battuto" di 4 centesimi Miressi; E' bello sfidare un campione come lui,  siamo amici e domani ci confronteremo nei 100 stile libero sempre su due categorie diverse". Seguono i podi della seconda giornata di finali: 

50 farfalla senior F
1. Elena di Liddo (C.C. Aniene) 26"47
2. Ilaria Bianchi (GS Fiamme Azzurre/Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 26"53
3. Silvia Scalia (C.C. Aniene) 27"19

50 farfalla cadetti F 
1. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 27"22
2. Angela d'Afiero (Assonuoto Club Caserta) 27"43
3. Alessandra Miari Fulcis (Team Veneto) 27"44

50 farfalla junior F
1. Helena Biasibetti (Dynamic Sport) 27"05
2. Karen Asprissi (Team Insubrika) 27"13
3. Rita Maria Pignatiello (Centro Nuoto Foggia) 27"24

50 farfalla senior M
1. Daniele d'Angelo (Marina Militare CS Nuoto/C.C. Aniene) 23"85
2. Santo Yukio Condorelli (Unicusano Aurelia Nuoto) 23"85
3. Simone Geni (CN UISP Bologna) 24"07

50 farfalla cadetti M 
1. Giulio Brugnoni (SMGM Team Nuoto Lombardia) 24"16
2. Alberto Razzetti (Genova Nuoto My Sport) 24"47
3. Davide Nardini (Olympic Swim Pro) 24"58

50 farfalla junior M 
1. Thomas Ceccon (GS Fiamme Oro Roma/Leosport Villafranca) 23"66 RIJ/C
prec. Tommaso Romani 23"67 il 9/12/2009 a Doha
2. Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto) 24"29
3. Michele Lamberti (G.A.M. Team Brescia) 24"46

200 dorso senior F
1. Letizia Paruscio (C.C. Aniene) 2'13"22
2. Francesca Cristetti (Rari Nantes Torino) 2'15"84
3. Alessia Polieri (Gr. Nuoto Fiamme Gialle/Imolanuoto) 2'17"05

200 dorso cadetti F
1. Giulia Rebusco (Aquatic Center) 2'13"93
2. Alessia Bianchi (DDS) 2'15"66
3. Giulia Ramatelli (Sergio de Gregorio Roma) 2'16"58

200 dorso junior F
1. Giulia D'Innocenzo (Centro Sp.vo Carabinieri) 2'13"75
2. Martina Cenci (GS Fiamme Oro Roma) 2'14"83
3. Giulia Quarà (Rari Nantes Torino) 2'15"08

200 dorso senior M
1. Luca Mencarini (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 1'57"68
2. Matteo Restivo (CS Carabinieri/Florentia Nuoto Club) 1'57"76
3. Cristopher Ciccarese (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 2'00"39

200 dorso cadetti M 
1. Lorenzo Mora (G.S. VV.F. Fiamme Rosse/Amici Nuoto VVF Modena) 1'58"30
2. Jacopo Bietti (C.C. Aniene) 2'02"48
3. Emanuele Brivio (Gestisport) 2'02"92

200 dorso junior M 
1. Alessandro Baffi (C.C. Aniene) 2'00"76
2. Michele Lamberti (G.A.M. Team Brescia) 2'01"54
3. Matteo Cattabriga (Amici Nuoto VVF Modena) 2'02"48

100 stile libero senior F 
1. Giada Galizi (GS Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia Nuoto) 55"24
2. Paola Biagioli (Centro Sp.vo Carabinieri/FlorentiaNuotoClub) 55"76
2. Giulia Spaziani (C.C. Aniene) 55"76
 
100 stile libero cadetti F 
1. Giulia Borra (Team Insubrika) 56"55
2. Martina Rossetti (Sergio De Gregorio Roma) 56"61
3. Giulia Ghidini (Esseci Nuoto) 56"62
 
100 stile libero junior F 
1. Maria Ginevra Masciopinto (Fimco Sport) 55"90
2. Sofia Morini (Coopernuoto) 56"21
3. Emma Virginia Menicucci (Sisport Spa) 56"91 
 
100 rana senior M 
1. Luca Pizzini (Centro Sp.Vo Carabinieri/Fondazione M.Bentegodi) 1'01"04
2. Zaccaria Casna (CN UISP Bologna) 1'01"20
3. Giovanni Sorriso (C.C. Aniene) 1'02"20
 
100 rana cadetti M 
1. Alessandro Pinzuti (Sport Cortona) 1'00"51
2. Federico Poggio (SMGM Team Nuoto Lombardia) 1'01"75
3. Andrea Castello (De Akker Team) 1'02"71
 
100 rana junior M 
1. Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria) 1'02"36
2. Marco Ferrario (Gestisport) 1'02"96
3. Gabriele Giovanni Rizzo (Dynamic Sport) 1'03"34
 
100 rana senior F 
1. Arianna Castiglioni (Gr. Nuoto Fiamme Gialle/Team Insubrika) 1'06"97
2. Ilaria Scarcella (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 1'08"27
3. Martina Carraro (GS Fiamme Azzurre/Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 1'08"62
 
100 rana cadetti F 
1. Anna Pirovano (SMGM Team Nuoto Lombardia) 1'09"02
2. Letizia Memo (Piave Nuoto San Donà) 1'10"24
3. Vanessa Cavagnoli (Canottieri Baldesio) 1'10"91
 
100 rana junior F 
1. Matilde Zucchini (G.A.M. Team Brescia) 1'11"27
2. Lara Buondonno (Swim Project Venafro asd) 1'11"47
3. Laura Mazzotta (Hydros Oderzo) 1'11"72
 
100 rana senior F 
1. Arianna Castiglioni (Gr. Nuoto Fiamme Gialle/Team Insubrika) 1'06"97
2. Ilaria Scarcella (GS Fiamme Oro Roma/C.C. Aniene) 1'08"27
3. Martina Carraro (GS Fiamme Azzurre/Nuoto Cl.Azzurra 91 - BO) 1'08"62
 
100 rana cadetti F 
1. Anna Pirovano (SMGM Team Nuoto Lombardia) 1'09"02
2. Letizia Memo (Piave Nuoto San Donà) 1'10"24
3. Vanessa Cavagnoli (Canottieri Baldesio) 1'10"91
 
100 rana junior F 
1. Matilde Zucchini (G.A.M. Team Brescia) 1'11"27
2. Lara Buondonno (Swim Project Venafro asd) 1'11"47
3. Laura Mazzotta (Hydros Oderzo) 1'11"72
 
400 stile libero senior M
1. Domenico Acerenza (C.C. Napoli) 3'50"65
2. Matteo Ciampi (Centro Sportivo Esercito/Nuoto Livorno) 3'50"75
3. Davide Galimberti (Pallanuoto Trieste) 3'54"18
 
400 stile libero cadetti M
1. Alessio Proietti Colonna (Marina Militare CS Nuoto/Unicusano Aurelia Nuoto) 3'51"46
2. Lorenzo Biancalana (Tirrenica Nuoto) 3'53"16
3. Filippo Dal Maso (Nuoto Livorno) 3'53"36
 
400 stile libero junior M 
1. Marco de Tullio (SportProject) 3'49"92
2. Michael Johannes Calloni (Assonuoto Club Caserta) 3'54"79
3. Pietro Paolo Sarpe (C.C. Napoli) 3'56"53
 
400 stile libero senior F
1. Linda Caponi (Centro Sp.Vo Carabinieri/Team Nuoto Toscana Empoli) 4'11"69
2. Diletta Carli (GS Fiamme Oro Roma/Tirrenica Nuoto) 4'12"80
3. Ilaria Cella (Sporting Lodi) 4'12"89
 
400 stile libero cadetti F 
1. Giorgia Romei (AndreaDoria) 4'12"95
2. Vittoria Grotto (Montebelluna Nuoto) 4'16"07
3. Giulia Grasso (Padova Nuoto) 4'16"73
 
400 stile libero junior F 
1. Giulia Salin (Team Veneto) 4'13"04
2. Michela Caglio (Sport Management ATL Lombardia) 4'18"15
3. Giulia Decataldo (Tecni Nuoto - Cornaredo) 4'20"08
 
50 stile libero senior M 
1. Andrea Vergani (Can. Vittorino da Feltre) 21"90
2. Santo Condorelli Usa (Unicusano Aurelia Nuoto) 22"39
3. Marco Orsi (GS Fiamme Oro Roma/CN UISP Bologna) 22"54
 
50 stile libero cadetti M 
1. Alessandro Miressi (GS Fiamme Oro Roma/Centro Nuoto Torino) 21"94
2. Leonardo Deplano (Esseci Nuoto) 22"56
3. Alberto Razzetti (Genova Nuoto My Sport) 22"95
 
50 stile libero junior M
1. Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto) 22"72
2. Pier Paolo Veller (Team Veneto) 22"76
3. Francesco Peron (Sporting Club Noale) 23"03
 
400 misti senior M 
1. Pier Andrea Materazzi (De Akker Team) 4'19"13
2. Mattia Bondavalli (De Akker Team) 4'21"46
3. Lorenzo Tarocchi (C.C. Aniene) 4'21"64
 
4x200 stile libero cadetti F
1. Team Insubrika 8'23"75
2. Team Veneto 8'28"39
3. C.C. Aniene 8'29"92
 
4x200 stile libero junior F
1. Team Veneto 8'22"68
2. Dynamic Sport 8'27"03
3. Sport Management Atl Lombardia 8'29"70

Vai ai risultati completi

foto  D.Montano/deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Partiti nello splendido scenario dello Stadio del Nuoto del Foro Italico i campionati italiani di categoria Juniores, Cadetti, e da domani i Senior, che termineranno lunedì 13 agosto. In gara oltre 1100 nuotatori (559 maschi, 553 femmine) per un totale di 245 società iscritte con 2716 presenze gara e ben 185 staffette. La Federazione Italiana Nuoto per implementare l'offerta e la comunicazione dell'evento trasmette anche quest'anno in streaming le gare sulla pagina dedicata e il replay della gara nella pagina dei risultati. Oggi spazio ai 400 misti e 1500 stile libero e alle staffette 4x100 stile libero. Giulia Salin, allenata a Preganziol da Luca Lucchetta e tesserata per Team Veneto, è l'unica a scendere sotto i 17 minuti (16'44"14) nei 1500 stile libero juniores confermando quanto di buono dimostrato negli Eurojrs a Helsinki (bronzo negli 800 e nei 1500) e le ottime prestazioni anche nel fondo con il terzo posto nella 7.5 km agli EuroJuniors di Malta in 1h33'38"56 e la medaglia d'oro nella 5km a Marsiglia lo scorso anno. Tra i maschi spicca la prestazione di Johannes Michael Calloni, italo-americano che vive a Seattle e allenato da Jeff Kostoff, tesserato per Assonuoto Club Caserta e tris di bronzo nei 400, 800 e 1500 stile libero agli Eurojrs di Helsinki, che si conferma nei 1500 stile libero vincendo con il tempo di 15'22"26, davanti a Giulio Iaccarino in 15'24"89 (CC Napoli) e Luca Mura in 15'32"66 (Alba Oriens Casandrino). La Dynamic Sport fa registrare il record italiano di categoria nella staffetta juniores 4x100 stile libero fermando il crono a 3'50"20 (Carola Valle 56"80; Helena Biasibetti 57"39; Ilaria Moro 58"04; Chiara Ortone 57"97), tre decimi meglio di quello segnato lo scorso anno a Roma dalla SMGM Team Nuoto Lombardia (3'50"53). La 4x100 juniores maschile è vinta dalla Tiro a Volo Nuoto, trascinata negli ultimi 100 metri da Federico Burdisso, appena tornato dagli Europei di Glasgow dove ha vinto il bronzo nei 200 farfalla.
Prima delle finali sono stati premiati gi azzurrini che hanno partecipato agli europei di categoria dello scorso luglio a La Valletta. Domani alle 9 le batterie e alle 16.45 le finali. Seguono i podi dela prima giornata:

400 misti cadetti M
1. Emanuele Brivio (Gestisport) 4'20"53
2. Alberto Razzetti (Genova Nuoto My Sport) 4'21"60
3. Antonio La Rocco (Alba Oriens Casandrino) 4'23"21

400 misti Junior M 
1. Pietro Paolo Sarpe (CC Napoli) 4'22"89
2. Alessandro Baffi (C.C. Aniene) 4'27"87
3. Matteo Cattabriga (Amici Nuoto VVFF Modena) 4'28"78

1500 stile libero cadetti F
1. Silvia Ciccarella (C.C. Aniene) 16'38"07
2. Vittoria Grotto (Montebelluna Nuoto) 16'48"49
3. Arianna Valloni (Nuoto Venezia) 16'56"34

1500 stile libero junior F 
1. Giulia Salin (Team Veneto) 16'44"14
2. Teresa Persiano (CUS Salerno) 17'01"79
3. Greta Bonada (CSR Granda) 17'04"43

1500 stile libero cadetti M
1. Lorenzo Biancalana (Tirrenica Nuoto) 15'23"62
2. Nicola Roberto (Centro Nuoto Le Bandie) 15'37"06
3. Giuseppe Bogani (Swim Academy Martesana) 15'43"94

1500 stile libero junior M
1. Johannes Michael Calloni (Assonuoto Club Caserta) 15'22"26
2. Giulio Iaccarino (CC Napoli) 15'24"89
3. Luca Mura (Alba Oriens Casandrino) 15'32"66

4x100 stile libero cadetti F
1. Sergio De Gregorio Roma 3'49"32
2. Team Insubrika 3'49"84
3. Team Veneto 3'52"61

4x100 stile libero junior F
1. Dynamic Sport 3'50"20 RI
2. Team Veneto 3'53"05
3. Centro Nuoto Torino 3'54"73

4x100 stile libero cadetti M
1. Esseci Nuoto 3'25"51
2. Unicusano Aurelia Nuoto 3'28"04
3. Gr. Nuoto Fiamme Gialle 3'28"54

4x100 stile libero junior M
1. Tiro a Volo Nuoto 3'22"37
2. Team Veneto 3'25"43
3.  Rari Nantes Torino 3'27"58

 
Questi gli azzurri convocati per gli Eurojunior di Malta - La Valletta: Giulia Berton (CN Le Bandie), Sophie Callo (RN Spezia), Sophie Cavagnola (Andrea Doria), Silvia Ciccarella (CC Aniene), Carlotta De Mattia (Aurelia Nuoto Unicusano), Iris Menchini (RN Spezia), Vittoria Nicotra (Piave Nuoto), Giulia Salin (Team Veneto), Francesca Senatore (Cus Salerno); Giovanni Asciolla (Alba Oriens), Andrea Filadelli (Andrea Doria), Luigi Galdieri (Cus Salermo), Giulio Iaccarino (CC Napoli), Davide Marchello (Aurelia Nuoto Unicusano), Federico Mazzeo (Vis Sauro Pesaro), Filippo Rinaldi (Genova Nuoto), Nicola Roberto (CN Le Bandie), Emanuele Russo (CN Posillipo). Al seguito anche il tecnico responsabile delle squadre giovanili Roberto Marinelli.
 
foto  D.Montano/deepbluemedia.eu
Pubblicato in News Nuoto
Il finale è da record. Gli ori con primato italiano di Piero Codia nei 100 farfalla, di Margherita Panziera nei 200 dorso e di Simona Quadarella, per una tripletta inedita e sensazionale, nei 400 stile libero. I bronzi di Andrea Vergani nei 50 stile libero e di Arianna Castiglioni nei 50 rana. L'ultima giornata dei 34esimi campionati europei al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow scrive pagine di storia per l'Italia che chiude la rassegna continentale con il bilancio di 22 medaglie (6-5-11), quattro in più di Debrecen 2012 (6-8-4), l'edizione in cui salì più volte sul podio, il terzo posto nel medagliere e il secondo nella classifica per nazioni dietro alla Russia. Ben 44 le presenze in finale considerate anche le staffette, con 14 record italiani, un primato italiano cadetti, 2 juniores, 3 migliori prestazioni in tessuto e 39 primati personali.

IL CAPOLAVORO DI CODIA. La corsia numero otto evidentemente porta fortuna agli azzurri e, dopo il bronzo da ripescato di Federico Burdisso nei 200 farfalla, aiuta a riscrivere una pagina di storia del nuoto italiano. Piero Codia, sorprende tutti i suoi avversari, ed è strepitoso oro con il record italiano di 50''64. Il 28enne triestino - tesserato per Esercito e CC Aniene, vice campione europeo in vasca corta, autore della storica doppietta a Copenhagen insieme al vincitore Matteo Rivolta - passa in 23''42 e ritorna in 27''22 mandando in frantumi il 51''09 nuotato ai Mondiali di Budapest 2017 e il record dei campionati (precedente 50''86 di Laszlo Cseh). Un trionfo per il nuoto italiano che nella specialità aveva collezionato solo il bronzo di Rivolta a Debrecen 2012. "Non me l'aspettavo proprio - afferma Codia, allenato a Roma da Alessandro D'Alessandro - Pensavo di arrivare terzo, al massimo secondo, ma sono andato ben oltre. Il tempo è grandioso, non me l'aspettavo molto: ho migliorato mezzo secondo. Voglio ringraziare il mio allenatore e la mia famglia che spesso ci credo più di me in quello che faccio. Dopo la semifinale (52''02) non ero arrabbiato, ho pensato a mantenere la calma". Gioia incontenibile per il delfinista giuliano: "Sono emozionatissimo perchè quest'oro è un sogno, non ho altre parole in questo momento".
 
PANZIERA MEGLIO DI VIGARANI. Una sola medaglia, conquistata dall'emiliana Lorenza Vigarani - bronzo iridato a Roma 1994 e argento a Sheffield nel 1993 - poi basta. Margherita Panziera finalmente aggiorna un'altra pagina del nuoto italiano, rimasta ferma a venticinque anni fa, scrivendone una ancora più bella e trionfa, anzi domina i 200 dorso, diventando la prima donna italiana a scendere sotto i 2'07. La 23enne di Montebelluna - tesserata per Fiamme Oro e CC Aniene e seguita da Gianluca Belfiore - compie un capolavoro e vola in 2'06''18 (1'01''93) che sbriciola il record italiano di 2'07''16 che ha stabilito al Sette Colli e  il primato dei campionati, datato Atene 1991, di 2'06''62 della fuoriclasse magiara Krisztina Egerszegi. "Aspettavo questa gara da mesi ed è stato bellissimo - racconta Margherita, che studia e si allena a Roma, già sesta nei 100 e di bronzo con la 4x100 mista mixed - Sapevo che potevo fare bene; avere delle avversarie così competitive a fianco mi ha indotto a nuotare questo tempo, senza calcoli. Forse potevo essere ancora più veloce nel primo cinquanta". Poi Margherita, che quest'anno è salita sul gradino più alto del podio ai Giochi del Mediterraneo sia nei 100 che nei 200 dorso, volge lo sguardo all'immediato futuro: "Adesso un po' di meritata vacanza e poi con Gianluca prepareremo la prossima stagione e si tornerà a pedalare".
 
QUADARELLA REGINA DEL MEZZOFONDO. Non doveva essere la sua gara, o meglio era quella preparata meno e alla quale si era iscritta quasi per vezzo. Solo che lei è una fuoriclasse cui in questo momento riesce tutto. Simona Quadarella conclude un europeo fantascientifico con l'oro nei 400 stile libero, dopo aver sbaragliato la concorrenza negli 800 e nei 1500. La 19enne di Roma - bronzo mondiale a Budapest 2017 e alle Universiadi di Taipei negli 800 e nei 1500  - tocca in 4'03''35 primato personale che abbassa di oltre due secondi il 4'05''68 siglato per il titolo ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona dove si impose anche negli 800. All'arrivo Simona - tesserata per Fiamme Rosse e CC Aniene - è incredula, come il suo allenatore Christian Minotti. "L'obiettivo dei 400 alla vigilia era al massimo il podio", afferma Quadarella, che sale al secondo posto tra le performer italiane, scavalcando Diletta Carli (4'05''49), nuotando un tempo alla Federica Pellegrini. "L'oro significa che non ho limiti adesso; ne ho superati tanti e desidero continuare a farlo. Il tempo è straordinario; non pensavo di poter nuotare un 4'03 dopo una settimana molto dura fisicamente e mentalmente". La campionessa romana guarda già oltre e apre a nuovi scenari. "In futuro mi piacerebbe riuscire a fare un buon 200 stile libero, credo di aver trovato la chiave giusta per interpretare le distanze più corte". Questi i passaggi di Simona Quadarella ogni 100 metri: 59''55, 2'01''66, 3'03''17. L'Italia mette nel cassetto la quinta medaglia nella disciplina (2-0-3), la seconda d'oro dopo quella vinta a Eindhoven 2008 da Federica Pellegrini, che detiene il record italiano (3'59''15 in gommato per il titolo iridato a Roma 2009) e la migliore prestazione in tessuto (4'01''97 per il secondo titolo iridato a Shanghai 2011). 
 
VERGANI DOPO VISMARA. Ragazzo dai modi aristocratici fuori dall'acqua, si potrebbe dire d'altri tempi, mette i piedi sul blocco e si trasforma in velocista implacabile. Andrea Vergani non delude le aspettative ed è magnifico bronzo nei 50 stile libero. Il 21enne milanese si prende la medaglia in 21''68, dopo aver nuotato il primato italiano di 21''37 in semifinale, che cancella il precedente di 21''64 siglato da Marco Orsi e abbassa il personale di 21''70 nuotato agli assoluti di Riccione per il titolo. Oro al britannico Benjamin Proud - bronzo europeo e mondiale e argento europeo nei 50 farfalla - in 21''34 e argento al greco Kristian Gkolomeev in 21''44. "Il tempo non mi è piaciuto molto, ho commesso anche un errore in partenza - racconta l'atleta della Canottieri Vittorino da Feltre allenato da Gianluca Caspani - Il terzo posto va benissimo per essere il mio primo europeo: al prossimo proverò a fare meglio. I 50 sono una gara mentale, fatta di dettagli che spesso hanno la meglio sulla condizione fisica". Per l'Italia si tratta della quinta medaglia nella specialità e i precedenti quattro podi sono tutti firmati da Lorenzo Vismara (0-2-2), lombardo di Saronno. 
 
ANCORA CASTIGLIONI. Doveva essere l'europeo della definitiva consacrazione e così è stato. Arianna Castiglioni ci ha preso gusto e, dopo il bronzo nei 100 rana (1'06''54) come a Berlino 2014, si concede un meraviglioso bis nei 50. La 19enne di Busto Arsizio, che aveva stampato in batteria il record italiano 30''30 (30''40 in semifinale) abbassando di tre centesimi il precedente siglato ai mondiali di Budapest, tocca in 30''41 che vale comunque la quarta prestazione personale di sempre. Davanti a tutte la russa Yulia Efimova - sempre sul podio iridato nella breve distanza dal 2009 - in 29''81 ed unica a scende sotto il muro dei 30''; argento alla britannica Ymogen Clark in 30''34. "Sapevo che sarebbe stato più complicato andare a medaglia nei 50 piuttosto che nei 100 - spiega Castiglioni, tesserata per Fiamme Gialle e Team Insubrika e allenata dal tecnico federale Gianni Leoni - La tensione è molto più alta perchè non si può sbagliare mai nulla". L'Italia non aveva mai conquistato una medaglia nella specialità. Chiude sesta Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) in 31''11.
 
4X100 MISTA AMARA. Fuori dal podio la 4x100 mista femminile che chiude il programma della rassegna europea scozzese. Carlotta Zofkova (59''86), Arianna Castiglioni (1'06''50), Elena Di Liddo (57''34) e Federica Pellegrini (53''30) si fermano a 3'57''00, record italiano (precedente 3'58"27). Oro alla Russia in 3'54''22, argento alla Danimarca in 3'56''69 e bronzo alla Gran Bretagna 3'56''91 per nove centesimi.
 
squadra


IL BILANCIO DEL DIRETTORE TECNICO CESARE BUTINI. "Il bilancio non può che essere estremamente positivo malgrado assenze importanti come quelle di Detti, Martinenghi e Di Pietro. Questo dimostra, oltre all'ottimo stato di salute del nuoto italiano, che la squadra ha forza e capacità di rinnovarsi, con nuovi atleti che possono trainare il gruppo in futuro. Adesso bisogna guardare con questi successi alle prossime due stagioni che avranno appuntamenti importanti: i mondiali in corta e in lunga con finestra sulle Olimpiadi. In questi europei sono emersi anche atleti che in passato sono rimasti un po' nelle retrovie malgrado il lavoro svolto. Sono sbocciati in ritardo, ma non avevamo mai dubitato delle loro qualità continuando a lavorare con fiducia. Ci troviamo a voltare pagina verso un biennio ancora più probante. Adesso porremo attenzione su coloro che ci garantiscono potenzialità da medaglia o finale, sia in chiave individuale sia di staffetta. A Glasgow ci sono stati risultati di rilievo assoluto: Quadarella ha ottenuto un triplete strepitoso; Panziera è progredità tantissimo dal Sette Colli dove aveva nuotato 2'07; Codia ha dimostrato grande carattere, dopo la semifinale non brillante si è ritrovato; Miressi è maturato e finalmente espolso. Insomma di indicazioni positive ce ne sono veramente tante sia dai giovanissimi sia dai più esperti. I campionati europei rappresentano un punto di partenza e di valutazione per il futuro. Dobbiamo continuare a lavorare così, dando continuità con i collegiali ai gruppi di specialità, con entusiasmo, ma sempre mantenendo i piedi ben piantati per terra". 
 
LA MORALE. Quarantatre finali della rassegna, 22 medaglie. Sei ori, cinque argenti e undici bronzi. Record storico. L'Italia del nuoto è una superpotenza che conta 37 presenze individuali in finale e sette staffette, 39 primati personali con 45 atleti convocati di cui 44 impiegati in gare individuali, che può permettersi di rinunciare a campioni come Gabriele Detti, a giovani emergenti come Nicolò Martinenghi, ad atlete chiave per le staffette come Silvia Di Pietro; che sopravvive alla virata di Federica Pellegrini alla velocità dopo aver dominato per oltre dieci anni i 200 stile libero che l'avrebbero vista ancora protagonista e all'influenza intestinale che compromette le prestazioni di Gregorio Paltrinieri e Luca Dotto. L'Italia del nuoto è tra le squadre più forti del mondo e bando alla scaramanzia, a quelli che intimano sempre di mantenere i piedi per terra, a quelli che temono i confronti futuri. Bisogna festeggiare per 24 ore prima di rimettersi a lavorare sodo in vista di mondiali e olimpiadi che chiuderanno il quadriennio. Bisogna rendere merito ai numeri che non mentono mai e che descrivono un movimento in continua ascesa, orgoglio dello sport italiano. Tecnici e dirigenti delle altre nazioni estendono complimenti e si informano sul sistema-lavoro. La risposta è a 2.000 chilometri. Allo Stadio del Nuoto di Roma, dove sono in corsa i campionati di categoria che bissano quelli invernali. Oltre duemila giovani nuotatori che vogliono diventare come i loro idoli, allenati da tecnici che desiderano portarli su palcoscenici internazionali. Un sistema di crescita, formazione, aggiornamento, aggregazione ed emulazione che assicura ciclicità e produce campioni tra le corsie e nella vita, sostenuto dal continuo aumento dei praticanti, da investimenti tecnici ed economici nei centri federali, dalla promozione della cultura dell'acqua per la salvaguardia della vita umana, dalla diffusione capillare delle scuole nuoto federali, dalla realizzazione continua di corsi didattico-gestionali. Non ci sono segreti. Solo programmazione, passione e lavoro. 
  
MEDAGLIERE DEL NUOTO
21 nazionali a medaglia
1. Russia 10 - 10 - 6 = 26
2. Gran Bretagna 9 - 7 - 8 = 24
3. Italia 6 - 5 - 11 = 22
4. Ungheria  4 - 3 - 2 = 9
5. Francia 4 - 1 - 2 = 7
6. Svezia 4 - 0 - 0 = 4
7. Ucraina 3 - 1 - 0 = 4
8. Germania 2 - 2 - 4 = 8
9. Svizzera 1 - 0 - 1 = 2
10. Olanda 0 - 4 - 1 = 5
   
  
LEN TROPHY (Classifica a squadre)
41 nazionali a punti
1. Russia 568 (M) + 509 (F) + 106 (MX) = 1183
2. Italia 524 + 518 + 96 = 1138
3. Gran Bretagna 539 + 512 + 74 = 1125
4. Germania 370 + 303 + 100 = 773
5. Ungheria 291 + 290 + 60 = 641
6. Olanda 241 + 278 + 96 = 615
7. Francia 211 + 290 + 40 = 541
8. Svezia 161 + 204 + 46 = 411
9. Danimarca 52 + 347 + 0 = 399
10. Polonia 218 + 115 + 54 = 387
 
 
Finali di giovedì 9 agosto
 
50 farfalla fem
1. Sarah Sjoestroem (Swe) 25''16
nessun'italiana qualificata
   
50 stile libero mas
1. Benjamin Proud 21''34
3. Andrea Vergani 21''68 (21"37 RI in semifinale; prec. pp 21"70 del 10/04/2018 a Riccione)
 
50 rana fem
prec. RI 30"33 di Arianna Castiglioni del 29/07/2017 a Budapest
1. Yulia Efimova (Rus) 29''81
3. Arianna Castiglioni 30''41 (30"30 RI in batteria) 
6. Martina Carraro 31''11 (pp 30''70 in semifinale;  prec. 30"79 del 19/03/2016 a Milano)
  
100 farfalla mas
1. Piero Codia 50''64 RI-CR (precedente 51''09 di Piero Codia del 28/07/2017 a Budapest -  precedente record dei campionati 50''86 di Laszlo Cseh del 21/05/2016 a Londra)
 
200 dorso fem
RI 2'07''16 di Margherita Panziera del 01/07/2018 a Roma
1. Margherita Panziera 2'06''18 RI-CR (precedente 2'07''16 di Margherita Panziera del 01/07/2018 a Roma - precedente record dei campionati 2'06''62 di Krisztina Egerszegi del 22/08/1991 ad Atene)
   
400 misti mas
1. David Verrazsto (Hun) 4'10''65
nessun italiano qualificato
   
400 stile libero fem
RI 3'59''15 di Federica Pellegrini del 26/07/2006
Migliore prestazione in tessuto 4'01''97 di Federica Pellegrini del 24/07/2011 a Shanghai
1. Simona Quadarella 4'03''35 pp (precedente 4'05''68 del 25/06/2018 a Tarragona)
   
4x100 mista mas
1. Gran Bretagna 3'30''44
staffetta non qualificata
 
4x100 mista fem
prec. RI 3'58"27 il 25/06/2018 a Tarragona
con Margherita Panziera, Arianna Castiglioni, Elena Di Liddo ed Erika Ferraioli
1. Russia 3'54''22 CR
4. Italia 3'57''00 RI
Carlotta Zofkova 59"86, Arianna Castiglioni 1'06''50, Elena Di Liddo 57''34, Federica Pellegrini 53''30
 
 
RIEPILOGO MEDAGLIE, PRIMATI PERSONALI E PRESENZE IN FINALE
 
MEDAGLIERE ITALIA (6-5-11)
 
ORO (6)
 
800 stile libero fem
Simona Quadarella in 8'16''45 RI
 
100 stile libero mas
Alessandro Miressi in 48''01
 
1500 stile libero fem
Simona Quadarella 15'51''61 migliore prestazione italiana in tessuto
 
100 farfalla mas
Piero Codia 50''64 RI-CR
 
200 dorso fem
Margherita Panziera 2'06''18 RI-CR
 
400 stile libero fem
Simona Quadarella 4'03''35
 
ARGENTI (5)
  
400 misti fem
Ilaria Cusinato in 4'35''05
 
4x100 stile libero mas
Italia 3'12''90
con Luca Dotto 48''63, Ivano Vendrame 48''73, Lorenzo Zazzeri 48''55, Alessandro Miressi 46''99
 
800 stile libero mas
Gregorio Paltrinieri 7'45''12
 
50 rana mas
Fabio Scozzoli 26''79
 
200 misti fem
Ilaria Cusinato 2'10''25 RI
 
BRONZO (11)
 
100 farfalla fem
Elena Di Liddo 57''58
 
1500 stile libero mas
Gregorio Paltrinieri 14'42''85
 
100 rana fem
Arianna Castiglioni 1'06''54
 
200 farfalla mas
Federico Burdisso 1'55''97
 
4x200 stile libero mas 
Italia 7'07''58
con Alessio Proietti Colonna 1'48''20, Filippo Megli 1'45''44, Matteo Ciampi 1'46''49, Mattia Zuin 1'47''45
 
200 rana mas
Luca Pizzini 2'08''54
 
4x100 mista mixed
Italia 3'44''85 RI 
con Margherita Panziera 1'00''11, Fabio Scozzoli 59''46, Elena Di Liddo 57''68, Alessandro Miressi 47''60
 
100 dorso fem
Carotta Zofkova 59''61
 
200 dorso mas
Matteo Restivo 1'56''29 RI
 
50 stile libero mas
Andrea Vergani 21''68
 
50 rana fem
Arianna Castiglioni 30''41
 
RECORD ITALIANI (14)
  
800 stile libero fem
Simona Quadarella 8'16''34 in finale 
  
50 dorso fem
Silvia Scalia 27''96 in semifinale
Carlotta Zofkova 27''94 in semifinale
  
4x200 stile libero mista
Italia 7'32''37 
con Filippo Megli 1'47''48, Alessio Proietti Colonna 1'48''37, Federica Pellegrini 1'56''76, Margherita Panziera 1'59''76
  
4x100 mista mixed
Italia 3'44''85 
con Margherita Panziera 1'00''11, Fabio Scozzoli 59''46, Elena Di Liddo 57''68, Alessandro Miressi 47''60
 
100 dorso fem
Carlotta Zofkova 59''61 in finale
 
200 misti fem
Ilaria Cusinato 2'10''77 in semifinale
Ilaria Cusinato 2'10''25 in finale
 
50 rana fem
Arianna Castiglioni 30''30 in batteria
 
50 stile libero mas
Andrea Vergani 21''37 in semifinale
 
200 dorso mas
Matteo Restivo 1'56''29 in finale
 
100 farfalla mas
Piero Codia 50''64 in finale
 
200 dorso fem
Margherita Panziera 2'06''18 RI-CR
  
4x100 mista fem
Italia 3'57''00
con Carlotta Zofkova 59"86, Arianna Castiglioni 1'06''50, Elena Di Liddo 57''34, Federica Pellegrini 53''30 
 
RECORD ITALIANO CADETTI (1)
  
100 stile libero mas
Alessandro Miressi 48''01 in finale
 
 
RECORD ITALIANI JUNIORES (2)
 
200 farfalla mas
Federico Burdisso 1'55''97 in finale
  
  
100 dorso mas
Thomas Ceccon 53''85 in finale 
 
MIGLIORI PRESTAZIONI IN TESSUTO (3)
 
200 rana mas
Luca Pizzini 2'08''52 in semifinale
 
1500 stile libero fem
Simona Quadarella 15'51''61 in finale
 
4x200 stile libero mas 
Italia 7'07''58
con Alessio Proietti Colonna 1'48''20, Filippo Megli 1'45''44, Matteo Ciampi 1'46''49, Mattia Zuin 1'47''45
  
PRIMATI PERSONALI (39) 
  
50 sl fem
Lucrezia Raco 25"25 (spareggio)
 
100 rana mas
Alessandro Pinzuti 1'00"63 in batteria
Alessandro Pinzuti 1'00''28 in semifinale 
 
100 stile libero fem
Giada Galizi 54''92 in finale nella prima frazione della 4x100 stile libero 
 
50 dorso mas
Simone Sabbioni 24''99 =pp in semifinale
 
800 stile libero
Simona Quadarella 8'16''45 in finale
 
100 stile libero mas
Alessandro Miressi 48''21 in semifinale
Alessandro Miressi 48''01 in finale
 
100 rana fem
Arianna Castiglioni 1'06''54 in finale
 
50 dorso fem
Silvia Scalia 27''96 in semifinale
Carlotta Zofkova 27''94 in semifinale
 
1500 stile libero mas
Domenico Acerenza 14'51''88 in finale
 
200 rana mas
Luca Pizzini 2'08''52 in semifinale
 
200 farfalla mas
Federico Burdisso 1'55''97 in finale
 
200 stile libero mas
Alessio Proietti Colonna 1'48''20 in finale nella prima frazione della 4x200 stile libero
Filippo Megli 1'46''70 =pp in semifinale
Filippo Megli 1'46''60 in finale
 
100 dorso fem
Carlotta Zofkova 1'00''07 in batteria
Carlotta Zofkova 59''88 in semifinale
Carlotta Zofkova 59''61 in finale
Margherita Panziera 59''71 in finale
 
50 farfalla mas
Andrea Vergani 23''61 in batteria
Andrea Vergani 23''37 in semifinale
 
100 dorso mas
Thomas Ceccon 53''85 in finale
 
50 rana mas
Alessandro Pinzuti 27''17 in batteria
 
800 stile libero mas
Domenico Acerenza 7'52''80 in batteria
Domenico Acerenza 7'51''64 in finale
 
1500 stile libero fem
Simona Quadarella 15'51''61 in finale
 
200 misti fem
Ilaria Cusinato 2'10''77 in semifinale
Ilaria Cusinato 2'10''25 in finale 
 
50 stile libero mas
Alessandro Miressi 22''34 in batteria
 
50 rana fem
Arianna Castiglioni 30''30 in batteria
Martina Carraro 30''70 in semifinale
 
50 stile libero mas
Andrea Vergani 21''37 in semifinale 
 
200 dorso mas
Matteo Restivo 1'56''29 in finale
 
50 farfalla fem
Ilaria Bianchi 26''43 =pp in semifinale
 
100 farfalla mas
Piero Codia 50''64 in finale
 
200 dorso fem
Margherita Panziera 2'06''18 RI-CR
 
400 stile libero fem
Simona Quadarella 4'03''35
  
PRESENZE INDIVIDUALI IN FINALE (37)
 
400 misti fem
2. Ilaria Cusinato 4'35''05
7. Carlotta Toni 4'40''18
 
800 stile libero fem
1. Simona Quadarella 8'16''35
 
100 rana mas
5. Fabio Scozzoli 59''51
 
100 farfalla fem
3. Elena Di Liddo 57''58
4. Ilaria Bianchi 57''62
 
1500 stile libero mas
3. Gregorio Paltrinieri 14'42''85
4. Domenica Acerenza 14'51''88
 
100 stile libero mas
1. Alessandro Miressi 48''01
5. Luca Dotto 48''45
 
100 rana fem
3. Arianna Castiglioni 1'06''54
7. Martina Carraro 1'07''59
 
50 dorso fem
6. Carlotta Zofkova 28''31
 
200 farfalla mas
3. Federico Burdisso 1'55''97

200 farfalla fem
7. Ilaria Cusinato 2'08''91
8. Alessia Polieri 2'09''25
 
100 dorso mas
5. Simone Sabbioni 53''85
5. Thomas Ceccon 53''85 
 
200 rana mas
3. Luca Pizzini 2'08''54
 
1500 stile libero fem
1. Simona Quadarella 15'51''61
 
50 farfalla mas
8. Andrea Vergani 23''49
 
100 dorso fem
3. Carlotta Zofkova 59''61
5. Margherita Panziera 59''71
 
200 stile libero mas
5. Filippo Megli 1'46''60
 
800 stile libero mas
2. Gregorio Paltrinieri 7'45''12
6. Domenico Acerenza 7'51''64
 
100 stile libero fem
5. Federica Pellegrini 54''04
 
50 rana mas
2. Fabio Scozzoli 26''79
 
200 dorso mas
3. Matteo Restivo 1'56''29 RI
7. Luca Mencarini 1'57''71
 
200 misti fem
2. Ilaria Cusinato 2'10''25 RI
 
50 stile libero mas
3. Andrea Vergani 21''68
 
50 rana fem
3. Arianna Castiglioni 30''41
6. Martina Carraro 31''11
 
100 farfalla mas
1. Piero Codia 50''64 RI-CR
 
200 dorso fem
1. Margherita Panziera 2'06''18 RI-CR
 
400 stile libero fem
1. Simona Quadarella 4'03''35
 
STAFFETTE IN FINALE (7)
 
4x100 stile libero fem
5. Italia 3'38''11
Giada Galizi 54''92 pp (precedente 55'14 del 02/08/2014 a Roma), Erika Ferraioli 54''76, Laura Letrari 54''84, Federica Pellegrini 53''59
  
4x100 stile lbero mas
2. Italia 3'12''90
Luca Dotto 48''63, Ivano Vendrame 48''73, Lorenzo Zazzeri 48''55, Alessandro Miressi 46''99
 
4x200 stile libero mista
3. Italia 7'32''37 
Filippo Megli 1'47''48, Alessio Proietti Colonna 1'48''37, Federica Pellegrini 1'56''76, Margherita Panziera 1'59''76
 
4x200 stile libero mas
3. Italia 7'07''58
Alessio Proietti Colonna 1'48''20 pp (precedente 1'48''76 del 01/07/2018 a Roma), Filippo Megli 1'45''44, Matteo Ciampi 1'46''49, Mattia Zuin 1'47''45
 
4x100 mista mixed
3. Italia 3'44''85
Margherita Panziera 1'00''11, Fabio Scozzoli 59''46, Elena Di Liddo 57''68, Alessandro Miressi 47''60
 
4x100 stile libero mixed
4. Italia 3'24''94
Luca Dotto 49''23, Alessandro Miressi 47''38, Giada Galizi 54''69, Federica Pellegrini 53''64
 
4x100 mista fem
4. Italia 3'57''00
Carlotta Zofkova 59"86, Arianna Castiglioni 1'06''50, Elena Di Liddo 57''34, Federica Pellegrini 53''30
 
 
Foto Andrea Staccioli/deepbluemedia.eu
 
Pubblicato in News Nuoto

Ultima giornata di gare allo Stadio del Nuoto di Roma per il campionato italiano Ragazzi con quasi 800 millenials (793 atleti, 473 maschi e 320 femmine ). Ragazzi (dal 2002 al 2005) e Ragazze (2005-2004) protagonisti nella tre giorni romana che proseguirà da domani con i campionati di categoria estivi, juniores cadetti e senior cui parteciperanno oltre 1100 nuotatori (559 maschi, 553 femmine) per un totale di 245 società iscritte con 2716 presenze gara e ben 185 staffette.  La Federazione Italiana Nuoto per implementare l'offerta e la comunicazione dell'evento trasmetterà anche quest'anno in streaming le gare sulla pagina dedicata e il replay della gara nella pagina dei risultati. Dopo i successi nei 50 e 200 stile libero, Mario Nicotra - tesserato UISP Nuoto Scandicci 1982 - porta a quarto il numero di gare vinte arrivando primo anche nei 100 stile libero e nella stessa distanza dorso: quattro titoli con tempi che lo avvicinano a campioni come Izzo, Ceccon e d'Arrigo negli all time di categoria.
Doppiette per Nicole Ricci e Erika Francesca Gaetani. La tesserata del G. Sport Village dopo aver vinto i 100 stile libero si conferma anche nei 50 vincendo col tempo 26"31 davanti a Alice Maggioni (26"70) e Martina Yuki Trionfetti (27"01); la salentina classe 2004 allenata da Giovanni Zippo fa il bis nel dorso: dopo l'oro e record italiano nei 200, oggi si impone nei 100 in 1'02"43, davanti a Chiara Fontana (President Bologna) seconda in 1'03"46 e Giulia Teresa Lasorsa (Rari Nantes Torino) terza in 1'04"41. Nella serie 14 anni dei 100 stile libero Massimo Chiarioni (Hydros Oderzo) ferma il crono a 53"96 a soli 33 centesimi dal record di categoria fatto registrare da Federico Burdisso, sedicenne azzurro bronzo europei nei 200 farfalla a Glasgow, esattamente tre anni fa. Dulcis in fundo, quarto record della manifestazione registrato nella 4x100 mista femminile dalla Geo Sport Village (Martina Germani 1'07"88; Silvia Maoloni 1'13"06; Carlotta Scarpitti 1'03"46, Nicole Ricci 57"17) che migliora di quasi un secondo il precedente primato della Gestisport 4'22"49 registrato a Roma il 27/07/2013. Seguono i podi completi. (nella foto in alto la premiazione degli azzurrini di fondo della Coppa Comen a Patrasso)

PR3 9272

podio femminile camp. a squadre cat. Ragazzi 

PR3 9324

podio maschile camp. a squadre cat. Ragazzi

100 dorso F 
1. Erika Francesca Gaetani (Nuotatori Pugliesi) 1'02"43
2. Chiara Fontana (President Bologna) 1'03"46
3. Giulia Teresa Lasorsa (Rari Nantes Torino) 1'04"41

100 dorso M 14anni
1. Raffaele De Simone (Assonuoto Club Caserta) 59"93
2. Francesco Vitale Veglia (DDS) 1'00"57
3. Nicolò Accadia (Circolo Canottieri Napoli) 1'00"58

100 dorso M
1. Mario Nicotra (UISP Nuoto Scandicci 1982) 57"52
2. Mattia Morello (Robur et Fides - Varese) 57"75
3. Dylan Buonaguro (Soc. Nuoto Gemonese) 57"85

400 stile libero F 
1. Vittoria Nicora (Piave Nuoto San Donà) 4'22"52
2. Denise Scelsi (Sport Project) 4'23"39
3. Jennifer Parolin (Team Veneto) 4'24"11

100 stile libero M 14 anni
1. Massimo Chiarioni (Hydros Oderzo) 53"96
2. Elia Codarini (Nuoto Vincenza Libertas) 54"14
3. Alessandro Petrisor Vlad (Gestisport) 54"60

100 stile libero M 
1. Mario Nicotra (UISP Nuoto Scandicci 1982) 50"78
2. Giovanni Carraro (Riviera Nuoto - Dolo) 51"46 
3. Paolo Conte Bonin (Team Veneto) 51"50 

50 stile libero F 
1. Nicole Ricci (G. Sport Village) 26"31
2. Alice Maggioni (Green Alghero) 26"70
3. Martina Yuki Trionfetti (Pol.Circ.Lavoratori Terni) 27"01

200 misti M 14 anni 
1. Federico Rizzardi (Piave Nuoto San Donà) 2'12"18
2. Jacopo Bugli (FlorentiaNuotoClub) 2'12"50
3. Luca Di Paolo (Rari Nantes Torino) 2'12"65

1500 stile libero M
1. Ivan Giovannoni (Tiro a Volo Nuoto) 15'42"97
2. Davide Arioli (DDS) 15'44"97
3. Giovanni Asciolla (Alba Oriens Casandrino) 15'50"60

4x100 Misti F 
1. Rari Nantes Torino 4'23"43
2. Leosport 4'24"99
3. President Bologna 4'26"41
 
4x100 misti M 
1. Team Veneto 3'54"38
2. C.C.Aniene 3'56"41
3. Sport Management Atl Lombardia 3'56"77
 
 
foto  D.Montano/deepbluemedia.eu
Pubblicato in News Nuoto
Pomeriggio pieno d'azzurro per l'ultimo atto dei 34esimi campionati europei di nuoto. In finale, dalle 16.45, anche Simona Quadarella nei 400 stile libero e la staffetta mista femminile. Già qualificati mercoledì Andrea Vergani nei 50 stile libero, Arianna Castiglioni e Martina Carraro nei 50 rana, Piero Codia nei 100 farfalla e Margherita Panziera nei 200 dorso. Manca una medaglia per eguagliare numericamente l'edizione record di Debrecen 2012, dove l'Italnuoto (3-5-9) conquistò 6 ori, 8 argenti e 4 bronzi.
Con un controllato 4'09"97 Simona Quadarella si qualifica alla finale dei 400 stile libero con il quarto tempo. La 19enne romana, allenata da Christian Minotti, è dietro all'ungherese Ajna Kesely (argento negli 800 e bronzo nei 1500), autrice del primo tempo in 4'08"77; della britannica Holly Hibbott (4'09"41) e della tedesca Sarah Koehler (argento nei 1500 e quarta negli 800), che tocca in 4'09"85. Dentro pure la russa Anna Egorova (bronzo negli 800) col quinto tempo di 4'10"77. "Dopo i successi dei giorni scorsi nuoto più leggera - afferma l'atleta di Fiamme Rosse e CC Aniene, oro negli 800 col record italiano (8'16"35) e nei 1500 con la migliore prestazione in tessuto italiana (15'51"61) - I primi 300 metri li ho coperti abbastanza sciolta, poi ho forzato nelle ultime due vasche. Questa gara rappresenta una scoperta. Sono curiosa di capire dove posso arrivare", conclude la vincitrice ai recenti Giochi del Mediterraneo col primato personale di 4'05"68. Eliminata la campionessa in carica, l'ungherese Boglarka Kapas, decima in 4'14"23, che precede di una posizione Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli), prima delle escluse in 4'13"94.
Nuoterà per confermarsi vice campionessa d'Europa la staffetta mista femminile, che passa col terzo tempo di 4'00"52. Attenzione ai cambi e qualificazione mai discussione per Carlotta Zofkova (1'00"22), Martina Carraro (1'07"92), Ilaria Bianchi (57"79) e Giada Galizi (54"59). In finale sarà confermata solo la dorsista (bronzo col record italiano nella gara individuale in 59"61), che sarà affiancata da Arianna Castiglioni (bronzo nei 100 rana), Elena Di Liddo (bronzo nei 100 farfalla) e Federica Pellegrini (quinta nei 100 stile libero). In corsia quattro partirà la Danimarca bronzo olimpico (3'58"40), in cinque la Gran Bretagna (3'59"98), oro uscente. Sesto tempo di qualificazione in 4'02"14 per la Russia vice campione del mondo. L'Italia ha conquistato quattro argenti nella specialità (nel 1987, 1989, 2012 e 2016); l'ultima volta la staffetta è stata lanciata proprio da Zofkova in prima frazione.
Eliminato il capitano Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno), che lascia il podio dei 400 misti dopo due edizioni coronate con la medaglia di bronzo. Il 32enne livornese - allenato dal tecnico federale Stefano Franceschi - non va oltre il 12esimo posto in 4'19"74. La qualificazione è distante due secondi. Saldamente in testa al ranking delle eliminatorie il vice campione mondiale e campione europeo dal 2014, nonché argento nel 2010 e 2012, l'ungherese David Verraszto in 4'14"18.
Si ferma nelle batterie la staffetta mista maschile, prima delle escluse con un deludente 3'37"24 frutto delle frazioni di Thomas Ceccon (55"17), Alessandro Pinzuti (1'00"15), Matteo Rivolta (52"91) e Luca Dotto (49"01). Per qualificarsi bastava poco: il 3'36"77 della Svezia. La medaglia manca dal successo di Debrecen 2012. 
foto deepbluemedia.eu
  
Seguono i risultati degli azzurri nelle batterie della settima e ultima giornata dei campionati europei, in svolgimento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow.
   
400 misti mas
RI 4'09"88 di Luca Marin del 01/04/2007 a Melbourne
1. David Verraszto (Hun) 4'14"18
12. Federico Turrini 4'19"74 (pp 4'11''55 del 10/04/2013 a Riccione) eliminato 
  
400 stile libero fem
RI 3'59''15 di Federica Pellegrini del 26/07/2009 a Roma
Migliore prestazione in tessuto 4'01''97 di Federica Pellegrini del 24/07/2011 a Shanghai
1. Ajna Kesely (Hun) 4'08"77
4. Simona Quadarella 4'09"97 (pp 4'05''68 del 25/06/2018 a Tarragona) qualificata alla finale
9. Stefania Pirozzi 4'13"94 (pp 4'08''93 del 14/04/2018 a Riccione) eliminata
  
4x100 mista mas
RI 3'32''89 di Mirko Di Tora, Fabio Scozzoli, Matteo Rivolta, Filippo Magnini del 27/05/2012 a Debrecen
1. Russia 3'33"08
9. Italia 3'37"24 eliminata
Thomas Ceccon 55"17 (RIJ 53"85 in finale), Alessandro Pinzuti 1'00"15, Matteo Rivolta 52"91, Luca Dotto 49"01
 
4x100 mista fem
RI 3'58''27 di Margherita Panziera, Arianna Castiglioni, Elena Di Liddo, Erika Ferraioli del 25/06/2018 a Tarragona
1. Danimarca 3'58"40
3. Italia 4'00"52 qualificata alla finale
Carlotta Zofkova 1'00"22 (RI 59"61 in finale), Martina Carraro 1'07"92, Ilaria Bianchi 57"79, Giada Galizi 54"59
 
Finali dalle 16.45
 
50 farfalla fem
nessun'italiana qualificata
   
50 stile libero semi mas
prec. RI 21"64 di Marco Orsi del 20/12/2014 a Riccione
Andrea Vergani (21"37 RI in semifinale; prec. pp 21"70 del 10/04/2018 a Riccione)
 
50 rana fem
prec. RI 30"33 di Arianna Castiglioni del 29/07/2017 a Budapest
Arianna Castiglioni (30"30 RI in batteria) 
Martina Carraro (pp 30''70 in semifinale;  prec. 30"79 del 19/03/2016 a Milano)
  
100 farfalla mas
RI 51"09 di Piero Codia del 28/07/2017 a Budapest
Piero Codia
 
200 dorso fem
RI 2'07''16 di Margherita Panziera del 01/07/2018 a Roma
Margherita Panziera
   
400 misti mas
nessun italiano qualificato
   
400 stile libero fem
RI 3'59''15 di Federica Pellegrini del 26/07/2006
Migliore prestazione in tessuto 4'01''97 di Federica Pellegrini del 24/07/2011 a Shanghai
Simona Quadarella (pp 4'05''68 del 25/06/2018 a Tarragona)
   
4x100 mista mas
staffetta non qualificata
 
4x100 mista fem
Nazionale con Carlotta Zofkova (RI 59"61 in finale), Arianna Castiglioni, Elena Di Liddo, Federica Pellegrini
 
Pubblicato in News Nuoto
Gli argenti di un coraggioso Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero, di un rinato Fabio Scozzoli nei 50 rana e di una sfrontata Ilaria Cusinato che ritocca anche il suo primato italiano nei 200 misti, così come Matteo Restivo per l'esplosivo bronzo nei 200 dorso. Cinque pass per le finali, tra cui spicca quello di Andrea Vergani che diventa l'italiano più veloce di sempre nei 50 stile libero, e sei primati personali che salgono a 39.
Quant'è bella la penultima giornata dei 34esimi campionati europei, in svolgimento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow, per l'Italnuoto che vede impennarsi il medagliere a quota 17 (3-5-9), eguagliando Londra 2016 (5-7-5) e puntando l'edizione record di Debrecen 2012 (6-8-4).
Tutto cuore e coraggio, gli europei di Gregorio Paltrinieri portano anche l'argento negli 800 stile libero in 7'45''12 (3'52''77 ai 400) nonostante i problemi intestinali che lo stanno condizionando dalla vigilia dei 1500 chiusi di bronzo. SuperGreg - argento nel 2012 a Debrecen e campione a Berlino 2014 e Londra 2016, nonché argento a Kazan 2015 e bronzo nella gara vinta dall'assente Gabriele Detti (autore del record europeo per l'oro a Budapest in 7'40"77) - si conferma un campione assoluto, un uomo vero che non cerca alibi e scuse, ma che accetta sempre la sfida. E' preceduto in 7'42''96 solo dall'ucraino Mykhaylo Romanchuk, già oro nei 400 e secondo nei 1500, bronzo continentale negli 800 e nei 1500 a Londra 2016 e vice campione nei 1500 a Budapest 2017 proprio dietro a Paltrinieri.
Terzo in 7'45''60 il campione europeo dei 1500, il tedesco Florian Wellbrock, domenica impegnato nella 25 km in acque libere.
"Sicuramente stavo meglio rispetto ai 1500, anche se dopo pranzo non sono stato molto bene e sono dovuto correre al bagno un paio di volte. Sia negli 800 sia nei 1500 ho nuotato tempo che registro sotto carico, in allenamento, ma purtroppo non ne avevo di più. Dispiace trovarsi in queste condizioni in un evento tanto importante - spiega il 23enne di Carpi, allenato al centro federale di Ostia da Morini e tesserato per Fiamme Oro e Coopernuoto, campione olimpico, bimondiale e trieuropeo dei 1500 - Tutto sommato ne esco con la convinzione di aver dato sempre il massimo. Gli altri sono andati più forte di me, ma con loro ci rivederemo il prossimo anno senza influenza".
Sesto un sempre più maturo Domenico Acerenza - tesserato per CC Napoli, ultimo arrivato al Centro Federale di Ostia e quarto nei 1500 - che tocca con il personale di 7'51''64, togliendo oltre un secondo al 7'52''80 siglato in batteria e che aveva cancellato il 7'53''68 stampato al Sette Colli; il 23enne lucano sale al quinto posto tra i performer italiani. 
 
INDOMITO FABIO. Come lo scotch whisky che invecchiando migliora, s'affina e cresce di qualità. Fabio Scozzoli tira fuori a 30 anni appena compiuti l'ennesimo numero per un argento stratosferico nei 50 rana, dietro solo dell'extraterrestre e idolo di casa sir Adam Peaty - l'uomo che ha portato la rana in un'altra dimensione - che vince in 26''09, unico insieme all'azzurro a rompere il muro dei 27''. Il trentenne emiliano di Lugo -  ventisette medaglie tra mondiali ed europei, tornato sul podio europeo con il bronzo nella staffetta mista mixed dopo sei anni, tesserato per Esercito e Imolanuoto - chiude in 26''79 (26''80 in semifinale - 27''04 in batteria) a sei centesimi dal record italiano che stabilì ad aprile agli assoluti di Riccione. "Sono il primo tra gli umani, si può dire così - racconta scherzando Scozzoli, allenato da Cesare Casella e oro continentale in corta a Copenhagen 2017 con record europeo di 25''62. Sono arrivato qui in una condizione ottimale, ma comunque buona e il tempo lo è sicuramente. Devo dire che è stata la stagione del mio ritorno a certi livelli". 
 
ILARIA DI FERRO. Un risentimento alla spalla in mattinata che avrebbe potuto mettere ko chiunque, ma non lei. Non chiedetele di arrendersi, di fare la comparsa o di non spingere in acqua. E' il carattere, la sfrontatezza e la voglia di vincere fatta a persona. Ilaria Cusinato stupisce ancora una volta e si concede un favoloso bis d'argento con la ciliegina del record italiano. La 19enne di Cittadella - tesserata per Fiamme Oro e Team Veneto e seguita da due anni al centro federale di Ostia da Stefano Morini - nuota in 2'10''25 (frazioni 28''22, 33''23, 37''42, 31''38), polverizzando il 2'10''77 firmato in semifinale che aveva ritoccato il 2'10''92 stabilito al Sette Colli. Ilaria mette i brividi anche alla fuoriclasse magiara Katinka Hosszu - campionessa olimpica, mondiale ed europea in carica - oro in 2'10''17 per la quinta volta consecutiva. "Peccato perchè negli ultimi metri mi è mancata un po' di brillantezza - spiega l'azzurra, diplomata poche settimane fa con 95/100 e prossima a studiare all'università mediazione linguistica; sosterrà il test d'ingresso a settembre e già parla inglese, spagnolo, portoghese e tedesco -  Il dolore alla spalla non ha compromesso nulla, in gara non ho accusato alcun fastidio. Sono strafelice per l'argento nei 200 misti perchè sono la mia gara. Non mi aspettavo di trovarmi davanti alla vice campionessa olimpica e mondiale Siobahn O'Connor (quarta in 2'10''85 e miglior tempo in semifinale in 2'09''80) e di giocarmela addirittura per l'oro. Hosszu resta il mio idolo: lei è fortissima, non molla mai niente;  mi piacerebbe diventare poliedrica come lei che si cimenta in tutte le gare".  Tifosi in festa sugli spalti per il talento veneto: "Ringrazio anche tutto il pubblico sugli spalti che ha fatto il tifo per me: tra compagni e parenti erano tanti".
  
FINALMENTE MATTEO. Il friuliano migrato a Firenze per studiare medicina tira fuori la gara perfetta, che sa di consacrazione internazionale, ed è di bronzo nei 200 dorso. Il 23enne nato di Udine - tesserato per Carabinieri e FlorentiaNuoto Club e allievo di Paolo Palchetti - vola in 1'56''29 e abbassa di ventisei centesimi il record italiano che ha nuotato agli assoluti di Riccione nel 2017. Gara pazzesca con il russo Evgeny Rylov - argento nei 100 dorso - che vince con un poderoso 1'53''36, record europeo che cancella l'1'53''61 stampato a Budapest 2017 per il titolo iridato. "Non è una sorpresa per me e questo lo sa chi mi segue in allenamento - afferma Restivo - Non voglio peccare di presunzione, ma in questi mesi ho lavorato tanto per arrivare a questo risultato. A me dispiace di non essere in grado di mantenere questi livelli tutto l'anno, purtroppo con i carichi di lavoro e l'università spesso non ce la faccio. Immaginarmi di essere qui, con la calottina dell'Italia e sul podio era difficile: ci metterò un po' di tempo a capire cosa ho combinato". Luca Mencarini (Fiamme Oro/CC Aniene) conclude settimo in 1'57''71.

LE ALTRE FINALI. Ritorno in grande stile nella velocità per Federica Pellegrini. La 30enne di Spinea - tesserata per CC Aniene e seguita al Centro Federale di Verona da Matteo Giunta - nuota i 100 stile libero in 54''04 (26''19) per il quinto posto. Sul podio le regine della specialità: oro alla svedese e campionessa in carica Sarah Sjoestroem -  argento mondiale e bronzo olimpico - in 52''93, ed unica a scendere sotto i 53''; argento all'olandese Femke Heemskerk - ventidue volte sul podio tra olimpiadi, mondiali ed europei - in 53''23; bronzo alla francese Charlotte Bonnet - già oro nei 200 e con la 4x200 stile libero - in 53''35. Assente l'olimpionica del 2012 l'olandese Ranomi Kromowidjojo; autoeliminata l'olimpionica dei 50, la danese Pernille Blume in semifinale. "A livello europeo se riuscissi a nuotare sui 53 e mezzo si potrebbero ottenere ottime cose - racconta la vincitrice di tutto - Non mi aspettavo di migliorarmi rispetto alla semifinale (54''28) e sono molto felice. Adesso parlerò con Matteo per modificare dove necessario la preparazione perchè il mio fisico come su certe cose comincia ad adattarsi e non reagisce più come prima".
Ai piedi del podio, dopo l'oro a Berlino e l'argento a Londra, la 4x100 stile libero mixed. Luca Dotto (49''23), il campione europeo dei 100 Alessandro Miressi (47''38), Giada Galizi (54''69) e Federica Pellegrini (53''64) si fermano a 3'24''94 con la Russia terza in 3'24''50. L'oro è della Francia in 3'22''07, con l'Olanda seconda in 3'23''97.

L'ACUTO DI ANDREA. Vola Vergani verso una finale da protagonista. Nuota i 50 stile libero con il secondo tempo che vale il record italiano. Il 21enne milanese - tesserato per Canottieri Vittorino da Feltre e allievo di Gianluca Caspani - si supera in 21''37, demolendo il 21''64 siglato da Marco Orsi il 20 dicembre 2014 a Riccione e abbassando notevolemente il primato personale di 21''70 nuotato agli assoluti di Riccione con ha vinto il titolo. "Giovedì sarà tutto differente - spiega il velocista meneghino, con la solita lucidità - Ci sarà molta più tensione: basta un errore e tutto svanisce nei 50 stile libero. Il tempo era da fare in semifinale ed è venuto. Il mio prossimo obiettivo sarà migliorarlo: certamente non mi aspettavo un 21'' basso già adesso. E' il mio primo campionato europeo: se dovesse arrivare il podio sarei contentissimo, altrimenti avrò altre occasioni". Davanti al talento meneghino c'è solo il britannico Benjamin Proud - bronzo europeo e mondiale e argento europeo nei 50 farfalla - con 21''11. Eliminato Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto) decimo in 22''06.

SEMIFINALI. Profumo di medaglia per Margherita Panziera che accede alla finale dei 200 dorso con il miglior tempo e partirà dalla corsia quattro. La primatista italiana - tesserata per Fiamme Oro e CC Aniene, quinta nei 100 con primato personale (59''71) e terza con la 4x100 mista mixed - firma un 2'07''27 (1'02''62 ai 100), a undici centesimi dal record siglato al Sette Colli. "In finale devo fare la mia gara e sicuramente sarà una bella battaglia - sottolinea la 23enne di Montebelluna, che studia e si allena a Roma con Gianluca Belfiore - Sono contenta perchè le sensazioni sono veramente buone: siamo in quattro-cinque a giocarci il podio". E senza la campionessa europea e vice olimpica e mondiale, l'ungherese Katinka Hosszu, si aprono nuove possibilità per l'azzurra che precede la magiara Katalin Burian, autrice del secondo crono in 2'07''65.
Centra la finale dei 100 farfalla con l'ottavo riscontro cronometrico il primatista italiano Piero Codia (Esercito/CC Aniene). Il 28enne triestino - tesserato per CC Aniene e allenato a Roma da Alessandro D'Alessandro, vice campione europeo in vasca corta, autore della storica doppietta a Copenhagen insieme al vincitore Matteo Rivolta - chiude in 52''02, dopo aver segnato il miglior tempo in batteria (51''59). Il più veloce è Laszlo Cesh - argento olimpico a Rio 2016 e settantuno medaglie tra olimpiadi, mondiali ed europei - in 51''65. Sedicesimo ed eliminato Rivolta (Fiamme Oro) in 53''42.
Azzurre avanti tutta nei 50 rana. Arianna Castiglioni e Martina Carraro arrivano all'epilogo con il quarto e settimo tempo. La 19enne di Busto Arsizio - tesserata per Fiamme Gialle e Team Insubrika, già di bronzo a Glasgow come a Berlino 2014  - tocca in 30''40, dopo aver siglato il record italiano in batteria  in 30''30; la 25enne di Genova - tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91, preparata dal tecnico federale Fabrizio Bastelli - chiude in 30''70, primato personale che toglie nove centesimi al 30''79 registrato a Milano nel 2016. Comanda la russa Yulia Efimova - sempre sul podio iridato nella breve distanza dal 2009 - in 29''66.
Niente da fare nei 50 farfalla per  Elena Di Liddo - tesserata per CC Aniene e bronzo nella doppia distanza -  ed Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra), eliminate rispettivamente con il decimo tempo in 26''36 e il dodicesimo in 26''42 malgrado il primato personale eguagliato.
 
Foto Andrea Staccioli/deepbluemedia.eu
 
Semifinali e finali
 
800 stile libero mas
RI-RE 7'40''77 di Gabriele Detti del 26/07/2017 a Budapest
1. Mykhaylo Romanchuk (Ukr) 7'42''96
2. Gregorio Paltrinieri 7'45''16 (pp 7'40"81 del 05/08/2015 a Kazan) 
6. Domenico Acerenza 7'51''64 pp (precedente 7'52''80 in batteria)
 
100 stile libero fem
RI 53''18 di Federica Pellegrini del 25/06/2016 a Roma
1. Sarah Sjoestroem (Swe) 52''93
5. Federica Pellegrini 54''04
 
50 rana mas
RI 26''73 di Fabio Scozzoli del 14/04/2018 a Riccione
1. Adam Peaty (Gbr) 26''09
2. Fabio Scozzoli 26''79
 
200 dorso semi fem
RI 2'07''16 di Margherita Panziera del 01/07/2018 a Roma
1. Margherita Panziera 2'07''27 qual. in finale
 
50 stile libero semi mas
RI 21''64 di Marco Orsi del 20/12/2014 a Riccione
1. Benjamin Proud (Gbr) 21''11
2. Andrea Vergani 21''37 RI (precedente RI 21''64 di Marco Orsi del 20/12/2014 a Riccione) qual. in finale
10. Luca Dotto 22''06 (pp 21''84 del 11/08/2016 a Rio de Janeiro) eliminato
 
50 farfalla semi fem
RI 25''78 di Silvia Di Pietro del 19/08/2014 a Berlino
1. Sarah Sjoestroem (Swe) 25''51
10. Elena Di Liddo 26''36 (pp 26''13 del 29/06/2018 a Roma) eliminata
12. Ilaria Bianchi 26''43 =pp (pp 26''43 del 29/07/2013 a Barcellona) eliminata
 
100 farfalla semi mas
RI 51''09 di Piero Codia del 28/07/2017 a Budapest
1. Laszlo Cseh (Hun) 51''65
8. Piero Codia 52''02 qual. in finale
16. Matteo Rivolta 53''42 (pp 51''54 del 20/04/2016 a Riccione) eliminato
 
50 rana semi fem
RI 30"33 di Arianna Castiglioni in batteria
prec. RI 30''33 di Arianna Castiglioni del 29/07/2017 a Budapest
1. Yulia Efimova 29''66
4. Arianna Castiglioni 30''40 qual. in finale
7. Martina Carraro 30''70 pp (precedente 30''79 del 19/03/2016 a Milano) qual. in finale
 
200 dorso mas
1. Evgeny Rylov (Rus) 1'53''36 ER-CR
3. Matteo Restivo 1'56''29 RI (1'56''55 di Matteo Restivo del 06/04/2017 a Riccione)
7. Luca Mencarini 1'57''71 (pp 1'57''45 del 16/04/2015 a Riccione)
  
200 misti fem
1. Katinka Hosszu (Hun) 2'10''17
2. Ilaria Cusinato 2'10''25 RI (precedente 2'10''77 in semifinale)
 
4x100 stile libero mixed
RI 3'24''55 di Filippo Magnini, Luca Dotto, Erika Ferraoili e Federica Pellegrini del 20/05/2016 a Londra
1. Francia 3'22''07 CR
4. Italia 3'24''94
Luca Dotto 49''23, Alessandro Miressi 47''38, Giada Galizi 54''69, Federica Pellegrini 53''64
 
 
RIEPILOGO MEDAGLIE, PRIMATI PERSONALI E PRESENZE IN FINALE
 
MEDAGLIERE ITALIA (3-5-9)
 
ORO (3)
 
800 stile libero fem
Simona Quadarella in 8'16''35 RI
 
100 stile libero mas
Alessandro Miressi in 48''01
 
1500 stile libero fem
Simona Quadarella 15'51''61 migliore prestazione italiana in tessuto
 
ARGENTI (5)
  
400 misti fem
Ilaria Cusinato in 4'35''05
 
4x100 stile libero mas
Italia 3'12''90
con Luca Dotto 48''63, Ivano Vendrame 48''73, Lorenzo Zazzeri 48''55, Alessandro Miressi 46''99
 
800 stile libero mas
Gregorio Paltrinieri 7'45''12
 
50 rana mas
Fabio Scozzoli 26''79
 
200 misti fem
Ilaria Cusinato 2'10''25 RI
 
BRONZO (9)
 
100 farfalla fem
Elena Di Liddo 57''58
 
1500 stile libero mas
Gregorio Paltrinieri 14'42''85
 
100 rana fem
Arianna Castiglioni 1'06''54
 
200 farfalla mas
Federico Burdisso 1'55''97
 
4x200 stile libero mas 
Italia 7'07''58
con Alessio Proietti Colonna 1'48''20, Filippo Megli 1'45''44, Matteo Ciampi 1'46''49, Mattia Zuin 1'47''45
 
200 rana mas
Luca Pizzini 2'08''54
 
4x100 mista mixed
Italia 3'44''85 RI 
con Margherita Panziera 1'00''11, Fabio Scozzoli 59''46, Elena Di Liddo 57''68, Alessandro Miressi 47''60
 
100 dorso fem
Carotta Zofkova 59''61
 
200 dorso mas
Matteo Restivo 1'56''29 RI
 
RECORD ITALIANI (11)
  
800 stile libero fem
Simona Quadarella 8'16''35 in finale 
  
50 dorso fem
Silvia Scalia 27''96 in semifinale
Carlotta Zofkova 27''94 in semifinale
  
4x200 stile libero mista
Italia 7'32''37 
con Filippo Megli 1'47''48, Alessio Proietti Colonna 1'48''37, Federica Pellegrini 1'56''76, Margherita Panziera 1'59''76
  
4x100 mista mixed
Italia 3'44''85 
con Margherita Panziera 1'00''11, Fabio Scozzoli 59''46, Elena Di Liddo 57''68, Alessandro Miressi 47''60
 
100 dorso fem
Carlotta Zofkova 59''61 in finale
 
200 misti fem
Ilaria Cusinato 2'10''77 in semifinale
Ilaria Cusinato 2'10''25 in finale
 
50 rana fem
Arianna Castiglioni 30''30 in batteria
 
50 stile libero mas
Andrea Vergani 21''37 in semifinale
 
200 dorso mas
Matteo Restivo 1'56''29 in finale
  
 
RECORD ITALIANO CADETTI (1)
  
100 stile libero mas
Alessandro Miressi 48''01 in finale
 
 
RECORD ITALIANI JUNIORES (2)
 
200 farfalla mas
Federico Burdisso 1'55''97 in finale
  
  
100 dorso mas
Thomas Ceccon 53''85 in finale 
 
MIGLIORI PRESTAZIONI IN TESSUTO (2)
 
200 rana mas
Luca Pizzini 2'08''52 in semifinale
 
1500 stile libero fem
Simona Quadarella 15'51''61 in finale
 
PRIMATI PERSONALI (39) 
  
50 sl fem
Lucrezia Raco 25"25 (spareggio)
 
100 rana mas
Luca Pizzini 1'01"52 in batteria
Alessandro Pinzuti 1'00"63 in batteria
Alessandro Pinzuti 1'00''28 in semifinale 
 
100 stile libero fem
Giada Galizi 54''92 in finale nella prima frazione della 4x100 stile libero 
 
50 dorso mas
Simone Sabbioni 24''99 =pp in semifinale
Thomas Ceccon 25''50 =pp in semifinale
 
800 stile libero
Simona Quadarella 8'16''35 in finale
 
100 stile libero mas
Alessandro Miressi 48''11 in semifinale
Alessandro Miressi 48''01 in finale
 
100 rana fem
Arianna Castiglioni 1'06''91 =pp in semifinale
Arianna Castiglioni 1'06''54 in finale
 
50 dorso fem
Silvia Scalia 27''96 in semifinale
Carlotta Zofkova 27''94 in semifinale
 
1500 stile libero mas
Domenico Acerenza 14'51''88 in finale
 
200 rana mas
Luca Pizzini 2'08''52 in semifinale
 
200 farfalla mas
Federico Burdisso 1'55''97 in finale
 
200 stile libero mas
Alessio Proietti Colonna 1'48''20 in finale nella prima frazione della 4x200 stile libero
Filippo Megli 1'46''70 =pp in semifinale
Filippo Megli 1'46''60 in finale
 
100 dorso fem
Carlotta Zofkova 1'00''07 in batteria
Carlotta Zofkova 59''88 in semifinale
Carlotta Zofkova 59''61 in finale
Margherita Panziera 59''71 in finale
 
50 farfalla mas
Andrea Vergani 23''61 in batteria
Andrea Vergani 23''37 in semifinale
 
100 dorso mas
Thomas Ceccon 53''85 in finale
 
50 rana mas
Alessandro Pinzuti 27''17 in batteria
 
800 stile libero mas
Domenico Acerenza 7'52''80 in batteria
Domenico Acerenza 7'51''64 in finale
 
1500 stile libero fem
Simona Quadarella 15'51''61 in finale
 
200 misti fem
Ilaria Cusinato 2'10''77 in semifinale
Ilaria Cusinato 2'10''25 in finale 
 
50 stile libero mas
Alessandro Miressi 22''34 in batteria
 
50 rana fem
Arianna Castiglioni 30''30 in batteria
Martina Carraro 30''70 in semifinale
 
50 stile libero mas
Andrea Vergani 21''37 in semifinale 
 
200 dorso mas
Matteo Restivo 1'56''29 in finale
 
50 farfalla fem
Ilaria Bianchi 26''43 =pp in semifinale
  
PRESENZE INDIVIDUALI IN FINALE (31)
 
400 misti fem
2. Ilaria Cusinato 4'35''05
7. Carlotta Toni 4'40''18
 
800 stile libero fem
1. Simona Quadarella 8'16''35
 
100 rana mas
5. Fabio Scozzoli 59''51
 
100 farfalla fem
3. Elena Di Liddo 57''58
4. Ilaria Bianchi 57''62
 
1500 stile libero mas
3. Gregorio Paltrinieri 14'42''85
4. Domenica Acerenza 14'51''88
 
100 stile libero mas
1. Alessandro Miressi 48''01
5. Luca Dotto 48''45
 
100 rana fem
3. Arianna Castiglioni 1'06''54
7. Martina Carraro 1'07''59
 
50 dorso fem
6. Carlotta Zofkova 28''31
 
200 farfalla mas
3. Federico Burdisso 1'55''97

200 farfalla fem
7. Ilaria Cusinato 2'08''91
8. Alessia Polieri 2'09''25
 
100 dorso mas
5. Simone Sabbioni 53''85
5. Thomas Ceccon 53''85 
 
200 rana mas
3. Luca Pizzini 2'08''54
 
1500 stile libero fem
1. Simona Quadarella 15'51''61
 
50 farfalla mas
8. Andrea Vergani 23''49
 
100 dorso fem
3. Carlotta Zofkova 59''61
5. Margherita Panziera 59''71
 
200 stile libero mas
5. Filippo Megli 1'46''60
 
800 stile libero mas
2. Gregorio Paltrinieri 7'45''12
6. Domenico Acerenza 7'51''64
 
100 stile libero fem
5. Federica Pellegrini 54''04
 
50 rana mas
2. Fabio Scozzoli 26''79
 
200 dorso mas
3. Matteo Restivo 1'56''29 RI
7. Luca Mencarini 1'57''71
 
200 misti fem
2. Ilaria Cusinato 2'10''25 RI
 
STAFFETTE IN FINALE (6)
 
4x100 stile libero fem
5. Italia 3'38''11
Giada Galizi 54''92 pp (precedente 55'14 del 02/08/2014 a Roma), Erika Ferraioli 54''76, Laura Letrari 54''84, Federica Pellegrini 53''59
  
4x100 stile lbero mas
2. Italia 3'12''90
Luca Dotto 48''63, Ivano Vendrame 48''73, Lorenzo Zazzeri 48''55, Alessandro Miressi 46''99
 
4x200 stile libero mista
3. Italia 7'32''37 
Filippo Megli 1'47''48, Alessio Proietti Colonna 1'48''37, Federica Pellegrini 1'56''76, Margherita Panziera 1'59''76
 
4x200 stile libero mas
3. Italia 7'07''58
Alessio Proietti Colonna 1'48''20 pp (precedente 1'48''76 del 01/07/2018 a Roma), Filippo Megli 1'45''44, Matteo Ciampi 1'46''49, Mattia Zuin 1'47''45
 
4x100 mista mixed
3. Italia 3'44''85
Margherita Panziera 1'00''11, Fabio Scozzoli 59''46, Elena Di Liddo 57''68, Alessandro Miressi 47''60
 
4x100 stile libero mixed
4. Italia 3'24''94
Luca Dotto 49''23, Alessandro Miressi 47''38, Giada Galizi 54''69, Federica Pellegrini 53''64
Pubblicato in News Nuoto

Seconda giornata di gare allo Stadio del Nuoto di Roma per il campionato italiano Ragazzi con circa 800 millenials (793 atelti, 473 maschi e 320 femmine). Ragazzi (dal 2002 al 2005) e Ragazze (2005-2004) protagonisti nella tre giorni romana aprono la settimana dei campionati di categoria estivi in attesa dei "grandi", juniores cadetti e senior che chiuderanno la kermesse dal 10 al 13 agosto. La Federazione Italiana Nuoto per implementare l'offerta e la comunicazione dell'evento trasmetterà anche quest'anno in streaming le gare sulla pagina dedicata e il replay della gara nella pagina dei risultati. In totale 276 società iscritte con 1940 presenze gara e ben 101 staffette. Di rilievo le prestazioni nei 400 stile libero maschi con quattro atleti sotto i quattro minuti: Luca Alessandrini - tesserato C.C.Aniene e bronzo già nei 200 stile libero - che vince in 3'56"45, davanti a Alessio Gianni (Team Nuoto Toscana Empoli) seocndo in 3'56"71 e Giovanni Caserta (Gruppo Atletico Sportivo) terzo in 3'57"42. Doppietta invece per Mario Nicotra (UISP Nuoto Scandicci) che dopi i 200 stile libero, dove ha fatto tremare il record di Mitchell D'Arrigo, si impone nei 50 stile libero in 23"43. Nella categoria 14 anni, sprinta sempre nello stile libero Luigi Pontillo (Villa delle Giade) che dopo i 200 vince i 400 in 4'08"80 davanti a Jacopo Lanzo (Babel) 4'09"76, e Matteo Cantoni (Gonzaga Sport Club) 4'14"51. Dopo il bronzo nei 100 rana, si conferma nei 200 rana 14 anni Pietro Fanfoni (Canottieri Bissolati) che regola la concorrenza in 2'28"09. In chiusura il terzo record di categoria della manifestazione e il primo di giornata: la staffetta 4x200 stile libero della Leosport stabilisce il record italiano in 8'33"07. Le quattro staffettiste Santuliana (2'08"90), Scartozzoni (2'07"67), Garzetta (2'11"44), Sartori (2'05"06) limano il precedente fatto a Roma precisamente tre anni fa che apparteneva al Team Veneto in 8'34"23. Al maschile vince la staffetta 4x200 stile libero il C.C.Aniene (Infusi, Fantossi, Dentale, Alessandrini) che chiude in  7'43"61. Seguono i podi completi della seconda giornata:

800 stile libero F
1. Teresa Malpiero (Sport Village -Pesaro) 8'58"84
2. Alessia Ossoli (G.A.M. Team Brescia) 9'03"42
3. Alessia Cittadini (G.A.M. Team Brescia) 9'03"95
 
400 stile libero M 14 anni
1. Luigi Pontillo (Villa delle Giade) 4'08"80
2. Jacopo Lanzo (Babel) 4'09"76
3. Matteo Cantoni (Gonzaga Sport Club) 4'14"51
 
400 stile libero M
1. Luca Alessandrini (C.C.Aniene) 3'56"45
2. Alessio Gianni (Team Nuoto Toscana Empoli) 3'56"71
3. Giovanni Caserta (Gruppo Atletico Sportivo) 3'57"42
 
200 rana F
1. Bartoloni Sofia (Fiamme Gialle) 2'32"68
2. Piscopiello Maria Letizi (Nuotatori Pugliesi) 2'34"41
3. Branca Elisa (Acqua 1 Village) 2'37"29
 
200 rana M 14 anni
1. Pietro Fanfoni (Canottieri Bissolati) 2'28"09
2. Mattia Rosatelli (Aquarea Water Project) 2'28"48
3. Di Paolo (Rari Nantes Torino) 2'28"54
 
200 rana M
1. Filippo Coacci (Vis Sauro Nuoto Team) 2'21"41
2. Edoardo Bressan (Sporting Club Verona) 2'21"55
3.  Luca De Tullio (Sport Project) 2'22"13
200 farfalla F
1. Lisa Maria Iotcu (Delphinia Team Piceno) 2'19"48
2. Chiara Fontana (President Bologna) 2'19"52
3. Eleonora Rossetti (San Paolo Ostiense Nuoto) 2'19"96
200 farfalla M 14 anni
1. Francesco Fiore (DDS) 2'08"55
2. Ludovico Sassi (Aquarius Piscina Canosa) 2'11"23
3. Riccardo Andre Laquidara (Nuoto Milazzo) 2'11"55
200 farfalla M
1. Gianfranco Perna (Sun Club) 2'01"94
2. Lorenzo Cavedini (Icos Sporting Club) 2'03"82
3. Luca Bruno (Aquatica Torino) 2'04"41
 
100 stile libero F
1. Nicole Ricci (G. Sport Village) 57"31
2. Gaia Pesenti (Team Trezzo Sport) 57"95
3. Rachele Bonora (Montebelluna Nuoto) 58"57
50 stile libero M 14 anni
1. Alessandro Vlad (Gestisport) 24.77
2. Massimo Chiaroni (Hydros Oderzo) 24.83
3. Polimeno Cristian (Villa delle Giade) 24.91
 
50 stile libero M 
1. Mario Nicotra (UISP Nuoto Scandicci) 23"43
2. Simone Gazzotti (De Akker Team) 23"65
3. Zannoni Riccardo (Team Veneto) 23.71
 
4x200 stile libero F
1. Leosport 8'33"07 R.I.
Santuliana 2'08"90, Scartozzoni 2'07"67, Garzetta 2'11"44, Sartori 2'05"06 
prec. 8/8/2015 a Roma del Team Veneto 8'34"23
2. G.A.M. Team Brescia 8'37.55
Colombo, Ossoli, Cittadini, Lamberti
3. President Bologna 8'40"56
Cocconcelli, Zambelli, Ongaro, Fontana
 
4x200 stile libero M 
1. C.C.Aniene 
Infusi, Fantossi, Dentale, Alessandrini 7'43"61
2. Team Toscana Empoli 
Gianni, Cortini, Saccardi, Daini 7'48"54
3. Gestisport 
Ogliari, Merlini, Tortorelli, Pardiello 7'50"06
 
 
foto  D.Montano/deepbluemedia.eu
Pubblicato in News Nuoto
Italia in zona medaglia nelle batterie della sesta giornata dei campionati europei, in svolgimento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow.
Le eliminatorie si aprono con il pass di Margherita Panziera, autrice del quarto tempo nei 200 dorso in 2'10"32. "Non ho spinto molto - racconta la 22enne trevigiana di Montebelluna, che nuota e studia a Roma, quinta nei 100 dorso col primato personale di 59"71 e medaglia di bronzo con la 4x100 mista mixed - L'importante era passare il turno senza fatica, senza considerare il piazzamento. Nel pomeriggio spingerò di più per qualificarmi alla finale e valutare meglio la situazione", conclude l'atleta di Fiamme Oro e CC Aniene, allenata da Gianluca Belfiore, che già l'inverno scorso ha conquistato il bronzo a Copenhagen agli europei di vasca corta ed arriva dalla recente doppietta ai Giochi del Mediterraneo. Senza la campionessa europea e vice olimpica e mondiale, l'ungherese Katinka Hosszu, si aprono nuove possibilità. Avanti anche l'argento europeo, l'ucraina Daryna Zevina. Eliminata Carlotta Toni (Esercito / RN Florentia), 20esima in 2'16"53. Miglior tempo della russa Daria Ustinova in 2'08"89, unica atleta sotto il 2'10.
Tanta concorrenza e profusioni di onde nella sfida interna tra i velocisti azzurri. Il migliore delle batterie risulta Andrea Vergani col terzo tempo dei 50 stile libero di 21"72, a due centesimi dal primato personale con cui ha vinto il titolo italiano l'aprile scorso. Il 21enne milanese nuota sullo specialista russo Vladimir Morozov e lo brucia per sette centresimi. Migliori di lui il greco Kristian Gkolomeev e il britannico Benjamin Proud (bronzo europeo e mondiale e argento europeo nei 50 farfalla), in ex aequo sul 21"68. Sesto tempo  in 21"95 per Andriiy Govorov, argento in carica e campione europeo dei 50 farfalla, diventato primatista mondiale al sette Colli. "L'obiettivo è la finale - racconta l'atleta della Canottieri Vittorino da Feltre, allenato da Gianluca Caspani e già ottavo nei 50 farfalla ritoccando due volte il personale fino al 23"37 - Ho lavorato bene durante la stagione. Sono nel pieno della condizione e sto migliorando gara dopo gara". Passa il turno anche un rigenerato Luca Dotto (Carabinieri / Larus Nuoto), argento con la 4x100 stile libero e quinto nei 100 malgrado dei problemi intestinali che ne avevano frenato il rendimento nei primi giorni della rassegna. Finalista uscente, l'azzurro segna l'ottavo tempo in 22"15 eliminando il campione europeo dei 100 Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino), che in 22"34 abbassa il personale di un centesimo ("Non mi aspettavo di più, mi sono scaldato per la staffetta") e Lorenzo Zazzeri (Esercito / FiorentinaNuotoClub), 16esimo in 22"47.
Splendido Piero Codia (Esercito / CC Aniene), che passa alle semifinali dei 100 farfalla col miglior tempo di 51"59, a mezzo secondo dal suo record italiano. "Ho controllato il passagio e poi forzato un po' perché eravamo in tre - racconta il 28enne triestino allenato a Roma da Alessandro D'Alessandro - Sono molto contento per la prestazione e le sensazioni. Nel pomeriggio proverò a migliorare il tempo", conclude il vice campione europeo in vasca corta, autore della storica doppietta a Copenhagen insieme al vincitore Matteo Rivolta (Fiamme Oro), che passa col 13esimo tempo di 52"69. Eliminato il 16enne Federico Burdisso (Tiro a Volo), sorprendente bronzo nei 200 e questa volta non oltre il 19esimo posto in 52"90.
Addirittura da record Arianna Castiglioni, che firma la seconda prestazione nei 50 rana in 30"30 sottraendo 3 centesimi al precedente che aveva stabilito ai mondiali di Budapest il 29 luglio 2017. Una gara eccellente che proietta l'atleta di Fiamme Gialle e Team Insubrika alle spalle della 26enne discussa campionessa russa Yuliya Efimova, sul 30"20, e sempre sul podio iridato nella breve distanza dal 2009. "Nei 50 non puoi controllare troppo - sottolinea l'azzurra che compirà 21 anni a ferragosto e che già ha conquistato il bronzo nei 100 come a Berlino 2014 - Ho cercato di non accorciarmi mai, di non sovrapporre gambata a bracciata. Spero di aver imparato la lezione dei mondiali, quando al record italiano non ho dato seguito perché ho forzato troppo e mi sono scomposta".  Dentro anche Martina Carraro (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) con l'ottavo tempo di 30"87. Qualificate anche il bronzo uscente, la finlandese Jenna Laukkanen, e la lituana Ruta Meylutite, argento ai mondiali di Barcellona 2013 e oro a Berlino 2014 nel biennio in cui ha dominato nella distanza olimpica.
A braccetto in semifinale anche le delfiniste Elena Di Liddo (CC Aniene) e Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) che avvicinano i rispettivi personali. La 25enne barese di Bisceglie - bronzo nei 100 - nuota il settimo tempo in 26"28 (pp 26"13); la 28enne bolognese di Castel San Pietro Terme - quarta nei 100 dopo due bronzi consecutivi - il decimo in 26"47 (pp 26"43). Il miglior tempo è della campionessa mondiale ed europea, la svedese Sarah Sjoestroem in 25"11.
 
STAFFETTA 4X100 STILE LIBERO MIXED IN FINALE. Quarto posto comodo comodo senza rischiare nulla. in finale la 4x100 stile libero mixed sul podio da due edizioni: oro a Berlino e argento a Londra. Lorenzo Zazzeri in 50"09, Alessandro Miressi in 48"24, Giada Galizi /Fiamme Oro / Unicusano Aurelia Nuoto) in 54"70 ed Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene) in 54"92 firmano un 3'27"95 che li pone alle spalle di Russia (3'27"15), dei campioni in carica e vice mondiali dell'Olanda (3'27"19) e dei vice europei della Francia (3'27"40). In finale subentreranno Luca Dotto a Zazzeri e Federica Pellegrini a Ferraioli per conservare il podio.
  
Seguono i risultati degli azzurri nelle batterie della sesta giornata dei campionati europei, in svolgimento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow.
 
200 dorso fem
RI 2'07''16 di Margherita Panziera del 01/07/2018 a Roma
1. Daria Ustinova 2'08"89
4. Margherita Panziera 2'10"32 qualificata alle semifinali
20. Carlotta Toni 2'16"53 (pp 2'11''10 del 14/04/2018 a Riccione) eliminata
 
50 stile libero mas
RI 21''64 di Marco Orsi del 20/12/2014 a Riccione
1. Kristian Gkolomeev (Gre) e Benjamin Proud (Gbr) 21"68
3. Andrea Vergani 21"72 (pp 21''70 del 10/04/2018 a Riccione) qualificato alle semifinali
8. Luca Dotto 22"15 (pp 21''84 del 11/08/2016 a Rio de Janeiro) qualificato alle semifinali
12. Alessandro Miressi 22"34 pp (prec. pp 22''35 del 08/08/2016 a Roma) eliminato
16. Lorenzo Zazzeri 22"47 (pp 22''07 del 25/08/2017 a Taipei) eliminato
 
50 farfalla fem
RI 25''78 di Silvia Di Pietro del 19/08/2014 a Berlino
1. Sarah Sjoestroem (Swe) 25"11
7. Elena Di Liddo 26"28 (pp 26''13 del 29/06/2018 a Roma) qualificata alle semifinali
10. Ilaria Bianchi 26"47 (pp 26''43 del 29/07/2013 a Barcellona) qualificata alle semifinali
 
100 farfalla mas
RI 51''09 di Piero Codia del 28/07/2017 a Budapest
1. Piero Codia 51"59 qualificato alle semifinali
13. Matteo Rivolta 52"69 (pp 51''54 del 20/04/2016 a Riccione) qualificato alle semifinali
19. Federico Burdisso 52"90 (pp 51''73 del 29/06/2018 a Roma) eliminato
 
50 rana fem
prec. RI 30''33 di Arianna Castiglioni del 29/07/2017 a Budapest
1. Yuliya Efimova (Rus) 30"20
2. Arianna Castiglioni 30"30 RI qualificata alle semifinali
8. Martina Carraro 30"87 (pp 30''79 del 19/03/2016 a Milano) qualificata alle semifinali
 
4x100 stile libero mixed
RI 3'24''55 di Filippo Magnini, Luca Dotto, Erika Ferraoili e Federica Pellegrini del 20/05/2016 a Londra
1. Russia 3'27"15
4. Italia 3'27"95 qualificata alla finale
Lorenzo Zazzeri 50"09, Alessandro Miressi 48"24, Giada Galizi 54"70, Erika Ferraioli 54"92
 
foto deepbluemedia.eu
 
Semifinali e finali dalle 16.30
 
800 stile libero mas / Finale
RI-RE 7'40''77 di Gabriele Detti del 26/07/2017 a Budapest
Gregorio Paltrinieri (pp 7'40"81 del 05/08/2015 a Kazan)
Domenico Acerenza (pp 7'52"80 in batteria; prec. pp 7'53"68 del 30/06/2018 a Tarragona) 
 
100 stile libero fem / Finale
RI 53''18 di Federica Pellegrini del 25/06/2016 a Roma
Federica Pellegrini
 
50 rana mas / Finale
RI 26''73 di Fabio Scozzoli del 14/04/2018 a Riccione
Fabio Scozzoli 
 
200 dorso semi fem
RI 2'07''16 di Margherita Panziera del 01/07/2018 a Roma
Margherita Panziera
 
50 stile libero semi mas
RI 21''64 di Marco Orsi del 20/12/2014 a Riccione
Andrea Vergani (pp 21''70 del 10/04/2018 a Riccione) 
Luca Dotto (pp 21''84 del 11/08/2016 a Rio de Janeiro)
 
50 farfalla semi fem
RI 25''78 di Silvia Di Pietro del 19/08/2014 a Berlino
Elena Di Liddo (pp 26''13 del 29/06/2018 a Roma) 
Ilaria Bianchi (pp 26''43 del 29/07/2013 a Barcellona)
 
100 farfalla semi mas
RI 51''09 di Piero Codia del 28/07/2017 a Budapest
Piero Codia
Matteo Rivolta (pp 51''54 del 20/04/2016 a Riccione) 
 
50 rana semi fem
RI 30"33 di Arianna Castiglioni in batteria
prec. RI 30''33 di Arianna Castiglioni del 29/07/2017 a Budapest
Arianna Castiglioni
Martina Carraro (pp 30''79 del 19/03/2016 a Milano) 
 
200 dorso mas / Finale
RI 1'56''55 di Matteo Restivo del 06/04/2017 a Riccione
Matteo Restivo
Luca Mencarini (pp 1'57''45 del 16/04/2015 a Riccione)
  
200 misti fem / Finale
RI 2'10"77 di Ilaria Cusinato in semifinale
prec. RI 2'10''98 di Ilaria Cusinato del 01/07/2018 a Roma
Ilaria Cusinato
 
4x100 stile libero mixed
RI 3'24''55 di Filippo Magnini, Luca Dotto, Erika Ferraoili e Federica Pellegrini del 20/05/2016 a Londra
Italia con Luca Dotto, Alessandro Miressi, Giada Galizi, Federica Pellegrini
Pubblicato in News Nuoto
Pagina 1 di 3

Ultimi 4 articoli NUOTO