Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Eventi Nuoto

01
Mar
2019
2ª tappa Grand Prix d'Inverno: VIII Trofeo Città di Milano - (vasca 50m)





15
Mar
2019
Criteria Nazionali Giovanili - (vasca 25m)





02
Apr
2019
Campionato Italiano Assoluto - (vasca 50m)





07
Apr
2019
Campionato Nazionale a Squadre - "Coppa Caduti di Brema" (finali) - (vasca 25m)





Articoli filtrati per data: Novembre 2018 - FIN - Federazione Italiana Nuoto
Venerdì, 09 Novembre 2018

Nico Sapio. Sorprende Musso, ok Ciampi

Prima giornata di gare del trofeo Nico Sapio in vasca da 25 metri che apre la stagione invernale del nuoto azzurro ed è valido come prova di qualificazione ai Mondiali di Hangzhou (11-16 dicembre). Alla piscina Sciorba di Genova spettacolo e spunti non mancano mai.
Subito show in apertura di programma con la padrona di casa Erica Musso che vola nei 400 stile libero in 4'00''44, sconfiggendo l'oro europeo di Glasgow 2018 Simona Quadarella - tesserata per Fiamme Rosse e CC Aniene e seguita dall'allenatore dell'anno Christian Minotti - seconda in 4'02''86. La 24enne di Genova - tesserata per Fiamme Oro - nuota il primato personale (precedente 4'01''39), scende sotto il tempo limite per i mondiali di Hangzhou (4'02''50) e si conferma al terzo posto tra le performer italiane. "Sono tornata su livelli importanti - spiega Musso, allenata da Maurizio Divano - Ho avuto difficoltà ma adesso è tutto passato e sono felice di aver strappato la qualificazione ai campionati del mondo. Dedico la vittoria a mio fratello che ha fatto un gran tifo dalla tribuna".
Nei 50 dorso si impone il primatista italiano Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9) in 23''99, davanti al figlio d'arte Michele Lamberti (G.A.M Team) con il personale in 24''66 (prec. 25''00). A seguire i 50 farfalla che celebrano il ritorno di Silvia Di Pietro. La 25enne di Roma - argento ai mondiali di Windsor 2016 nei 50 stile libero - è terza in 26''46, ancora lontana dal "suo" record italiano di 25''22; gara vinta dalla statunitense Kelsi Dahlia Worrell - tredici medaglie tra Olimpiadi e Mondiali - con il record della manifestazione in 25''07. "Sono contenta di essere rientrata alle gare - spiega Di Pietro, tesserata per Carabinieri e CC Aniene e allenata da Mirko Nozzolillo - ma la forma non è ovviamente delle migliori. E' un punto di partenza importante per me, dopo un lungo periodo sfortunato e difficile".
Si impone d'autorità nei 200 stile libero il pontino ma di casa in toscana Matteo Ciampi. Il 22enne di Latina - tesserato per Esercito e Nuoto Livorno, seguito dal tecnico federale Stefano Franceschi e bronzo continentale in Scozia con la 4x200 stile libero - tocca con il personale in 1'44''20 (record della manifestazione), togliendo oltre un secondo all'1'45''34 siglato agli assoluti di Riccione del 2017 e proiettandosi all'undicesimo posto tra i performer italiani.
Attesa per Federica Pellegrini che torna in acqua e, come sempre, da protagonista nei 100 stile libero. La vincitrice di tutto, nonchè primatista italiana, è seconda in 52''70 che vale la settima prestazione personale di sempre; davanti a tutte ancora la statunitense Dahlia Worrell in 52''56 per un bis d'autore nel giro di pochi minuti. "Sono decisamente soddisfatta - spiega la 30enne di Spinea, seguita al centro federale di Verona dal tecnico federale Matteo Giunta - Domani rientro nei 200 stile libero che ovviamente portano dolci e bellissimi ricordi in me. La condizione non è ancora ottimale ma è normale in questo periodo dell'anno".
Nei 50 rana la sorpresa la griffa Sara Morotti che batte per un centesimo Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91). La 19enne bergamasca - tesserata per In Sport e preparata da Renzo Bonita- scende per la prima volta in carriera sotto i 31'' e chiude in 30''53 e scala dall'undicesimo al quarto posto tra le performer italiane.
Aspettative alte per il duello nei 100 rana tra Fabio Scozzoli e l'altro atteso rientrante Nicolò Martinenghi. Vince Il trentenne emiliano di Lugo -  ventisette medaglie tra mondiali ed europei, tesserato per Esercito e Imolanuoto e seguito da Cesare Casella - con il record del meeting in 57''17 (precedente 57''29); l'enfant prodige di Varese - tesserato per Fiamme Oro ed Nc Brebbia, allievo di Marco Pedoja e campione del mondo ed europeo junior a Indianapolis e Netanya 2017 - trasmette ottime sensazioni, toccando in 57''33 a sei centesimi dal limite personale.
Bene nei 100 misti la giovane Costanza Cocconcelli. La 16enne di Bologna - tesserata per NC Azzurra 91 e preparata da Riccardo Lanozzi - sale sul secondo gradino del podio con il personale in 1'00''66 (precedente 1'01''30), diventando la quinta performer italiana; prima è la statunitense Kathleen Baker - argento e bronzo olimpico a Rio con la 4x100 mista e nei 100 dorso - in 59''74 ed unica a scendere sotto al minuto.
Nei 100 e 200 farfalla successi del tedesco Marius Kusch in 50''27, con Matteo Rivolta alle sue spalle in 50''82, e di Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto) in 2'07''00. Nei 200 dorso vittoria dello specialista in vasca corta Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/Amici Nuoto VVFF Modena) in 1'52''53 e quinta prestazione personale all time.
Veloci i 50 stile libero vinti da Federico Bocchia (Sport Sestri Levante) in 21''43, quindici centesimi meglio dello statunitense Michael Chadwick (21''58) e venticinque rispetto all'italocanadese Santo Condorelli (Unicusano Aurelia Nuoto) terzo in 21''68.
Il proscenio dei 400 misti è tutto per Ilaria Cusinato più forte anche di una leggera influenza intestinale accusata al mattino. La 19enne fuoriclasse di Cittadella - tesserata per Fiamme Oro e Team Veneto, allenata da due anni al Centro Federale di Ostia da Stefano Morini - non si scompone dinanzi alle avversità e stampa un 4'29''41: seconda prestazione personale di sempre e record della manifestazione (precedente 4'33''56). "Non ero nella condizione migliore per gareggiare - sottolinea Ilaria, argento continentale in vasca lunga a Glasgow nei 200 (con record italiano) e 400 misti e bronzo in corta nei 200 misti a Copenhagen - Non sono stata molto bene prima della gara e quindi non posso lamentarmi. Il crono è veramente molto buono". Nei 200 misti importante progressione del beniamino di casa Alberto Razzetti. Il 19enne della Genova Nuoto My Sport - allenato proprio alla Sciorba da Davide Ambrosi - si impone con il personale in 1'56''07, limando l'1'56''12 siglato ai Criteria 2018 a Riccione.

Guarda tutti i risultati ufficiali

Criteri di selezione ai CAMPIONATI DEL MONDO IN VASCA CORTA (Hangzhou 11-16 dicembre):
Saranno qualificati gli atleti che al 18 novembre risulteranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) gli atleti classificati entro le prime tre posizioni nelle gare individuali ai campionati europei di Glasgow;
b) nelle gare con posti ancora disponibili, fino al numero massimo di due e in base all'ordine di tempi, gli atleti che avranno ottenuto nel periodo tra l'1 ottobre e il 18 novembre, in manifestazioni nazionali o internazionali con cronometraggio elettronico, una prestazione uguale o migliore del tempo limite indicato nella sucessiva tabella di riferimento.

Per la qualificazione delle staffette inserite in progetti federali mirati alla partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 verranno valutate, a completamento dei nuotatori già qualificati, le prestazioni degli atleti nel periodo di gara sopraindicato.
L'ulteriore completamento della squadra, nonché l'eventuale convocazione, in base alla loro qualità tecnica, delle staffette 4x50 e mixed, sarà definito dal Consiglio Federale, su proposta discrezionale del Direttore Tecnico.

Atleti qualificati ai Mondiali in vasca corta (22)

Andrea Vergani
Alessandro Miressi 
Gregorio Paltrinieri
Matteo Restivo 
Fabio Scozzoli 
Luca Pizzini 
Piero Codia
Federico Burdisso
Simona Quadarella 
Carlotta Zofkova
Margherita Panziera 
Arianna Castiglioni 
Elena Di Liddo
Ilaria Cusinato 
Ilaria Bianchi
Federica Pellegrini
Simone Sabbioni
Domenico Acerenza
Filippo Megli
Luca Dotto
Thomas Ceccon
Erica Musso

Vai al sito ufficiale dei Mondiali di Hangzhou

Foto Andrea Masini/deepbluemedia.eu

Pubblicato in News Nuoto

Ci addentriamo nella stagione invernale del nuoto passando come sempre per la Liguria. In programma il tradizionale trofeo Nico Sapio in vasca da 25 metri, giunto alla quarantacinquesima edizione ed intitolato alla memoria del giornalista Rai che morì insieme con una selezione della nazionale in seguito all'incidente occorso al Convair Lufthansa in fase di atterraggio a Brema nel 1966. Lo scenario sarà la piscina Sciorba di Genova dal 9 all'11 novembre (primi due giorni dedicati ad Assoluti e Juniores, la domenica riservata ad Esordienti e Ragazzi). Batterie alle 9.00 e finali alle 16.30 venerdì e alle 18.00 sabato con diretta su Rai Sport + HD delle sessioni pomeridiane. 
Alla gara, valida come prova di qualificazione per i Mondiali di Hangzhou, in Cina (11-16 dicembre), è prevista la partecipazione di quasi 1500 atleti. Trenta i nuotatori d'interesse nazionale invitati, tra cui i rientranti Silvia Di Pietro, Gabriele Detti e Nicolò Martinenghi che - dopo lunghi infortuni - hanno partecipato a meeting di inizio stagione con risultati incoraggianti. Tornerà a nuotare i 200 stile libero Federica Pellegrini; saranno presenti anche "l'italiano" Santo Condorelli e la regina dell'estate Simona Quadarella, domenica autrice del record italiano nei 1500 stile libero in vasca corta.  
Ci saranno Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91), Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91), Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika), Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto), Elena Di Liddo (CC Aniene), Silvia Di Pietro (Carabinieri/CC Aniene), Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Nuoto Livorno), Erika Ferraioli (Esercito/CC Aniene), Federica Pellegrini (CC Aniene), Alessia Polieri (Fiamme Gialle/Imolanuoto), Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene), Nicoletta Ruberti (NC Azzurra 91), Silvia Scalia (CC Aniene), Carlotta Toni (Esercito/RN Florentia), Carlotta Zofkova (Carabinieri/Imolanuoto); Domenico Acerenza (CC Napoli), Matteo Ciampi (Esercito/Nuoto Livorno), Piero Codia (Esercito/CC Aniene), Santo Yukio Condorelli (Unicusano Aurelia Nuoto), Gabriele Detti (Esercito/In Sport), Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto), Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/NC Brebbia), Alessandro Miressi (Fiamme Oro/CN Torino), Luca Pizzini (Carabinieri/Fondazione Bentegodi), Matteo Rivolta (Fiamme Oro), Simone Sabbioni (Esercito/Swim Pro SS9), Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto), Ivano Vendrame (Esercito/Larus Nuoto), Andrea Vergani (Nuotatori Milanesi), Matteo Zuin (Fiamme Oro/Nottoli Nuoto). Le gare saranno seguite dal direttore tecnico Cesare Butini e dai tecnici federali Stefano Morini, Claudio Rossetto, Matteo Giunta, Stefano Franceschi, Gianni Leoni e Fabrizio Bastelli.
 
Il punto del direttore tecnico Cesare Butini. "Siamo ormai entrati nel vivo della stagione invernale 2018 e già abbiamo avuto, nei meeting finora disputati, buoni riscontri cronometrici. Come noto il 18 novembre scadrà il termine per ottenere il pass per i prossimi Campionati Mondiali di vasca corta in programma in Cina dall'11 al 16 dicembre. L’imminente edizione del Trofeo Nico Sapio offre, con il suo format completo e la splendida location della Piscina Sciorba, una ghiotta occasione per molti atleti ancora in caccia del tempo limite. Inoltre la presenza di tanti atleti di alto livello permette di pronosticare prestazioni di ottimo livello. Gli atleti già qualificati affronteranno questo meeting come verifica verso l’obiettivo finale della stagione invernale. Sarà importante rivedere Federica Pellegrini nei 200 stile libero e monitorare l'inserimento di Santo Condorelli, mentre mancherà Gregorio Paltrinieri perché impegnato nella World Series in acque libere".

Criteri di selezione ai CAMPIONATI DEL MONDO IN VASCA CORTA (Hangzhou 11-16 dicembre):
Saranno qualificati gli atleti che al 18 novembre risulteranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) gli atleti classificati entro le prime tre posizioni nelle gare individuali ai campionati europei di Glasgow;
b) nelle gare con posti ancora disponibili, fino al numero massimo di due e in base all'ordine di tempi, gli atleti che avranno ottenuto nel periodo tra l'1 ottobre e il 18 novembre, in manifestazioni nazionali o internazionali con cronometraggio elettronico, una prestazione uguale o migliore del tempo limite indicato nella sucessiva tabella di riferimento.

Per la qualificazione delle staffette inserite in progetti federali mirati alla partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 verranno valutate, a completamento dei nuotatori già qualificati, le prestazioni degli atleti nel periodo di gara sopraindicato.
L'ulteriore completamento della squadra, nonché l'eventuale convocazione, in base alla loro qualità tecnica, delle staffette 4x50 e mixed, sarà definito dal Consiglio Federale, su proposta discrezionale del Direttore Tecnico.

Atleti qualificati ai Mondiali in vasca corta (21)

Andrea Vergani
Alessandro Miressi 
Gregorio Paltrinieri
Matteo Restivo 
Fabio Scozzoli 
Luca Pizzini 
Piero Codia
Federico Burdisso
Simona Quadarella 
Carlotta Zofkova
Margherita Panziera 
Arianna Castiglioni 
Elena Di Liddo
Ilaria Cusinato 
Ilaria Bianchi
Federica Pellegrini
Simone Sabbioni
Domenico Acerenza
Filippo Megli
Luca Dotto
Thomas Ceccon

Vai al sito ufficiale dei Mondiali di Hangzhou

Pubblicato in News Nuoto
Martedì, 06 Novembre 2018

Magnini-Santucci. Comunicato stampa

La Federnuoto esprime fiducia negli organi preposti a prevenire, combattere e perseguire il doping. 
Il percorso giudiziale che coinvolge Filippo Magnini e Michele Santucci ha espresso solo il primo verdetto e potrebbe proseguire. 
Pertanto la Federnuoto chiede il massimo rispetto nei confronti degli atleti, auspicando che riescano a dimostrare la loro estraneità alla vicenda in ulteriori sedi.
La Federnuoto ricorda altresì come Magnini sia stato - nel corso della sua straordinaria carriera - un esempio per tutto il movimento, nonché uomo simbolo dello sport italiano e della lotta al doping.
Si coglie l’occasione per ribadire l’impegno della Federazione Italiana Nuoto per affermare e tutelare lo sport pulito e nel trasmettere i principi di lealtà e probità, condivisione, aggregazione e integrazione, nel nostro Paese che conta oltre 5.000.000 di praticanti. 
 
Pubblicato in News Nuoto
Inizia con un record la stagione di Simona Quadarella che, tornata sabato da 20 giorni in altura a Livigno, porta il primato italiano dei 1500 stile libero in vasca corta sul 15'44"76 in una gara intersociale del CC Aniene disputata all'Aquaniene, a Roma. La 19enne romana, tesserata anche per le Fiamme Rosse ed allenata da Christian Minotti, sottrae 2"57 al precedente che aveva realizzato lo scorso 28 gennaio a Civitavecchia (15'47"33). Per Simona Quadarella è un 2018 ricco di soddisfazioni dopo la tripletta ai campionati europei di Glasgow nei 400, 800 e 1500 stile libero che aveva seguito i successi nei 400 e 800 stile libero ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona. Prossimo obiettivo i campionati mondiali in vasca corta di Hangzhou, in Cina, dall'11 al 16 dicembre. 
   
foto deepbluemedia.eu 
Pubblicato in News Nuoto
Venerdì, 02 Novembre 2018

Condorelli convocabile per l'Italia

Al Nico Sapio ci sarà un azzurro in più. E' Santo Condorelli che ha completato l'iter per acquisire la cittadinanza sportiva italiana e diventare eleggibile per la squadra nazionale italiana. L'atleta tesserato per l'Aurelia Nuoto Unicusano nuoterà alla quarantacinquesima edizione del Nico Sapio, intitolato alla memoria del giornalista Rai che morì insieme con una selezione della nazionale in seguito all'incidente, occorso in fase di atterraggio, del Convair Lufthansa a Brema, nel 1966. Lo scenario sarà la piscina Sciorba di Genova dal 9 all'11 novembre (primi due giorni dedicati ad Assoluti e Juniores, la domenica riservata ad Esordienti e Ragazzi). Batterie alle 9.00 e finali alle 16.30 venerdì e alle 18.00 sabato con diretta su Rai Sport + HD delle sessioni pomeridiane.
QUARTO AI GIOCHI DI RIO 2016. Il 23enne italoamericano, ma nato il 17 gennaio 1995 a Hiroshima dove la famiglia si trovava per motivi di lavoro, ha partecipato alle Olimpiadi di Rio, piazzandosi al quarto posto nei 100 stile libero (47''88, passaggio 22''22) a 3 centesimi dal terzo posto e a 8 centesimi dal secondo classificato. In Brasile ha indossato la cuffia con la foglia d'acero poiché la madre Tonya è cittadina canadese. Tra il 2015 e il 2016 scende tre volte sotto i 48''.
SANTO E L'ITALIA. Da allora la famiglia ha voluto fortemente riallacciare i contatti col Paese di origine. Assieme al padre Joseph, che vive a Portland (USA) e che ne è stato il primo allenatore, Condorelli coltiva molteplici rapporti di amicizia con nuotatori italiani che hanno studiato all’University of Southern California, fra cui Gianpaolo Barelli che lo ha fortemente incoraggiato a proseguire la carriera per l'Italia. Santo è tesserato dalla stagione 2016/2017 per l'Unicusano Aurelia Nuoto e ha partecipato a molteplici collegiali coi velocisti seguiti dal tecnico federale Claudio Rossetto. L’atleta non ha più gareggiato per la nazionale canadese sin dalle Olimpiadi di Rio 2016, esprimendo la volontà di ottenere la cittadinanza sportiva italiana all'inizio del 2017. 
DAL TRISAVOLO A SANTO. il bisnonno Giuseppe - figlio di Santo, trisavolo del nuotatore che porta lo stesso nome - nasce a Catania nel 1897 ed emigra negli USA, a New York, negli anni venti dove nascono il figlio Santo (nonno del nuotatore) e, successivamente Joseph (padre del nuotatore). Il 17 gennaio 1995 in Giappone nasce Santo che adesso sogna le olimpiadi del Sol Levante nel 2020 con l'Italnuoto.

Pubblicato in News Nuoto
Pagina 2 di 2

Ultimi 4 articoli NUOTO